Dove trovarci

Verso Parma-Milan: tre statistiche interessanti per lo sviluppo del match

L’anticipo di domani pomeriggio tra Milan e Parma è una partita fondamentale per entrambe le squadre. I rossoneri sono obbligati a fare punti per allontanarsi dall’agguato della Juve; i crociati si trovano invece in una situazione di classifica che li obbliga a fare risultato anche con le grandi per tentare l’impresa salvezza.

Vediamo ora tre statistiche interessanti delle due squadre dalle quali è possibile dedurre alcune chiavi tattiche della sfida valida per la 30esima giornata di Serie A.

I CALCI PIAZZATI

I calci piazzati rappresentano uno dei modi più comuni di segnare: rigori, punizioni e calci d’angolo sono, infatti, armi che possono far svoltare una partita.

Il Milan in questa Serie A è la terza squadra per gol fatti su calci piazzati (11), mentre il Parma è la prima per reti concesse da palle inattive. Una grande occasione, dunque, per la squadra meneghina in quanto dotata di ottimi saltatori quali Ibrahimovic, Kjaer, Tomori e Theo Hernandez ma anche degli ottimi battitori come Calhanoglu, Tonali e Bennacer.

Fonte foto: profilo Twitter Zlatan Ibrahimovic

Dovrà stare attenta la squadra di D’Aversa, che proprio durante l’ultimo turno di campionato, pareggiato per 2-2 in casa del Benevento, ha subìto entrambi i gol proprio sugli sviluppi di un calcio da fermo.

I CROSS

Quando si ha a disposizione una prima punta come Zlatan Ibrahimovic non si può fare a meno di cercarlo in area di rigore. I suoi 195 centimetri lo rendono una grande minaccia aerea e per questo motivo la squadra di Pioli si affida spesso a lui.

Il Diavolo” è infatti terzo nella speciale classifica di questo campionato riferita al numero di cross a partita (19), mentre il Parma, abituato a difendere stretto, è la squadra che ne concede di più (23) insieme al Benevento. Una statistica interessante, che induce a pensare a due protagonisti indiscussi: proprio l’11 rossonero e Theo Hernandez.

Fonte foto: profilo Twitter Theo Hernandez

Il terzino francese, che dovrà farsi perdonare il grave errore di sabato scorso, con un cross potrebbe infatti offrire una preziosa assistenza per la torre svedese.

GOL NEL SECONDO TEMPO

Una delle principali certezze del Milan di questa stagione è che non molla mai. In diverse gare di Serie A la squadra rossonera ha trovato la via del gol durante gli ultimi minuti, a differenza del Parma, che invece ne subisce oltre il 60% durante il 2° tempo.

I ragazzi di Pioli hanno, infatti, segnato il 50% dei gol totali durante i primi e gli ultimi 15′ del secondo tempo, proprio quando il Parma ne subisce di più (24). I gialloblù sono soliti iniziare bene la partita, salvo poi perdersi dal 45° in poi.

Juraj Kucka, l’ex della sfida. Fonte foto: profilo Twitter Parma Calcio

Un altro aspetto che potrebbe risultare determinante nel match in programma domani alle ore 18:00 allo stadio “Ennio Tardini“.

fonte immagine di copertina: sito ufficiale acmilan

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Generico