Connect with us
Onana e il rapporto con Handanovic: "Non è un mio modello"

Flash News

Onana e il rapporto con Handanovic: “Non è un mio modello”

Pubblicato

:

Onana

Durante un’intervista per Sportweek, settimanale della Gazzetta dello Sport, Andrè Onana ha parlato del suo passaggio all’Inter e del rapporto con Samir Handanovic. Il giocatore camerunense sembra ormai aver scavalcato l’ex Udinese nelle gerarchie per il posto da titolare, soprattutto grazie alle ottime prestazioni in Champions League.

Il giocatore , attualmente occupato con la sua nazionale nel mondiale in Qatar, ha parlato così del suo trasferimento in nerazzurro: “Ero all’Ajax e un paio di anni fa Piero Ausilio si avvicina per la prima volta al mio agente: gli racconta le cose come stanno, senza giri di parole, come piace a me. Dal primo minuto, ancora prima di entrare nel cuore della trattativa, mi sono sentito il nerazzurro addosso. Ho iniziato a vedermi come portiere dell’Inter ogni giorno di più. Quando un club così pensa a te, come fai a dire di no? Ne sei lusingato e felice. E adesso eccomi qua in una città magnifica, con una tifoseria incredibile che inizia a volermi bene“. Un amore a prima vista, soprattutto per come l’Inter ci ha fortemente puntato visto anche il momento che stava vivendo il giocatore dopo la squalifica per doping.

“Sorpreso di essere già titolare? Affatto, so quanto valgo e mi accorgo di quanto cresco, allenamento dopo allenamento. Facendo le cose per bene sapevo che sarebbe arrivato presto il mio momento. Prima di arrivare, ero consapevole che mi sarei giocato il posto con un portiere straordinario, che ha fatto la storia di questo club, ma che molto, molto diverso da me“. Una maglia da titolare che si è preso meritandola, col lavoro sul campo e un’affidabilità che con Handanovic si stava pian piano perdendo.

Proprio sul portiere sloveno ha parlato così: “Se qualcuno mi chiede “Samir è un tuo modello?”, io non posso che dire…”no”. Proprio per questa diversità tra noi. Ma aggiungo pure che lui e un campione gigante, altrimenti non sarebbe rimasto qui, a questo livello, per 11 anni: davanti ad Handanovic ci si può solo togliere il cappello. Appartiene a una scuola diversa dalla mia: è bravissimo e sicuro tra i pali, mentre io mi sento un portiere moderno e “proattivo”. Uno che prende rischi, esce, accetta l’uno contro uno e gioca tanto con i piedi. Sono semplicemente modi diversi di intendere il ruolo e diversi insegnamenti a cui vieni abituato. All’inizio, ci guardavamo strani in allenamento e uno diceva all’altro: “Non fare così, stai sbagliando”. E l’altro rispondeva: “No, sbagli tu“.

Parliamo molto di più adesso di prima: Samir si sta comportando da vero capitano. Un leader riconosciuto e si vede in tante piccole cose. Non deve pensare solo a me, ma a tanti aspetti quotidiani della squadra. Apprezzo il fatto che mi dia consigli, che si congratuli per una bella parata e mi corregga per un errore. E, poi, ricordiamoci di una cosa: l’Inter intesa come istituzione, è qualcosa di molto più grande di me, di lui e di qualunque altro. Noi tutti abbiamo il dovere di onorare e difendere questa maglia, ma siamo solo ii passaggio, mentre il club e il popolo interista resterà. Questo soltanto conta“. Un rapporto quindi di grande rispetto, nonostante una scuola di pensiero totalmente diversa.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Il Milan prepara la gara con il Torino: le ultime su Leao e Ibrahimovic

Pubblicato

:

Milan

Il periodo non è certamente semplice e gli ultimi risultati sono tutt’altro che incoraggianti, ma il Milan tenta di guardare avanti preparando al meglio la prossima sfida di campionato con il Torino e l’andata degli ottavi di Champions League con il Tottenham di Antonio Conte. Secondo quanto riportato da Sky Sport, in vista della gara di venerdì contro i granata di Juric, Stefano Pioli è intenzionato a confermare la difesa a tre già vista nel derby, ma la novità dovrebbe essere il ritorno di Rafael Leao, il grande escluso della stracittadina con l’Inter, nell’undici titolare.

