Connect with us
Pagelle Mondiali - Croazia 8.5: si conferma sul podio

Calcio Internazionale

Pagelle Mondiali – Croazia 8.5: si conferma sul podio e chiude un ciclo

Pubblicato

:

pagelle croazia-marocco

I brasiliani d’Europa, estro decadente, talento pigro e ribelle, queste sono sempre state le caratteristiche del popolo balcanico nel calcio. Un talento spropositato rispetto alle vittorie raggiunte, dissipato da una testa fin troppo calda e da dissidi interni. I croati, dei sette popoli che componevano la Jugoslavia, sono stati gli unici capaci di domare ed imbrigliare la vena balcanica prima con la generazione d’oro degli anni ’90, ed ora con questa nuova generazione, ormai sulla via del tramonto. Infatti questo Mondiale in Qatar è stato l’ultimo per il più grande giocatore della storia della Croazia, Luka Modric, Pallone d’Oro nel 2018 e giocatore croato dell’anno ininterrottamente dal 2016. Il centrocampista zaratino ha onorato fino all’ultimo la sua nazionale, portandola ancora una volta sul podio mondiale.

PASSAGGIO CON BRIVIDO

La Croazia di Zlatko Dalic arriva alla fase a gironi di Qatar 2022 dopo la cocente delusione di Euro 2020, conclusosi agli ottavi di finale; e lo fa nel girone di ferro di questo Mondiale. Nel Gruppo F ci sono infatti: Croazia e Belgio, le due favorite per il passaggio del turno, e le due outsiders di lusso Marocco e Canada, in testa a due movimenti calcistici in ascesa. La fase a gironi infatti si conclude con un passaggio di turno con brivido per i balcanici, secondi dietro il sorprendente Marocco e ad un solo punto di vantaggio sul Belgio. Una fase a gironi strana, caratterizzata da due pareggi a reti bianche contro Marocco e Belgio e da una schiacciante vittoria per 4-1 contro il Canada fanalino di coda del girone. Un secondo posto anonimo, poi confermato dalla vittoria contro il Giappone, arrivata solo dopo i tiri di rigore.

Tutto sembra presagire una carneficina per il match dei quarti di finale contro il Brasile; invece i croati resistono per 90′ ai singhiozzanti attacchi verdeoro, grazie anche ad un immenso Livakovic, e reagiscono con forza all’1-0 di Neymar arrivato alla fine del primo tempo supplementare. Una vittoria perfezionata ai rigori, trionfo della resilienza, della tenuta mentale contro l’emotività dei brasiliani che, dopo il pareggio di Petkovic quasi allo scadere, si presentano sul dischetto come dei condannati a morte. Una prestazione simbolo del Mondiale croato, per nulla scalfita dalla successiva sconfitta contro i futuri campioni dell’Argentina e sublimata dalla vittoria nella finalina contro il Marocco che è valsa agli scaccati il terzo posto al Mondiale di Qatar 2022.

PROMOSSI E BOCCIATI

La Croazia edizione 2022 è stata una squadra corale, dove in pochi hanno spiccato, soprattutto in attacco. Da 10 in pagella il centrocampo, ormai eccellenza del calcio mondiale e probabilmente fra i più forti del torneo. Il trio Modric-Brozovic-Kovacic ha capacità tecniche e mentali fuori dal comune, ed ha fornito alla propria nazionale capacità di palleggio e ritmo di gioco; è proprio a centrocampo infatti che gli uomini di Dalic hanno vinto la partita contro il Brasile, nella sfida fra Modric e Casemiro vinta in modo schiacciante dal capitano croato. Menzione d’onore poi per la più lieta sorpresa di questo Mondiale: Josko Gvardiol. Il difensore del Red Bull Lipsia ha fin dalla prima partita conquistato tutti grazie alle sue eroiche prestazioni al centro della difesa e alla sua immagine da irriducibile difensore mascherato, e adesso si prepara ad essere uno dei gioielli più ambiti delle prossime sessioni di mercato.

Eccellenti poi anche le prestazioni dei compagni del compagno di reparto Lovren; di Ivan Perisic, il migliore degli attaccanti croati; e del portiere Livakovic, provvidenziale con numerosi salvataggi contro il Brasile. Sufficienza poi per le tre punte Petkovic, Kramaric e Budimir che, quando chiamati in causa, hanno dato il loro contributo senza quel plus che avrebbe forse cambiato il torneo croato. Unico vero e proprio bocciato è infine il terzino Borna Sosa, arrivato in Qatar con grandi aspettative sulle spalle, poi puntualmente disattese con un Mondiale a dir poco altalenante.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Marsiglia-Psg 2-1, Malinovskyi elimina i parigini

Pubblicato

:

ESCLUSIVA

Si è conclusa pochi minuti fa Marsiglia-Psg, partita valevole per gli ottavi di finale di Coppa di Francia.

