Connect with us
Perugia-SPAL 0-0, le pagelle del match: brilla Santoro, Finotto non incide mai

Flash News

Perugia-SPAL 0-0, le pagelle del match: brilla Santoro, Finotto non incide mai

Pubblicato

:

De Rossi

La partita Perugia-SPAL, valida per la 16ª giornata del campionato di Serie B e giocata allo stadio Renato Curi, si è conclusacon un pareggio a reti bianche. Ricordiamo che entrambe le squadre si trovano nella zona calda della classifica. Il Perugia è ultimo ma con 4 risultati utili positivi dopo questo match e nel prossimo turno sarà di scena a Cagliari. La SPAL, dopo 3 sconfitte consecutive, si accontenta di un punto. De Rossi evita la quarta sconfitta che avrebbe potuto dire panchina a rischio, ma settimana prossima gli serve un risultato buono in casa contro l’Ascoli.

PRIMO TEMPO

Nel primo tempo si è notato il peso dei 3 punti in palio, con entrambe le squadre molto chiuse e attendiste. Il pallino del gioco, per lo più, è stato in mano agli ospiti i quali, però, non sono mai riusciti ad incidere. Nelle statistiche della SPAL del primo tempo risultano due soli tiri in porta, di Tripaldelli Esposito, ed entrambi innoqui. Più pericoloso il Perugia che, dopo una prima fase di studio, ha cercato qualche soluzione in più. Bartolomei, dopo una punizione dissinescata da Alfonso, ha l’occasione più ghiotta della prima frazione con una conclusione secca dal limite, su invito di Casasola, uscita di poco sopra la traversa.

SECONDO TEMPO

La seconda frazione è molto più vivace, con entrambe le squadre che attaccano di più. Al 62′ può esserci la svolta del match, con Alfonso che atterra Santoro. Dal dischetto si presenta Melchiorri che fallisce colpendo la traversa (terzo rigore su 4 sbagliato dal Perugia in stagione). Al 67′ Curado sbuca sul secondo palo da calcio d’angolo, ma non riesce a deviare in rete una spizzata precedente. La SPAL, invece, è sembrata più vivace con i cambi, ma non è mai riuscita ad impensierire particolarmente Gori.

PAGELLE PERUGIA

Gori 6: Il portiere perugino è poco impegnato. Nel primo tempo blocca due palloni facili, mentre nel secondo non viene chiamato in causa più di tanto.

Casasola 6,5: Sempre presente in fase difensiva, anche se a volte fatica in velocità contro Trpaldelli, e in fase offensiva è uno dei più propositivi. Da lui scaturisce una possibile azione da gol nel primo tempo ed è una presenza costante sulla destra.

Rosi 6: Il numero 2 di Castori gioca perchè manca Dell’Orco influenzato. Nonostante le 35 primavere alle spalle fa un’ottima partita da braccetto di difesa ed è sempre attento. (81′ Vulikic s.v).

Curado 6,5: Sempre presente e mai anticipato in tutto il match. Da centrale della difesa a 3 da sicurezza a tutto il reparto e alla squadra.

Sgarbi 6: Difensivamente sembra insuperabile, con diversi interventi. Il problema è che da braccetto servirebbe più spinta offensiva, con il classe ’97 che si limita alla sufficienza in fase offensiva.

Paz 6: L’obiettivo di Castori è una squadra solida dietro e forte in ripartenza, con il colombiamo che aiuta alla grande i 3 centrali. Da segnalare una gran chiusura al 75′ su Rabbi. Davanti però a differenza di Casasola non spinge quasi mai e, quando lo fa, la qualità non lo aiuta. (86′ Lisi s.v.).

Santoro 7: Il metronomo del Perugia. Si abbassa per iniziare l’azione, aiuta difensivamente e si propone spesso in fase offensiva. Al 58′, con un ottimo inserimento, si guadagna un rigore che viene sbagliato dal suo compagno. Nonostante ciò è tra i migliori in campo.

Bartolomei 6,5: Così come il compagno di reparto è sempre dentro l’azione. Nel primo tempo è il più pericoloso dei suoi e, nella seconda frazione, i pericoli maggiori oltre il rigore arrivano dalle sue palle inattive.

