Connect with us

Calcio Internazionale

Napoli: come gioca il Francoforte

Pubblicato

:

pellegrini

A differenza delle altre due italiane qualificate agli ottavi di Champions League, il sorteggio del Napoli è stato benevolo soprattutto per meriti dei partenopei perché la squadra di Spalletti, dopo il girone disputato e la pescata per il primo turno eliminatorio, rischia fortemente di essere la vera mina vagante del torneo.

Eppure, nonostante una rivoluzione doverosa svolta in estate, la squadra campana ha passato il turno da prima della classe, distruggendo il Liverpool vice-campione d’Europa, per 4-1. Per questo motivo, aver pescato una squadra che mai è arrivata a giocare un quarto di finale di Champions è un obiettivo meritato e, anzi, se avesse preso il PSG, unica vera compagine da evitare nell’urna due, sarebbe stata una beffa unica.

Non per questo, però, gli azzurri dovranno giocare con tranquillità contro l’Eintracht, perché i tedeschi, che fra l’altro arrivano dallo stesso folle (per risultati) raggruppamento del Tottenham, avversario del Milan, sono freschi vincitori dell’Europa League 2021-22, al termine di un percorso impeccabile, nel quale hanno persino eliminato il Barcellona.

COME GIOCA IL FRANCOFORTE

Mister Glasner in campo opterà con tutta probabilità per la solita linea difensiva a tre, a seguire un sistema di gioco che in Germania va via via sempre più verso uno sviluppo completo. Si parte dal 3-4-3, con il mantra della compattezza difensiva: difatti i due esterni, senza palla, si abbassano spesso sulla linea dei difensori, con – di conseguenza – le due ali offensive a rinculare come mezzali.

È un gioco al catenaccio sulla carta, con uno schieramento senza palla molto similare al 5-4-1. Nonostante ciò, però, a vederli giocare non si direbbe perché, se quando sono alla ricerca del possesso, la squadra diventa completamente difensivista, una volta preso il pallone, si gioca all’attacco, cercando la profondità, partendo spesso in contropiede – questo sì – ma facendo salire svariati calciatori.

Lo fanno cercando di arrivare al tiro con il minor numero di tocchi possibili, giocando perciò con impostazione che può partire sia dai lanci del portiere che dalla costruzione del difensore centrale, saltando completamente il centrocampo: un modo di offendere che i tifosi del Napoli conoscono molto bene, in quanto lo scorso anno, si tendeva spesso ad adottarlo come sistema basico del gioco, non lanciando da dietro ma giocando ad alzare la palla molto spesso, soprattutto con Fabian Ruiz e i cambi gioco di Insigne.

Il difensore del Francoforte, che spesso imposta, è lo stesso che detta la posizione della linea difensiva, il più delle volte molto alta. Se così dovesse essere anche nel doppio scontro, i partenopei potrebbero davvero annientarli grazie al loro modo corto e stretto di giocare a pallone, con inserimenti in rapidità.

Fra le molte note positive della compagine rossonera emerge l’estrema naturalezza con la quale si rendono pericolosi sui calci piazzati, nei quali il Napoli dovrà fare particolare attenzione. I calciatori con più qualità della rosa sono Lindstrom e Kolo-Muani, mentre il giocatore che andrà marcato a uomo per evitare che possa dettare i ritmi con leadership è Mario Gotze, che nel club tedesco pare ufficialmente essersi rigenerato.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

La FIFA pensa alla modifica della fase a gironi del Mondiale del 2026

Pubblicato

:

Qatar 2022 sarà l’ultimo Mondiale a 32 squadre. Nel 2026, i posti per il torneo più importante al mondo a livello calcistico infatti saranno addirittura 48.

Proprio per la prossima rassegna iridata, la Fifa starebbe pensando a delle modifiche del format. Secondo il Guardian Sport, l’idea iniziale sarebbe stata quella di formare 16 gironi da 3 squadre ognuno, mentre starebbe prendendo piede l’ipotesi di organizzare il torneo con 12 gironi da 4.

Per un Mondiale che deve finire e che non ci sta privando di sorprese, uno nuovo sta per nascere.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Courtois rabbioso: “Non chiamateci «Generazione d’Oro»”

Pubblicato

:

Courtois

Non chiamateci «Generazione d’Oro», non abbiamo vinto niente“. Queste le dure parole del numero 1 belga Thibaut Courtois nel postpartita contro la Croazia.

Courtois ha espresso tutta la sua delusione e il rammarico: la cosiddetta «Generazione d’Oro», nei fatti, non ha mai portato a casa trofei. La partita con la Croazia ha sancito l’eliminazione dal Mondiale della Nazionale belga, che ha chiuso il girone al terzo posto a -1 proprio dagli avversari di oggi.

Sarebbe stata fondamentale una vittoria per il Belgio, ma il pareggio a reti bianche ha consegnato il pass per gli ottavi agli uomini di Zlatko Dalic.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Müller annuncia: “Al 99% oggi ultima partita con la Germania”

Pubblicato

:

Pronostico Costa Rica-Germania

Serata da dimenticare totalmente per la Germania, che per la seconda volta consecutiva vede interrompersi il percorso Mondiale ai gironi. Decisiva la vittoria del Giappone contro la Spagna, che con i 3 punti di stasera si prende anche la vetta del gruppo E. La Germania termina il girone al terzo posto con 4 punti, al pari della Spagna, che però si qualifica grazie alla differenza reti. Nel postmatch Thomas Müller si è dichiarato pronto a chiudere la carriera con la Nazionale: “Al 99% è stata la mia ultima partita con la Germania“, ha dichiarato a Sky Sport DE.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Camerun-Brasile, il ct Song suona la carica: “Per noi una finale”

Pubblicato

:

Ghana

Nella vigilia del match contro il Brasile, nella consueta conferenza stampa pre-partita, il ct del Camerun, Rigobert Song, ha ribadito più volte l’importanza della gara contro la nazionale verdeoro. La partita potrebbe risultare fondamentale per i camerunensi, che con un’ ipotetica vittoria ed una sconfitta della Svizzera potrebbero strappare il pass per gli ottavi di finale. Da tenere d’occhio anche il possibile incrocio con la Serbia, che si trova a pari punti con il Camerun ma svantaggiata dalla differenza reti. Ecco le parole di Song:

“Ci stiamo preparando con l’obiettivo di superare il primo turno di questo Mondiale. Conosciamo molto bene il Brasile, la nostra prima sfida è vedere, non come si comporteranno loro, ma come ci comporteremo noi. Hanno un vantaggio legato al fatto di essere già qualificati. Non dobbiamo pensare che schiereranno la loro seconda squadra perché si sono già qualificati, la cosa più importante è come ci avviciniamo a questa partita. Per noi sarà una finale e dovremo fare di tutto per ottenere i 3 punti. Poi vedremo cosa succede dopo. Il messaggio che mando ai giocatori è di lottare e impegnarsi di più, la battaglia è più psicologica. Il risultato è importante e so che i miei giocatori possono farcela se puntano su concentrazione e determinazione. Al livello più alto, quando hai un momento di deconcentrazione, può essere costoso. Si tratta di essere concentrati e avere la determinazione per permetterci di prendere i 3 punti”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969