Connect with us
Pagellone girone d'andata - Hellas Verona 0: debacle totale

La nostra prima pagina

Pagellone girone d’andata – Hellas Verona 0: debacle totale

Pubblicato

:

Verona

Spesso quando una squadra va male e rischia di scendere in Serie B ci si interroga sui motivi della debacle. Si parte con un’analisi indirizzata al lavoro dell’allenatore, fino ad arrivare a tesi e antitesi sulla costruzione della squadra. Questa volta è difficile non comprendere con facilità il motivo per cui il Verona ha smesso di stupire: il giochino di vendere e comprare a cifre simili può funzionare se il calciomercato è svolto con cognizione di causa, ma così non è stato. Si sbaglia in principio, quando Tudor, come fu per Juric, sceglie di lasciare perché gli scaligeri non permettono alla propria piazza di sognare.

MERCATO FALLIMENTARE

La società, piuttosto che mettere in panchina un tecnico verace, come i precedenti, magari improntato anche alla difesa a tre, che ha permesso ai gialloblu di crescere e ha fatto le fortune del Verona in passato, sceglie Cioffi. Buon profilo, per carità di Dio, ma inesperto e inadatto a ciò che il convento metteva a disposizione. Più azzeccata la scelta ricaduta poi sul duo Bocchetti-Zaffaroni, fortemente voluti dalla squadra e focalizzati su un sistema tattico Tudoriano piuttosto che all’albero di natale o al classico 4-3-3. Ma, tolto il cruccio della scelta tecnica, il calciomercato è stato un fallimento annunciato: Simeone e Caprari (dai quali la società incasserà 28 milioni totali) sono stati sostituiti dal buon centravanti tascabile Thomas Henry, reduce dalla retrocessione di Venezia, e dallo svincolato Djuric.
Antonin Barak, valutato tredici milioni e ceduto alla Fiorentina, che nella scorsa stagione completava il trio delle meraviglie, uno dei più prolifici d’Europa, è stato rimpiazzato con il ventiseienne Hrustic, pagato 500 mila euro. E ancora, la partenza di Zaccagni, che era già andato via ma che è stato pagato quest’estate, ha portato all’arrivo di Simone Verdi in prestito. Dopo aver perso negli anni scorsi Kumbulla e Rrhamani, quest’anno è stata la volta di Casale, che però è stato camabiato con Juan Cabal, ventunenne dell’Atletico Nacional. Un fallimento in piena regola, ampiamente preannunciato, che ha portato il Verona a collezionare solamente dodici punti. In proiezione, di questo passo, chiuderebbe con ventiquattro, gli stessi che ha collezionato lo scorso anno nel solo girone d’andata e sei in meno di quanti totalizzati in diciannove giornate due anni fa.

VOTO: ZERO

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Ilic arrivato a Torino: domani le visite mediche

Pubblicato

:

Torino

Ivan Ilic è arrivato a Torino: il nuovo acquisto dei granata ha raggiunto il capoluogo piemontese e nelle prossime ore firmerà il contratto con il club di Urbano Cairo, dopo l’incontro che ha convinto l’entourage del giocatore serbo.

Il Torino ha battuto la concorrenza del Marsiglia aumentando la propria offerta a circa 14 milioni di euro, circa il 25 per cento in più rispetto alla proposta avanzata in precedenza.

L’ex giocatore dell’Hellas Verona dovrebbe effettuare le visite mediche nella giornata di domani, prima della firma del contratto.

Continua a leggere

Flash News

Nicola felice: “Abbiamo dato continuità difensiva alla prova col Napoli”

Pubblicato

:

Nicola

Al termine della sfida contro il Lecce, è intervenuto ai microfoni di DAZN il mister Nicola. Dopo la sconfitta nell’ultima giornata di campionato contro il Napoli, i campani portano a casa 3 punti importanti per la zona salvezza. Ecco le parole del mister.

VITTORIA – Abbiamo trovato ciò che stavamo cercando. Abbiamo modificato qualcosa a livello tattico, incontrando due squadre come Napoli e Lecce che hanno qualità diverse ma lo stesso modo di stare in campo. Abbiamo dato continuità difensiva alla prova col Napoli e siamo stati pericolosi quando potevamo in avanti. Mi è piaciuto lo spirito dei ragazzi. Bravi anche i nuovi arrivati, che si sono integrati con grande umiltà. Per noi questa partita rientra nelle partite del nostro campionato, una di quelle che ci possono permettere di raggiungere la salvezza”.

