Connect with us
Juventus-Monza 2-1, le pagelle: Chiesa porta i bianconeri ai quarti

La nostra prima pagina

Juventus-Monza 2-1, le pagelle: Chiesa porta i bianconeri ai quarti

Pubblicato

:

All’Allianz Stadium di Torino è appena terminato il match tra Juventus e Monza, valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Partono benissimo i bianconeri, che dopo soli 8 minuti si portano in vantaggio grazie alla rete di testa di Moise Kean. Nei minuti successivi, però, il Monza prende coraggio e cerca con insistenza il gol dell’1-1. Pari che poi arriva al minuto 24 con il colpo di testa di Valoti. Sul finale di primo tempo la Juventus reclama un fallo su Miretti in area di rigore: Pezzuto, però, non è dello stesso avviso dei bianconeri e fischia la fine della prima frazione di gioco. Nella ripresa la storia non cambia. La partita resta bloccata sull’1-1 fino al 78′, quando Chiesa si carica la squadra sulle spalle e, con un‘autentica magia, sigla il gol del 2-1. La Juventus riesce, seppur rischiando in varie situazioni, a qualificarsi ai quarti di finale di Coppa Italia, dove sfiderà la Lazio.

LE PAGELLE DELLA JUVENTUS

Perin 6: Partita sufficiente dell’estremo difensore bianconero. Oltre al gol di Valoti, non rischia nulla nel corso dei 90 minuti e i tiri avversari sono poco insidiosi.

Gatti 6: Un po’ impreciso nelle prime fasi di gioco, ma con il passare dei minuti cresce molto. Fa un buon possesso palla e talvolta si fa vedere anche in zona d’attacco con le sue progressioni palla al piede.

Rugani 6: Prestazione senza infamia e senza lode. Gli attaccanti avversari non gli creano particolari problemi.

Danilo 7: Solita prestazione pulita del centrale brasiliano. Sempre molto attento in fase difensiva, dimostra grande carisma anche con la fascia da capitano al braccio. Al 48′ spalanca una prateria dinanzi a Moise Kean con con un insidiosissimo passaggio rasoterra, ma il centravanti classe 2000 spreca una nitida occasione da gol.

McKennie 6,5: Dopo soli 8 minuti mette un ottimo cross nel cuore dell’area di rigore e Kean sigla il gol del vantaggio. Grave errore di marcatura, però, sul gol di testa di Valoti. Ancora una volta, però, è molto discontinuo e la sua prestazione è molto altalenante.

Fagioli 6: Esce sempre molto bene dalla pressione avversaria. Fa da collante tra difesa e attacco e spesso libera al tiro i propri compagni. (Dal 74′ Di Maria 6,5: Prova subito a parsi notare e dal suo cross nasca il gol di Kean, poi annullato per fuorigioco. Nei minuti finali del match ha l’occasione di siglare il gol del 3-1, ma la sua conclusione è debole e centrale. Cragno para senza problemi.)

Paredes 5,5: Amministra il gioco bianconero con passaggi semplici e corti. L’impressione, però, è che per sfruttare al meglio le proprie caratteristiche debba tentare più spesso i lanci lunghi.

Miretti 6: Nonostante i suoi 19 anni gioca come un veterano. Fa girare bene il pallone e dialoga molto bene con i propri compagni di reparto. (Dal 61′ Locatelli 6,5: Molto attento in fase difensiva. Dal suo ingresso in campo la Juventus cambia atteggiamento, anche guidata dalle sue giocate.)

Iling 7: Al debutto da titolare con la maglia bianconera non sfigura. Mette in difficoltà gli esterni avversari con le sue accelerazioni sulla corsia di sinistra, ma spesso i suoi cross sono imprecisi. Prova diverse volte anche la conclusione e si sacrifica molto anche in fase difensiva. (Dal 74′ Alex Sandro 5,5: Qualche errore in fase di disimpegno. Al 78′ serve l’assist per il gol di Chiesa ma, di fatti, i meriti della rete vanno tutti all’attaccante classe ’97. )

Soulé 6: Si rende spesso pericoloso palla al piede e prova anche il tiro da fuori area diverse volte. Si muove bene negli spazi e apre ottime linee di passaggio per i compagni. (Dal 61′ Chiesa 8: Sin da subito spacca la partita con le sue accelerazioni. Al 78′ è autore di un’azione personale strepitosa e, con il suo tiro a giro, sigla il gol del 2-1)

Kean 7,5: Porta in vantaggio i suoi dopo soli 8 minuti con un gran colpo di testa da distanza ravvicinata. Spesso gioca anche spalle alla porta e innesca i compagni. Al 49′ va vicino alla doppietta personale, ma Cragno copre bene lo specchio della porta e respinge la sua conclusione. Al 75′ va nuovamente vicino al secondo gol, ma il VAR annulla per fuorigioco. (Dall’82′ Milik s.v.)