Kouan 5,5: L’ivoriano non incide e fa tanta fatica con la marcatura a uomo di Esposito. (81′ Luperini s.v.).

Olivieri 5: Così come Melchiorri fatica tanto nel fare a sportellate davanti e vince pochi contrasti. L’unica giocata degna di nota è un passaggio da terra che inizia l’azione del calcio di rigore. (Di Serio s.v.).

Melchiorri 3: Non riesce mai ad impensierire la difesa avversaria e al 62′ spreca un calcio di rigore calciandolo sulla traversa. (70′ Strizzolo 5,5: Prova ad incidere senza successo. Pochi palloni toccati e anche male).

PAGELLE SPAL

Alfonso 5: Causa un calcio di rigore al 58′ con un’uscita al quanto goffa su Santoro che, per sua fortuna, Melchiorri sbaglia.

Meccariello 6: Difensivamente fa il suo ed è sempre concentrato. Offensivamente non spinge mai e non aiuta a creare superiorità ai compagni.

Varnier 5,5: Bene difensivamente, ma l’atteggiamento guardingo del Perugia lo obbliga ad impostare e sbaglia spesso. Inoltre prende un giallo su una grave disattenzione e sulla punizione successiva la SPAL rischia il vantaggio avversario.

Peda 6: Come Meccariello gioca una partita attenta dietro senza spingersi mai in avanti.

Tripaldelli 6,5: Molto bene sulla fascia sinistra dove nascono le azioni più pericolose della SPAL. Punta sempre e spesso va al cross, anche se a volte i traversoni sono poco precisi per i compagni.

Proia 6,5: In un primo tempo bloccato si rende pericoloso con i suoi inserimenti tra difesa e centrocampo avversario. (46′ Maistro 6,5: Entra molto bene in partita e spesso i palloni offensivi degli uomini di De Rossi passano da lui).

Esposito 6: Non fa vedere un pallone a Kouan, ma a sua volta viene spesso oscurato in impostazione e non riesce a farsi vedere molto dai compagni.

Zanellato 5: Qualitativamente è tra i più forti, ma è un giocatore monopasso e si vede. Non trova grandi verticalizzazioni e l’essere compassato lo rende uno dei peggiori in campo. (77′ Valzania 6: Entra e cerca subito un assist per La Mantia che viene sventato da Sgarbi. Sicuramente da più vivacità alla fase offensiva rispetto al compagno sostituito).

Tunjov 5,5: Gioca da quinto ma, a differenza di Tripaldelli, non trova quasi mai il fondo e il cross. (63′ Fiordaliso 6,5: Entra e inizia a spingere da subito mettendo in crisi la difesa perugina).

Moncini s.v: L’autore della doppietta dell’ultimo match, dopo una spinta 12′, appoggia male la gamba e sente tirare il bicipite femorale chiamando subito il cambio. (15′ La Mantia 5: Entra perché il compagno si fa male e non punge mai. Sempre antipato o fermato).

Finotto 5: Come il compagno di reparto non incide mai. (63′ Rabbi 6: Il classe 2001 da vivacità alla squadra di Ferrara e sfiora il gol. Sul più bello viene anticipato da Paz sul secondo palo).

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Empoli, Ekong fa spazio a Piccoli: resta Marko Pjaca

Pubblicato

:

L’Empoli vuole rinforzare il reparto offensivo in queste ultime ore di calciomercato.

Il club toscano, dopo aver ufficializzato Caputo dalla Sampdoria, ha messo gli occhi su Roberto Piccoli, attaccante dell’Atalanta in prestito all’Hellas Verona. L’incontro che potrebbe sbloccare definitivamente la trattativa è previsto nella mattinata di domani.

Nel frattempo, sul fronte esuberi, è in dirittura d’arrivo la cessione in prestito del giovane Emmanuel Ekong al Perugia. Con la partenza dell’attaccante ventenne, Marko Pjaca dovrebbe continuare a vestire la maglia dell’Empoli anche in questa seconda parte di stagione.