L’incontro è terminato con la clamorosa eliminazione dei parigini, sconfitti dalla squadra allenata da Igor Tudor per 2-1. Decisivo il gol di Malinovskyi che, con un sinistro potentissimo da fuori area, ha trafitto Gianluigi Donnarumma. Buona solo per le statistiche la rete siglata da Sergio Ramos, realizzata con un colpo di testa sugli sviluppi di calcio d’angolo. Ennesima delusione stagionale, dunque per Messi e compagni, che hanno visto svanire un grande obiettivo stagionale.

Tutte le attenzioni della società ora sono inevitabilmente rivolte alla doppia sfida di Champions League contro il Bayern Monaco.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Leeds sfiora l’impresa: Manchester United fermato sul 2-2

Pubblicato

:

Per dare l’esatta dimensione della prestazione offerta dal Leeds questa sera contro gli storici rivali del Manchester United, occorre menzionare un paio di statistiche. In questa stagione di Premier League, tra le mura di Old Trafford, i Red Devils hanno costruito un fortino pressoché inespugnabile. Nove vittorie, un pareggio ed una sola sconfitta, contro il Brighton al debutto stagionale, in cui Ten Hag è riuscito a raccogliere scalpi di lusso come quelli di Arsenal Manchester City, uniche squadre che precedono De Gea e soci in classifica.

Fatte le doverose premesse, il match è stato all’insegna dell’intensità (come spesso e volentieri capita nel campionato inglese), a discapito tuttavia della qualità tecnica in alcune fasi della gara. Una gara che Willy Gnonto ha azzannato dopo neanche un minuto, portando in vantaggio i suoi con una rasoiata all’angolino capace di ammutolire il Teatro dei Sogni, non nuovo tuttavia ad assistere a delle rimonte da parte dei propri beniamini (basti pensare al rocambolesco derby contro il City). Lo United non si è infatti perso d’animo, creando occasioni da gol a ripetizione per tutto il primo tempo, di cui una clamorosa con Garnacho, senza riuscire però a trovare il meritato pareggio. L’aggressività del Leeds ha dato nuovamente i suoi frutti a inizio ripresa, grazie a una sfortunata deviazione di Varane nella propria porta, in quella che poteva essere una vera e propria pietra tombale sulla partita.

Sotto di due gol è emersa dunque la notevole personalità che il tecnico olandese ha saputo imprimere alla propria squadra, la stessa che appena un anno fa, di fronte alle prime di difficoltà, si squagliava come neve al sole. A suggellare la rimonta nel giro di 8 minuti ci hanno pensato Rashford, sempre più leader e trascinatore, e Sancho, tornato al gol per la prima volta da settembre.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Benfica prova a blindare Grimaldo: due big di Serie A sullo spagnolo

Pubblicato

:

Uno dei pezzi più pregiati del Benfica di Roger Schmidt è Alejandro Grimaldo, che a quasi 28 anni sta disputando forse la miglior stagione della propria carriera. Il contratto che lega il terzino spagnolo alle Aquile tuttavia scadrà alla fine di giugno 2023, ed è ragionevole pensare che il club lusitano, come riportato da Record, voglia impedirgli di lasciare Lisbona a parametro zero facendogli firmare un rinnovo. Il mancino di Grimaldo ha infatti attirato le attenzioni di diversi top club europei, tra cui Inter e Juventus: quest’ultima, suo malgrado, ne ha ammirato da vicino il valore nelle due partite dei gironi di Champions League.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

UFFICIALE – Diego Alves è un nuovo giocatore del Celta Vigo

Pubblicato

:

Celta Vigo

Nel corso degli anni si erano un po’ perse le tracce di Diego Alves, portiere brasiliano classe ’85, il cui contratto col Flamengo, con cui ha alzato per ben due volte la Copa Libertadores, è recentemente scaduto. Ne ha dunque approfittato il Celta Vigo, in cerca di un guardiano esperto che possa prendere il posto del titolare Augustin Marchesin, infortunatosi al tendine d’Achille. L’ex carioca giocherà coi galiziani fino al termine della stagione, avendo firmato un contratto destinato a scadere a giugno 2023.

In Spagna Alves ha trascorso i suoi anni migliori, indossando le maglie di Almeria prima e Valencia poi. Soprattutto con i Murcielagos si è consacrato come un vero e proprio stregone degli 11 metri; pur non essendo mai stato uno dei primissimi portieri al mondo, egli ha infatti parato ben 28 rigori nel corso della propria carriera. Numeri spaventosi, specie se consideriamo che 3 di queste conclusioni erano di un certo Cristiano Ronaldo

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969