Connect with us
Orsato eletto miglior arbitro del Mondiale: è il secondo successo italiano

La nostra prima pagina

Orsato eletto miglior arbitro del Mondiale: è il secondo successo italiano

Pubblicato

:

Daniele Orsato

L’avventura in Qatar ha svelato al mondo numerosi talenti inespressi e confermato l’affidabilità di diverse certezze. Una di queste riguarda i direttori di gara, con Daniele Orsato protagonista assoluto. Il fischietto italiano, difatti, si è preso la scena vincendo la 5ª edizione del Premio Internazionale Giulio Camapanati riservato al miglior arbitro di Mondiali ed Europei, posizionandosi avanti a Szymon Marciniak, scelto per dirigere la finale tra Argentina e Francia.

Orsato ha diretto tre match del Mondiale qatariota: la gara inaugurale tra Qatar ed Ecuador, la partita del Gruppo C tra Argentina-Messico e la semifinale della Selección contro la Croazia

Si tratta del secondo successo per l’Italia: il primo ad aggiudicarsi il premio fu Nicola Rizzoli, per il Mondiale del 2014 e l’Europeo del 2016.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Allegri dopo la vittoria: “Bisogna rimanere concentrati”

Pubblicato

:

Allegri

Dopo la vittoria della Juventus a Salerno contro la Salernitana per 3-0, il tecnico livornese Max Allegri è intervenuto ai microfoni di DAZN. Ecco le parole dell’allenatore bianconero Allegri.

PARTITA – “I ragazzi hanno fatto bene 60 minuti, poi dopo il 3-0 abbiamo iniziato un pò ad essere superficiali. Abbiamo subito molti tiri in porta nel secondo tempo, più di quelli che dovevamo subire. Abbiamo giocato verso dietro, fermi nelle posizioni e non riuscivamo a gestire più la palla. Nonostante avessimo avuto buone occasioni importanti a campo aperto”.

ARRABBIATO CON LA SQUADRA – Quando abbiamo iniziato ad andare da Szcezsny, a stoppare la palla con la suola, sbagliare passaggi con superficialità, lì siamo usciti dalla partita. E loro hanno iniziato a tirare diverse volte in porta. Questo non deve succedere, oggi le partite di calcio non finiscono mai. Se prendi un gol, gli altri prendono coraggio. Bisogna rimanere concentrati”. 

VLAHOVIC – Fisicamente oggi era più leggero e si muove meglio. Stasera ha giocato meglio tecnicamente ed è stato più brillante”.

CLASSIFICA – In campo abbiamo fatto 41 punti, anche se adesso in classifica ne abbiamo 15 di meno, siamo a 26. Mancano quindi 14 punti per arrivare alla zona salvezza. L’obiettivo è arrivare nella parte sinistra della classifica”.

TIFOSI SOGNANO DI MARIA, CHIESA E VLAHOVIC – “Di solito con me giocano tutti, ci sono dei momenti in cui i giocatori stanno bene, momenti che la squadra ha bisogno di questi quando la squadra deve fare un certo tipo di partite. Non è una questione di attaccanti, ma di disponibilità. Oggi Di Maria ha fatto un ottima partita difensiva”.

 

 

Continua a leggere

Flash News

Pussetto annuncia: “Ho deciso di operarmi al ginocchio sinistro”

Pubblicato

:

Pussetto

Pussetto ha deciso di annunciare la sua scelta in merito al suo infortunio con un post su Instagram. Il calciatore della Sampdoria, infortunatosi al ginocchio sinistro, ha deciso di operarsi. Ecco il messaggio di Pussetto.

INFORTUNIO Sono passate ore, giorni, mesi molto difficili in cui ho vissuto tante cose. Da tempo soffro di dolori al ginocchio sinistro. Chi è stato al mio fianco sa benissimo cosa sto passando, nessun altro se non loro. Dopo diverse visite con diversi medici, provando diversi trattamenti e non vedendo un risultato positivo in nessuno di essi, abbiamo deciso insieme alla mia famiglia e al gruppo medico di optare per un intervento chirurgico al ginocchio“.

