Il commissario tecnico dell’Olanda Frank de Boer ha deciso di lasciare la guida della nazionale dopo la cocente eliminazione contro la Repubblica Ceca. La federazione si sta quindi muovendo per cercare un sostituto, ed in queste settimane sono stati molti i nomi che sono stati accostati alla panchina Olandese.

(MondoNapoli.it)

La KNVB, ovvero la federazione oranje, ha contattato anche Louis Van Gaal, ex allenatore di Manchester United, Bayern e Barcellona. L’olandese ha già guidato la sua nazionale due volte: dal 2001 al 2002 e dal 2012 al 2014. Grazie al suo eccellente curriculum ed alla sua esperienza, Van Gaal sembrerebbe il favorito numero 1 per il posto di CT. Tuttavia la testata giornalistica ‘’The Mirror’’, qualche giorno fa, ha tuonato affermando come i senatori della squadra fossero contrari all’arrivo del tecnico 70enne. 

Tra i presunti giocatori contrari all’arrivo del tecnico, ci sarebbe anche Virgil Van Dijk che oggi ha rotto il silenzio in merito affermando:

Questa storia è totalmente falsa

I presunti motivi del rifiuto sarebbero da ricercare ne l’eccessiva rigidità di Van Gaal, che sarebbe stato etichettato come un allenatore eccessivamente duro e punitivo. Sempre secondo ‘’The Mirror’’ i senatori preferirebbero l’arrivo di uno tra gli altri pretendi, tra Ruud Gullit, Van Bronckhorst o Frank Rijkaard. 

Questa vicenda avrà certamente un prosieguo nelle prossime settimane, ma la cosa certa è che in Olanda non si respira un clima tranquillo. In ballo c’è il futuro della nazionale, e chiaramente bisognerà tenere in considerazione tanti, tantissimi fattori, non solo di natura sportiva, ma anche, ovviamente, umana.

Van Gaal rappresenta, ad oggi, una scelta di grande esperienza e competenza, e se l’obbiettivo è tornare ad ambire ai massimi livelli, una figura del genere può sicuramente portare il giusto modus operandi e la giusta conoscenza per guidare la squadra.

 

Fonte immagine di copertina: MondoNapoli.it