Connect with us

Flash News

Napoli, la conferenza stampa prima del Torino

Pubblicato

:

Insigne

Il Napoli affronterà il Torino di Juric nella giornata di domani. In vista di questa partita, che in termini di classifica vale poco dal momento in cui i partenopei hanno già assicurato l’obiettivo Champions League, lo staff del tecnico Luciano Spalletti ha risposto ad alcune domande. I temi sono vari, dalla sfida imminente ad una valutazione generale sulla stagione.

C’è dispiacere perché abbiamo accarezzato obiettivi importanti“.

Ad una domanda sul perché degli svariati infortuni, questa la risposta di Sinatti, membro dello staff di Spalletti:

Il calcio è cambiato, le partite sono molto più frequenti e con il Covid la situazione si è aggravata. L’80% della rosa si è positivizzata e questo ha sicuramente inciso. Il Covid lascia strascichi. La distinzione va fatta tra infortuni di natura muscolare è quello di natura traumatica come quello di Osimhen“.

E ancora, in una stagione in cui il Napoli ha lottato a lungo per lo scudetto, le sensazioni di rammarico comparate all’annata dei 91 punti in campionato:

Sono due stagioni diverse, da parte mia c’è dispiacere perché abbiamo accarezzato obiettivi importanti, ma è ancora più importante sottolineare il raggiungimento dell’obiettivo della società”.

Raggiunto l’obiettivo Champions League, che a Napoli mancava da due anni:

Di scontato non c’è niente. Da iniziò campionato il nostro obiettivo era questo e lo abbiamo raggiunto nonostante tutti gli imprevisti. C’è dispiacere perché avevamo accarezzato un sogno, ma non bisogna essere scontenti”.

Infine un quesito tattico sulla disposizione della difesa degli Azzurri, messa a confronto con quella di Maurizio Sarri:

No assolutamente no, Sarri è un perfezionista, vuole difendere di squadra e non di reparto. Anche quest’anno abbiamo fatto molto bene, il merito è di Spalletti che ha dato compattezza difensiva e ha fatto un grandissimo lavoro”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Roma sul mercato per il post-Karsdorp e per un centrocampista

Pubblicato

:

Dybala

Di rientro oggi dalla tournée giapponese, diverse lacune sono emerse all’interno della rosa della Roma.

Dopo lo screzio con José MourinhoRick Karsdorp dovrà trovarsi una nuova sistemazione, ma così facendo lascerà un buco sulla fascia destra. Secondo TuttoMercatoWeb, per questo motivo, il gm Tiago Pinto è al lavoro per trovare sul mercato un’alternativa valida. Al momento, i papabili sono parecchi, ma quello più gradito sarebbe Caglar Soyuncu, esterno turco classe ’96, il cui cartellino è attualmente di proprietà del Leicester City. Il giocatore è in scadenza di contratto a giugno 2023 e il suo ingaggio è decisamente accessibile per le casse dei giallorossi (2 milioni di euro netti a stagione).

Ma non è tutto, lo Special One avrebbe fatto richiesta alla società anche per un centrocampista, dopo gli infortuni di Georginio Wijnaldum Bryan Cristante. In cima alla lista dei desideri ci sarebbe Davide Frattesi, già fortemente cercato nella scorsa sessione di calciomercato. Il Sassuolo chiede tanti soldi per farlo partire, l’operazione resta, dunque, molto complicata.

Continua a leggere

Flash News

Calaiò a TMW: “C’è tanto di De Laurentiis in questo Napoli! Spalletti sta facendo un gran lavoro”

Pubblicato

:

Napoli

Emanuele Calaiò ha militato nel Napoli dal 2005 al 2008, trascinando la squadra dalla Serie C alla Serie A; nel 2013 è tornato a vestire la maglia azzurra. Complessivamente ha totalizzato 136 presenze, mettendo a segno 44 reti.

L’ex attaccante ha rilasciato un’intervista a Tuttomercatoweb, nella quale ha analizzato la fantastica stagione del Napoli di Luciano Spalletti. Di seguito le sue parole:

“Ci si augura tutti che per loro possa essere l’anno buono perché hanno tutte le carte in regola per provarci. Hanno una rosa competitiva, delle alternative importanti e c’è molta serenità. Il Napoli ha fatto una rifondazione dove ha inserito giovani che corrono, che hanno fame e voglia di imparare. Spalletti ha dato identità alla squadra, lo spogliatoio è unito, c’è freschezza e c’è molta maturità, che negli anni scorsi è mancata. Il Napoli vince anche soffrendo, anche contro le piccole e riesce a portare le partite a casa. C’è un bel mix per stare bene.

