Connect with us
Nazionali, l'Italia rischia di nuovo grosso e prepara la battaglia di Belfast

Calcio Internazionale

Nazionali, l’Italia rischia di nuovo grosso e prepara la battaglia di Belfast

Pubblicato

:

Italia

Il pareggio amaro di venerdì sera contro la Svizzera ha spostato a domani, lunedì 15 novembre alle ore 20:45 italiane, la tensione attorno alla Nazionale allenata da Roberto Mancini. Nell’ultima sfida del girone C per la qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022 contro l’Irlanda del Nord, gli azzurri si giocano tutto e non hanno più nessuna opportunità di sbagliare. La posta in palio per l’Italia è altissima in quanto il primato nel girone garantirebbe l’ingresso diretto ai Mondiali evitando il pericolo dei playoff.

 

 

LA SITUAZIONE DEL GIRONE E LE POSSIBILI COMBINAZIONI PER LA QUALIFICAZIONE AZZURRA

Come la Svizzera anche l’Italia ha 15 punti nella classifica del girone C, ma gli azzurri sono attualmente in vetta grazie a una migliore differenza reti pari a 11. La nazionale italiana campione d’Europa si qualificherebbe direttamente con una vittoria e mantenendo una differenza reti migliore rispetto alla Svizzera.

In alternativa, in caso di pareggio o sconfitta degli svizzeri, gli azzurri potrebbero addirittura permettersi di fare altrettanto, a patto che non pareggino la differenza reti. Infatti, in quest’ultimo caso, la nazionale di Murat Yakin, passerebbe come prima per effetto dei gol in trasferta, costringendo così gli azzurri a disputare i playoff. L’eventuale spareggio rievocherebbe bruttissimi ricordi nelle menti degli italiani, ovvero il trauma contro la Svezia a San Siro nel 2017. Per questo motivo è assolutamente da evitare.

 

RISCHIO FALLIMENTO

L’eventuale chiusura del girone C con un’Italia al secondo posto è già vista da tutta la stampa estera come un clamoroso fallimento o addirittura, come titola il quotidiano spagnolo AS, “un’apocalisse”. Il riferimento implicito è ovviamente quello del mancato approdo ai Mondiali di Russia nel 2018 da parte della squadra allenata da Gian Piero Ventura. L’inglese Daily Mail e il tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung attaccano l’errore dal dischetto di Jorginho, contro la Svizzera, come se, tutto d’un tratto, ci si fosse dimenticati che, il centrocampista del Chelsea ha vinto quest’anno una Champions League con il club e un Europeo con la Nazionale ed è tra i 30 finalisti candidati a vincere il Pallone d’Oro. Il quotidiano francese L’Equipe invece alimenta la suspense attorno alla qualificazione italiana. L’Europa osserva meravigliata e, per la Nazionale italiana, la tensione è al massimo livello.

 

IL PESSIMO RICORDO DI BELFAST

Negli annali del calcio, però, il pensiero negativo rivolto a Belfast è tuttavia noto in relazione al 1958, quando l’Italia fu esclusa dalla partecipazione alla finale dei Mondiali che si sarebbe disputata in Svezia. Gli azzurri, infatti, furono eliminati proprio dall’Irlanda del Nord che vinse per 2-1. Si tratta di una storia vecchia, passata, di un calcio completamente diverso da quello attuale, ma il cui semplice ricordo associato ai giorni nostri giorni suscita grande tristezza e amarezza, dopo un'”estate italiana” da protagonisti.

 

QUI IRLANDA DEL NORD

La nazionale allenata da Baraclough non ha molto per cui lottare e si prepara alla sfida con un 3-5-2 che probabilmente vedrà, Peacock-Farrell tra i pali, una difesa composta da Evans, Cathcart e McNair e un centrocampo in mano al capitano Davis, con il supporto di McCann, Saville e Ferguson e Dallas sugli esterni. L’attacco farà affidamento su Washington e Magennis.

 

QUI ITALIA

Roberto Mancini invece deve sciogliere ancora molti dubbi complici i molti assenti e l’infortunio di Calabria. La coperta è corta in ogni settore ma l’undici che probabilmente si vedrà a Belfast sarà un 4-3-3 formato da Donnarumma in porta, la solita difesa forzata con Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi ed Emerson. Barella affaticato potrebbe partire dalla panchina e, vicino a Locatelli e Jorginho (in dubbio), si potrebbe addirittura vedere Sandro Tonali. In attacco, per evitare dinamiche difficili da gestire, si potrebbe optare a un “falso nove” con Berardi, Insigne e Chiesa. Grande attenzione è rivolta anche a Scamacca, jolly di Mancini.

