Connect with us

La nostra prima pagina

Ora si fa sul serio

Pubblicato

:

Gavi

Atletico Madrid – Barcellona è il primo vero big match di questa Liga, ed andrà in scena questa sera alle 20.45. Non solo, sarà anche la prima grande sfida di campionato che si giocherà al Wanda Metropolitano, la nuova casa dei colchoneros. Il primo scontro diretto che arriva all’ottava giornata, quando il campionato spagnolo ha già fornito alcune indicazioni, che potranno essere confermate o smentite nel corso della stagione.

Atletico – Barça è il primo turning point del campionato, in attesa che anche il Real incominci a fare sul serio.

IN CERCA DI RISCATTO

Il Barcellona di Valverde ha iniziato la sua stagione lasciando poco al caso: sette vittorie su sette, 23 gol fatti e solo 2 subiti. Una macchina, come eravamo abituati a conoscerla, che si era fermata nella scorsa stagione, e che ora sembra aver ingranato subito la marcia giusta. Sono molti gli aspetti che fanno pensare ad una rinascita blaugrana: uno su tutti, Lionel Messi.

Impossibile non partire da lui nel cercare di descrivere l’inizio di stagione del Barça. Il nuovo tecnico ha impostato la sua squadra mettendo al centro della manovra la pulce, sacrificando anche la vena realizzativa di Suarez, costretto ad accompagnare l’argentino, più che a finalizzare l’azione. Dopo le recenti delusioni con l’Albiceleste e un’annata da dimenticare con la sua squadra di club, Messi è tornato ad essere l’uomo capace di trascinare da solo la propria squadra alla vittoria. Lo si è visto nella notte di martedì con la tripletta all’Ecuador, lo si è visto, soprattutto, negli undici gol segnati in campionato in sette partite.

Valverde ha disegnato il suo Barcellona intorno a lui, lo ha ulteriormente avvicinato alla porta, ottenendo risultati straordinari. Complice di questo spostamento in campo dell’argentino è stato anche l’infortunio di Dembelè arrivato ad inizio stagione. Un incidente di percorso, occorso all’uomo di punta del mercato blaugrana, quel ragazzino arrivato dal Dortmund per sostituire Neymar, che con la sua partenza aveva spezzato il tridente perfetto. Un ostacolo sulla strada del riscatto, alla quale sono chiamati i calciatori del Barcellona dopo una stagione da dimenticare, un ostacolo che però non causa dei danni, se in squadra hai Leo.

Messi sta letteralmente trascinando la sua squadra, che da qualche tempo a questa parte non vive una situazione tranquilla. I tifosi chiedono le dimissioni del Presidente Bartomeu, il Real ha appena vinto due Champions di fila e, andando oltre al mondo calcistico, la città vive in un clima poco sereno a causa dei disordini dell’ultimo periodo. E poi c’è il rinnovo di Iniesta, che fino a poco tempo fa sembrava in dubbio, e che invece è stato suggellato con parole d’amore da parte del centrocampista nei confronti della sua squadra. Quella squadra che l’ha cresciuto, e della quale lo spagnolo è diventato uno dei simboli più importanti.

L’Atletico Madrid come prova, per confermare quanto di buono fatto in questo inizio di stagione, per allontanare ancora di più le critiche intorno all’ambiente, per testare il nuovo sistema di gioco di Valverde contro una big e, soprattutto, per dare continuità al percorso del riscatto blaugrana.

A CASA MIA DECIDO IO

Non faccio il giardiniere, ma l’allenatore. Quando vado a casa degli altri mangio con tovaglia, piatti e bicchieri degli altri. A casa mia si mangia con la mia tovaglia, i miei piatti, i miei bicchieri.

Queste le parole in conferenza stampa di Simeone, che risponde alle critiche sul campo di gioco del Wanda Metropolitano, per alcuni caratterizzato da un manto erboso troppo folto, che potrebbe danneggiare il gioco del Barcellona. “A casa mia decido io”, giusto per alzare, come se ce ne fosse bisogno, la tensione intorno a questa partita. Giusto per rimarcare l’energia che sarà trasmessa dai tifosi del Wanda Metropolitano ai colchoneros, che aspettano il Barcellona con la solita rabbia agonistica che ha contraddistinto la gestione Simeone degli ultimi anni.

In attesa del ritorno sul campo di Diego Costa, l’Atletico è chiamato ad una grande prestazione, ad una vittoria che accorcerebbe la classifica. I sei punti di distanza dai blaugrana sono già tanti, una sconfitta questa sera renderebbe il distacco già estremamente ampio all’ottava giornata; gli odiati cugini del Real saranno il tifoso in più dei colchoneros per lo stesso motivo.

Per provare a strappare una vittoria contro il Barcellona dunque, non sarà sufficiente la solita organizzazione ferrea dell’Atletico, ma occorrerà trovare anche il modo per far male alla difesa avversaria, per ora, anche un po’ a sorpresa, solidissima. Solo dodici i gol fatti dai colchoneros in queste prime sette partite, con l’ultimo passo falso in casa del Leganés, dove è arrivato un pareggio a reti inviolate.

Se il Barça vuole dare continuità all’ottimo inizio di stagione, l’Atletico non può già più permettersi passi falsi, che comporterebbero una fuga assolutamente prematura dei blaugrana. La rabbia e l’agonismo non basteranno, servirà una gabbia intorno a Messi ma anche la capacità di ribaltare l’azione per provare a far male al Barcellona.