All. Landucci 6,5: Il vice-allenatore bianconero gestisce bene la squadra, soprattutto nella ripresa. I suoi cambi si rivelano azzeccatissimi e, nel caso di Chiesa, addirittura decisivi per il passaggio del turno. Juventus che rischia qualcosa di troppo, ma che alla fine della fiera riesca a portare a casa il risultato.

LE PAGELLE DEL MONZA

Cragno 6: Nessuna colpa sul gol di Kean, il colpo di testa è ravvicinato e imprendibile. All’inizio del primo tempo è autore di un autentico miracolo, sempre sul centravanti classe 2000. Anche in occasione del gol di Chiesa, il tiro a giro si insacca all’angolino e, dunque, era imprendibile.

Antov 4,5: Le accelerazioni di Iling, però, spesso lo colgono un po’ di sorpresa. E’ spesso costretto al fallo e, infatti, è suo il primo giallo del match. In occasione del gol del 2-1 bianconero prova a trattenere Chiesa, ma a causa dell’ammonizione lo lascia andare via con molta facilità. (Dall’82′ Sensi s.v. )

Marlon 6: Qualche responsabilità in occasione del gol di Kean, soprattutto in termini di marcatura. Per il resto, la sua prestazione è sufficiente.

Marì 6: Come per i compagni di reparto, anche il centrale spagnolo viene spesso messo in difficoltà dagli attaccanti bianconeri. Nonostante ciò, non commette errori degni di nota.

Carboni 5,5: Sempre molto attento in fase difensiva. Tuttavia, anche lui viene spesso messo in difficoltà dalle accelerazioni degli esterni bianconeri. (Dal 57′ Carlos Augusto 6: Sostituisce senza problemi il compagno di reparto. Copre bene la fascia di competenza e si rende insidioso anche in attacco con i suoi cross in area. )

Colpani 6,5: Buona prestazione del centrocampista brianzolo. Al 24′, sugli sviluppi del calcio d’angolo da lui battuto, Valoti sigla il gol dell’1-1. Al 78′, però, viene saltato con molta facilità da Chiesa in area di rigore, che poi metterà alle spalle di Cragno la palla del 2-1.

Pessina 5: E’ il fulcro del gioco del Monza, ma non si rivela particolarmente pericoloso dalle parti di Perin. (Dal 57′ Rovella 5,5: Commette un fallo su Fagioli al limite dell’area di rigore e riceve il cartellino giallo dopo 5 minuti dal suo ingresso in campo. Prova diverse giocate e fa girare bene la palla a centrocampo, ma non incide come vorrebbe)

Ranocchia 6: Molto pericoloso sulla trequarti avversaria. Dimostra buona visione di gioco e i suoi tiri dalla distanza risultano spesso molto insidiosi.

Valoti 7,5: Si muove bene a centrocampo. Al 24′ sigla il gol del vantaggio di testa, anticipando McKennie e firmando la sua terza rete in Coppa Italia. (Dal 67′ Vignato 5,5: Prova a farsi vedere dalle parti di Perin, ma non riesce a rendersi pericoloso. )

D’Alessandro 6,5: Uno dei più attivi della compagine biancorossa. Il fantasista del Monza libera spesso al tiro i propri compagni, ma non concretizza al meglio le occasioni create. (Dal 67′ Izzo 6: Il difensore brianzolo non rischia molto. Riesce a contenere la maggior parte delle giocate avversarie senza troppi problemi )

Gytkjaer 5: Si abbassa spesso a centrocampo per ricevere palla e gioca molto spalle alla porta. Per il resto, però, non impensierisce più di tanto i difensori avversari.

All. Palladino 7: L’atteggiamento del Monza è quello giusto. Mettono spesso in difficoltà i bianconeri e restano incollati al pareggio fino al 78′. Poi, però, a decidere le sorti del match è la giocata pazzesca di un campione: Federico Chiesa.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Ilic arrivato a Torino: domani le visite mediche

Pubblicato

:

Torino

Ivan Ilic è arrivato a Torino: il nuovo acquisto dei granata ha raggiunto il capoluogo piemontese e nelle prossime ore firmerà il contratto con il club di Urbano Cairo, dopo l’incontro che ha convinto l’entourage del giocatore serbo.

Il Torino ha battuto la concorrenza del Marsiglia aumentando la propria offerta a circa 14 milioni di euro, circa il 25 per cento in più rispetto alla proposta avanzata in precedenza.

L’ex giocatore dell’Hellas Verona dovrebbe effettuare le visite mediche nella giornata di domani, prima della firma del contratto.

Continua a leggere

Flash News

Nicola felice: “Abbiamo dato continuità difensiva alla prova col Napoli”

Pubblicato

:

Nicola

Al termine della sfida contro il Lecce, è intervenuto ai microfoni di DAZN il mister Nicola. Dopo la sconfitta nell’ultima giornata di campionato contro il Napoli, i campani portano a casa 3 punti importanti per la zona salvezza. Ecco le parole del mister.