RITORNO IN CAMPO –D’ora in poi, lavora giorno per giorno per tornare in campo il prima possibile, prendi il positivo e impara da ognuno di questi giorni“.

Continua a leggere

Flash News

L’Inter ha trovato il nuovo main sponsor: cosa sappiamo finora?

Pubblicato

:

Dzeko

La querelle con Digitalbits sembra destinata a finire. La società nerazzurra sta per liberarsi della partnership con la blockchain di Al Burgio, che resterà comunque fino al termine della stagione, nonostante ritardi e mancati pagamenti, che non hanno giovato alle casse interiste, già in affanno.

Il nuovo main sponsor sembra essere di provenienza orientale, nello specifico parliamo della zona tra gli Emirati Arabi e l’Arabia Saudita. La crescita internazionale ed intercontinentale del club di Appiano Gentile, che negli ultimi anni si è concentrato nell’innalzare il livello del brand e dell’immagine dell‘Inter a livello mondiale, è arrivata a portare investimenti provenienti anche da luoghi molto lontani rispetto all’Italia.

Lo sponsor riguarderebbe nello specifico il settore turistico, e consentirebbe all’Inter di percepire un’entrata non indifferente rispetto alle difficoltà che ha riscontrato nel periodo con Digitalbits.

Continua a leggere

La nostra prima pagina

Salernitana-Juventus 0-3, le pagelle: Vlahovic straripante, Caviglia sbaglia tutto

Pubblicato

:

La Juventus torna a vincere dopo tre partite e lo fa all’Arechi contro la Salernitana per 3-0. La squadra di Allegri parte bene e rischia poco per tutta la prima frazione. La svolta arriva al minuto 25 quando Miretti si guadagna un calcio di rigore per fallo di Nicolussi Caviglia: Vlahovic trasforma dal dischetto e fa 1-0 per i bianconeri. La Juventus raddoppia quasi alla fine del primo tempo con la rete di Kostic su un tiro maldestro di Vlahovic. Le squadre vanno negli spogliatoi sul 2-0 per i bianconeri, che però perdono Miretti per infortunio.

A inizio secondo tempo è ancora Nicolussi Caviglia che regala la palla a Fagioli: il centrocampista bianconero imbuca ancora per Vlahovic che mette a segno un’altra rete per la sua doppietta personale. La Juventus colpisce due pali con Di Maria e Kean, mentre la Salernitana conclude con una pesante sconfitta per 3-0 un secondo tempo privo di acuti.

LE PAGELLE DELLA SALERNITANA

Ochoa 5.5: Può poco su due delle tre reti, ma forse sul gol di Kostic poteva uscire in maniera più composta.

Sambia 6: In attacco ci prova e limita abbastanza bene Kostic, ma oggettivamente fa fatica come tutta la sua squadra.

Troost-Ekong 5: Vlahovic è incontenibile e non è di certo il nuovo acquisto nigeriano quello che riesce a contrastarlo bene. Doppietta del serbo e partita negativa per l’ex Watford.

Bronn 5.5: La difesa della squadra campana lascia molti spazi e il centrale tunisino non è esente da colpe contro gli attaccanti della Juventus in grande forma

Bradaric 5.5: Chiunque faticherebbe contro Di Maria e lui non è da meno. In attacco spinge troppo poco ed esce dal campo a mezz’ora dalla fine. (Dal 59′ Bonazzoli 5.5: non cambia la partita come si aspettava il suo allenatore)

Nicolussi Caviglia 4.5: Commette il fallo su Miretti che causa il rigore trasformato da Vlahovic per il vantaggio della Juventus. A inizio secondo tempo regala il pallone a Fagioli che mette il serbo davanti alla porta. Partita chiaramente insufficiente per il centrocampista di proprietà della Juve. (Dal 71′ Bohinen s.v.)

