Connect with us
Olanda-Stati Uniti 3-1, le pagelle del match: Dumfries MVP

Calcio Internazionale

Olanda-Stati Uniti 3-1, le pagelle del match: Dumfries MVP

Pubblicato

:

Depay Olanda

La partita è fin da subito molto vivace. Gli Stati Uniti hanno subito una gran occasione con una girata di Adams che trova Pulisic da solo in area che però calcia addosso a Noppert. L’Olanda risponde immediatamente e passa in vantaggio al 10′: passaggio arretrato di Dumfries che trova Depay solo in area che di prima spedisce all’angolo lontano il diagonale vincente. La squadra di van Gaal, a questo punto si abbassa e riparte solo in contropiede. Gli USA però faticano a creare gioco mantenendo un possesso palla sterile senza trovare sbocchi decisivi. Sul finire del primo tempo Weah con un lampo dal limite impegna Noppert a un respinta in tuffo mentre l’Olanda sul ribaltamento di fronte raddoppia: Dumfries lavora sulla destra e passa all’indietro dove al limite dell’area arriva Blind che appoggia in rete.

Gli Stati Uniti partono subito con un piglio diverso e da calcio d’angolo dopo un paio di minuti ha subito un chance. Ream colpisce il pallone che viene sporcato da Noppert e Gakpo salva sulla linea. Capovolgimento di fronte e Turner salva un possibile autogol ma poi ancora gli USA vanno al tiro con McKennie che calcio alto di poco dal limite. L’Olanda in contropiede è pericolosa ed è ancora Depay ad impegnare il portiere dell’Arsenal. Koopmeiners prova dalla distanza ma trova un’altra gran parata dell’estremo difensore americano. Dal nulla però al 76′ si riapre la partita: cross di Pulisic e colpo di tacco fortunoso di Wright che si infila in rete. Il gol degli Stati Uniti però è solo un’illusione perché Dumfries segna il 3-1 una manciata di minuti dopo rimanendo colpevolmente solo in area.

LE PAGELLE DELL’OLANDA

Noppert 6,5: pronti via e si oppone a Pulisic in maniera decisiva. Anche sulla botta violentissima di Weah è attento mentre con i piedi non corre particolari rischi.

Timber 6,5: coesiste bene nella difesa a tre, tanto da limitare enormemente i pericoli dalla fascia di Pulisic. Non rischia e nonostante la giovane età si denota un’intelligenza tattica importante.

Van Dijk 6,5: giganteggia in difesa bloccando Ferreira con facilità. Vince tutti i contrasti con supremazia ed imposta con lanci precisi per i velocisti in attacco.

Ake 6: dalla sua fascia non arrivano mai pericoli veri anche se comunque riesce ad imporsi anche nel gioco aereo con decisione e fermezza. (dal 93′ de Ligt s.v.).

Dumfries 7,5: serve subito l’assist per il vantaggio con un preciso passaggio indietro e fa un’azione fotocopia per il raddoppio, inventandosi il passaggio vincente. Fa un salvataggio miracoloso su Wright prima dell’assedio americano nel finale e segna anche il 3-1.

F. de Jong 6: l’attenzione è rivolta maggiormente alla fase difensiva ma quando c’è da palleggiare è un maestro. Oggi si limita al compitino ma è evidente il suo contributo fondamentale alla squadra.

De Roon 6: la coppia con il giocatore del Barcellona, ormai, è un duo consolidato che si completa in tutto. Ha il pallino del gioco sempre in mano quando l’Olanda è in possesso palla. (dal 46′ Koopmeiners 6: entra con tenacia e con un buon livello agonistico tanto da fermare anche con le cattive i fantasisti americani facendosi pure ammonire. Prova anche un insidioso tiro dalla distanza).

Blind 6,5: soffre un po’ la velocità di Dest ma poi ha il merito di farsi trovare al posto giusto segnando con un buon inserimento il gol del 2-0. Nel finale offre anche l’assist al bacio per 3-1.

Klaassen 5,5: si vede poco e non ha modo di collegare i reparti perché dopo il vantaggio si occupa esclusivamente di marcare a uomo Adams. (dal 46′ Bergwijn 5,5: attacca la profondità ma spesso sbaglia la decisione nel momento decisivo sprecando diversi contropiedi per chiudere la partita).

Gakpo 6: meno appariscente rispetto alle scorse uscite ha comunque modo di sfoggiare la sua velocità e alcune giocate interessanti. Viene penalizzato dal gioco difensivo di van Gaal ma la sua classe è evidente. (dal 93′ Weghorst s.v.).

Depay 7: finalmente si sblocca anche lui. Gran diagonale che porta l’Olanda in vantaggio. Prova anche qualche dribbling solitario ma ora è più vicino all’attaccante fenomenale che tutti conosciamo. (dal 82′ X. Simons s.v.).

 

LE PAGELLE DEGLI STATI UNITI

Turner 6,5: incolpevole sui gol. Nel secondo tempo viene sollecitato in un paio di circostanze complicate ma compie buoni interventi.

Dest 6: è un cursore costante della fascia che martella continuamente Blind, fornendo anche interessanti sovrapposizioni interne. Piccola macchia è la chiusura in ritardo sul terzino dell’Ajax in occasione del raddoppio. (dal 76′ Yedlin s.v.).

Zimmermann 5,5: il centrale del Nashville si comporta sicuramente meglio del compagno di reparto ma anche lui fa parte del complesso che si addormenta gravemente in ben due occasioni nel primo tempo.

Ream 5: Depay oggi è in gran forma e lui risulta in ritardo su più di qualche giocata dell’attaccante del Barca. La rapidità degli attaccanti olandesi è troppo per il 35enne del Fulham.

