Connect with us
Le pagelle di Inter-Napoli 1-0: Dzeko monumentale, poche sufficienze nel Napoli

La nostra prima pagina

Le pagelle di Inter-Napoli 1-0: Dzeko monumentale, poche sufficienze nel Napoli

Pubblicato

:

La 16esima giornata si è chiusa con il big match Inter-Napoli. La sfida andata in scena a San Siro, si è conclusa con il risultato di 1-0. Sin dall’inizio è stata una partita molto vivace, ma allo stesso tempo molto fisica. L’Inter ha fatto una partita tutta votata all’attacco, mentre il Napoli ha fatto una partita di cuore, e con l’obiettivo di attendere un errore dell’avversario, tenendo anche di più il possesso del pallone quando ne ha avuto l’occasione. Errore dell’avversario che però non è mai arrivato, perchè l’Inter era letteralmente in stato di grazia. Ma in stato di grazia è stato più di tutti Edin Dzeko, che oltre a decidere il match con un gol al 56′, raccogliendo il cross di DiMarco, ha fatto un’ottima partita di sacrificio. Il Napoli, quindi, perde la sua imbattibilità, e la corsa scudetto è riaperta.

LE PAGELLE DELL’INTER

Onana 7: è stata per lui una partita tranquilla. Non è mai stato interpellato quando il Napoli spingeva offensivamente. Vuoi per una difesa fortissima avanti a sè, vuoi per i tiri dei calciatori partenopei non proprio pericolosi. E’ stato interpellato solo negli ultimi minuti. Soprattutto sul tiro di Raspadori, salvando così il risultato.

Skriniar 7: il difensore slovacco è il leader indiscusso di questa difesa. Nulla da dire: anche stasera ottima prestazione.

Acerbi 6.5: ha sostituito egregiamente Stefan De Vrij. Quando è stato chiamato in causa, lui ha risposto presente.

Bastoni 6: partita tranquilla anche per lui. Un pò più anonima di quelle giocate dai suoi compagni di reparto Skriniar ed Acerbi. Ma comunque ha fatto un’ottima partita.

Darmian 6: una partita da alti e bassi. Difensivamente è stato ottimo, ma ha sul groppone il gol fallito al 26′ del primo tempo, dopo che Edin Dzeko gli aveva praticamente servito un cioccolatino, essendo che il numero 36 nerazzurro si è trovato solo davanti a Meret (75′ Dumfries 5.5: si è visto pochissimo).

Barella 6.5: come sempre tutte le azioni pericolose dei nerazzurri partono dai suoi piedi. A questo ci si aggiunge il grande carattere di questo ragazzo, che dà sempre tutto per la maglia.

Calhanoglu 6: Viene coinvolto poco nella manovra offensiva ma quando viene tirato in causa, risponde sempre presente. Esempio al 52′ che si trasforma in difensore centrale, fermando Osimhen, regalando ad Onana un pallone docile da prendere.

Mkhitaryan 6.5: Si è sacrificato molto difensivamente, fermando, insieme a DiMarco e Bastoni, alla grande anch’esso la fascia destra partenopea formata da Di Lorenzo, Zambo Anguissa e Politano. Si è vista la sua grande tecnica in occasione del gol di Dzeko, essendo che da lui è partita l’azione da gol (82′ Gagliardini s.v.) .

Dimarco 6.5: bravo difensivamente. Si è fatto vedere anche offensivamente. Precisamente al 4′ quando, servito da Lukaku, ha mandato fuori il pallone, alla destra di Meret. Ha offerto anche l’assist per Edin Dzeko (64′ Gosens 6: ha difeso alla grande il risultato).

Dzeko 7.5: offensivamente e difensivamente è stato strepitoso. Offensivamente soprattutto, facendo vedere grandi doti da assist-man (vedi l’occasione capitata sui piedi di Darmian al 26′, citata prima). E poi concludendo a rete, di testa, al 56′, il cioccolatino servito da Dimarco. Senza dubbio l’MVP del match (75′ Correa 5.5: non perfetto il suo ingresso in campo).

