Connect with us
Pagelle Mondiali - Arabia Saudita 6: non basta la vittoria con l'Argentina

Calcio Internazionale

Pagelle Mondiali – Arabia Saudita 6: non basta la vittoria con l’Argentina

Pubblicato

:

Messi

PAGELLE MONDIALI – ARABIA SAUDITA 6 – Non sarà riuscita nell’impresa di qualificarsi agli ottavi (traguardo che manca da USA 1994), ma quando in futuro si ripenserà ai Mondiali in Qatar difficilmente ci si dimenticherà della favola dell’Arabia Saudita. La squadra di Hervè Renard ha infatti ottenuto una delle più epiche e inaspettate vittorie della storia della Coppa del Mondo (nella partita contro l’Argentina poi laureatasi campione del mondo) e anche contro la Polonia ha onorato al meglio la rassegna iridata, prima di capitolare contro il Messico.

La partita contro l’Argentina ha spiegato al meglio le caratteristiche tattiche e le proprietà tecniche della squadra araba: la nazionale di Renard nel primo tempo ha infatti sorpreso per la capacità quasi sfacciata di saper affrontare la corazzata sudamericana con una vetusta quanto obsoleta trappola del fuorigioco (con cui ha impigliato in dieci occasioni gli attaccanti dell’Albiceleste) e all’inizio del secondo tempo ha sorpreso per l’abilità di giocare nello stretto e di trovare il gol con due grandissime giocate di Al-Shehri e Al-Dossari, per poi difendersi in modo ordinato e senza soffrire eccessivamente contro la squadra poi campione del mondo. Renard con l’Argentina ha infatti saputo organizzare la squadra con un 4-1-4-1 che ha permesso ai propri giocatori di chiudere le linee di passaggio agli avversari, in particolare Paredes ed Enzo Fernandez, e che in ripartenza ha fatto sì che si potesse scatenare la qualità dei suoi fantasisti, su tutti Albrikan e Al-Dawsari.

Ancora più interessante è stato il modo di approcciare la partita contro la Polonia: sfruttando la remissività della squadra di Michniewicz, l’Arabia Saudita ha saputo rendersi pericolosa in più occasioni con un’ottima proprietà di palleggio e collezionando numerose occasioni da gol (fra cui il rigore parato da Szczesny ad Al-Dossari) e ha perso sostanzialmente per il minor cinismo (a differenza della partita con l’Argentina, in cui ha trovato il gol negli unici due tiri in porta) rispetto ai polacchi che, una volta trovato il gol del vantaggio con Zielinski, hanno saputo difendersi con ordine dagli assedi offensivi degli arabi apparsi spesso inconcludenti, nonostante la grande mole di gioco creata. Senza dubbio questo ha rappresentato il loro più grande limite: spesso, trainata dalla capacità dei propri centrocampisti di recuperare palloni (in particolare Al-Malki) e di giocare con qualità nello stretto (su tutti Kanno, la vera sorpresa della nazionale araba, e Al-Najei), la squadra allenata da Renard è riuscita ad entrare in area di rigore, ma non è mai riuscita a trovare il gol che con la Polonia avrebbe indubbiamente meritato.

Questo ha probabilmente rappresentato il motivo per cui l’allenatore francese ha voluto presentare un 4-3-3 con un mediano in meno e tre punte, Al-Dawsari, Al-Shehri e Al-Buraikan, contro il Messico, scelta però rivelatasi inconcludente: dopo un buon primo tempo in cui la squadra araba si è resa pericolosa e ha saputo controllare la nazionale del Tata Martino, nel secondo tempo l’assenza di densità in mezzo al campo si è fatta sentire e l’Arabia Saudita è stata dominata dal Messico, che ha trovato due gol all’inizio del secondo tempo ed è andato in numerose occasioni vicino al terzo. Il fatto di giocare tre partite in una settimana per una squadra certamente non abituata ha influito sulla brutta prestazione nell’ultima partita, ma ha lasciato interdetti vedere la stessa squadra che aveva sorpreso il mondo per la sua grinta contro l’Argentina così inaspettatamente remissiva e incapace di lottare sui contrasti e sulle seconde palle.

L’impressione è che sia mancato poco per qualificarsi e che il miglioramento rispetto ai mondiali precedenti sia tangibile, motivo per cui l’Arabia Saudita merita comunque la sufficienza, ma è altrettanto evidente che la grande organizzazione mostrata con l’Argentina ha lasciato spazio a un implicito appagamento nelle altre due partite del girone, in cui gli arabi non sono riusciti a finalizzare la grande mole di gioco creata e sono calati anche fisicamente.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

La Rassegna Social – Pogba x Dusan, che gol di Rodrygo

Pubblicato

:

rassegna social

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

 

Continua a leggere

Bundesliga

Le partite del giorno – Venerdì 27 gennaio 2023

Pubblicato

:

partite del giorno

Il calcio, si sa, non si ferma mai: ogni giorno, da ogni angolo del pianeta, giocatori di tutto il mondo sono pronti, con le proprie giocate sul rettangolo verde, a regalare emozioni ai tifosi. Numero Diez vi presenta quindi le principali gare che ci attendono nella giornata di oggi.

ITALIA – Serie A

Ore 18:30 Bologna-Spezia (DAZN)

Ore 20:45 Lecce-Salernitana (DAZN)

ITALIA – Serie B

Ore 20:30 Cagliari-SPAL (Helbiz Live/DAZN/Sky Sport 251/Sky Sport Calcio)

INGHILTERRA – FA Cup

Ore 21:00 Manchester City-Arsenal (DAZN)

GERMANIA – Bundesliga

Ore 20:30 RB Lipsia-Stoccarda

SPAGNA – La Liga

Ore 21:00 Almeria-Espanyol (DAZN)

FRANCIA – Ligue 1

Ore 21:00 Lorient-Rennes (Sky Sport Football)

 

N.B.: sulla nostra app è disponibile la cronaca live delle partite di Serie A, Serie B, LaLiga, Bundesliga e Ligue 1

Continua a leggere

Calcio Internazionale

UFFICIALE – Schreuder non è più l’allenatore dell’Ajax

Pubblicato

:

Schreuder

Da pochissimi minuti Alfred Schreuder non è più l’allenatore dell’Ajax. Il tecnico, che la scorsa estate aveva preso il posto di Erik ten Hag, è stato infatti sollevato dal suo incarico dal club olandese.

I Lancieri hanno comunicato la risoluzione del contratto:

L’Ajax ha sollevato dall’incarico Alfred Schreuder con effetto immediato. Il contratto dell’allenatore aveva una durata fino al 30 giugno 2024, ma ora viene immediatamente risolto. I tanti punti persi e la mancanza di sviluppo della squadra sono le cause principali di questa decisione. La direzione del club non ha più fiducia in un’ulteriore collaborazione. Anche la collaborazione con il vice allenatore Matthias Kaltenbach è terminata“.

Il pari arrivato in serata con il Volendam – protagonista Lorenzo Lucca con un assist per il gol di Kudus – ha fatto mancare l’aggancio del 3° posto in classifica, così l’Ajax ora è solo 5°. A febbraio i Lancieri saranno impegnati nel play-off di Europa League contro l’Union Berlin.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Real Madrid rimonta ed elimina l’Atletico dalla Coppa del Re

Pubblicato

:

Rodrygo

Rodrygo, con uno splendido gol in progressione palla al piede a 11 minuti dal 90′, e Benzema, nel penultimo minuto del 1° tempo supplementare, completano la rimonta e firmano il successo del Real Madrid contro l’Atletico nella gara dei quarti di finale della Coppa del Re. Prima del triplice fischio c’è anche il tempo per il gol di Vinicius, già autore dell’assist per Karim The Dream, che ha fissato il risultato sul 3-1 finale.

 

Sono quindi i Blancos ad accedere in semifinale, al termine di una partita equilibrata. Grande rammarico per i Colchoneros, rimasti in 10 per l’espulsione di Savic al 99′, che erano passati in vantaggio dopo 19 minuti di gioco con Alvaro Morata. Gli uomini di Simeone così si ritrovano fuori anche dalla Coppa nazionale, dopo essere usciti da tutte le competizioni europee e dalla lotta per il titolo in campionato.

In questa seconda parte di stagione ora l’Atletico Madrid giocherà per ottenere un piazzamento Champions in campionato.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969