Connect with us

La nostra prima pagina

Napoli-Empoli 2-0, le pagelle: Lozano e Zielinski decisivi, male Luperto e Raspadori

Pubblicato

:

Napoli

Continua a vincere il Napoli che, trascinato ancora da Osimhen, batte l’Empoli 2-0. Una gara bloccata soprattutto nel primo tempo, con gli ospiti compatti nella propria metà campo e pronti a ripartire. Spalletti, vista la serata poco convincente dei suoi, ridisegna la formazione nel secondo tempo e la risolve con i cambi. Prima, grazie al solito opportunismo di Osimhen che causa un rigore, Lozano sblocca il match dagli undici metri. Nel finale, con l’Empoli rimasto in dieci dopo l’espulsione di Luperto, Zielinski chiude la pratica con un sinistro di prima intenzione che fulmina Vicario. Il Napoli dunque continua a vincere e vola sempre più in alto, primo in classifica.

LE PAGELLE DEL NAPOLI

Meret 6: Voto d’ufficio per il portiere azzurro, praticamente mai impegnato.

Di Lorenzo 6.5: Solita prestazione generosa del capitano del Napoli, prezioso sia nella fase offensiva che in quella difensiva.

Ostigard 6: Si fa sempre trovare pronto quando serve, ed anche stasera offre una buona prestazione.

Kim 6: Dominante come accaduto spesso finora, allontana qualsiasi pericolo mosso dall’Empoli.

Mario Rui 6: Altra partita di livello per il portoghese rigenerato da Spalletti. Presenza costante quando si tratta di crossare e attento quando deve difendere.

Anguissa 6: Quantità e fisicità a centrocampo, lotta su ogni pallone avendo la meglio sugli avversari.

Lobotka 6.5: Il faro del centrocampo azzurro. Anche stasera impeccabile nel dettare i ritmi e distribuire il gioco.(Dal 90′ Demme SV)

Ndombele 6: Buona presenza in mezzo al campo e qualche spunto interessante. (Dal 64′ Zielinski 7: Grande impatto dalla panchina. Prima ci prova dalla distanza e poi mette il sigillo sui tre punti con il gol del 2-0)

Politano 6.5: Con Di Lorenzo mette a ferro e fuoco l’out di destra, creando costantemente pericolo. (Dal 64′ Elmas 6: Entra e con il suo dinamismo aumenta la pericolosità del Napoli.)

Osimhen 6.5: Meno appariscente rispetto al solito, ma comunque decisivo. Si dà molto da fare su tutto il fronte offensivo, causa il rigore decisivo e l’espulsione di Luperto. (Dal 90′ Simeone SV)

Raspadori 5.5: Giornata no per l’ex Sassuolo, troppo timido quando punta l’area avversaria e troppo impreciso sotto porta, dove grazia Vicario al tramonto del primo tempo. (Dal 64′ Lozano 7: Entra dalla panchina ed incide subito sul match. Si prende la responsabilità di battere il rigore e lo trasforma, col brivido, regalando i tre punti ai suoi. Nel finale serve anche l’assist a Zielinski in occasione del raddoppio)

LE PAGELLE DELL’EMPOLI

Vicario 6: Qualche brivido, ma in generale poco impegnato. Sul rigore di Lozano ci arriva, ma non riesce a respingere. Incolpevole sul gol di Zielinski.

Stojanovic 6: Tanta corsa e sacrificio gli valgono la sufficienza. Peccato per le troppe imprecisioni palla al piede.

Ismajili 6.5: Sempre sulle tracce di Osimhen, lotta con il nigeriano e tiene in piedi la difesa toscana.

Luperto 5: Nella linea difensiva è quello più in difficolta, nel secondo tempo la difficoltà culmina con l’espulsione.

Parisi 6.5: Riesce, almeno in parte, nell’arduo compito di arginare le iniziative della catena di destra del Napoli. Si rende anche abbastanza propositivo in fase offensivo.

Haas 6: Si limita a mantenere la posizione, senza strafare. (Dal 59′ Akpa Akpro 6: Riesce a dare freschezza alla squadra, prima dell’inevitabile calo.)

Marin 5: La sua ingenuità risulta fatale ad un Empoli in partita fino al momento dello svantaggio. (Dall’85’ Ekong SV)

Bandinelli 5.5: Non riesce ad entrare bene in partita, risultando troppo confusionario in mezzo al campo.(Dal 73′ Grassi SV)

Baldanzi 6: Affronta la gara con personalità, sacrificandosi quando serve e provando a far male con i suoi strappi. (Dal 73′ Henderson SV )

Bajrami 6: Vittima della grande densità messa a centrocampo dalla squadra di Spalletti nel primo tempo, nella ripresa si riaccende e guida le azioni offensive dell’Empoli.

Satriano 5.5: Ingabbiato dalla coppia di centrali partenopea non ha mai la possibilità di incidere, prova ad abbassarsi provando a dare fastidio senza successo. (Dal 59′ Lammers 6: Penalizzato dall’inferiorità numerica, ci prova, ma visti i pochi palloni a disposizione, riesce a fare poco.)

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Southgate: “Attaccheremo dal 1′, sappiamo di avere le qualità per vincere”

Pubblicato

:

Inghilterra

Gareth Southgate, ct dell’Inghilterra, ha parlato alla vigilia del match Inghilterra-Francia, valevole per i quarti di Qatar 2022.

