Connect with us

Flash News

Palermo a Manchester, parla Brunori: “Haaland straordinario, innamorato della 9”

Pubblicato

:

Palermo

Il Palermo ha speso gli ultimi giorni in Inghilterra. Nessuna gita o uscita di gruppo: la matricola siciliana, entrata da poco a far parte del City Football Group, ha approfittato della sosta per le gare internazionali per allenarsi in casa del Manchester City. Per i ragazzi di mister Eugenio Corini si è trattata di una grandissima opportunità, non solo per il blasone del club ospitante, ma perché esperienze del genere non possono far altro che bene. La possibilità avuta di utilizzare gli impianti dei Campioni d’Inghilterra, anni luce avanti rispetto ad un qualsiasi centro sportivo italiano, deve essere un motivo per responsabilizzarsi e provare ad alzare l’asticella.

Lo sa bene Matteo Brunori, tornato al Palermo a titolo definitivo dopo una straordinaria stagione 2021/22. Il classe ’94, intervistato da StadioNews.it, ha parlato dei giorni spesi con i compagni nel Regno Unito:

“È stata un’esperienza bellissima, siamo grati per aver avuto questa opportunità. Sicuramente abbiamo lavorato molto bene durante la settimana, facendo anche doppie sedute. E come dico spesso, ora è il momento di portare in campo quanto fatto. Personalmente sono felice, mi sento bene. Voglio dare il mio contributo, aiutarla: ci saranno momenti difficili, ma dobbiamo superarli con la consapevolezza nei nostri mezzi”.

rosanero hanno concluso la breve esperienza a Manchester con un allenamento congiunto con il Nottingham Forest. Brunori e compagni sono usciti vittoriosi dalla partitella contro il club appena tornato in Premier League: decisiva la rete di Edoardo Soleri a firmare l’1-0 finale. In merito all’amichevole di prestigio disputata, l’ex Juventus ha proseguito:

“L’amichevole con il Nottingham? Sicuramente serviva per chiudere una settimana importante di allenamento, bisognava scendere in campo con l’atteggiamento giusto perché anche le amichevoli nascondono insidie. Ma siamo scesi bene in campo, siamo contenti. Ci portiamo a casa tante cose. Per un ragazzo arrivare qua e giocare in questi campi è incredibile, un sogno, abbiamo avuto una grande opportunità e abbiamo cercato di sfruttare tutto ciò che ci è stato messo a disposizione per lavorare. Ci portiamo dietro un sogno… un sogno che speriamo di raggiungere tutti insieme, lavorando duramente. Il Palermo? Ho messo sempre questo club prima di tutto, anche questa estate. Sono partito in viaggio di nozze pensando solo di tornare a Palermo. E ora non vedo l’ora di tornare in città”.”.

Brunori si è reso protagonista di una foto che lo ritrae seduto all’interno dello spogliatoio del Manchester City, nel posto solitamente riservato ad Erling Haaland:

“Io sotto la maglia di Haaland? Giustamente si scherzava sedendoci ognuno al posto del proprio idolo, mi sentivo di mettermi là perché sono innamorato del numero 9. Lui è un giocatore straordinario, è stato bello entrare in quello spogliatoio. Questi sono campioni, tutti noi li vediamo come idoli. In passato mi piaceva Kakà e il suo modo di giocare (e un po’ per il tifo per il Milan). Era un mio grande idolo”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Roma, Mourinho ‘in pressing’ su Pinto: “Servono rinforzi”

Pubblicato

:

Mourinho

L’inverno della Roma si preannuncia più gelido che mai; i parametri del Fair-Play finanziario, con cui il club giallorosso deve fare i conti in sede di calciomercato, rischiano di tarpare le ali ai progetti di Mourinho, a cui non basta l’arrivo del solo Solbakken per ritenersi soddisfatto.

Sfumata anche la pista Mudryk infatti, la prospettiva di chiudere il mercato di gennaio senza ulteriori rinforzi diventa più che concreta, dovendo inoltre gestire il caso di un Karsdorp praticamente già con le valigie in mano.