Lukaku 5.5: gli manca la freddezza sotto porta e tanta troppa lucidità. L’attaccante belga deve ritrovarsi si, ma rispetto alle scorse partite, si vedono miglioramenti (64′ Lautaro Martinez 6: protegge bene palla attendendo le corse sulla fascia di Gosens, e ci fa vedere anche qualche giocata di classe).

LE PAGELLE DEL NAPOLI

Meret 6.5: sembrava a rischio la sua presenza a pochi minuti dall’inizio del match, essendo febbricitante. Ma il Napoli rimane a galla, almeno fino al gol nerazzurro di Dzeko, grazie anche a lui.

Di Lorenzo 6.5: in mezzo alle azioni offensive del Napoli. Il giro palla azzurro o partiva da lui, o si poteva concludere con lui che poi crossava in mezzo. Difensivamente un po’ meno essendo che ha permesso a Dimarco di crossare e regalare la palla a Dzeko.

Rrahmani 5: è stato molto in difficoltà quando i nerazzurri attaccavano. E’ stato lui che si è perso Darmian, al 26′ del primo tempo, lasciandolo solo a tu per tu con Meret. Come è stato lui, in occasione del gol nerazzurro, a perdersi Dzeko.

Kim Min Jae 7: come Skriniar è il leader difensivo dell’Inter, Kim lo è del Napoli. Si è messo Lukaku in tasca non facendolo praticamente respirare.

Olivera 6: non male la sua partita, anche se è stato coinvolto pochissimo nelle azioni offensive del Napoli. Però non ha sbagliato nessun passaggio.

Zambo Anguissa 5: come Osimhen anche lui stasera non ha brillato. E’ stata questa una serata da dimenticare (75′ Ndombele s.v.)

Lobotka 6.5: eroico al 1′ della partita nel fermare Lukaku, lanciato verso la porta. Si è confermato anche stasera di essere un gran metronomo (84′ Simeone s.v.).

Zielinski 5: a parte un tiro nel primo tempo, mandato a lato, ma è una serata da cancellare per lui (64′ Raspadori 6: è entrato bene in partita. Prima dello scoccare del 90′ ha anche avuto un’occasione per pareggiare il match, ma ha trovato avanti a sè un super Onana).

Politano 5: si è visto di più ad inizio partita. Ma poi, sulla sua stessa fascia, ma pochi metri dietro, è uscito fuori Giovanni Di Lorenzo, che si è preso la scena (64′ Lozano 5: non ha avuto l’impatto che Spalletti si aspettava avesse).

Osimhen 5: oggi l’attaccante nigeriano ha avuto poco respiro, essendo stati i giocatori dell’Inter, molto bravi a chiuderlo. Non è riuscito ad essere incisivo e decisivo oggi.

Kvaratskhelia 6: si è mostrato pericoloso si, con le sue sgusciate nello stretto, ed anche con un tiro finito sull’esterno della rete al 61′, ma non è stato così decisivo (75′ Elmas s.v.).

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Cairo: “Lukic non avrebbe rinnovato, come Belotti”

Pubblicato

:

Torino

Il presidente del Torino Urbano Cairo ha parlato dopo la vittoria della propria squadra per 1-0 contro l’Udinese. Ha comunque approfondito diversi temi, tra cui il mercato, che ha visto partire l’ex capitano Sasa Lukic

SU ILICÈ l’acquisto più caro del mercato di gennaio, sicuramente. Il mister ci teneva tantissimo, lo conosceva dai tempi di Verona e lo ha allenato. Mi ha detto di prenderlo, che era un giocatore straordinario. L’ho ascoltato“.

L’ADDIO DI LUKICMi è dispiaciuto. Quando abbiamo fatto il rinnovo nel 2020, gli agenti si mettono d’accordo con Bava per un certo ingaggio e all’appuntamento il ragazzo chiede di parlare. In quattro anni non aveva quasi mai parlato. Ha chiesto 100.000 euro in più rispetto all’accordo, gli ho risposto che visto che avevo finalmente sentito la sua voce glieli davo. Poi non so come mai l’anno scorso le cose siano andate così. Se non l’avessimo venduto lo avremmo perso a zero. Non avrebbe mai firmato, come Belotti“.

