Connect with us
Pagellone girone d'andata - Inter 5: difesa irriconoscibile, Lukaku dove sei?

I Nostri Approfondimenti

Pagellone girone d’andata – Inter 5: difesa irriconoscibile, Lukaku dove sei?

Pubblicato

:

La classifica, per loro fortuna, non è cattiva come sarebbe potuta esser in qualunque altro momento e in ogni qualsivoglia campionato diverso da quello di quest’anno, ma la prima parte della stagione 2022-23 dell’Inter non può esser definita positiva. Trentasette punti, nove in meno dei quarantasei dello scorso anno, quando comunque non riuscirono ad ottenere lo scudetto. Con questi punti un anno fa sarebbero stati quinti. La stagione in corso li mette invece al terzo posto, ma con un distacco notevole dalla capolista. Perché se l’obiettivo è ancora lo scudetto, il Napoli già dista tredici lunghezze: in sostanza per riprendere in classifica i partenopei, Inzaghi & Co. devono vincere cinque partite di fila, nelle quali puntualmente gli azzurri escono sconfitti.

LUKAKU E DZEKO AGLI ANTIPODI

Utopia per una società come l’Inter che invece puntava a dominare un campionato nel quale ha dimostrato di essere in grande difficoltà.
L’arrivo di Asllani serviva per compensare l’assenza (eventuale) di Brozovic, ma quando il croato è mancato, il mister ha preferito riadattare Calhanoglu, schierando più basso anche Mkhitaryan. Romelu Lukaku, da grande ritorno quale doveva essere, ha fallito miseramente, costando l’arrivo di Paulo Dybala, che si è poi accasato alla Roma, ma soprattutto costringendo Edin Dzeko a risvegliarsi per esigenze chiare e lampanti.

AAA DIFESA CERCASI

In diciannove partite la squadra lombarda non solo prende venticinque gol, che la classificano come dodicesima difesa del nostro campionato, ma ha persino perso sei incontri, praticamente una gara ogni tre disputate. Le uniche sconfitte inaccettabili sono quelle arrivate contro Udinese e Empoli, ma ha perso anche scontri diretti contro Roma, Lazio, Milan e Juventus.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I Nostri Approfondimenti

Serie A, i cinque migliori gol del mese di gennaio 2023

Pubblicato

:

Uno dei più grandi dibattiti della storia della filosofia ha riguardato il bello. Diversi pensatori e scrittori, a partire da Platone fino ad arrivare a Nietzsche, hanno elaborato teorie e formulato ipotesi sull’argomento. L’interrogativo principale riguardava l’oggettività della bellezza: il bello può essere ritenuto oggettivo oppure ognuno di noi lo percepisce a suo modo?

La risposta, ancora oggi, non ce l’abbiamo. Alcuni sostenevano che fosse una caratteristica già presente negli oggetti presi in considerazione, altri che, senza un soggetto in grado di giudicare, il concetto di bellezza fosse svuotato di significato. È chiaro, però, che quando si tratta di gol, non si possa essere assolutamente oggettivi.

La risposta alla domanda estetica difficilmente si potrà estrapolare da questo testo, ma senza dubbio i cinque gol più belli del mese di gennaio in Serie A saranno una valida alternativa. Le perle arrivano tutte dalle ultime due giornate, come se fosse stato necessario un po’ di tempo prima di riprendere le buone abitudini dopo lo stop per il Mondiale.

5°: ALEKSEJ MIRANCHUK (0-1 vs FIORENTINA)

L’incrocio è molto importante per sgusciare via dalla parte centrale della classifica e avvicinarsi alla zona Europa. Fiorentina e Torino partono entrambe da 24 pt, ma sono i granata a scamparla grazie alla perla di Aleksej Miranchuk. Stagione non fortunatissima per il fantasista russo, in prestito dall’Atalanta.

Il suo gol al Franchi, però, è la dimostrazione del suo importante talento. Controllo con il destro al limite dell’area, pallone sistemato sul mancino e depositato in rete con una semplicità non scontata. Terracciano può solo accompagnare con lo sguardo la sfera, che termina la sua corsa in porta. Gol decisivo, perché di fatto apre e chiude l’incontro.

