Connect with us
Pagelle Mondiali - Marocco 8: Amrabat è una diga, Ziyech incanta

Calcio Internazionale

Pagelle Mondiali – Marocco 8: Amrabat è una diga, Ziyech incanta

Pubblicato

:

Pronostico Croazia-Marocco

Il Marocco di Regragui è senza dubbio la più bella favola che ci ha regalato Qatar 2022. La classica figura dell’underdog, che contro ogni pronostico va più avanti nella sua avventura ben più di quanto si potesse anche solo immaginare. Più e più volte è stato dato per spacciato contro i colossi del calcio mondiale, ma che qualcosa di magico stesse accadendo lo si doveva intuire già dal girone: classificarsi come primi in un gruppo nel quale ci sono Croazia e Belgio, facendo tornare a casa questi ultimi, è più di un indizio.

Regragui ha costruito una squadra sulla traccia di un 4-3-3 compatto, solido e roccioso con un’ovvia propensione a coprirsi, ma che appena il pallone veniva riconquistato ha potuto contare sulla qualità di alcuni suoi fenomenali interpreti come Hakimi, Ziyech e Ounahi, la sorpresa nella sorpresa. Il Marocco è riuscito ad esprimere una qualità e una fluidità nella manovra seconda a poche squadre nel corso della manifestazione iridata, che è riuscita a conquistare le simpatie di tutti coloro che nel corso del torneo si sono ritrovati di volta in volta costretti a dover rimanere senza nazionale da tifare.

TUTTI CON IL MAROCCO

Una sorta di Atalanta in versione Mondiale: come i bergamaschi potevano contare sul tifo di tutta l’Italia nel corso delle sue campagne in Champions League, così il Marocco ha avuto il sostegno di mezzo pianeta vedendola scontrarsi contro Spagna, Portogallo e Francia, facendo esplodere di gioia i tifosi presenti allo stadio o sui divani di casa per ogni parata decisiva di Bounou, per ogni accelerazione bruciante di Hakimi, per ogni carezza al pallone data da Ziyech o per ogni clangore sollevato dai contrasti di Amrabat.

La voglia e lo spirito di questo Marocco sono fotografati dal capitano Saiss, che nella semifinale contro la Francia è sceso in campo quasi zoppo per un infortunio rimediato nel corso della spedizione qatariota, ma che non ha voluto abbandonare i suoi compagni nella partita più importante della storia della sua nazionale. E poco importa se è stato costretto ad uscire dopo un quarto d’ora circa, la dimostrazione alla squadra è stata d’impatto. E infatti se è vero che contro i Bleus è arrivata la sconfitta che ha messo fine al già meraviglioso sogno che stavano vivendo in Maghreb, la prestazione offerta da Ounahi e compagni è stata di altissimo livello, e ci sentiamo di dire che almeno un gol contro gli allora Campioni del Mondo in carica lo avrebbero meritato.

Proprio Ounahi è il giocatore che più si è messo in risalto in questo Mondiale, tanto che da semisconosciuto centrocampista dell’Angers è adesso sui taccuini dei migliori club d’Europa. Qualità, quantità, intensità: tutto ciò che serve per affermarsi a livelli altissimi. A soli 22 anni.

A livelli altissimi come il suo compagno di reparto Amrabat, che invece almeno in Italia conosciamo bene. Non lo si era mai visto esprimersi in questo modo, forse solo nel suo periodo migliore al Verona. Ma l’Amrabat della Fiorentina non è nemmeno lontano parente di quello visto con la maglia del Marocco. Se è solo una questione di stimoli, fate in modo che ne abbia perché è stato uno spettacolo vederlo giganteggiare contro De Bryune, Bernardo Silva e Busquets.

LE PAGELLE MONDIALI DEL MAROCCO

Il percorso del Marocco sarebbe da 8.5, ma il mezzo voto in meno è per la finalina persa contro la Croazia, nella quale qualche scelta di Regragui sulla formazione ha fatto storcere il naso.

Ma si tratta di cercare il pelo nell’uovo, perché la storia, il Marocco, l’ha scritta per davvero.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Cessione di Dumfries ormai improbabile: chance contro la Cremonese?

Pubblicato

:

Dumfries

Denzel Dumfries, esterno destro dell’Inter, rimane in partenza, tuttavia la dirigenza nerazzurra cederà l’olandese solo nella prossima sessione di mercato. Infatti, stando a quanto riporta La Gazzetta dello Sport, è molto improbabile una sua partenza in questa finestra di mercato. Il giocatore, pur essendo richiesto da ChelseaManchester United Newcastle, non ha ricevuto offerte ufficiali e per questo resterà, con ogni probabilità, a Milano. Complice di questa mancanza di richieste sono le alte pretese della dirigenza nerazzurra, che non accetta offerte inferiori ai 50 milioni di euro per il calciatore.

