Connect with us
Pagelle GP Malesia: vola l'aereo olandese, ma la tigre malese è Rossa

Generico

Pagelle GP Malesia: vola l’aereo olandese, ma la tigre malese è Rossa

Pubblicato

:

Team Numero Diez

“La gara è domani”.

E’ sabato e Sebastian Vettel ha appena concluso le qualifiche quando pronuncia queste parole. La sfortuna lo perseguita anche in Malesia perchè per un problema al turbo non riesce a fare un tempo ed è dunque costretto a partire ultimo. Un’altra dura botta se si considera che in pole parte Lewis Hamilton, il suo rivale mondiale. Davanti alle telecamere poteva essere affranto, deluso, arrabbiato per un destino che da Singapore gli si ritorce contro. Tutt’altro, era già carico perchè quello che conta è la gara.

E’ una corsa la sua da vera e propria tigre, come una di quelle che ci sono nel paese del circuito. Aggressivo, determinato, grintoso e veloce, rimonta dall’ultima alla quarta posizione in una maniera incredibile. Compie quasi un’impresa trasmettendo una passione tale da rendere l’ultimo GP di Sepang uno di quelli da non dimenticare.

Supera avversari a raffica con decisione, anche quelli più “duri” come Alonso. Tiene il piede attaccato all’acceleratore facendo segnare tanti giri veloci e per poco non conquista il podio. Tutto questo senza l’aiuto del suo fedele compagno di squadra Raikkonen che per il suo stesso problema del sabato si ritira ancor prima di partire.

Tra le curve malesi “Gina” sembra una tigre che va a caccia della preda, e spesso la agguanta, e combatte contro un destino crudele nell’ultimo periodo. Una belva che si prende la scena.

Finisce, infatti, quasi in ombra la grande vittoria di Max Verstappen. Una prestazione sublime dell’olandese che questa volta mostra maturità e intelligenza.

Non è frenetico in partenza, correggendo l’errore di Singapore, non si lascia scappare Hamilton e al momento giusto lo sopravanza. Poi vola come un aereo e gestisce l’abbondante vantaggio dall’inglese in maniera perfetta. Quello visto due settimane fa sembra un altro rispetto a questo, che a 20 anni corre da veterano.

 

Il britannico, invece, fa una corsa senza prendersi rischi, consapevole delle difficoltà della Mercedes. Alla fine gli gira tutto bene: secondo posto e altri sei punti rosicchiati a Vettel. Il distacco tra i due, a cinque gare dal termine del campionato, è di 34 punti. Guai, tuttavia, a parlare di Mondiale chiuso: con questa tigre tutto è possibile.

VERSTAPPEN 9

Parte bene, senza compiere strafalcioni, resta attaccato a Hamilton, lo supera e poi scappa. Quando la sua Red Bull lo sostiene e lui non è frenetico riesce a fare grandi gare. Maturo, intelligente e determinato: il regalo di compleanno se lo fa da solo.

HAMILTON 7.5

La sua Mercedes sul circuito malese non eccelle sia sul giro secco che sul passo gara. Lui, però, con intelligenza fa la pole e conclude la corsa al secondo posto. E’ la forza di non prendersi rischi sapendo dei propri limiti. Va in Giappone con altri sei punti mondiali conquistati.

RICCIARDO 8

Non parte male, anche se perde la posizione su Bottas. Se la riprende con un sorpasso sul finlandese agguantando il terzo posto. Poi nel finale si difende da Vettel in maniera estenuante e centra un altro podio.

VETTEL 10

Parte ultimo e dopo alcune curve è già dodicesimo, poi entra nella zona punti e Alonso lo stoppa per un po’ di tempo. Riesce comunque a passarlo con un gran sorpasso e da lì risale fino al quarto posto. Tenta anche di sopravanzare Ricciardo per il podio, prima di mollare la presa per evitare rischi. Una tigre, un fenomeno. Se fosse questo anche nelle prossime cinque gare il Mondiale sarebbe cosa sua. Dieci meritatissimo.

BOTTAS 5.5

Le Frecce d’Argento non sono protagoniste di una buona perfomance a Sepang, ok, ma lui fa davvero poco. Superato da Ricciardo e Vettel con undercut, non si è mai visto in gara.

PEREZ 7

Il “primo degli altri” è sempre il messicano. Sta vivendo un grande momento di forma: altra prestazione positiva dopo il quinto posto di Singapore.

VANDOORNE 8.5

Grandissima prestazione del belga. Parte settimo, arriva alla medesima posizione. La sua Mclaren mostra dei segni di miglioramento e lui ne approfitta. Eccellente.

OCON 5

Sesto in griglia, decimo alla bandiera a scacchi. E il suo compagno di scuderia chiude a ridosso dai top. Il francese sta un po’ calando di rendimento.

ALONSO 5

Vandoorne vola, lui rimane in mezzo al gruppo. Guardando la perfomance della Mclaren poteva e doveva fare molto di più.

GASLY 6

Nella sua prima gara in F1 fa decisamente meglio del pilota che sostituisce, Kvyat. Arriva al traguardo una posizione sopra di quella di partenza. In più non compie errori. Un buon esordio che vale la sufficienza.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Generico

Tempo di rinnovi in casa Genoa: si lavora per Bani e Badelj

Pubblicato

:

Mattia Bani Genoa Serie A

Il Genoa continua a lavorare sul fronte rinnovi, per blindare i suoi uomini più importanti e confermare la spina dorsale della squadra a disposizione di Alberto Gilardino. Domani sera i rossoblù sono attesi dal crash test di nome Inter. Il Grifone, tuttavia, è nella ristretta élite di squadre che sono riuscite a fermare i nerazzurri in questa stagione. Ma ora l’Inter è in piena ascesa e sembra inarrestabile.

