Dove trovarci

Osimhen, dove sono finiti i soldi versati dal Napoli al Lille?

Nelle ultime ore il Napoli è finito sotto i riflettori della magistratura francese che sta effettuando dei controlli sul passaggio di Victor Osimhen dal Lille alla squadra partenopea.

Per potersi assicurare le prestazioni del giovane attaccante nigeriano, tanto voluto da Gattuso, De Laurentis (totalmente estraneo alla vicenda) aveva sborsato una cifra record: 83,1 milioni di euro, l’acquisto più oneroso della storia del club napoletano.

Cifra finita sotto la lente di ingrandimento della magistratura transalpina che, stando a quanto riportato da L’Equipe, ha chiesto alla società neo campione di Francia di visionare i documenti di tale trattativa e, in particolare, i bonifici e i conti bancari relativi a questa operazione.

Tutto nasce dal fatto che dei 83 milioni e rotti pagati dal Napoli soltanto 10 risultano realmente nelle casse della società che, nonostante l’addio di Osimhen, ha interrotto il dominio del Paris Saint Germain e riconquistato il titolo dieci anni dopo l’ultima volta.

Fonte foto: profilo Twitter @BBCWSSport

Sul banco degli imputati, per ora, è finito l’ex presidente del club Gerard Lopez indiziato numero uno della “sparizione” dei 70 milioni mancanti dalle casse della società. Lopez, imprenditore e investitore lussemburghese, aveva acquisito la maggioranza del LOSC Lille nel 2016 prima di cederne le quote all’attuale presidente Olivier Létang lo scorso dicembre.

Lopez, candidato all’acquisto di un’altra squadra francese, il Bordeaux, si ritrova così sotto l’occhio del ciclone con accuse che, se confermate, potrebbero far saltare i piani del business-man. La giustizia farà il suo corso, per adesso rimangono semplici indiscrezioni ma, visto il personaggio, i colpi di scena sono dietro l’angolo.

 

(Fonte immagine: profilo Twitter @victorosimhen9)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale