Connect with us
Pagelle Mondiali - Australia, 8: Duke ci mette i muscoli, Leckie incanta

Calcio Internazionale

Pagelle Mondiali – Australia, 8: Duke ci mette i muscoli, Leckie incanta

Pubblicato

:

Pur non essendo riconosciuto da nessun altro organo federale né dalle Nazioni Unite, l’Australia adotta un vessillo formato da due bande orizzontali di colore giallo e verde, colori che rappresentano rispettivamente il sole e la terra, a tratti ancora vergine, del nuovissimo continente. Sono infatti questi i colori impressi sulla pelle dei Socceroos, che in Qatar hanno rappresentato per la quinta volta di fila il continente oceanico ai Mondiali.

Dal 2006 in poi, l’Australia non ha mai fallito l’obiettivo qualificazione. Il miglior risultato fu all’esordio, in Germania. Nessun italiano può dimenticare quel tardo pomeriggio di Kaiserslautern, l’espulsione di Materazzi e il rigore trasformato da Totti all’ultimo. L’ultima vittoria nei gironi risale a Sudafrica 2010 (2-1 con la Serbia), ma solo nella prima edizione i verdeoro hanno superato la fase eliminatoria.

Ma questa volta qualcosa è cambiato, l’Australia è arrivata agli ottavi superando un girone ” di ferro ”, dimostrando che, alla fine, tra i grandi ci sa stare. Arrivare secondi davanti a Tunisia e Danimarca è un qualcosa di straordinario, un motivo di immenso orgoglio. Vedere un popolo così lontano e spaiato riunirsi nei centro città per restare uniti e crederci è stato davvero da film.

IL PERCORSO

La qualificazione a Qatar 2022, è stata tutt’altro che semplice: sconfitta dal Giappone nel girone, l’Australia è dovuta volare già negli Emirati per lo spareggio decisivo col Perù, proveniente dal girone sudamericano. Partita terminata 0-0 al 120′ e decisa poi ai calci di rigore: ecco l’eroe che nessuno si aspetta, Andrew Redmayne. Il portiere australiano con una carriera altalenante trascorsa tra Brisbane, Melbourne e Sydney, para il rigore decisivo a Valera. Erano passati 1449 giorni da quando il Perù aveva eliminato i Socceroos ai gironi di Russia 2018. Si sa, la vendetta è un piatto che va servito freddo, gelido.

Sorteggiati nel girone con Tunisia, Francia e Danimarca, i favori del pronostico erano orientati per le ” due più forti ” (le due europee), ma gli australiani non si sono fatti intimorire. Sono stati capaci di mettere a segno due vittorie con Tunisia e Danimarca e di meritarsi il passaggio del turno. Il gol decisivo per l’approdo agli ottavi è stato di Leckie, attaccante del Melbourne City, diventato così l’eroe nazionale. Purtroppo, agli ottavi i Socceroos si sono ritrovati l’Argentina di Leo Messi (poi vincitrice del titolo) e  seppur nettamente più forte, ci hanno provato tanto da perdere con un solo gol di scarto, rischiando addirittura il 2-2 nel finale. Finisce così l’avventura degli uomini della terra dei canguri, stabilendo un nuovo record: si classificheranno 11esimi nella classifica finale.

 

LA ROSA

Definire la spedizione australiana in Qatar carente di figure di spicco non è per nulla sbagliato. L’allenatore australiano Arnold ha puntato sul punto più forte: la compattezza del reparto difensivo. A protezione della porta c’era Matthew Ryan, capitano e figura di spicco. Il pacchetto dei centrali difensivi non comprendeva grandi leader, e i nomi non sono di certo conosciuti: Bailey Colin Wright, Harry James Souttar, Milos Degenek, Thomas Deng. Vista l’idea di voler preferire un unico riferimento offensivo, il centrocampo è stato molto ricco: Aaron Mooy, mediano del Celtic; Ryan Mcree; il capitano del St Pauli Jackson Irvine; Cammy Devlin; il veronese Ajdin Hrustic; Keanu Baccus, sudafricano d’origine; l’ala del Melbourne City Matthew Leckie. Sulle ali troviamo Awer Bul Mabil del Midtjylland; Goodwin dell’Adelaide UnitedMartin Boyle, ala dell’Hibernian. Purtroppo resta l’amare in bocca per Cristian Volpato della Roma; infatti neanche le insistenti chiamate di mister Arnold hanno convinto l’italo-australiano a preferire la maglia verdeoro a quella azzurra. Tutti a sostegno dell’unica punta: Mitchell Duke, bomber di razza dei campionati asiatici. La prima alternativa è stata Jamie McLaren, goleador del Melbourne City. Infine Koul e Cummings, che hanno completato la rosa.

NON SMETTERE MAI DI SOGNARE

Era il 2006, l’Italia batteva l’Australia all’ultimo secondo, dall’altra parte del mondo un ragazzino di 15 anni, Leckie, si disperava per la sconfitta della sua Nazionale. Da quella partita sono passati ben 16 anni e quel ragazzino adesso è riuscito a portare la sua Australia agli ottavi di finale, compiendo un miracolo pazzesco. Che poi, Matthew nemmeno voleva giocarci a calcio. Nato e cresciuto a Melbourne, la sua famiglia gli trasmette la passione per il football australiano. Il suo sogno è fare il pilota di aerei. Ma il cambio di scuola a 11 anni stravolge la sua visione. Saranno proprio i suoi nuovi amici a convincerlo a giocare a calcio. Fino ai 18 anni gioca nelle squadrette di province prima di arrivare nella massima serie australiana con l’Adelaide.