Dal ritiro giapponese che ospita la Roma durante la pausa dovuta ai Mondiali, lo Special One ha dunque fatto trapelare la propria insoddisfazione: “Il club non ha la forza di andare ad acquistare elementi come i top player della Premier League. Acquistare un giapponese? Soltanto se costa poco“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Forlan: “Mi spiace che l’Italia non sia in Qatar”

Pubblicato

:

Forlan

In un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello SportDiego Forlan, vecchia conoscenza del nostro calcio con la maglia dell’Inter e mattatore assoluto del Mondiale sudafricano del 2010, in cui vinse il premio di miglior giocatore del torneo, ha commentato la seconda assenza consecutiva degli Azzurri dalla rassegna iridata: “Sembra davvero assurdo che la nazionale campione d’Europa non partecipi ai Mondiali, eppure è così, e mi dispiace molto. Capisco cosa stiate provando, del resto anche l’Uruguay non si qualificò ai Mondiali del 1994 e del 1998″.

El Cachavacha, come lo soprannominano in patria, rimane ottimista per quanto riguarda il futuro del calcio italiano: “In Italia i giocatori forti non mancano, dunque resto convinto che al prossimo Mondiale ci sarete“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Arsenal, è fatta per Mudryk: offerta da 45 milioni

Pubblicato

:

Mudryk

Anche in tempi tutt’altro che felici come quelli attuali, l’Ucraina calcistica ha intravisto un tenue raggio di sole nella bionda figura di Mykhaylo Mudryk, talentuoso esterno d’attacco classe 2001, protagonista di un ottimo avvio di stagione con lo Shaktar Donetsk, club in cui si è formato a livello giovanile e che si è trovato per le mani una vera e propria pepita d’oro.

Secondo quanto riportato dal Sunday Mirror, sono serviti infatti ben 45 milioni (più bonus) all’Arsenal per aggiudicarsi il promettente ucraino, battendo la concorrenza di varie squadre italiane, Roma su tutte. La squadra di Arteta dunque aggiunge un altro pezzo pregiato alla propria folta batteria di “ragazzini terribili” che sta mettendo a ferro e fuoco la Premier League, che al momento vede i Gunners al primo posto solitario.

A Londra inoltre, Mudryk condividerebbe lo spogliatoio con il proprio connazionale Zinchenko.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Belgio-Marocco, le formazioni ufficiali: Martinez conferma il tridente

Pubblicato

:

Batshuayi

Ci avviciniamo sempre di più a un match che non solo si preannuncia sfiziosissimo, ma che potrebbe anche rivelarsi già decisivo per le sorti del girone F. BelgioMarocco scenderanno dunque in campo con obiettivi differenti, con i primi intenti a mantenere il primo posto nel girone, ottenuto dopo la soffertissima vittoria ai danni del Canada, mentre i nordafricani, autori di una buona prestazione nel pareggio a reti bianche contro la Croazia, sono pronti a dare filo da torcere anche alla squadra di Martinez.

Quest’ultimo ha riconfermato pressoché nella sua totalità la formazione vittoriosa nel debutto contro i nordamericani. Confermata dunque l’assenza di Lukaku (sostituito egregiamente da Batshuayi, match-winner contro i canadesi), che il ct dei Diavoli Rossi punta a recuperare in vista del big match contro i croati, vicecampioni del mondo in carica.

Stesso discorso applicabile alla squadra di Regragui.

Belgio (3-4-2-1): Courtois; Castagne, Alderweireld, Vertonghen; Meunier, Witsel, Onana, T. Hazard; De Bruyne, E. Hazard; Batshuayi. Ct. Martinez.

Marocco (4-3-3): Bounou; Hakimi, Aguerd, Saiss, Mazraoui; Ounahi, Amrabat, Amallah; Ziyech, En-Nesyri, Boufal. Ct. Regragui.

Arbitro: Ramos (Messico)

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969