 

Continua a leggere

Flash News

I convocati della Sampdoria per la trasferta di Monza

Pubblicato

:

Colley

Dejan Stankovic e la Sampdoria hanno diramato i convocati per la sfida di domani sera alle 20:45 contro il Monza.

I blucerchiati recuperano Omar Colley e Filip Djuricic mentre sarà ancora out il marocchino Sabiri, neo acquisto della Fiorentina per giugno, oltre Andrea Conti, Manuel De Luca, Ignacio Pussetto e Simone Trimboli. Di seguito l’elenco dei convocati: 

Continua a leggere

I Nostri Approfondimenti

Dove vedere Salernitana-Juventus in tv e streaming

Pubblicato

:

Dove vedere Salernitana-Juventus

DOVE VEDERE SALERNITANA-JUVENTUS IN TV E STREAMING – Prosegue la 21ª giornata di Serie A. Martedì la Salernitana sfiderà la Juventus: il fischio d’inizio è previsto per le 20:45 presso lo stadio Arechi di Salerno. Ecco dove vedere Salernitana-Juventus!

SALERNITANA-JUVENTUS: COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE?

La Salernitana è reduce da una vittoria fuori casa per 2-1 contro il Lecce. I granata arriveranno alla sfida contro la Juventus con 21 punti e un 16º posto in classifica. Cercheranno una vittoria che permetterebbe loro di scavalcare la Juventus, distante solo due lunghezze.

La Juventus, che occupa stabilmente la 13ª posizione in classifica, sfiderà la Salernitana con 23 punti. Vincere domenica permetterebbe ai ragazzi di Allegri di raggiungere l’Empoli al decimo posto, in attesa delle altre sfide in programma nelle prossime ore.

Sarà la seconda sfida stagionale tra le due compagini. La prima, a settembre, è terminata 3-3 tra le polemiche per la rete annullata a Milik per fuorigioco.

DOVE VEDERE SALERNITANA-JUVENTUS IN TV E STREAMING

Il match tra Salernitana e Juventus, valevole per la 21ª giornata di Serie A, sarà visibile a partire dalle ore 20:45 di martedì 7 febbraio su DAZN, attraverso l’applicazione o accedendo dal browser. In alternativa, per gli abbonati a Sky, la sfida sarà visibile su Zona DAZN, canale 214.

SALERNITANA-JUVENTUS: PROBABILI FORMAZIONI

Davide Nicola dovrebbe schierare un 4-4-2. Ochoa tra i pali, con i difensori Sambia, Troost-Ekong, Bronn e Bradaric. Centrocampo a quattro formato da Candreva, Coulibaly e Vilhena. Sfida dell’ex per Hans Nicolussi Caviglia. Tandem d’attacco Piatek-Dia.

La Juventus, invece, disputerà il match con un 3-4-2-1. Difesa a tre con Danilo, Bremer e Alex Sandro. Szczesny tra i pali. Cuadrado, Locatelli, Rabiot e Kostic a centrocampo. In attacco, Di Maria e Chiesa alle spalle di Vlahovic.

SALERNITANA (4-4-2): Ochoa; Sambia, Troost-Ekong, Bronn, Bradaric; Candreva, Coulibaly, Nicolussi Caviglia, Vilhena; Piatek, Dia. All. Nicola

JUVENTUS (3-4-2-1): Szczesny; Danilo, Bremer, Alex Sandro; Cuadrado, Locatelli, Rabiot, Kostic; Di Maria, Chiesa; Vlahovic. All. Allegri

Continua a leggere

Flash News

Kane nella storia del Tottenham: è il miglior marcatore del club

Pubblicato

:

Pronostico Tottenham-Man City

Con il gol del momentaneo 1-0 sul Manchester City di Pep Guardiola, Harry Kane diventa il miglior marcatore di tutti i tempi nella storia del Tottenham Hotspur.

Kane è nella storia del club di Londra: con la rete firmata al 15′ della prima frazione supera Jimmy Greaves e raggiunge quota 267 reti diventando il top scorer del club in cui milita dal 2013. Inoltre, il centravanti ha anche raggiunto quota 200 gol, dietro solo a Wayne Rooney (208) e Alan Shearer (260) nella storia della Premier League.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969