Connect with us

Generico

Pescara-Palermo, luci nel buio della Serie B

Pubblicato

:

Il Monday Night della penultima giornata di Serie A ha proposto una sfida sulla carta non esattamente delle migliori: Pescara-Palermo. Le due compagini già retrocesse si sono sfidate per la gloria, oppure semplicemente per cercare di chiudere con una vittoria una stagione non esattamente di quelle più esaltanti. L’ha spuntata il Pescara che è sceso in campo sicuramente più voglioso di fare una bella figura di fronte al proprio tifo. Muric e Mitrita hanno contribuito a rendere più leggera la discesa in Serie B per Zeman e compagni. Il Palermo ormai rassegnato non ha dato segni di vita per gran parte del match, con errori difensivi piuttosto gravi e incapacità di gestione della palla. Pescara e Palermo chiudono in bellezza – più o meno – una stagione difficile per entrambe: dalle contestazioni dei tifosi abruzzesi alle preoccupazioni per il futuro societario rosanero. Nella débacle sportiva di entrambe le compagini, tuttavia ci sono dei giocatori che si sono messi notevolmente in luce grazie al loro talento. Ne abbiamo selezionati 3 per squadra.

PESCARA, TRE LUCI SULL’ADRIATICO

ZAMPANO, FUTURO AZZURRO

Francesco Zampano è sicuramente una delle (poche) rivelazioni del Pescara del ritorno in A. Classe 1993 e cresciuto nelle giovanili della Sampdoria, Zampano incarna alcune caratteristiche dei terzini moderni. Stupisce tutti per la sua duttilità, in quanto ha dimostrato di saper giocare su entrambe le fasce, alternando fase difensiva a quella offensiva. Corsa, controllo palla e cross al bacio sono la specialità della casa. Cresciuto tra i professionisti della Virtus Entella in Lega Pro, Zampano esordisce in Serie B con la maglia della Juve Stabia ritagliandosi subito un posto importante: 34 presenze e 2 reti per lui alla prima stagione nella serie cadetta. In comproprietà con il Verona, viene ceduto in prestito al Pescara nella stagione 2014/2015, contribuendo sensibilmente alla conquista dei play-off della squadra abruzzese. Riscattato a fine stagione, Zampano diventa uno dei protagonisti della risalita in A rimanendo a Pescara anche nel corso di questa stagione e totalizzando 98 presenze e 1 rete all’attivo.

IL PREDESTINATO CAPRARI

Gianluca Caprari è tra i più preziosi fautori dei successi del Pescara negli ultimi anni. Coetaneo di Zampano, Caprari è cresciuto calcisticamente nella Roma con la quale riesce anche a strappare 3 presenze nella stagione 2010/2011. Nel gennaio 2012 viene prelevato in comproprietà dal Pescara, voluto fortemente da Zeman: con una sua doppietta alla Sampdoria, contribuisce alla promozione degli abruzzesi in Serie A dopo 20 anni. Non altrettanto fortunata la sua seconda stagione al Pescara in A con due reti in 28 presenze, Caprari fa ritorno a Roma per soli sei mesi. Nel gennaio 2014 ritorna a Pescara, per poi essere riscattato definitivamente dal Delfino. Cercato e trattato la scorsa estate anche dalla Juventus, è l’Inter ad aggiudicarsi la corsa al talentuoso attaccante nel luglio scorso. Caprari rimane per un anno in prestito in Abruzzo prima di trasferirsi a Milano a partire dalla prossima stagione.