 

CALMA, SANGUE FREDDO E GRINTA

Nonostante i numerosi titolari assenti e l’alone di negatività attorno alla Nazionale, la tensione dell’Europa e del Mondo intero sull’Italia può e deve essere scacciata via in fretta. Gli azzurri hanno dimostrato già quest’estate di avere grande carattere ed esperienza per gestire situazioni complicatissime. Per giunta, se si guardano le statistiche, negli 11 scontri tra le due squadre, l’Italia è uscita vincitrice ben 7 volte con solo 1 sconfitta risalente a circa 63 anni fa.

La squadra di Mancini raccoglierà sicuramente le forze e si presenterà concentrata al massimo. Gli azzurri punteranno sull’ottimo gioco espresso e sulla forza agonistica vista in molte partite. Solo in questo modo, seppur in pieno autunno, l’augurio è quello di rivivere un'”estate italiana” azzurra destinata a non finire prima di domani sera, ma a proiettarsi anche sul prossimo Mondiale.

 

Fonte immagine copertina: diritto Google creative Commons

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

De Vrij verso l’addio all’Inter: c’è un club spagnolo su di lui

Pubblicato

:

Sono giorni di mercato intensi quelli dell’Inter. La rottura con Skriniar, il tentativo per Smalling, il rinnovo di Acerbi e l’incognita Dumfries: quello difensivo è senza dubbio il reparto che più sarà rivoluzionato nelle prossime sessioni di calciomercato. Ad aggiungersi alla lista è anche De Vrij, il quale vedrà il proprio contratto scadere a giugno 2023.

SIRENE SPAGNOLE PER DE VRIJ

Secondo Nicolò Schira ad aver manifestato il proprio interesse nei confronti del centrale olandese sarebbe il Villareal di Setièn. Il sottomarino giallo è alla ricerca di una figura esperta che possa completare il pacchetto difensivo e avrebbe segnato sul proprio taccuino proprio il nome del classe ‘92. L’idea prendere un giocatore della caratura dell’ex Lazio fa gola ai dirigenti del club spagnolo, il quale vorrebbe attendere giugno per mettere a segno il colpo a zero. 

L’Inter prende tempo, De Vrij si guarda intorno. E il prossimo anno due difensori su tre del reparto nerazzurro potrebbero non essere più giocatori della Beneamata. 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Premio di 2 milioni per Enzo Fernandez per essere rimasto al Benfica

Pubblicato

:

Enzo Fernandez

La telenovela principale di questo calciomercato, che sembrava si stesse chiudendo con un bel lieto fine, è stata la trattativa tra Benfica e Chelsea per il trasferimento di Enzo Fernandez.

Il centrocampista argentino ha disputato un Mondiale a dir poco eccellente e i Blues, alla ricerca di un profilo adatto, avevano sondato il terreno per l’acquisto, con il Benfica che, tuttavia, ha tirato fuori una controfferta da 120 milioni di euro, valore della clausola rescissoria.

Il trasferimento di Fernandez al Chelsea sembra essere saltato almeno per il momento e, stando a quanto riportato da Record, il giocatore riceverà un premio da 2 milioni di euro per essere rimasto a Lisbona.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

McKennie-Leeds: si valuta un cambio di formula

Pubblicato

:

mcKennie-Leeds

Sembrano esserci sviluppi sulla trattativa che vede Weston McKennie diretto in Premier League, precisamente al Leeds United. Se finora si parlava di un trasferimento a titolo definitivo, la formula potrebbe cambiare in un prestito con diritto di riscatto, secondo quanto riportato da Gianluca di Marzio. Nonostante questa modifica, le cifre resterebbero invariate, trattandosi di 30 milioni più 5 di bonus.

La trattativa sembra procedere spedita, con i club che hanno trovato un’intesa di massima dal punto di vista economico. Resta solo da capire se il diretto interessato accetterà la destinazione inglese, unendosi ad una conoscenza della Nazionale, Willy Gnonto.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Valencia punta in alto: si tenta il colpo Saul Niguez

Pubblicato

:

Saul Niguez

Il Valencia di mister Gattuso non sta navigando in buone acque, considerando i miseri 3 punti di vantaggio dalla zona retrocessione. Per scalare la classifica de LaLiga, i pipistrelli stanno pensando di richiedere Saul Niguez in prestito per 18 mesi. Presenza quasi fissa nella panchina dell’Atletico Madrid, il giocatore ex Chelsea potrebbe accettare la destinazione per avere più spazio, considerando che Simeone gli ha concesso poco più di 800′ fin qui.

Il 28enne spagnolo sarebbe un innesto che aumenterebbe notevolmente il tasso tecnico del club valenciano, voglioso di rivalsa e di tornare grande come una volta. Secondo quanto riportato da Relevo, la trattativa è più che un semplice sogno, ma la palla passa ai colchoneros che decideranno se accettare o meno la formula proposta dal Valencia.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969