Connect with us
Tracollo Genoa, Juve rimandata, Milan da Diez e lode - Il pagellone della Serie A 21/22

Generico

Tracollo Genoa, Juve rimandata, Milan da Diez e lode – Il pagellone della Serie A 21/22

Pubblicato

:

Milan

La stagione 2021-22 è stata una delle più emozionanti di sempre, tanti verdetti ancora in bilico fino all’ultimo minuto hanno incollato gli appassionati allo schermo nell’ultimo weekend. Con la vittoria dello scudetto del Milan e la memorabile salvezza della Salernitana si è conclusa anche questa stagione di calcio ed è tempo di dare i voti alle 20 squadre che hanno partecipato al torneo: ecco il pagellone della Serie A 2021/2022!

1) GENOA

Apre il pagellone di Serie A il Genoa retrocesso. I nuovi proprietari non sono stati in grado di formare una squadra all’altezza della categoria. I numerosi cambi in panchina da Ballardini a Blessin, passando per Schevcenko, sono stati sicuramente una delle cause della retrocessione del Genoa. Retrocessione sicuramente meritata ma il Genoa farà di tutto per uscire dall’inferno della Serie B.

2) VENEZIA E CAGLIARI

Al secondo posto le altre due squadre retrocesse. Ad inizio anno i lagunari venivano dati per spacciati, e infatti così è stato. Il calcio proposto da Zanetti prima e Soncin poi non merita altro che l’ultimo posto. Il Cagliari è la grande sprecona di questa stagione, in questo campionato ha sempre oscillato nel baratro senza mai dare l’impressione di potersi salvare. Il pareggio nella partita che avrebbe potuto salvare il Cagliari all’ultima giornata, contro un Venezia già retrocesso, è stata la pietra tombale sulle speranze dei sardi di salvarsi.

3) SAMPDORIA

La terza posizione della Sampdoria è data dalle aspettative che si avevano ad inizio stagione quando è stato annunciato Caputo come centravanti insieme a Quagliarella. La sfortuna di non aver avuto Damsgaard per la maggior parte della stagione ha sicuramente inciso nelle speranze di una posizione migliore in classifica.

4) ATALANTA

Anno sfortunato per la Dea che si vede, per la prima volta da diverse stagioni, fuori dall’Europa. I tanti giocatori infortunati, da Zapata a Gosens passando per Pessina, hanno sicuramente influito alle speranze europee dell’Atalanta. Come gioco questa volta non ci siamo, l’Atalanta per larghi tratti della stagione non si è mai dimostrata imbattibile. Un progetto solido come quello della famiglia Percassi non deve mai essere sottovalutato dato che rappresentano una piccola gemma nel calcio nostrano.

5) JUVENTUS, UDINESE E BOLOGNA

Fa strano trovare in questa posizione la Juventus nonostante la qualificazione in Champions League ottenuta con alcune giornate d’anticipo. La squadra di Allegri però si è trovata orfana di Ronaldo poco prima della chiusura del mercato e questo ha inciso non poco sulla prima parte di stagione. Dopo l’arrivo di Vlahovic e i vari capitomboli di Milan, Inter e Napoli hanno dato ai tifosi bianconeri la speranza di poter competere per il tricolore, ma senza riuscirci. Dall’anno prossimo sicuramente ci saranno dei cambiamenti e forse si potrà vedere la vera Juventus di Max Allegri. Per l’Udinese è stato un anno molto particolare, la scelta di esonerare Gotti è sembrata discutibile, ma comunque Cioffi è riuscito a proseguire il lavoro dell’ex tecnico dei friulani. Su tutti Molina e Deulofeu hanno giovato dal nuovo allenatore che sembra già promesso sposo del Verona. Per il Bologna è stata una stagione difficile, il ritorno della malattia di Mihajlovic ha impattato sulla squadra, che però si è caricata chiudendo con una vittoria il campionato e terminando al tredicesimo posto in classifica. Il migliore è stato sicuramente Arnautovic autore di 14 gol in stagione alla veneranda età di 33 anni.

6) SPEZIA, SASSUOLO, ROMA, TORINO E LAZIO

Lo Spezia ha iniziato nel peggiore dei modi la stagione per via del blocco del mercato in entrata ma è riuscita lo stesso a guadagnarsi una salvezza più che meritata. Degne di nota sono le vittorie contro Napoli e Milan, entrambe al di fuori delle mura domestiche. Il Sassuolo è stata la squadra che più ha stupito per qualità di giovani lanciati in prima squadra, Traorè e Scamacca si sono finalmente mostrati al grande pubblico. Berardi vero mattatore di stagione che merita una grande piazza. Roma e Lazio hanno avuto entrambe alcuni cali durante la stagione ma sono riuscite lo stesso a centrare l’Europa in un anno dove la concorrenza era serrata. Dalla vicenda Sarri-Luis Alberto al 6-1 del Bodo Glimt contro la Roma, entrambe le squadre della capitale dovranno fare di più l’anno prossimo. Il Torino grazie a Juric conquista una salvezza tranquilla e senza sbavature, su tutti le prestazioni di Brekalo e Singo si sono rivelate fondamentali.

7) VERONA E EMPOLI

Dopo non essere partito nel migliore dei modi, il Verona, si è reso protagonista di una stagione importante. Decisivo è stato il cambio di panchina da Di Francesco a Tudor che ha rivitalizzato l’ambiente e soprattutto ha rilanciato definitivamente Giovanni Simeone. L’Empoli è la vera outsider di questo campionato, da neopromossa si è rivelata una gran squadra capace di rubare punti anche alle grandi, Juventus e Napoli su tutte, complimenti ad Andreazzoli.