CUORE COULIBALY

La stella più splendente sulla riva dell’Adriatico rimane tuttavia Mamadou Coulibaly, centrocampista classe 1999 e fresco esordiente in Serie A. La storia dietro al giovane senegalese è davvero molto particolare. Coulibaly nasce e cresce in Senegal, fino a quando nel 2015 decide di intraprendere un viaggio in solitaria dal Paese natale fino in Europa. Arriva tramite barcone in Spagna e giunge infine a Marsiglia, ospitato inizialmente da una zia. Ma Coulibaly vuole l’Italia, dove ci giunge attraverso un treno. Livorno prima e Roseto degli Abruzzi poi, dove dorme per alcune notti su una panchina nei pressi dello stadio cittadino. Scartato da Cesena e Sassuolo, viene aggregato al Pescara proprio in questa stagione, dove esordisce in Serie A grazie alle sue doti da predestinato.

I TRE TENORI DI PALERMO

RISPOLI, DIFENSORE GOLEADOR

Andrea Rispoli verrà ricordato da molti come l’autore della rete del pareggio Palermo in quel di San Siro contro l’Inter. Il senso del gol per il difensore classe 1988 è un marchio di fabbrica: addirittura 6 le reti in questa stagione, anno di consacrazione tra i grandi. Il viaggio da professionista di Rispoli parte da Brescia, dove cresce e si fa le ossa dal 2007 fino al 2010. Proprio in quell’anno iniziano per lui una serie di prestiti che non gli permettono di esprimersi al meglio e di ambientarsi anche per lungo tempo in una sola squadra. Sempre via Brescia, lo stesso Rispoli calca i campi di Lecce, Sampdoria, Padova e Ternana. Il Parma lo accoglie proprio nella stagione più difficile fino a febbraio 2015 quando viene definitivamente ceduto al Palermo. Due stagioni in Sicilia, con la definitiva esplosione in questa stagione.

GOLDANIGA, CENTRALE DI SPESSORE

Altro giovane protagonista dal futuro ormai segnato è Edoardo Goldaniga, difensore centrale classe 1993. Cresciuto nel Pizzighettone in una famiglia di calciatori, il suo cartellino viene acquistato al 50% dalla Juventus nel 2014. Due stagioni tra Pisa e Perugia con il Palermo all’orizzonte, viene definitivamente ceduto ai siciliani nel 2015 dalla Juventus all’interno dell’affare Dybala. Ha già attirato su di lui occhi indiscreti di tante squadre, anche di Serie A, e ha tutte le carte in regola per diventare un difensore importante e nel giro della Nazionale.

NESTOROVSKI, DIAMANTE IN ATTACCO

La fortuna del fantacalcio di molti giocatori. Una scommessa vinta da tutti gli appassionati che hanno creduto nelle sue capacità. A crederci molto è stato anche Zamparini che lo ha prelevato nell’agosto 2016 dall’Inter Zapresic, squadra croata. Attaccante molto prolifico e che si fa sempre trovare al posto giusto, Ilija Nestorovski è nato nel 1990 ed è entrato a far parte del calcio che conta solo in questa stagione. Nel Palermo ha totalizzato ben 10 reti in 34 presenze, soltanto al primo anno italiano. Esplode definitivamente nel campionato croato, quando si laurea per ben tre anni di fila miglior capocannoniere della stagione. Nell’Inter Zapresic disputa tre stagioni: due nella serie B croata e una nella massima serie. 20 gol il primo anno, 24 e 25 gol nelle successive due stagioni. Un predestinato rapace d’area arrivato in Italia per crescere ancora tantissimo.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Inzaghi esalta il Frosinone: “Per batterlo servirà la miglior Reggina”

Pubblicato

:

Brescia Lopez

Scontro ad alta quota in Serie B, dove si affrontano Reggina e Frosinone. Nella conferenza della vigilia Filippo Inzaghi, tecnico dei calabresi, ha presentato così la sfida contro la capolista:

“A inizio ho sempre detto che Genoa, Cagliari e Parma hanno squadre superiori rispetto alle altre, ma non scopriamo il Frosinone. Noi siamo un po’ il Frosinone dello scorso anno. Hanno azzerato, hanno lottato e così si ritrovano ai vertici”.