Il commissario tecnico dell’Inghilterra sta dimostrando le sue capacità mantenendo la nazionale dei Tre Leoni sempre al top nelle competizioni che contano. Dopo la finale di Euro2020, persa con l’Italia ai rigori, è il turno dei quarti di finale di Qatar 2022 contro la Francia di Deschamps.

Parlando a ITV, l’allenatore ex Middlesbrough ha annunciato che la sua squadra sarà combattiva: Non ha senso scendere in campo in partite come queste e coprirsi. Crediamo di poter causare problemi con il nostro gioco e lo faremo”.

Poi ha parlato dell’esperienza accumulata ormai dai suoi giocatori: “Abbiamo avuto tante di quelle notti importanti e sappiamo che in questa fase le partite sono equilibrate ma sappiamo anche di avere le qualità per vincere“.

L’unico dubbio di formazione è Raheem Sterling per la partita di domani e lo stesso Southgate ha spiegato le possibilità di vederlo domani negli 11: Lo valuteremo, ha perso molto allenamento dovendo tornare in Inghilterra per stare accanto alla famiglia. Non credo sia pronto per domani ma vedremo“.

Continua a leggere

Flash News

Santos: “Ronaldo non ha mai voluto lasciare il Portogallo”

Pubblicato

:

Portogallo

Il CT del Portogallo, Fernando Santos, ha parlato dell’esclusione di CR7 dai primi 11 della scorsa partita.

Il tecnico è intervenuto per fare chiarezza sui rumors creati dall’esclusione di Cristiano Ronaldo avvenuta nella partita contro la Svizzera.

Queste le parole del CT: “Non mi ha mai detto di voler lasciare il ritiro del Portogallo. Non me l’ha mai detto. Guardate il suo atteggiamento. Ha festeggiato i goal con i suoi compagni di squadra, ha ringraziato i tifosi.”

L’allenatore lusitano ha poi approfondito l’argomento del pre partita: “Prima della partita ho avuto un colloquio con Ronaldo. Abbiamo parlato della nostra squadra e gli ho detto che sarebbe partito dalla panchina. Non era contento, giustamente, ma è stata una conversazione normale in cui ci siamo scambiati i nostri punti di vista. Essendo il capitano è ovvio che vuole giocare, non era felice ma non ha mai voluto lasciare il ritiro del Portogallo.” 

 

Continua a leggere

La nostra prima pagina

Fiorentina, le pagelle autunnali: terza ed ultima parte

Fiorentina: la terza ed ultima parte delle pagelle di metà stagione. A voi il giudizio e le considerazioni sui nostri voti

Pubblicato

:

pagelle Fiorentina

Siamo alla fine di queste pagelle autunnali sulla Fiorentina. Dopo la prima parte dedicata ai portieri ed ai difensori, la seconda ai centrocampisti ed agli attaccanti, oggi tocca ad allenatore, Società e Proprietà. Allora cominciamo subito.

Cliccate qui per leggere le pagelle, della prima parte di stagione, sui portieri e difensori della Fiorentina

Cliccate qui per leggere le pagelle, della prima parte di stagione, sui centrocampisti e gli attaccanti della Fiorentina

Italiano 6: dopo il preliminare di Conference League superato ai danni del Twente, la squadra paga il suo rigido dogmatismo in fatto di gioco e modulo. Da uomo intelligente quale è, ha però il merito di aver cambiato idea e di aver modificato le sue convinzioni in base alle caratteristiche dei giocatori a disposizione. E, vi assicuriamo, che tra gli allenatori non è consuetudine un atteggiamento del genere! Figliol Prodigo.

Pradè 5,5: siamo sicuri che si prenda tante colpe che in realtà sono di Barone. Un po’ di coraggio in più a difendere le proprie idee, quindi, non guasterebbe. Incompreso.

Barone 5: il vero deus ex machina della Fiorentina. Per i soldi spesi in questi anni dalla Società, forse si poteva fare meglio. Autoritario.

Commisso 6,5: è vero che se un dirigente sbaglia e lo si mantiene al proprio posto la colpa è “quasi sempre” del padrone. Ma più che metterci i soldi, stare vicino alla squadra, nonostante uno stato di salute non perfetto, portare avanti nobili battaglie nello sporco mondo del calcio (seppur attraverso metodologie un pochino opinabili) cosa potrebbe fare? Affettuoso.

Continua a leggere

Flash News

L’ex Fred: “Vorrei l’Argentina in semifinale e vedere Messi piangere”

Pubblicato

:

Frederico Chaves Guedes, meglio noto come Fred, ha espresso il suo parere e i suoi desideri riguardanti il proseguimento del torneo che si sta spingendo ormai verso la fase più calda.

L’ex attaccante della Seleçao si è espresso così ai microfoni della versione brasiliana di Espn:”Non vedo l’ora che si giochi Brasile-Argentina, voglio questa come semifinale dei Mondiali.E vi dirò di più. Voglio il caos, le risse, le giocate irriverenti di Neymar e Messi che scoppia in lacrime”. 

Chi è amante del calcio condivide sicuramente questo spirito che non vede l’ora di gioire per le sfide più grandi della storia di questo sport.

I vari accoppiamenti che potrebbero capitare hanno tutti una storia particolare e vedrebbero alcuni tra i top 5 giocatori della storia recente a confronto.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969