Continua a leggere

Calciomercato

L’Inter lavora per Demiral: i possibili scenari

Pubblicato

:

Demiral

Ore molto calde in casa Inter, dove i nerazzurri, stanno cercando di colmare il possibile addio di Skriniar. Il difensore slovacco è in direzione Parigi, se il Psg offre una cifra intorno ai 15 milioni, l’ex Sampdoria può andare via sin da subito. Per sostituirlo, la dirigenza nerazzurra ha già pronta il nuovo difensore, stiamo parlando di Merih Demiral. Secondo Sky, il turco è il primo nome sull’agenda di Marotta per andare a ricoprire il ruolo di perno difensivo nel blocco a 3 di Inzaghi. Si tratta sulla base di un prestito con diritto di riscatto fissato a 20 milioni di euro, oppure un prestito con diritto che potrebbe diventare obbligo in caso di qualificazione della squadra di Inzaghi alla prossima Champions League. 

Continua a leggere

Calciomercato

Novità su Zaniolo: offerta rifiutata dal Leeds

Pubblicato

:

Zaniolo

Ore molto calde in casa Roma, dove ancora una volta, Nicolò Zaniolo è al centro del mercato giallorosso. Dopo che la Roma ha comunicato di aver escluso il centrocampista dal progetto tecnico, un’altra offerta è arrivata per il giocatore. Tentativo infatti da parte del Leeds per arrivare al talentino italiano. Nel tentativo di sfruttare la rottura totale con i giallorossi il club inglese ha proposto un prestito. Ennesima proposta rifiutata da parte dei capitolini che cederanno l’ex Inter solamente a titolo definitivo, per una cifra vicino ai 30 milioni di euro, stessa proposta dal Bournemouth e poi rifiutata dal numero 22.

 

Continua a leggere

Flash News

Roma, Solbakken celebra Mourinho: “È un allenatore simpatico”

Pubblicato

:

roma

La Roma è tornata ad allenarsi dopo la sconfitta contro il Napoli nella serata di ieri. Nella giornata di oggi, il nuovo acquisto dei giallorossi: Ola Solbakken, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Nettavisen.noDi seguito, ecco le parole del norvegese:

SULL’ESORDIO- “Non mi aspettavo di giocare. Il fatto che mi abbia inserito è positivo. Vorrei giocare il più possibile, ma io lavoro duro e devo essere paziente”.

SU MOURINHO- “Considerando che non mi sono allenato con il club per sei settimane prima di arrivare qui, fa attenzione. Non crede che possa giocare più di 20-25 minuti. Impiegheranno un po’ di tempo a farmi crescere. Mourinho sente che posso già contribuire comunque. È molto caloroso, simpatico e gentile. Si prende cura di te e di tutto ciò che ti circonda. Tatticamente, è quello che sembra essere. La cosa più importante per lui sono i tre punti, le altre vengono dopo. È la squadra che è al centro della sua attenzione. Mi schiera in campo se lo merito, se non pensa che io sia abbastanza bravo, gioca un altro”.

SUI TIFOSI- “È molto diverso da quello a cui sono abituato, ma mi piace ed è divertente. Anche se molto è nuovo e sconosciuto per me, ciò che accade sul campo di allenamento è almeno abbastanza simile per la maggior parte dei calciatori. Ciò che accade durante le partite e nella vita di tutti i giorni. Al di fuori della struttura di allenamento non può essere paragonato a nulla che abbia vissuto in passato. È assolutamente una cosa estrema, è qualcosa di più di ciò che avrei potuto pensare. L’interesse è enorme e non arriva solo da bambini e ragazzi. Ci sono molti uomini adulti tra i 30 e i 40 anni che sono molto appassionati. Di recente eravamo a una cena con i tifosi. C’erano circa 500 persone e non c’era posto per altre. C’erano donne adulte di età superiore ai 60 anni che cantavano a squarciagola e si toglievano tutto. Non posso andare al negozio in pace. Potrei essere stato un volto familiare a Bodø, ma qui è molto più speciale. Continuo a pensare che sia strano e non capisco bene perché sono così interessante”.

SULL’ACCOGLIENZA DELL’OLIMPICO- “Aspetti con ansia le partite casalinghe e capisci di più quanto sia grande la differenza tra casa e trasferta. Ci sono tifosi così bravi qui a Roma e non è solo il nucleo dei tifosi, ma assolutamente tutti. È un grande vantaggio per noi”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969