Robinson 5: non incide come sempre sulla fascia sinistra perché oggi ha un cliente ostico come Dumfries. Spinge ma in maniera disordinata non arrivando con costanza al cross. Si perde colpevolmente il terzino interista sul 3-1. (dal 92′ Morris s.v.).

McKennie 6: prova, agitandosi costantemente a centrocampo, a creare scompiglio tra le maglie Oranje senza grande successo. Sostiene l’esile tridente offensivo con movimenti di supporto senza mai incidere. (dal 67′ Aaronson 5,5: l’esterno del Leeds entra nuovamente a gara in corso ma il suo approccio è sbagliato. Dovrebbe creare apprensioni sulla sua fascia ma tocchi pochissimi palloni).

Adams 5: inizia in maniera complicata perché il palleggio olandese è di buona qualità. Non segue Depay sull’azione del gol e in generale prende in mano la manovra della squadra come fatto nel girone.

Musah 5,5: meno mobile rispetto a McKennie, si fa vedere poco e riceve molte volte spalle alla porta il pallone, non riuscendo a scatenare la sua tecnica al servizio della squadra.

Weah 6: inizia molto statico e fuori dal gioco ma poi lavora bene con Dest e arriva al tiro in maniera pericolosa a fine primo tempo. Nel secondo tempo si spegne definitivamente. (dal 67′ Wright 7: ha un impatto devastante sul match. Prima si vede bloccare un tiro sulla linea dopo aver scartato Noppert e poi con un colpo fortunoso segna il 2-1).

Ferreira 5: ingabbiato dai centrali olandesi non ha palloni giocabili. C’era attesa per il debutto di questo talento del Dallas, ma non ha avuto spazio di esprimersi al meglio. (dal 46′ Reyna 5,5: entra per dare sfoggio alla sua qualità ma è un fantasma e non regala gli sprazzi di grande qualità a cui ci ha abituato).

Pulisic 6: sbaglia un gol non da lui dopo pochi minuti e poi non ha modo di replicare un’occasione simile anche a causa dell’ottima opposizione di Timber. Si riprende nel secondo tempo fornendo l’assist del 2-1 per Wright.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

UFFICIALE – Jorginho è un nuovo giocatore dell’Arsenal

Pubblicato

:

Dove vedere Chelsea-Bournemouth

Jorginho è ufficialmente un nuovo giocatore dell’Arsenal.

I gunners hanno deciso di precauzionarsi immediatamente dopo la perdita per infortunio di Elneny andando ad acquistare il regista della Nazionale italiana. L’affare si è concluso sulla base di 15 milioni di sterline e, il giocatore ha firmato un contratto fino al 2024.

Niente ritorno in Italia, dunque, per il 31enne, che è pronto ad iniziare la sua nuova avventura con la capolista della Premier League. Con ogni probabilità svolgerà il ruolo della prima riserva vedendo il grande stato di forma di Xhaka e Partey.

Di seguito tutta la soddisfazione di Arteta, suo estimatore di lunga data: “Jorginho è un centrocampista con intelligenza e grande leadership che, inoltre, possiede esperienza internazionale”.

L’esordio di Jorginho è programmato per la sfida di sabato contro l’Everton al Goodison Park.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Ambarat non convocato per la sfida contro il Torino

Pubblicato

:

Amrabat

Sofyan Amrabat sempre più lontano da Firenze. Il giocatore non è stato convocato per Fiorentina-Torino, quarto di finale di Coppa Italia, in programma domani alle ore 18. Il centrocampista sta spingendo verso la cessione. In mattinata si è parlato di un forte interesse del Barcellona, la cui prima offerta sarebbe stata, tuttavia, respinta al mittente.

Vedremo nelle prossime ore se cambieranno le carte in tavola, con la Fiorentina che rischia di perdere uno dei suoi calciatori migliori nell’ultimo giorno di mercato.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Maguire non lascerà il Manchester United: gli sviluppi

Pubblicato

:

Maguire

Harry Maguire pareva essere uno dei possibili indiziati pronti a lasciare il Manchester United. Il centrale inglese sembrava diretto verso il Newcastle o addirittura verso l’Inter per sostituire l’eventuale partenza di Skriniar già a gennaio. Tuttavia, secondo quanto confermato da Fabrizio Romano, le voci sono false e il difensore dei Red Devils resterà a disposizione di mister Erik Ten Hag almeno fino alla conclusione della stagione in corso. Nonostante ormai non sia più un titolare fisso della squadra, oltre ad aver perso la fascia da capitano, il giocatore ex Leicester non sembra essere mai stato lontano da Manchester. Solo fumo di paglia, quindi, quello che allontana Maguire, il quale avrà a disposizione altro tempo per riconquistare la fiducia del mister e dei tifosi.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Milan e Juventus, mercato chiuso

Pubblicato

:

PRONOSTICO MILAN-JUVENTUS

Secondo quanto riportato da Nicolò Schira, il Milan ha ufficialmente chiuso il mercato sia in entrata che in uscita. Dopo il fallito affondo per acquistare le prestazioni del giovane Osorio, i rossoneri hanno bloccato qualsiasi richiesta anche dal punto di vista delle cessioni, considerando che l’addio di Bakayoko verso la Cremonese o verso il Lione è di competenza esclusiva del Chelsea, club proprietario del cartellino del mediano francese.

Stessa sorte tocca alla Juventus, rimasta attiva per cercare di richiamare Andrea Cambiaso dal prestito a Bologna. Il veto posto dai felsinei ha di fatto chiuso l’operazione, dichiarando la fine anche del calciomercato dei bianconeri. Conclusa l’operazione McKennie, pertanto, la Vecchia Signora si allontana dal campo delle trattative per concentrarsi nuovamente sul terreno giocato, in attesa del match di Coppa Italia contro la Lazio.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969