4°: VICTOR OSIMHEN (1-0 vs ROMA)

Ne ha segnati talmente tanti quest’anno, che era inevitabile che qualcuno uscisse anche particolarmente bene. Non è il primo che rientra nella classifica dei più belli del mese e, se dovesse continuare così, non sarà nemmeno l’ultimo. Il suo strapotere fisico, coadiuvato quest’anno da un netto miglioramento tecnico, gli permettono di trovare gol di altissima caratura.

Contro la Roma, in particolare, si esalta. Già all’andata una sua sassata aveva deciso l’incontro. Il ritorno ha deciso di aprirlo così dopo 17′. Azione perfetta, assist al bacio del solito Kvara e poi c’è il gioco di prestigio: controllo di petto, poi di coscia e missile che Rui Patricio neanche vede partire. La potenza surreale della conclusione sembra dovuta a una mossa speciale stile Inazuma Eleven.

3°: ARKADIUSZ MILIK (2-1 vs ATALANTA)

Arrivato per fare il vice-Vlahovic, si è preso la scena in uno dei periodi più difficili della storia recente della Juventus. Arkadiusz Milik incarna perfettamente cosa voglia dire fare l’attaccante ai giorni nostri. Presenza fisica, intelligenza e quel pizzico di furbizia che serve ad anticipare il difensore meno agile.

L’azione per il gol del 2-1 sull’Atalanta è davvero molto bella: Di Maria di tacco per Fagioli, a cui bastano un tocco e uno sguardo per sentire che la sua punta arriverà su quel pallone messo in mezzo. È proprio così: zampata vincente di Milik di controbalzo, che regala il momentaneo vantaggio ai bianconeri. Un gol importante, pesante, ma anche di pregevole fattura. Non sarà affascinante come un sinistro a giro da fuori area, ma chi conosce il calcio sa apprezzare l’importanza di questo gesto.

2°: DIVOCK ORIGI (2-5 vs SASSUOLO)

Da un periodo difficile a uno tenebroso. Nietzsche torna ancora una volta: la vita è caratterizzata da uno spirito di luce e ordinatore (apollineo) e da uno molto più oscuro e imprevedibile (dionisiaco). Il Milan, dopo aver imboccato negli ultimi tre anni la strada tracciata da Apollo, ha iniziato il suo 2023 sotto l’ombra di Dioniso.

Fin dal suo arrivo in rossonero, Divock Origi non è mai riuscito a trovare la luce, se non per un gran destro contro il Monza, in una partita già praticamente chiusa. Stesso discorso anche in questo caso, ma a parti invertite. Il secondo gol al Milan del belga è servito solo per le statistiche e, magari, per dare un po’ di fiducia a un giocatore che sembra essersi perso.

Un colpaccio da fuori area, con tre avversari davanti. Il bacio alla traversa rende il tutto più spettacolare, anche se serve a poco nel computo finale.

1°: DAVID OKEREKE (1-0 vs INTER)

Se il gol di Origi era valido per il secondo posto, quello di David Okereke non può che vincere questa classifica. Se la Cremonese si è regalata qualche speranza di giocarsela con l’Inter, lo deve soprattutto a questa giocata spaziale dell’attaccante nigeriano.

Controllo orientato per liberarsi dell’avversario e girarsi verso la porta è tutto ciò che gli serve per pescare il jolly. Onana prova a volare sul palo lontano, ma qualcuno dall’alto ha voluto che quel pallone finisse proprio all’interno della rete. Nonostante questo shock iniziale, l’Inter ha poi ripreso terreno e vinto la partita, ma la magia di Okereke vince il premio di miglior gol di gennaio 2023.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Archiviato il caso Greenwood: l’inglese è stato assolto dalle accuse di violenza

Pubblicato

:

Manchester United Greenwood

Dopo un anno di indagini, il caso di Mason Greenwood è stato archiviato. La forza di polizia territoriale inglese responsabile del mantenimento dell’ordine pubblico nella Grande Manchester, e il Crown Prosecution Service, istituzione statale che funge da pubblico ministero, hanno annunciato l’interruzione di tutti i procedimenti penali nei confronti del classe 2001. A riportare la notizia è il Daily Mail.