8) NAPOLI, FIORENTINA E SALERNITANA

Dopo la mancata qualificazione in Champions l’anno prima, il Napoli pur spendendo 0 in questa stagione si è ritagliata il suo posto in questo campionato. Per più volte è stata in vetta al campionato ma gli inciampi contro le “piccole” hanno costato caro ai partenopei. La strada dettata da Spalletti è però quella giusta. Per la Fiorentina è stato l’anno della rivelazione, aver ceduto Vlahovic a metà anno sembrava un azzardo ma ha ripagato. L’esplosione di Nico Gonzalez nelle ultime giornate ha consentito alla Fiorentina di qualificarsi in Europa dopo oltre 5 anni. La Salernitana è stata la squadra che non ha mai mollato, dal cambio di presidenza in poi non ha perso un colpo e si è meritata la salvezza grazie al mister Nicola e alle intuizioni di Sabatini. Cagliari e Venezia prendano esempio.

9) INTER

Gli addii di Conte, Lukaku e Hakimi sono stati dei fulmini a ciel sereno per la squadra campione uscente, ma gli innesti che il Presidente Zhang ha apportato sono notevoli. Da Dzeko a Dumfries tutti hanno dato il loro apporto. Peccato per la sconfitta contro il Bologna che ha spento le speranze di vittoria dello scudetto. La prestazione in campionato non deve però passare in secondo piano: l’Inter era sì la favorita con la Juve prima dell’inizio della stagione, ma ha saputo superare un momento di difficoltà sopraggiunto con l’anno nuovo. Applausi.

10) MILAN

Il pagellone della Serie A lo completa il Milan. La vera protagonista di questo campionato, una squadra che non si è mai data per vinta, ma che anzi ha sempre dato del filo da torcere a tutte le avversarie. Nonostante gli addii di Donnarumma e Chalanoglu a parametro zero il Milan si è saputo riprendere ingaggiando un super portiere come Maignan che si è rivelato fondamentale nelle partite che contavano davvero. Il gran campionato di Leao, premiato come MVP dell’anno, è il frutto di un gran lavoro da parte di Maldini e Gazidis che hanno assemblato una squadra giovane ma con tanta voglia di stupire. Ibrahimovic e Giroud si sono dimostrati l’arma in più per personalità e carisma nello spogliatoio. Scudetto meritatissimo per la squadra di Pioli che ha tutti i motivi per essere ottimista in vista del futuro.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Klopp: “Chiedo scusa: dobbiamo reagire subito!”

Pubblicato

:

Klopp

Jurgen Klopp, nel post-partita del match giocato contro il Wolverhampton, ha analizzato la partita sorprendentemente negativa della sua squadra. La sconfitta è maturata dopo un 3-0 roboante e con due gol segnati nel primo quarto d’ora. Il Liverpool ora è decimo a 13 punti dal quarto posto e ha subito la terza sconfitta nelle ultime tre trasferte di Premier League. Queste le parole di Klopp:

“Chiedo scusa ai tifosi. Non riesco a spiegarmi come abbiamo fatto a giocare così male, soprattutto nei primi quindici minuti quando siamo stati orribili. Dobbiamo solo lavorare per cambiare questo trend e uscire da questo periodo negativo”.

Continua a leggere

Flash News

Brutte notizie per Inzaghi: infortunio in allenamento in casa Inter!

Pubblicato

:

Inter

Simone Inzaghi è costretto a fare i conti con una perdita abbastanza importante in vista del derby di Milano. L’allenatore dell’Inter, infatti, non avrà a disposizione Correa, che ha accusato un risentimento muscolare al flessore della coscia destra.

Continua a leggere

Calciomercato

Rinnovo Lazio-Romero, frenata nella trattativa: il motivo

Pubblicato

:

Luka Romero in gol

In casa Lazio Il Messaggero parla di malumore per una vicenda legata ai rinnovi contrattuali programmati. Uno tra questi è quello di Luka Romero, gioiellino dei biancocelesti che sta scalando le gerarchie di Sarri ma non sta ricevendo il minutaggio che vorrebbe.

SUL RINNOVO

Infatti, l’accordo per il rinnovo era stato trovato, la firma era quasi certa. Poi la brusca frenata di Romero, deluso dallo scarso impiego. Non sappiamo per quanto possa ancora slittare la firma, in quanto si arriverebbe ad un punto in cui il potere contrattuale sarà quasi pari a 0 e si rischia di perdere un giovane di prospettiva senza incasso.

La richiesta per l’ingaggio e per la firma subito è di 800 mila euro a stagione, cifra che Lotito non vorrebbe investire, soprattutto alla luce dell’accordo già trovato a cifre inferiori. Ma Romero non ci sta, vuole essere più considerato da Sarri, e al momento è tutto bloccato.

Continua a leggere

Generico

Nessun aumento di capitale fino al 2025 per la Juventus

Pubblicato

:

Tifosi bianconeri

Come è noto, sono giorni difficilissimi in casa Juventus. I risultati sul campo latitano, l’unica gioia in Coppa Italia, e e la situazione societaria, se vogliamo, è messa ancora peggio. Dopo i 15 punti revocati, i bianconeri temono nuove sanzioni, ma bisogna comunque rispondere sul campo e restare concentrati. Nel frattempo in casa Juve si analizza anche il capitale da investire.

Come riporta Tuttosport, nelle scorse ore la Juventus ha diffuso il documento che spiega come fino al termine della stagione 2024-2025 non siano previsti ulteriori aumenti di capitale. Piove sul bagnato a via Druento.

 

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969