Connect with us

Calciomercato

ESCLUSIVA – Calemme (AS): “James? Ancora tutto aperto. Su Bale…”

Pubblicato

:

All’ombra del Vesuvio quest’estate non si sta poi così freschi. Il rovente mercato azzurro è ancora in attesa di un colpo che possa sancire definitivamente il riavvicinamento fra la piazza e la squadra. Difatti, a Napoli nelle ultime settimane l’argomento più chiacchierato è sicuramente l’affaire Rodríguez: “James sì, James no”, questa la cantilena che si ripete nelle strada del capoluogo campano.

In questi giorni la querelle ha subito vari capovolgimenti di fronte. Per provare a fare chiarezza sulla situazione e sui possibili scenari che si potrebbero delineare nelle prossime ore, abbiamo contattato Mirko Calemme, corrispondente italiano del celebre quotidiano spagnolo AS.

Partiamo col ricapitolare le fasi salienti della trattativa:

“Il Napoli ha il sì di James. C’è un accordo totale da un punto di vista economico – anche sui tanto chiacchierati diritti d’immagine – da oltre due mesi. Ciò che manca è l’accordo con il Real Madrid: come ha spiegato pubblicamente Florentino Pérez, i blancos non sono disposti ad accettare il prestito con diritto di riscatto vagheggiato dagli azzurri. Questo tentennamento ha fatto spazio all’inserimento dell’Atletico e alla possibilità – emersa nelle ultime ore – di una permanenza del calciatore a Madrid”.

Allo stato attuale delle cose, James cosa sceglierebbe per il proprio futuro?

“Rodríguez preferirebbe lasciare le merengues. Il Napoli è stato fra le prime società a manifestare un vivo interesse nei suoi confronti. Inoltre, il colombiano ha risposto con entusiasmo alla chiamata, anche per via del rapporto speciale che lo lega ad Ancelotti. Va poi sottolineata l’insidia dell’Atletico: i colchoneros si stanno giocando le loro carte e fanno leva sull’innegabile amore del giocatore nei confronti della città di Madrid. Basti pensare che lì l’ex Porto ha comprato casa, acquisto inusuale per un calciatore. L’idea di rimanere al Real non lo eccita affatto, considerando anche l’opinione negativa che ha di lui il tecnico Zinédine Zidane: il berbero non lo considera parte del progetto, piuttosto un esubero da sbolognare senza pensarci due volte”.

Una permanenza a Madrid ad interim, magari in attesa di un nuovo innesto, o defintiva?

“Arduo dare una risposta sicura. Quel che è certo è che Pérez non è felice dell’estate dei madrileni. La sconfitta in amichevole con l’Atletico (3-7, ndr), che non può essere considerata come un’ amichevole qualsiasi, ha generato tensione tra la dirigenza e lo staff tecnico: gravissimo subire un passivo così ampio per mano dei cugini e rivali di sempre. Altro punto di “rottura” è stata la cessione in prestito di Ceballos, che ha messo nuovamente “face to face” Florentino e Zizou: il primo avrebbe preferito non privarsene, il secondo ha ritenuto opportuno lasciarlo andare. Con l’infortunio di Asensio si sono venute a creare le condizioni affinché fosse necessaria la permanenza di James, almeno per ora. Tutto dipenderà dalla riuscita o meno dell’operazione legata all’arrivo al Bernabeu di Paul Pogba, oggetto del desiderio dell’allenatore suo connazionale”.

Alla luce della possibilità che l’affare non vada in porto, il Napoli potrebbe cautelarsi con l’arrivo di Hirving Lozano?

“In realtà ci sono state delle difficoltà con il suo entourage: vedremo se i rapporti si ricuciranno. Al momento la trattativa non è semplice come poteva sembrare soltanto qualche mese fa. Nonostante Pépé sia ormai sfumato, nulla impedisce di pensare che ADL sia intenzionato ad acquistare Mauro Icardi. Il calciatore preferirebbe la Juventus, eppure la dirigenza azzurra non smette di sognare il suo arrivo a Napoli”.

L’irrisolta grana che è la mancata cessione di Bale può influenzare il mercato del Napoli?

“Quello di Bale è un problema che può ripercuotersi sul futuro di Rodríguez. Se il Real riuscisse a inserirlo come contropartita tecnica nella trattativa per Pogba, allora l’operazione graverebbe sicuramente meno sulle casse del club, che dunque potrebbe essere maggiormente disposto a venire incontro alle esigenze del Napoli. Vista la rigidissima posizione del patron dei blancos, questa non può che essere una tesi complessa, in cui si dovrebbero incastrare diversi tasselli”.

Quali sono le motivazioni del mancato approdo di Gareth Bale allo Jiangsu?

