Nell’ultimo periodo un nuovo gioiello sta cercando, passo dopo passo, di brillare in Bundesliga. Nelle ultime 4 apparizioni, già quattro le reti segnate. Il suo nome è Reiss Nelson e, ad oggi, sta deliziando i tifosi dell’Hoffenheim, offrendo prestazioni ben al di sopra delle aspettative. A condire il tutto, la giovanissima età: la carta d’identità dice 18 anni.

LA CARRIERA

Risultati immagini per reiss nelson arsenal

Classe ’99, nasce calcisticamente nell’Arsenal, squadra nella quale compie tutta la trafila giovanile. Si fa notare ben presto nella categoria immediatamente sotto quella dei grandi, l’Under 23, realizzando 17 reti in 38 presenze. Arsène Wenger, che per i giovani ha sempre avuto occhio, nella scorsa stagione ha deciso di farlo debuttare in prima squadra. Il suo debutto coincide con la vittoria della Community Shield da parte dei Gunners: subentra a Danny Welbeck ed effettuerà entrambi i tempi supplementari in campo. Durante la stagione non viene utilizzato molto spesso in campionato, ma l’allenatore francese gli garantisce una titolarità indiscussa nei match della fase a gironi di Europa League. Chiude con 16 apparizioni totali nella prima squadra.

Durante la sessione di mercato estiva l’Hoffenheim decide di prelevarlo in prestito secco. Con la squadra di Nagelsmann, esordisce il 15 settembre contro il Fortuna Düsseldorf, realizzando una rete in appena 18 minuti di gioco. Attualmente il bottino di Nelson si è arricchito, annoverando altri 3 gol.

Animated GIF

La rete al debutto: controllo a superare il difensore e diagonale chirurgico

CARATTERISTICHE TECNICHE

Nelson è un giocatore molto versatile, in grado di saper spaziare su tutto il fronte offensivo. Per questo viene spesso utilizzato su entrambe le fasce. Nagelsmann lo sta abituando a cambiare lato più volte durante una stessa partita, togliendo quindi ogni punto di riferimento agli avversari. Rapidità, dinamismo, controllo di palla e velocità nel dribbling: queste le sue peculiarità. Per fermarlo, spesso, l’unica opzione è ricorrere al fallo.

Animated GIF

Durante un’amichevole pre-stagionale della scorsa estate

Ciò per cui si distingue nonostante la tenera età, è che sia un giocatore non eccessivamente legato alla giocata fine a sé stessa, dimostrando quasi sempre una spiccata essenzialità ed efficacia. Molto bravo anche nell’inserimento senza palla, a cercare un passaggio filtrante da parte di un compagno, così come la visione ed i tempi di gioco che, negli anni, gli hanno permesso di poter fornire numerosi assist (solo con l’Under 23 dell’Arsenal, in una stagione, ne ha totalizzati ben 11).

Ad oggi sta dimostrando di essere devastante soprattutto partendo dalla panchina. Ha reso assai fruttuoso il poco spazio che gli è stato concesso finora, dimostrando il suo spessore tecnico ma anche la sua già notevole maturità mentale.

INIZIO DI STAGIONE

Risultati immagini per REISS NELSON HOFFENHEIM

Come sottolineato precedentemente, la stellina inglese si è resa protagonista di un grande avvio di stagione nonostante il minutaggio parco. In gol contro Fortuna Düsseldorf, Eintracht Francoforte e Norimberga, in appena 168 minuti giocati in 5 apparizioni totali. Certo non è così sorprendente che un meccanismo così ben collaudato come la squadra di Nagelsmann conceda poco spazio a delle new entry, ma in questa stagione la squadra sta faticando a ripetere i fasti dell’anno passato, e nella discontinuità di squadra Nelson sta trovando la sua personale continuità di impiego. Contro il Norimberga, nella scorsa partita di campionato, i Blau hanno sfoggiato forse la loro miglior prestazione. Gioco ritrovato che coincide, guarda un po’, con la prima da titolare di Reiss. 70 minuti giocati e una bella doppietta, che ha portato la squadra a ribaltare il momentaneo vantaggio avversario. Che sia un segnale?

INTERESSI IMPORTANTI

Risultati immagini per reiss nelson

Che sia un grande talento, lo capisci dal suo stile di gioco. È veloce, fortissimo nei dribbling, ha tutto quello che serve a un giocatore offensivo. È giovane e deve ancora imparare molto, è un bene per lui poter avere attorno a sé giocatori più esperti, come Ozil. Mi ha impressionato davvero.

Queste la parole che, a suo tempo, aveva rilasciato Sead Kolasinac, terzino dei gunners, riferendosi al ragazzo. Chissà dopo quanti giramenti di testa in allenamento. Grande attestato di stima che era già arrivato da alcune big del calcio europeo. Alla finestra dell’Arsenal, lo scorso anno, si erano presentati già Real Madrid e Paris Saint Germain. Il suo contratto scade il 30 giugno 2019, il che significa che potrebbe andare via da Londra a parametro zero. Smacco già accorso per alcuni youngsters (Kaylen Hinds e Chris Willock più recentemente). La scelta sta al club inglese e al ragazzo, che può ritrovarsi in una grande realtà senza avere però certezze sulla centralità del suo ruolo. Ad oggi l’Hoffenheim rappresenta il perfetto compromesso per crescere, una realtà non eccessivamente sotto la luce dei riflettori in un campionato dove i giovani possono crescere sotto l’ala protettiva di staff e tifosi.


Se nella vostra agenda c’era solo il nome di Jadon Sancho, ora un altro inglese si sta prendendo la scena in Bundesliga.