Il Napoli deve avere paura di se stesso. Se riprende da dove ha finito, con la consapevolezza di essere una squadra forte e l’autostima in sé, con tutti i giocatori che giocano l’uno con l’altro, penso che potrebbe essere l’anno giusto. Bisogna solo capire mentalmente e fisicamente dopo il Mondiale come si ripresenteranno i giocatori. 

Spalletti è riuscito subito a dare un’identità ai nuovi arrivati, giocatori che militavano in altri campionati e non conoscevamo in tanti. All’inizio tutti quanti si aspettavano un Napoli che non riusciva neanche a qualificarsi in Europa League, invece ha stupito tutti, non facendo sentire la mancanza di chi è andato via. Io ero molto scettico perché non mi aspettavo soprattutto che si potesse sopperire all’assenza di Koulibaly, invece Kim sta facendo cose straordinarie. Spalletti sta facendo un gran lavoro.

C’è tanto di De Laurentiis in questo Napoli.  Ha preso persone che sanno fare il loro lavoro, come Giuntoli che è uno dei migliori ds che ci sono in Italia, ma anche gente nell’area scouting, gente che sta in società e che sa di calcio, vede tanti giocatori. Alla fine però l’ultima parola è la sua e quando c’è da fare dei contratti”.

Continua a leggere

Flash News

Perisic nostalgico: “Italia e Inter mi mancano un po’, saranno sempre casa mia”

Pubblicato

:

Perisic

Ivan Perisic sta disputando il Mondiale con la Croazia. La sua Nazionale è in una situazione favorevole nel girone, a quota quattro punti dopo due partite. L’ultima giornata contro il Belgio potrà formalizzare l’eventuale qualificazione agli ottavi.

Nel frattempo, l’ex esterno dell’Inter ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport, nella quale ha versato parole al miele per la sua squadra nerazzurra e per l’Italia:

Pareggio con il Marocco? Nella prima partita non eravamo noi. Non abbiamo fatto bene con la palla e si sa, se in un girone di tre partite cominci male, sei obbligato a reagire in fretta. Adesso continuiamo e vediamo dove possiamo arrivare. Quando giochiamo così, non abbiamo paura di nessuno.

 Italia e InterMi mancano un po’, saranno sempre casa mia. Tutto sommato, Milano e il vostro Paese sono i posti in cui sono rimasto più a lungo nella mia vita da calciatore. Nostalgia? Un po’ ma tornerò presto e avrò qualcosa di importante da fare. La Champions contro il Milan mi aspetta…“.

Continua a leggere

Flash News

Chi è Gianluca Ferrero, il prossimo presidente della Juventus

Pubblicato

:

Chi è Gianluca Ferrero, il prossimo presidente della Juventus

CHI È GIANLUCA FERRERO, IL PROSSIMO PRESIDENTE DELLA JUVENTUS Nella tarda serata di ieri, una clamorosa notizia ha scosso in maniera decisa l’ambiente Juventus. Tutto il Consiglio di Amministrazione bianconero si è dimesso, compreso Andrea Agnelli, che ha quindi lasciato libera la sua carica di presidente.

Questa mattina, in maniera altrettanto inaspettata, tramite un comunicato Exor ha annunciato il nuovo presidente della Juventus: Gianluca Ferrero.

Ma chi è Gianluca Ferrero? In tanti se lo stanno chiedendo in queste ore, ed è quindi giusto fare chiarezza in merito. Ebbene, si tratta di colui che, attualmente, è sindaco di Fenera Holding, vicepresidente del CdA della Banca del Piemonte e membro di quello di Italia Independent Group, Lol srl e Pygar.

Ferrero è un commercialista, nato nel 1963, laureatosi in Economia e Commercio all’Università di Torino. Le sue principali competenze riguardano un’attività di consulenza ed assistenza in campo societario e tributario. Inoltre, dal 2008 è membro dell’International Fiscal Association (I.F.A.). Nel corso della sua carriera ha ricoperto cariche in svariati settori, ad esempio quello delle automotive, quello finanziario e quello della ricerca bio farmaceutica.

La Juventus, dunque, si metterà nelle mani di un profilo di sicura affidabilità, per garantire al club un futuro roseo dentro e fuori dal campo, in un periodo storico molto delicato per il calcio italiano.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969