Coulibaly 5.5: Perde i duelli a centrocampo e nel complesso fatica a contenere Rabiot nel primo tempo e Fagioli nel secondo. (Dal 78′ Kastanos s.v.)

Vilhena 5.5: partita povera di spunti per il centrocampista olandese che lascia il campo all’intervallo dopo una prestazione insufficiente (Dal 45′ Lovato 5.5: nessun acuto per l’ex centrale dell’Atalanta che entra a partita quasi già chiusa)

Candreva 5.5: Il capitano non si vede e la Salernitana fatica senza gli spunti del laterale italiano. All’andata era stato il più chiacchierato, oggi decisamente no.

Piatek 5: Poco presente in attacco. All’andata aveva segnato, oggi invece fatica a vedere la porta, e infatti è il primo del tridente ad essere sostituito. (dal 71′ Crnigoj s.v.)

Dia 5.5: Viene contenuto bene dalla retroguardia della Juventus. In un ruolo non propriamente suo fatica molto e non incide.

All. Nicola 5: Prova a cambiare qualcosa nel secondo tempo, ma questa sera la Juventus ne ha di più e probabilmente la scelta di far giocare Dia sulla fascia non è tanto corretta. La sua squadra esce pesantemente sconfitta da una partita che poteva dare morale ai suoi.

LE PAGELLE DELLA JUVENTUS

Szczesny 6: Spettatore non pagante della partita, non compie interventi per tutta la partita e chiude con il clean sheet.

Danilo 6.5: I tre della Juve giocano una partita praticamente perfetta e il capitano disputa un match senza errori, come spesso gli capita.

Bremer 6.5: Zero errori, sfiora il gol in un’occasione dà seguito con un’ottima prestazione al gol in Coppa Italia contro la Lazio.

Alex Sandro 6: Poco da dire sul terzo centrale della Juve: Candreva fatica e grande merito è suo.

De Sciglio 6: Difficile dare l’insufficienza a un bianconero questa sera, ma lui è tra i meno attivi. Poco presente in attacco, ed educato in difesa. (Dal 78′ Iling s.v.)

Miretti 6.5: Si guadagna il rigore che permette a Vlahovic di sbloccare la partita, ma deve lasciare il campo in barella dopo un contatto con Dia. (Dal 42′ Fagioli 7: entra al posto di un ottimo Miretti e serve un assist a inizio secondo tempo al solito Vlahovic dopo aver recuperato il pallone.)

Locatelli 6.5: Si vede poco, ma il suo apporto c’è sempre in entrambi le fasi. I successi della Juventus passano sempre dai piedi di Locatelli e anche oggi non sbaglia nulla.

Rabiot 6.5: Fa la lotta a centrocampo come da suo solito e si concede qualche sgroppata delle sue. L’ammonizione prematura lo limita in alcuni interventi.

Kostic 7.5: Torna al gol anticipando Ochoa in uscita e nel complesso fatica poco a contenere le avanzate di Candreva sulla sua fascia. (Dal 62′ Cuadrado 6: entra senza spunti particolari, ma non è facile incidere in una partita già chiusa)

Di Maria 7: Illumina e disegna calcio come da suo solito. Il Fideo del dopo Mondiale è un altro giocatore e solo la traversa gli nega la gioia del gol. (Dal 62′ Chiesa 6: si procura un’ottima occasione sul suo destro ma spara alto dopo il passaggio del suo compagno di reparto Vlahovic)

Vlahovic 8.5: Il serbo è ufficialmente tornato. Un gol per tempo, uno dal dischetto e uno su azione. C’erano dei dubbi sulla sua condizione fisica e lui ha voluto rispondere alla prima da titolare in Serie A dopo l’infortunio. (Dal 78′ Kean 6.5: ha un’occasione per tornare al gol ma prende il palo a Ochoa battuto)

All. Allegri 7: La formazione è corretta e l’infortunio di Miretti non cambia nulla dal punto di vista tattico: entra Fagioli e fa assist. Nel secondo tempo deve solo gestire il risultato cambiando i suoi giocatori migliori a partita già vinta.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969