Entrando nei particolari del match:

” A loro piace comandare la partita, esattamente come noi, credo che sarà una bella partita. Non mi preoccupo degli avversari, penso alla grande occasione che abbiamo davanti al nostro pubblico. Per vincere servirà la miglior Reggina“.

Ha poi parlato anche del possibile 11 titolare:

” Ci attendono due gare ravvicinate, 4-5 giocatori tra domani e il fine settimana li cambierò, ma ho ancora questa notte per pensarci. Menez? Ha lavorato bene e si merita quello che ha. Ho un gruppo fantastico, mi si spezza il cuore a lasciare qualcuno fuori“. Infine un’ultima battuta anche sulla classifica: “Si sta chiudendo il girone di andata e, nonostante qualche battuta d’arresto non mi sono mai scoraggiato. Servono solo stimoli ulteriori per mantenere la classifica che, se abbiamo, è perché ce la siamo meritata”.

Continua a leggere

Generico

Salernitana, Iervolino a sorpresa: “Saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato”

Pubblicato

:

Salernitana

Ospite della trasmissione Si gonfia la rete su Radio CRC, è intervenuto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Il patron dei campani, tra le varie domande, riportate da SalernoSport24, ha espresso il proprio parere sul cammino della squadra e sul campionato di Serie A.

Sulla Salernitana

“Non vorrei essere troppo mieloso, ma penso che il nostro campionato sia straordinario, ricordo che quando ero piccolo vi era un grande dislivello mentre oggi anche le squadre meno facoltose si scontrano a viso aperto con le prime della classe. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di ottenere punti anche con le big”.

Sul campionato

“Penso che non si debba perdere la concentrazione e l’impegno, e al riguardo la sosta sicuramente non avrà tale effetto. Le squadre che hanno fatto bene continueranno a fare bene. Noi saremmo contenti come Salernitana, di avviare il progetto della città della Sport a Salerno. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria cittadella dello sport salernitano. Non ci cambierebbe l’entusiasmo, arrivare decimi o dodicesimi, ci importa fare bel gioco e saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato“.

Continua a leggere

Generico

Gabbiadini verso il ritorno in campo: le ultime

Pubblicato

:

Gabbiadini

Manolo Gabbiadini, attaccante della Sampdoria, è uno dei grandi attesi ritorni dalla tifoseria blucerchiata. Con una sola rete all’attivo, il 31enne non sembra aver mai recuperato al 100% dopo il grave infortunio al crociato.

Nonostante le assenze rimediate prima della sosta di Qatar 2022, l’attaccante originario di Calcinate in questa prima parte di campionato si è rivelato fondamentale in occasioni importanti. Ricorderete sicuramente il gol che ha siglato contro la Lazio per acciuffare il pareggio importante. In quindici giornate però è un po’ poco ed i dubbi legati al numero 23 si sono fatti sempre più insistenti, intrinsechi all’altalenante condizione fisica.

Il ritiro di questi giorni della compagine blucerchiata sarà fondamentale per capire se l’attaccante potrà essere impiegato con costanza per tutti i novanta minuti. Tra una seduta d’allenamento e l’altra, Gabbiadini punterebbe ad una maglia da titolare in occasione di  Sassuolo-Sampdoria.

Continua a leggere

Generico

Le partite del giorno – Mercoledì 7 dicembre 2022

Pubblicato

:

Il calcio, si sa, non si ferma mai: ogni giorno, da ogni angolo del pianeta, giocatori di tutto il mondo sono pronti, con le proprie giocate sul rettangolo verde, a regalare emozioni ai tifosi. Numero Diez vi presenta quindi le principali gare che ci attendono nella giornata di oggi.

ITALIA – SERIE B

Ore 20:30 Ternana-Cagliari (Sky/DAZN)

AMICHEVOLI INTERNAZIONALI

Ore 18:00 Fiorentina-Always Ready (DAZN)

Ore 18:00 Inter-Salisburgo (pagina FB Inter)

Ore 18:45 Antalyaspor-Napoli (Sky)

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969