“I problemi sono stati molteplici. Pare, tuttavia, che la causa scatenante sia stata legata a questioni personali: la famiglia del gallese si sarebbe rifiutata di seguirlo nell’avventura in Asia. Credo che ci sia comunque qualcosa dietro, forse il malcelato desiderio di tornare in Inghilterra. È una possibilità che difficilmente potrebbe realizzarsi ma due squadre sono pronte a far follie per acquisire le sue prestazioni: Tottenham e United. Chissà che Bale quest’estate non torni a calcare i verdissimi campi della Premier League”.

(Fonte immagine in evidenza: profilo Instagram di Mirko Calemme)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Gakpo sui rumors dell’estate: “Ho aspettato lo United ma niente”

Pubblicato

:

Gakpo

Cody Gakpo è negli interessi del Manchester United già da tempo, ma i Red Devils non hanno mai presentato un’offerta né al PSV Eindhoven e né al giocatore.

Queste le parole del classe ’99 al medium olandese NRC in merito alla vicenda: “È stato un periodo duro, ma ho imparato. Adesso approccerò le cose in maniera diversa, ciò che arriva, arriva. Io ho pensato al Manchester United, poi però non sono arrivati. Ho iniziato a dubitare.. Poi è arrivato il Leeds, ma dovevo andare lì? Ora aspetto per tutto. Non ho più risentito nulla dallo United, quando si faranno vivi allora ci penserò. Ho sempre l’aiuto di Dio nel prendere questa decisione”.

Cody Gakpo sembra quindi molto concentrato sul presente, non vuole farsi aspettative o fantasie particolari, il presente adesso è l’Olanda e Qatar 2022.

Continua a leggere

Calciomercato

L’Empoli a caccia di rinforzi: spunta il nome di Piccoli

Pubblicato

:

Fantacalcio

Uno dei dati che meglio rende l’idea del campionato disputato fin qui dall’Empoli è quello dei gol segnati: in 15 partite di Serie A la squadra toscana ha gonfiato la rete avversaria in appena 12 occasioni.

Solo due squadre sono riuscite a fare peggio, ossia Cremonese e Sampdoria, che occupano ormai stabilmente la zona retrocessione.

In vista della seconda parte del campionato, Zanetti avrebbe dunque bisogno di irrobustire notevolmente il proprio reparto offensivo; oltre al nome estremamente suggestivo di Francesco Caputo, di cui si è già parlato nei giorni scorsi, in base a quanto riportato da PianetaEmpoli, si penserebbe all’acquisto di Roberto Piccoli, classe 2001 di proprietà dell’Atalanta (attualmente in prestito al Verona) che ancora non ha trovato sufficiente spazio per mostrare le proprie potenzialità.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

L’Italia scopre Buchanan: tre italiane si fanno sotto

Pubblicato

:

Una delle nazionali che maggiormente si è guadagnata la simpatia e gli apprezzamenti di tifosi e addetti ai lavori nel corso di Qatar 2022 è stata senza dubbio quella del Canada; nonostante gli zero punti conquistati dai nordamericani nel girone possano far pensare il contrario, Davies e soci hanno infatti messo in mostra un calcio audace e propositivo, peccando probabilmente di ingenuità contro squadre ben più esperte ed attrezzate come Croazia Belgio, che al Mondiale precedente avevano addirittura raggiunto il podio finale.

Tuttavia, come di consueto, la rassegna iridata è stata un’ottima occasione per diversi talenti in rampa di lancio di mettersi in mostra; tra di essi spicca il nome di Tajon Buchanan, ala classe ’99 attualmente in forza al Club Brugge, che in Qatar ha impressionato per la sua facilità nel saltare l’uomo e per la sensibilità del suo piede destro. Tali doti non sono sfuggite solo alla dirigenza del Napoli, al cui interessamento si era già accennato nei giorni scorsi, ma neanche a quelle di Milan e Juventus, che secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Belgio avrebbero deciso di iniziare a monitorare il 23enne canadese.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Kessié può lasciare il Barcellona: il Tottenham in pole

Pubblicato

:

Kessié

L’avventura di Kessié al Barcellona potrebbe concludersi dopo soli pochi mesi.

L’ex Milan non ha trovato molto spazio nella prima parte di stagione sotto la guida di Xavi, anche a causa di una folta concorrenza nel reparto di centrocampo.

Fonti blaugrana affermano che l’intenzione dell’ivoriano sarebbe quella concludere quest’annata in Spagna, ma non è da escludere una partenza nel mercato invernale.

Secondo quanto riportato da Sport nell’edizione odierna, in tal senso, il Tottenham sarebbe la squadra maggiormente in vantaggio sulla corsa a Kessié, considerando anche che Antonio Conte è da sempre un suo grande estimatore.

Il calciatore, nelle ultime settimane, è stato anche accostato a club italiani quali Inter e Napoli.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969