LA NOTIZIA SU GREENWOOD

Greenwood ha giocato il suo ultimo match con la maglia del Manchester United più di un anno fa, il 22 gennaio 2022. Circa una settimana dopo, il 30 gennaio, avveniva l’arresto dell’inglese. Il giocatore doveva essere processato con l’accusa di tentato stupro, aggressione e controllo coercitivo nei confronti della sua ex fidanzata, Harriet Robson. La polizia ha però confermato oggi che il CPS ha fatto decadere tutte le accusa contro Mason Greenwood.

Il sovrintendente capo Michaela Kerr, capo della protezione pubblica della Greater Manchester Police, ha dichiarato: “Data la significativa copertura mediatica di questo caso, è giusto condividere la notizia che l’uomo di 21 anni che era stato arrestato e accusato in relazione a un’indagine aperta nel gennaio 2022, non affronterà più procedimenti penali in relazione a queste accuse”.

“Vorrei, tuttavia, sfruttare questa opportunità per ribadire l’impegno della GMP nell’indagare sulle accuse di violenza contro donne e ragazze. Inoltre, vorrei sostenere le persone colpite, indipendentemente dalle loro circostanze, durante quello che può essere un momento difficile e sconvolgente per loro. Un numero sempre crescente di agenti sta ricevendo una formazione specialistica e si stanno utilizzando in modo più coerente gli strumenti, disponibili tramite il sistema di giustizia penale, per mantenere le persone al sicuro e prendersi cura delle vittime“, ha concluso.

Cresciuto nelle giovanili del Manchester United, Greenwood ha giocato 129 partite in prima squadra, mettendo a segno 35 reti. Ora i numeri della sua carriera possono tornare ad aggiornarsi. Resta da capire quando Ten Hag e la dirigenza reintegreranno la stellina inglese, fermo da tanto tempo e con la condizione ovviamente da ritrovare.

 

Continua a leggere

I Nostri Approfondimenti

Dove vedere Roma-Empoli in tv e streaming

Pubblicato

:

Dove vedere Roma-Empoli in tv e streaming

DOVE VEDERE ROMA-EMPOLI IN TV E STREAMING – Il secondo match della 21ª giornata di Serie A vede sfidarsi la Roma di José Mourinho e l’Empoli di Paolo Zanetti. Questa partita potrebbe regalare la prima sorpresa del prossimo turno di campionato?

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE  

La Roma, appena eliminata dalla Cremonese ai quarti di Coppa Italia, vuole subito rifarsi in campionato; sabato, 4 febbraio alle ore 18:00, allo stadio Olimpico, arriva l’Empoli di Zanetti, reduce dal 2-2 interno contro il Torino, maturato, dopo aver controllato la partita sul 2-0 fino all’82’.

I giallorossi invece, nell’ultimo turno di campionato, si sono dovuti arrendere al Napoli, subendo il gol del 2-1 all’86’. Malgrado la sconfitta, la squadra di Mourinho rimane, comunque, aggrappata al treno Champions League con il quarto posto, attualmente occupato dall’Atalanta, a un solo punto di distanza.

I toscani si trovano al 10° posto a quota 26 punti, in una zona tranquilla di classifica: il Verona, attualmente 18° in classifica e quindi in zona retrocessione, dista ben tredici lunghezze dagli azzurri. Ottima prima parte di campionato, quindi, per l’Empoli, che può dire la sua anche nella bagarre per il settimo posto, che (in caso di vittoria della Coppa Italia di una delle prime sei in classifica) varrebbe un posto in Conference League. Attualmente la distanza dall’Udinese, settima, è di soli tre punti.