Fino ad ora è stato il monologo del Barça, adesso anche le avversarie devono iniziare a fare sul serio.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Il Bologna programma le amichevoli di dicembre: date e orari

Pubblicato

:

Monza-Bologna, le probabili formazioni: out Arnautovic

Dicembre sarà un mese di amichevoli anche per il Bologna, che, sul proprio sito ufficiale, ha stilato l’elenco delle partite, che lo vedranno in campo. Si parte venerdì contro la Primavera e si terminerà il 17 dicembre contro HNK Gorica. Di seguito il programma completo:

  • Bologna – Bologna Primavera (2 dicembre ore 14:30)
  • Bologna – Kapfenberg SV (9 dicembre ore 14:00)
  • RCD Mallorca – Bologna (14 dicembre ore 18:00)
  • Bologna – HNK Gorica (17 dicembre ore 14:00)

Continua a leggere

Calciomercato

Lecce, Gallo e Gendrey in scadenza: si lavora ai rinnovi

Pubblicato

:

Lecce

Oltre a lavorare sul mercato in entrata, il Lecce pensa anche ai contratti dei giocatori attualmente in rosa, soprattutto i giovani. Secondo la Gazzetta dello Sport, infatti, si sta lavorando per i rinnovi di Valentin Gendrey e Antonino Gallo, entrambi classe 2000, col contratto in scadenza nel 2024. Il club salentino, quindi, intende voler continuare a puntare su di loro, pensando di trarne profitto in futuro. Non preoccupa, invece, il contratto di Lameck Banda, in scadenza nel 2026.

Continua a leggere

Flash News

La Juventus risponde alle accuse: il comunicato del club

Pubblicato

:

Juventus

Sono giorni particolarmente movimentati in casa Juventus. Negli scorsi giorni sono arrivate le dimissioni di Andrea Agnelli e di tutto il CdA bianconero ed è stata aperta un’indagine per falso in bilancio, plusvalenze e stipendi. In risposta alle accuse delle ultime ore, i bianconeri hanno ribadito la propria posizione in merito attraverso un comunicato ufficiale.

IL COMUNICATO

“A seguito dell’avvio del procedimento Consob di accertamento di presunte non-conformità contabili (luglio 2021), conclusosi in data 19 ottobre 2022, con gli esiti resi pubblici da Juventus con i due comunicati del 21 ottobre e 20 novembre 2022, e a seguito dell’acquisizione degli atti del fascicolo penale (a seguito della notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari il 24 ottobre 2022), gli organi sociali di Juventus hanno proseguito il processo di rigorosa e scrupolosa valutazione di tutte le contestazioni contabili rivolte con riguardo ai bilanci di Juventus (2019/2020 e 2020/2021 e, a cascata, 2021/2022).

Sulla base di un solido set di pareri di primari professionisti legali e contabili, il board di Juventus è pervenuto, con compattezza, alla conclusione unanime da parte dei nove consiglieri in carica alla data del 28 novembre 2022, che:

  • Il trattamento contabile adottato nei bilanci contestati rientra tra quelli consentiti dagli applicabili principi contabili;
  • le contestazioni della Procura non paiono fondate e non paiono, peraltro, né quanto a presupposti, né quanto a conclusioni, allineate con i rilievi contenuti nella delibera Consob del 19 ottobre 2022; infatti, la Procura afferma l’artificialità di plusvalenze e la fittizietà delle rinunce stipendi, mentre Consob contesta un valore considerevolmente minore di plusvalenze, peraltro senza menzione di falso in bilancio, e non contesta l’efficacia giuridica delle rinunce stipendi, né, con specifico riguardo alla c.d. “manovra stipendi” 2020/2021, la natura giuridicamente non-vincolante, delle c.d. scritture integrative in corso di negoziazione nell’aprile/maggio 2021;
  • la correzione dei bilanci (i.e. restatement), con il limitato profilo delle c.d. “manovre” stipendi 2020 e 2021 è stata decisa in via di adozione di una prospettiva di accentuata ed estrema prudenza e ha effetti contabili ritenuti, anche con l’ausilio di esperti indipendenti , di ordine non rilevante, in particolar modo sul patrimonio netto della Società al 30 giugno 2022;
  • Juventus confida, infine, che, proprio in ragione della ritenuta assenza di qualsivoglia alterazione dei bilanci contestati, le conclusioni delle autorità sportive (che già si sono espresse, con riguardo al tema plusvalenze, in senso favorevole a Juventus) non cambieranno: in assenza di alcuna alterazione contabile, ogni sanzione sportiva risulterebbe del tutto infondata.

Nella convinzione di aver operato sempre correttamente, Juventus FC intende far valere le proprie ragioni e difendere i propri interessi, societari, economici e sportivi, in tutte le sedi”.

Continua a leggere

Calciomercato

Il Real Madrid piomba su Milinković-Savić: incontro con l’agente

Pubblicato

:

juventus

Ancora molto incerto il futuro di Milinković-Savić. Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo DiarioGol, il centrocampista serbo sarebbe finito nel mirino del Real Madrid.

I Blancos starebbero attuando una vera e propria rivoluzione a centrocampo, poiché Dani Ceballos e Toni Kroos sono in scadenza, mentre Luka Modrić va verso il termine della sua carriera. Per questo motivo, l’obiettivo numero uno di mercato del Real Madrid sarebbe proprio il centrocampista della Lazio. Sempre secondo la medesima testata, nelle prossime settimane si terrà un summit di mercato tra Mateja Kezman, agente di Milinković, e Florentino Pérez, presidente del Real.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969