Connect with us
Neymar e il PSG: quando i soldi non fanno la felicità

Calcio Internazionale

Neymar e il PSG: quando i soldi non fanno la felicità

Pubblicato

:

Neymar

”I soldi non fanno la felicità” è la classica frase fatta applicabile non solo nella vita quotidiana, ma anche nel mondo del calcio. Sono tanti infatti, i casi in cui calciatori si pentono in seguito a trasferimenti dettati il più delle volte da aspetti economici. L’ultimo caso in ordine temporale è quello che vede protagonisti Neymar e il PSG. Il brasiliano, dopo essere diventato l’acquisto più caro della storia del calcio, sarebbe pronto a lasciare il club parigino. L’unico ostacolo, oltre all’elevato prezzo del cartellino, sembrerebbe proprio lo stipendio economicamente insostenibile per la maggior parte dei club. Per O’Ney e il PSG si preannuncia dunque un’estate decisamente movimentata.

ASPETTATIVE NON MANTENUTE

Era l’estate del 2017 e Neymar si trasferiva dal Barcellona al PSG per ben 222 milioni, diventando il calciatore più costoso di sempre. Per lui un’accoglienza da superstar, un contratto faraonico e soprattutto la responsabilità di aprire un nuovo ciclo e di portare i parigini sul tetto d’Europa.

Le prime due stagioni deludono non poco. Mentre in Ligue 1 il PSG trionfa senza troppi problemi, in Champions League , obiettivo dichiarato, la musica è ben diversa con due eliminazioni di fila agli ottavi di finale. I numerosi infortuni lo costringono a saltare proprio i match più importanti della stagione. A far storcere il naso ai tifosi è la loro concomitanza con il compleanno della sorella del brasiliano. Da qui partono le prime critiche.

La stagione 2019-20 è sicuramente la sua stagione migliore. Il PSG domina il campionato, poi interrotto dalla pandemia, e in Champions supera gli ottavi trascinato proprio da Neymar. Anche dopo la lunga pausa forzata, con le sue giocate riesce ad essere decisivo a tal punto da portare i francesi a giocarsi la tanto attesa finale. Il sogno di conquistare la Champions da assoluto protagonista è ad un passo. A spegnere però ogni tipo di ambizione ci pensa il Bayern Monaco che trionfa con un cinico 1-0.

La delusione è tanta e la Champions diventa un’ossessione. Dopo esserci andato vicino ancora una volta uscendo in semifinale, si arriva alla stagione appena conclusa, quella degli acquisti stellari con Messi su tutti.  I francesi partono da favoriti, ma ancora una volta escono clamorosamente agli ottavi. Intanto Neymar perde la sua centralità nel progetto, viste le prestazioni altalenanti e la consacrazione di Mbappè la cui permanenza diventa la priorità per il club.

UNA SITUAZIONE DELICATA

La vittoria dell’ultima Ligue 1 non ha placato la rabbia dei tifosi parigini che, nonostante l’ennesimo successo nazionale degli ultimi anni, non hanno digerito la clamorosa eliminazione. Per Neymar e compagni tante le critiche e i fischi piovuti nelle gare casalinghe.

Il brasiliano era stato messo nel mirino già nelle stagioni precedenti, a causa delle prestazioni al di sotto delle aspettative e dei tanti infortuni che lo hanno tenuto per molto tempo fermo ai box. A incrinare ancora di più il rapporto con la tifoseria sono state le sue dichiarazioni provocatorie durante i festeggiamenti per il titolo. ”Prima o poi si stancheranno di fischiare visto che ho altri tre anni di contratto”.

Parole che manifestano comunque l’intenzione di voler rimanere nella capitale francese nonostante tutto. La situazione però sembrerebbe essere cambiata con il PSG che sarebbe disposto a cedere il proprio numero 10. Le enigmatiche parole del presidente Al-Khelaifi, che ha messo in dubbio la sua permanenza, avevano attirato nuove voci di mercato sul brasiliano.  Negli ultimi giorni è scattata anche la contromossa di Neymar, che ha risposto attivando una clausola che gli consente di rinnovare fino al 2027. L’impressione però è che il suo futuro possa essere lontano dal Parco dei Principi.

I POSSIBILI SCENARI

Neymar percepisce uno stipendio di circa 30 milioni all’anno, cifra sicuramente proibitiva per la maggioranza dei club europei. Inoltre il rinnovo costituisce un altro ostacolo per un eventuale cessione. Tuttavia le pretendenti non mancano, in particolare dalla Premier League.

La più accreditata è il Chelsea, con la nuova proprietà intenzionata a puntare su di lui per aprire un nuovo ciclo. La dirigenza avrebbe già contattato l’agente del calciatore per capire se ci sono possibilità per un eventuale trasferimento. Fattore che potrebbe portarlo a scegliere i Blues potrebbe essere la presenza di Tuchel, allenatore con cui ha fatto meglio durante la sua avventura al PSG.