BOULAYE DIA – Ha fatto una partita straordinaria in un ruolo che conosce bene e interpreta anche meglio. È abile a diventare seconda punta e a sacrificarsi. Ma noi viviamo in un contesto in cui è difficile non sacrificarsi, nessuno può non farlo. Non possiamo permetterci di fare partite in cui non mettiamo il nostro DNA e non ci sacrifichiamo come squadra”. 

TROOST-EKONG – Io sì perché lo conosco, l’ho allenato a Udine. Ci ha dato personalità, prestanza fisica, capacità di guidare la difesa. È anche un aiuto vocale, in campo c’è anche quello che è un deterrente per l’avversario. Noi rispettiamo sempre le qualità degli avversari, in questo campionato va fatto. Ma allo stesso tempo vogliamo dimostrare di poter essere competitivi con tutti. Stasera ci siamo riusciti e abbiamo dato continuità alla prestazione col Napoli”.

Continua a leggere

Flash News

Giroud spera di tornare al gol: non è stato mai a secco per 6 gare di fila!

Pubblicato

:

Giroud

Uno dei problemi che sta affliggendo il Milan nella difficile ripresa della stagione dopo la pausa per i Mondiali è anche dato dallo scarso rendimento di Olivier Giroud, rientrato non al massimo della condizione dopo la trasferta in Qatar. L’attaccante francese, autore di 5 gol in questo campionato, non segna infatti dalla partita contro lo Spezia del 5 novembre ed è a secco da ben 410 minuti.

I tifosi del Milan si augurano che il Sassuolo, contro cui il 22 maggio scorso Giroud ha realizzato una doppietta a Reggio Emilia nella partita che ha portato lo Scudetto ai rossoneri, possa far riaccendere la fiamma del gol al proprio centravanti, che finora nella sua esperienza in Serie A non è mai rimasto a secco di gol per sei giornate consecutive. Il suo digiuno va avanti da avanti da cinque partite, perciò i tifosi del Diavolo si augurano possa sbloccarsi nel lunch match di domenica.

Continua a leggere

Flash News

Baroni fa il punto: “Abbiamo sbagliato, ma nessun dramma”

Pubblicato

:

Baroni

Intervenuto a DAZN dopo la sconfitta casalinga contro la Salernitana, l’allenatore del Lecce Marco Baroni ha analizzato la situazione della sua squadra:

ERRORI –  “Dobbiamo sempre ringraziare i tifosi a fine partita, sono molto importanti. In questa gara i ragazzi hanno dato tutto, ma abbiamo commesso degli errori che in questo momento ci penalizzano. Le partite si complicano se vengono compiute delle leggerezze, ma la squadra ha dato tutto. Andare sotto contro una squadra che si abbassa molto rende tutto più difficile, anche se nel primo tempo abbiamo avuto diverse occasioni. Non facciamo drammi e rimettiamoci sotto a lavorare“.

LEGGEREZZA – “Le opportunità le abbiamo create, ma non è facile attaccare una squadra molto bassa, messa in campo con il 4-5-1, spesso anche a cinque dietro. Bisogna sfruttare le occasioni che si riescono ad avere: la squadra ha fatto bene dal punto di vista della volontà, ma ci sono state alcune situazioni di leggerezza. Da questo punto di vista c’è da lavorare, però lo sappiamo.

PRESTAZIONE – “Non pensavamo di aver fatto niente e ora nella stessa maniera bisogna ritrovare entusiasmo e serenità per rimettersi a lavorare a testa bassa, dato che siamo un gruppo giovane. Sono sempre molto attento alla prestazione e la prestazione la squadra l’ha centrata. Loro sono stati molto bravi a fare una partita difensiva, mentre noi non abbiamo sfruttato le occasioni“.

COLOMBO – “Si è mosso bene. Dato che è un attaccante tutti si aspettano il gol e in un paio di situazioni avrebbe potuto trovarlo, con più lucidità. Non voglio analizzare il singolo: siamo andati sotto 2-0 e non abbiamo perso la testa, accorciando subito le distanze e facendo poi la partita nella metà campo avversaria. Ci è mancata la giocata individuale per risolvere partite di questo tipo“.

MALEH – “Ha preso una distorsione, ma fatto anche lui una buona partita. Ora ci sarà tempo per analizzare tutto con questo gruppo giovane.

COMPLIMENTI – “Dispiace perché era uno scontro diretto e ci tenevamo molto, ma ci abbiamo provato. Complimenti alla Salernitana, che ha fatto una partita difensivamente molto attenta“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969