DOVE VEDERE ROMA-EMPOLI IN TV E STREAMING

Roma-Empoli sarà trasmessa in diretta e in esclusiva su DAZN. La partita potrà essere visionata solo da chi ha un account DAZN e da chi disponga di Android TV, Apple TV, Google Chromecast, Smart TV, TIMVISION Box. Inoltre il contenuto, sempre per chi è in possesso di abbonamento, è visibile su Amazon Fire TV, Amazon Fire TV Stick, Playstation 5, Playstation 4 Pro, Xbox One, One S, Xbox One X, Xbox Series X | S.

PROBABILI FORMAZIONI ROMA-EMPOLI

Roma (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Celik, Cristante, Matic, Zalewski;  Pellegrini, Dybala; Abraham.  All. José Mourinho.

Empoli (4-3-1-2): Vicario; Ebuehi, De Winter, Luperto, Parisi; Akpa Akpro, Marin, Bandinelli; Baldanzi; Satriano, Caputo.  All. Paolo Zanetti.

Continua a leggere

Coppa Italia

Pronostico Juventus-Lazio, statistiche e consigli per la partita

Pubblicato

:

PRONOSTICO JUVENTUS-LAZIO – Il tabellone delle semifinali di Coppa Italia 2022/23 si sta delineando sempre di più: da una parte ci sarà Fiorentina-Cremonese; dall’altra, invece, all’Inter toccherà la vincente tra Juventus e Lazio. Stasera, alle ore 21, le due compagini si scontreranno all’Allianz Stadium per la conquista di un posto tra le migliori quattro. Analizziamo nel dettaglio statistiche e pronostico di Juventus-Lazio, ultimo quarto finale della Coppa Italia 2022/23.

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

La Juventus sta attraversando un periodo tutt’altro che semplice, sia dentro che fuori dal campo. L’ultimo match disputato ha complicato ulteriormente il percorso dei bianconeri, che si sono dovuti arrendere 2-0 contro il Monza. Non possono certamente essere soddisfatti del tredicesimo posto in classifica e, con la qualificazione in Champions League che sembra un lontano miraggio, la Coppa Italia rappresenta il vero grande obiettivo della Vecchia Signora.

La Lazio, bloccata sull’1-1 dalla Fiorentina nell’ultimo turno di campionato, attualmente si trova al terzo posto con soli due punti in meno rispetto all’Inter. La stagione della Lazio fino ad ora è stata molto altalenante, ma un’eventuale qualificazione alle semifinali di Coppa Italia rappresenterebbe una tappa molto importante del processo di crescita della formazione di mister Sarri.

JUVENTUS-LAZIO: I PRECEDENTI IN COPPA ITALIA

Nel complesso Juventus e Lazio si sono affrontate 24 volte in Coppa Italia. Il computo totale recita nove vittorie per la Juventus, sette pareggi e otto vittorie per la Lazio.

Due degli ultimi tre confronti sono stati nella Finale della competizione, sempre vinta dalla Juventus, nel 2015 e nel 2017. Juventus e Lazio si sono affrontate già due volte ai quarti di finale di Coppa Italia: nella prima occasione a spuntarla è stata la squadra biancoceleste (nella stagione 1999/2000, 4-4 tra andata e ritorno) e nella seconda hanno prevalso i bianconeri (1-0 nel 2016).

L’ultima vittoria della Juventus in casa contro la Lazio in Coppa Italia risale al 13 gennaio 2000: 3-2 proprio nei quarti di finale. Infine, la Juventus ha perso solo una delle ultime 16 sfide in casa contro i biancocelesti in tutte le competizioni: 1-2 il 14 ottobre 2017 in Serie A.

PRONOSTICO JUVENTUS-LAZIO

Nonostante il momento complicato la Juventus, secondo i bookmakers, è la favorita per il passaggio del turno. Il segno 1 è infatti quotato a 2.05, con il pareggio che raggiunge quota 3.30. L’eventuale successo della Lazio è bancato a 3.50.

Quota molto interessante anche per quanto riguarda l’opzione Goal, che oscilla tra 1.85 e 1.90. Infine, la possibilità che il primo tempo si possa chiudere in parità è quotata a 2.10.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969