Ci mette poco a diventare uno dei giovani fenomeni del campionato australiano, fino a spingersi in club come Borussia Monchengladbach o Herta Berlino. Fa la prima stagione tra seconda e prima squadra insieme a Ter Stegen con Favre in panchina. In Germania si trova a suo agio. Tornato a casa, quel bambino doveva realizzare il suo sogno: portare la sua Nazione tra le prime 16 al mondo. Detto, fatto. Mai smettere di sognare. 

 

Fonte immagine in evidenza: profilo IG Leckie

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

La UEFA non pubblica la Lista A della Roma sul proprio sito: i dettagli

Pubblicato

:

roma

In vista della fase ad eliminazione diretta dell’Europa League, la Roma ha puntualmente pubblicato la Lista A con i nomi dei calciatori utilizzabili nel corso della competizione, tra cui Nicolò Zaniolo. Tuttavia la UEFA non ha ancora pubblicato l’elenco dei giallorossi (e dell’Istanbul Basaksehir) sul proprio sito ufficiale, facendo chiarezza sulla questione tramite un comunicato.

Al suo interno viene riportato infatti che “i due club hanno accettato specifiche restrizioni sportive sui giocatori appena trasferiti, iscrivibili alla Lista A affinché possano partecipare alle competizioni UEFA per club. Le liste di AS Roma e Istanbul Basaksehir verranno dunque sottoposte a specifici controlli dell’Organo di Controllo Finanziario del Club, e fino ad allora la loro pubblicazione è rinviata“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Chelsea lascia fuori dalla lista UEFA quattro nuovi acquisti

Pubblicato

:

Chelsea

Dopo la grande campagna acquisti condotta nell’ultima sessione di mercato, il Chelsea ha stilato la nuova lista UEFA. I nuovi innesti dei Blues sono sette, mentre il regolamento prevede l’integrazione di soli tre calciatori.

Indubbiamente, mister Potter ha dovuto lasciare fuori ben quattro nuovi acquisti, che quindi non prenderanno parte ai match di Champions League del Chelsea. Joao FelixEnzo Fernandez e Mykhailo Mudryk sono stati inseriti in lista UEFA; gli esclusi di lusso, invece, sono Benoît Badiashile, Noni Madueke, Datro Fofana e Andrey Santos. Di seguito vi riportiamo la lista Champions del Chelsea.

Portieri: Kepa Arrizabalaga, Marcus Bettinelli, Edouard Mendy.

Difensori: Thiago Silva, Trevoh Chalobah, Ben Chilwell, Reece James, Kalidou Koulibaly, Cesar Azpilicueta, Marc Cucurella, Wesley Fofana.

Centrocampisti: Enzo Fernandez, N’Golo Kante, Mateo Kovacic, Christian Pulisic, Ruben Loftus-Cheek, Raheem Sterling, Mason Mount, Denis Zakaria, Hakim Ziyech, Conor Gallagher, Carney Chukwuemeka.

Attaccanti: Joao Felix, Mykhailo Mudryk, Kai Havertz.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

[VIDEO] Primo gol ufficiale per Ronaldo con la maglia dell’Al Nassr

Pubblicato

:

Sportitalia

Il momento tanto atteso da Cristiano Ronaldo e dai tifosi dell’Al Nassr è finalmente giunto. Il campione portoghese, nei minuti finali del match di Saudi Pro League contro l’Al Fateh, ha finalmente siglato la prima rete ufficiale con la maglia del club saudita. La rete è arrivata su calcio di rigore al minuto numero 93.

Nel corso del match, però, il cinque volte Pallone d’Oro ha sfiorato più volte il gol. Nel corso del primo tempo, prima ha commesso un errore da dentro l’area di rigore, poi ha colpito la traversa a pochi metri dalla porta. Sempre nella prima frazione di gioco, CR7 ha siglato una rete, ma il guardalinee gli ha negato la gioia della marcatura annullando il gol per fuorigioco. Per il primo Sium in terra saudita, i tifosi dell’Al Nassr hanno dovuto attendere fino al 93′.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Svelata la lista Champions dell’Inter: le scelte di Inzaghi

Pubblicato

:

Inter

L’Inter ha appena divulgato la sua lista Champions, che comprende tutti gli uomini convocabili per il proseguo della massima competizione a livello europeo. Il prossimo ostacolo si chiama Porto, e l’obiettivo interista resta quello del passaggio ai quarti.

I portieri saranno 24 Onana, 1 Handanovic, 21 Cordaz;

I difensori saranno 15 Acerbi, 32 Dimarco, 37 Skriniar, 36 Darmian, 95 Bastoni, 6 De Vrij, 2 Dumfries, 33 D’Ambrosio, 12 Bellanova, 46 Zanotti, 47 Fontanarosa.

I centrocampisti saranno 20 Calhanoglu, 23 Barella, 77 Brozovic, 22 Mkhitaryan, 8 Gosens, 14 Asllani, 5 Gagliardini.

Infine gli attaccanti saranno 9 Dzeko, 10 L. Martinez, 11 Correa, 90 Lukaku, 45 Carboni.

Questa la lista dei giocatori che andranno a portare avanti il sogno europeo di tutta la tifoseria nerazzurra.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969