Proprio per questo, è sempre più possibile una chance da titolare contro la Cremonese stasera. Lui che scenderebbe in campo dal 1′ per la prima volta in questo 2023. Un’occasione importante per rilanciarsi nelle gerarchie di Inzaghi e per far vedere anche alle sue pretendenti di che pasta è fatto.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Chi è Dario Osorio, il 2004 che incanta l’Europa

Pubblicato

:

Osorio

CHI E’ DARIO OSORIO, IL 2004 CHE INCANTA L’EUROPA –  Dario Osorio si appresta a diventare uno dei baby fenomeni del calcio europeo.

Darío Esteban Osorio è un calciatore cileno nato a Hijuelas il 4 gennaio del 2004. E’ un attaccante dell’Universidad de Chile e della nazionale cilena. Cresciuto nel settore giovanile dell’Universidad de Chile, debutta in prima squadra il 21 febbraio 2022 in occasione dell’incontro di Primera Division perso per 3-2 contro il Nublense. Dopo un paio di apparizioni da titolare trova la sua prima rete in campionato il 27 marzo 2022, nell’incontro vinto per 2-0 ai danni dell’Union Espanola. Le grandi qualità tecniche e tattiche mostrate in squadra attirano le attenzioni, su di lui, da parte della nazionale cilena. In primis gioca con l’Under-20 e Under-23, prima di passare, il 10 giungo 2022, in nazionale maggiore, disputando l’incontro perso per 0-2 contro la Tunisia, valido per la Kirin Cup. In totale, in nazionale maggiore, vanta ben 3 presenze senza alcun gol all’attivo. Grazie ai suoi 184 cm di altezza è bravo nel dribbling e nell’uno contro uno: grazie a queste caratteristiche arriva facilmente presso l’area avversaria calciando con molta facilità verso la porta.

IL SUO INIZIO DI STAGIONE

Attualmente il campionato cileno è appena iniziato: nella prima giornata l’Universidad de Chile ha perso, il match casalingo, per 3-1 contro l’Huachipato. Nel match inaugurale il gioiellino di Hijuelas non è stato convocato. Stanotte, invece, andrà in scena la seconda partita, dove la squadra di Dario Osorio affronterà l’Union Espanola. Quest’ultima squadra porta molti ricordi al classe 2004, visto che il cileno ha trovato il primo gol in campionato proprio contro di loro. Stando alle ultime notizie che arrivano dal Cile, l’allenatore Mauricio Pellegrino dovrebbe lanciarlo da titolare.  Nonostante la giovane età, Osorio, nel gennaio del 2023 è stato incluso da Patricio Ormazabal nella rosa della nazionale Under-20 cilena partecipante al campionato sudamericano di categoria in Colombia.

L’EUROPA SI MUOVE PER DARIO OSORIO

Negli ultimi giorni il giocatore è finito sotto la lente di ingrandimento dei dirigenti del Milan, pronti ad acquistarlo a titolo definitivo. Oltre all’interesse dei rossoneri, il giocatore ha degli estimatori anche in Premier, soprattutto sponda Aston Villa.

La situazione è da monitore con molta attenzione ma, sicuramente, nei prossimi anni tutti sentiranno parlare di Dario Osorio.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Bellingham sulla tracce dello United, il ds del Dortmund smentisce

Pubblicato

:

Bellingham

Che Jude Bellingham, nel giro di poco tempo, sarebbe finito nel mirino delle big europee lo si sapeva già da molto. Il 19enne inglese, dopo uno strepitoso Mondiale disputato in Qatar, si è preso le redini del centrocampo del Borussia Dortmund dimostrando di avere delle doti tecniche fuori dal normale. Nel mercato di gennaio, come riporta Tuttomercatoweb, il nativo di Stourbridge sarebbe finito sulle tracce del Manchester United, pronto a fare follie pur di assicurarsi il gioiellino inglese. 

A tal proposito il direttore sportivo del Borussia Dortmund, Sebastian Kehl, ha parlato di questo possibile trasferimento. Di seguito le sue parole

SU BELLINGHAM – “Dal punto di vista sportivo, sarei più che felice se il ragazzo restasse a lungo con noi. Tuttavia, non posso prevedere come si svilupperà la situazione fra pochi mesi. Al momento non abbiamo parlato di lui. Il ragazzo è totalmente concentrato sul Dortmund”. 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La Rassegna Social – Richarlison chiede la maglia di Lucas Moura

Pubblicato

:

rassegna social

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969