VITTORIA – Abbiamo trovato ciò che stavamo cercando. Abbiamo modificato qualcosa a livello tattico, incontrando due squadre come Napoli e Lecce che hanno qualità diverse ma lo stesso modo di stare in campo. Abbiamo dato continuità difensiva alla prova col Napoli e siamo stati pericolosi quando potevamo in avanti. Mi è piaciuto lo spirito dei ragazzi. Bravi anche i nuovi arrivati, che si sono integrati con grande umiltà. Per noi questa partita rientra nelle partite del nostro campionato, una di quelle che ci possono permettere di raggiungere la salvezza”.

BOULAYE DIA – Ha fatto una partita straordinaria in un ruolo che conosce bene e interpreta anche meglio. È abile a diventare seconda punta e a sacrificarsi. Ma noi viviamo in un contesto in cui è difficile non sacrificarsi, nessuno può non farlo. Non possiamo permetterci di fare partite in cui non mettiamo il nostro DNA e non ci sacrifichiamo come squadra”. 

TROOST-EKONG – Io sì perché lo conosco, l’ho allenato a Udine. Ci ha dato personalità, prestanza fisica, capacità di guidare la difesa. È anche un aiuto vocale, in campo c’è anche quello che è un deterrente per l’avversario. Noi rispettiamo sempre le qualità degli avversari, in questo campionato va fatto. Ma allo stesso tempo vogliamo dimostrare di poter essere competitivi con tutti. Stasera ci siamo riusciti e abbiamo dato continuità alla prestazione col Napoli”.

Continua a leggere

Flash News

Giroud spera di tornare al gol: non è stato mai a secco per 6 gare di fila!

Pubblicato

:

Giroud

Uno dei problemi che sta affliggendo il Milan nella difficile ripresa della stagione dopo la pausa per i Mondiali è anche dato dallo scarso rendimento di Olivier Giroud, rientrato non al massimo della condizione dopo la trasferta in Qatar. L’attaccante francese, autore di 5 gol in questo campionato, non segna infatti dalla partita contro lo Spezia del 5 novembre ed è a secco da ben 410 minuti.

I tifosi del Milan si augurano che il Sassuolo, contro cui il 22 maggio scorso Giroud ha realizzato una doppietta a Reggio Emilia nella partita che ha portato lo Scudetto ai rossoneri, possa far riaccendere la fiamma del gol al proprio centravanti, che finora nella sua esperienza in Serie A non è mai rimasto a secco di gol per sei giornate consecutive. Il suo digiuno va avanti da avanti da cinque partite, perciò i tifosi del Diavolo si augurano possa sbloccarsi nel lunch match di domenica.

Continua a leggere

Flash News

Baroni fa il punto: “Abbiamo sbagliato, ma nessun dramma”

Pubblicato

:

Baroni

Intervenuto a DAZN dopo la sconfitta casalinga contro la Salernitana, l’allenatore del Lecce Marco Baroni ha analizzato la situazione della sua squadra:

ERRORI –  “Dobbiamo sempre ringraziare i tifosi a fine partita, sono molto importanti. In questa gara i ragazzi hanno dato tutto, ma abbiamo commesso degli errori che in questo momento ci penalizzano. Le partite si complicano se vengono compiute delle leggerezze, ma la squadra ha dato tutto. Andare sotto contro una squadra che si abbassa molto rende tutto più difficile, anche se nel primo tempo abbiamo avuto diverse occasioni. Non facciamo drammi e rimettiamoci sotto a lavorare“.

LEGGEREZZA – “Le opportunità le abbiamo create, ma non è facile attaccare una squadra molto bassa, messa in campo con il 4-5-1, spesso anche a cinque dietro. Bisogna sfruttare le occasioni che si riescono ad avere: la squadra ha fatto bene dal punto di vista della volontà, ma ci sono state alcune situazioni di leggerezza. Da questo punto di vista c’è da lavorare, però lo sappiamo.

PRESTAZIONE – “Non pensavamo di aver fatto niente e ora nella stessa maniera bisogna ritrovare entusiasmo e serenità per rimettersi a lavorare a testa bassa, dato che siamo un gruppo giovane. Sono sempre molto attento alla prestazione e la prestazione la squadra l’ha centrata. Loro sono stati molto bravi a fare una partita difensiva, mentre noi non abbiamo sfruttato le occasioni“.

COLOMBO – “Si è mosso bene. Dato che è un attaccante tutti si aspettano il gol e in un paio di situazioni avrebbe potuto trovarlo, con più lucidità. Non voglio analizzare il singolo: siamo andati sotto 2-0 e non abbiamo perso la testa, accorciando subito le distanze e facendo poi la partita nella metà campo avversaria. Ci è mancata la giocata individuale per risolvere partite di questo tipo“.

MALEH – “Ha preso una distorsione, ma fatto anche lui una buona partita. Ora ci sarà tempo per analizzare tutto con questo gruppo giovane.

COMPLIMENTI – “Dispiace perché era uno scontro diretto e ci tenevamo molto, ma ci abbiamo provato. Complimenti alla Salernitana, che ha fatto una partita difensivamente molto attenta“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969