Altra ipotesi sarebbe il Newcastle, squadra che potrebbe finanziare il suo acquisto senza problemi. Resta però quasi impossibile come scenario dato che il progetto della società appare ancora privo di certezze e visto anche l’imminente mondiale. Anche il Manchester United potrebbe provarci, ma non prima di aver ceduto Cristiano Ronaldo.

Il suo futuro è ancora da scrivere, ma quel che è certo è che con la sua partenza Neymar andrebbe ancora una volta ad influenzare pesantemente la storia del calciomercato.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Gavi cambia numero di maglia: prende il 6 di Xavi

Pubblicato

:

I 10 migliori talenti under 21

La cantera del Barcellona è uno di quei settori giovanili che tutto il mondo invidia alla società blaugrana. Nonostante le difficoltà finanziarie, di politica interna e di rapporto con le autorità calcistiche spagnole, ricorrenti quest’estate, ora il club sembra essere in ripresa, dal punto di vista societario e anche sul campo di gioco. Il gioiellino, volto simbolo di questa ripresa, ha un nome, un cognome e 18 anni sulla carta di identità. Pablo Martín Páez Gavira, più semplicemente Gavi, classe 2004 che dalla scorsa stagione sta impressionando tutta Europa. Vincitore del Golden Boy 2022, talento cristallino, ed ora, dalla società che l’ha cresciuto e amato, un’investitura fondamentale.

Un tweet dei blaugrana annuncia il rinnovo di contratto del 2004 di Villafranca, insieme al cambio di numero di maglia. Proprio sotto gli occhi della leggenda che l’ha portata sulla schiena, Gavi si prenderà il numero 6. Proprio quel numero che appartenne, in un’epoca gloriosa, a Xavi, suo attuale allenatore. Gavi andrà a comporre con Pedri una coppia d’oro del centrocampo, che potrà fare le fortune del Barcellona per le future stagioni. Il 6 e l’8, non più Xavi e Iniesta, ma Gavi e Pedri. Ed ora non ci resta altro se non vederli giocare insieme, come fossero poesia in movimento.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

UFFICIALE – Jorginho è un nuovo giocatore dell’Arsenal

Pubblicato

:

Dove vedere Chelsea-Bournemouth

Jorginho è ufficialmente un nuovo giocatore dell’Arsenal.

I gunners hanno deciso di precauzionarsi immediatamente dopo la perdita per infortunio di Elneny andando ad acquistare il regista della Nazionale italiana. L’affare si è concluso sulla base di 15 milioni di sterline e, il giocatore ha firmato un contratto fino al 2024.

Niente ritorno in Italia, dunque, per il 31enne, che è pronto ad iniziare la sua nuova avventura con la capolista della Premier League. Con ogni probabilità svolgerà il ruolo della prima riserva vedendo il grande stato di forma di Xhaka e Partey.

Di seguito tutta la soddisfazione di Arteta, suo estimatore di lunga data: “Jorginho è un centrocampista con intelligenza e grande leadership che, inoltre, possiede esperienza internazionale”.

L’esordio di Jorginho è programmato per la sfida di sabato contro l’Everton al Goodison Park.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Ambarat non convocato per la sfida contro il Torino

Pubblicato

:

Amrabat

Sofyan Amrabat sempre più lontano da Firenze. Il giocatore non è stato convocato per Fiorentina-Torino, quarto di finale di Coppa Italia, in programma domani alle ore 18. Il centrocampista sta spingendo verso la cessione. In mattinata si è parlato di un forte interesse del Barcellona, la cui prima offerta sarebbe stata, tuttavia, respinta al mittente.

Vedremo nelle prossime ore se cambieranno le carte in tavola, con la Fiorentina che rischia di perdere uno dei suoi calciatori migliori nell’ultimo giorno di mercato.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Maguire non lascerà il Manchester United: gli sviluppi

Pubblicato

:

Maguire

Harry Maguire pareva essere uno dei possibili indiziati pronti a lasciare il Manchester United. Il centrale inglese sembrava diretto verso il Newcastle o addirittura verso l’Inter per sostituire l’eventuale partenza di Skriniar già a gennaio. Tuttavia, secondo quanto confermato da Fabrizio Romano, le voci sono false e il difensore dei Red Devils resterà a disposizione di mister Erik Ten Hag almeno fino alla conclusione della stagione in corso. Nonostante ormai non sia più un titolare fisso della squadra, oltre ad aver perso la fascia da capitano, il giocatore ex Leicester non sembra essere mai stato lontano da Manchester. Solo fumo di paglia, quindi, quello che allontana Maguire, il quale avrà a disposizione altro tempo per riconquistare la fiducia del mister e dei tifosi.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969