Capitolo infortuni: quest’oggi Zlatan Ibrahimovic, dopo il rientro in gruppo di ieri, ha svolto un lavoro personalizzato e nella giornata di domani dovrebbe nuovamente allenarsi con i compagni per puntare ad una convocazione per la partita di venerdì a San Siro. Ancora a parte, invece, Bennacer e Tomori che quasi certamente salteranno sia il Torino in campionato che il Tottenham in Champions League. Infine, solo lavoro in palestra per Maignan.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

De Laurentiis sogna la rivoluzione del calcio: le idee del presidente azzurro

Pubblicato

:

De Laurentiis

Aurelio De Laurentiis avrebbe in mente delle nuove regole per rimodernare il mondo del calcio. Come rivelato da lui stesso in una recente intervista a Sport Bild, il calcio avrebbe bisogno di una rivoluzione a livello regolamentare.

La prima regola da modificare sarebbe quella dell’intervallo: la pausa di quindici minuti andrebbe abolita o andrebbe introdotto un timeout di due minuti ogni dieci. Sarebbero necessarie anche più sostituzioni: secondo il presidente del Napoli, cinque sostituzioni sono poche, considerando l’ingente numero di match da disputare. Dopo ogni cartellino giallo, il calciatore sanzionato dovrebbe ricevere 10 minuti di penalità. Per ogni cartellino rosso, invece, 30 minuti. Infine, ogni calciatore dovrebbe indossare delle piccole telecamere su testa, scarpe o ginocchia.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Manca solo l’ufficialità! Cifre e dettagli della trattativa tra Zaniolo e il Galatasaray

Pubblicato

:

Zaniolo

Non poteva essere nient’altro altrimenti lo sarebbe stato: potremmo descrivere così la storia di un amore mai sbocciato tra Zaniolo e la Roma. Il giocatore, a distanza di diversi giorni dalla deadline italiana di mercato invernale, verrà accontentato. Sfumata l’ipotesi Milan prima e Bournemouth poi, la società di Friedkin ha bocciato la possibilità di un reintegro da parte del prodotto delle giovanili dell’Inter. Pertanto, le parti hanno imbastito una trattativa col Galatasaray. Il tutto è stato possibile poiché la scadenza del calciomercato in Turchia è fissata alla giornata di oggi. Dunque, come appena annunciato ufficialmente dalla stessa società turca, il futuro di Nicolò Zaniolo si tinge ancora di giallorosso, sponda Istanbul: ormai manca davvero solo l’ufficialità.

I DETTAGLI

La Roma incasserà dalla cessione circa 16.5 milioni di euro di parte fissa più 13 milioni di bonus, di cui la metà facilmente raggiungibili. La società giallorossa avrebbe poi priorità assoluta in caso di interessamento ai due talenti del Galatasaray Yusuf Demir ed Efe Akman. In questo modo, inoltre, il classe 1999 diventerà l’acquisto più caro della storia del calcio turco.

Nel contratto del calciatore sarà, inoltre, presente una clausola rescissoria dal valore di 35 milioni, valida entro la prossima finestra di mercato. Dopodiché, il valore calerà sui 28-30 milioni nel 2024 e si abbasserà ulteriormente a 23-25 nel 2025. Il suo contratto prevederà un guadagno di 1,5 milioni di euro. Poi, in caso di permanenza, scatteranno altri quattro anni di contratto da 3,5 milioni di euro netti a stagione.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Lukaku non sarà più solo: Dimarco raggiunge le star della Roc Nation

Pubblicato

:

Inter

Buone notizie per Romelu Lukaku: non sarà più solo in agenzia, Federico Dimarco da oggi gli farà compagnia. Il difensore nerazzurro, è infatti entrato a far parte della Roc Nation Sports International. La scelta di puntare su un talento italiano, fa pensare sempre più ad una visibilità maggiore anche nel Bel Paese da parte dell’agenzia americana.

COS’È ROC NATION

La realtà statunitense fondata nel 2008 dal rapper Jay-Z, amatissimo negli Stati Uniti, è diventata una delle società di intrattenimento più importanti al mondo. Roc Nation annovera tra le proprie fila un numero davvero cospicuo di atleti, allenatori e membri dello staff delle società, permettendone la crescita in termini di notorietà e credibilità tramite attività online e offline. Tra i calciatori di maggior rilievo che collaborano con l’agenzia, spiccano Lukaku, De Bruyne o Witsel.

LA SCELTA DEL TALENTO NERAZZURRO

La scelta del talento Dimarco è stata commentata dal vicepresidente Alan Redmond di RNSI.

Alan Redmond – “Siamo orgogliosi di dare il benvenuto a Federico nella nostra famiglia. Parliamo di un esterno moderno con solide capacità difensive e grandi qualità nella fase offensiva. Le sue doti tecniche sono di livello mondiale, L’etica nel lavoro di Federico è immensa e inoltre è una persona splendida con grandi valori”.

 

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969