Gilardino tenta l’azzardo e lo farà con due giocatori freschi di rinnovo. Johan Vasquez, importante difensore mancino, e Morten Frendrup, tuttocampista dedito al sacrificio, hanno recentememte rinnovato. Rispettivamente il messicano fino al 2027 e il danese fino al 2028. Dopo queste nuove leve (Vasquez è classe 1998, Frendrup è 2001), i liguri pensano anche allo zoccolo duro di maggiore esperienza. I prossimi nomi sul tavolo, infatti, sono quelli di Badelj e Bani (classe 1989 e 1993), che rappresentano la componente esperta della squadra.

Tuttosport spiega che con Bani è pronto già un accordo fino al 2026. Mentre con Badelj si dovrà ancora discutere, in previsione di giugno 2025 o 2026. Sono da valutare, inoltre, anche le situazioni di Ekuban e Strootman, in scadenza il prossimo giugno. La cosa certa è che il Genoa prosegue sulla strada della continuità di uomini, dopo la promozione dello scorso anno e il buonissimo lavoro che il Grifone sta facendo in questa stagione.

Continua a leggere

Generico

LeBron James nella leggenda: superati i 40.000 punti in carriera

Pubblicato

:

LeBron James Los Angeles Lakers

LeBron James sempre più una leggenda del basket mondiale. Il numero 6 dei Los Angeles Lakers, nella notte italiana, ha infranto un altro record diventando il primo cestista nella storia dell’NBA a superare i 40.000 punti in carriera.

Nel corso della scorsa stagione, contro gli Oklahoma City Thunder è diventato il migliore marcatore della storia della Lega, superando Kareem Abdul-Jabbar e fissando il nuovo tetto di punti momentaneo a 38.390. Questa notte, contro i Denver Nuggets campioni in carica, LeBron James ha infranto la barriera dei 40.000 punti. Al termine dei 48′ di gara, infatti, il suo range è di 40.017.

Tutto il mondo si sta complimentando con questa icona sempreverde e leggendaria dell’NBA, che alla sua 21ª stagione da professionista e dopo aver superato da poco i 39 anni (è nato il 30 dicembre 1985), continua a fare scuola.

Inutile dire che questa statistica sembra a sua volta irraggiungibile. E, ad ora, sembra davvero impossibile pensare ad un cestista che possa superarlo. Tuttavia, a primo impatto sembrava esserlo anche il record di Abdul-Jabbar. Record rimasto invalicato per quasi 40 anni: dall’aprile 1984 fino al febbraio 2023, prima che LeBron James lo agganciasse.

Per ora, King James si riserva un posto in solitaria nel club di tutti coloro che hanno fatto 40.ooo o più punti in NBA. Cioè soltanto lui nella storia.

Continua a leggere

Flash News

Colpani e Palladino a DAZN: “Sarà una sfida dura”

Pubblicato

:

Frosinone-Monza formazioni

Tra pochi minuti avrà inizio la sfida tra Monza e Roma. I brianzoli ospiteranno i giallorossi guidati da Daniele De Rossi. Entrambe le squadre stanno vivendo un periodo molto importante. I padroni di casa arrivano alla sfida con due vittorie consecutive contro il Milan e la Salernitana. Oggi potrebbe essere un’occasione importante per le due formazioni per dare continuità ai risultati dell’ultimo periodo. Prima dell’inizio del match sono intervenuti ai microfoni di DAZN il tecnico Raffaele Palladino e Andrea Colpani.

LE DICHIARAZIONI DI RAFFAELE PALLADINO 

ROMA DI DE ROSSI –Io e Daniele siamo molto amici, ea già un allenatore in campo. Farà l’allenatore a grani livelli, ci mette cuore e passione. Sono contento che stia sfruttando quest’opportunità; la squadra sta avendo grandi miglioramenti, si vede la sua mano”.

LE DICHIARAZIONI DI ANDREA COLPANI

PARTITA –Sarà una partita difficilissima, la Roma è una squadra molto forte. Ci aspettiamo una partita veramente dura, di duelli, cercheremo di mettere in mostra il nostro atteggiamento come sempre e le nostre qualità”.

 

Continua a leggere

Flash News

Gila carica la Lazio: “Una vittoria stasera vale metà stagione”

Pubblicato

:

Mario Gila, difensore della Lazio

Il difensore della Lazio Mario Gila ha parlato ai microfoni di DAZN a pochi minuti dall’inizio della sfida tra i biancocelesti e il Milan. Una gara, quella dell’Olimpico, che per i biancocelesti è fondamentale per restare ancorata alla corsa per ottenere un posto in Champions League. Proprio su questo si è soffermato il centrale spagnolo poco prima dell’inizio della gara contro i rossoneri. In questo momento, infatti la Lazio è ottava in classifica, a -8 dal Bologna quarto e -6 dall’Atalanta che occupa la quinta posizione, che al momento potrebbe valere comunque un posto in Champions League il prossimo anno. I biancocelesti sono reduci dalla sconfitta in casa della Fiorentina e contro il Milan vogliono cambiare subito marcia.

3 PUNTI FONDAMENTALI – “Partita importantissima per noi, tre punti che ci possono dare tranquillità e farci avvicinare alla Champions. Tre punti questa sera possono valere metà stagione”, ha dichiarato Gila.

Dopo un inizio di stagione rilegato in panchina, Gila ha conquistato il posto da titolare complice anche qualche problema fisico di Romagnoli e Casale e da metà novembre è sempre stato schierato dal 1′ da Maurizio Sarri, fino all’espulsione contro il Torino. Il 23enne torna oggi titolare dopo aver scontato la squalifica nella scorsa giornata contro la Fiorentina e agirà al fianco di Romagnoli.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969