Connect with us
Il Porto è la bestia nera delle italiane in Europa

Calcio Internazionale

Il Porto è la bestia nera delle italiane in Europa

Pubblicato

:

Porto

Ci siamo quasi per la sfida tra Porto e Inter. Il match del do Dragão rappresenta un crocevia vitale, una di quelle sfide che potrebbero risultare decisive per le sorti della stagione degli uomini di Simone Inzaghi. Un’eliminazione potrebbe costare carissimo al tecnico ex Lazio, mentre la qualificazione ai quarti di finale potrebbe porre l’intera annata su una luce decisamente più positiva. Una qualificazione tra le migliori otto d’Europa che, peraltro, l’Inter non centra dal lontano 2011/12. L’1-0 dell’andata fa ben presagire per la gara di domani, ma occhio a non dare tutto per scontato contro il Porto, una squadra che, in questi ultimi anni, si è rivelata una vera e propria bestia nera per le italiane in Europa.

LE DELUSIONI DI MILAN E JUVENTUS

Partiamo da due delle sconfitte più recenti che il Porto ha inflitto a due italiane in Europa. La prima è quella contro il Milan nella fase a gironi della scorsa Champions League. A Oporto, gli uomini di Conceiçao battono i rossoneri per 1-0 grazie al gol di Luis Diaz. Il ritorno a Milano vede nuovamente protagonisti i lusitani, che escono imbattuti dal doppio confronto grazie all’1-1 di San Siro. Doppio confronto che sancirà il quarto posto nel girone del Diavolo, con la conseguente esclusione anche dall’Europa League proprio in favore dei Dragões.

Ancora più cocente, se vogliamo, è la sconfitta della Juventus, in occasione della doppia sfida negli ottavi di finale di Champions nel 2021. Due sberle, una a inizio partita, l’altra dopo pochi secondi dall’inizio della ripresa, portano il Porto in vantaggio per 2-0. La rete di Chiesa nel finale regala una speranza per il match di ritorno a Torino. I bianconeri devono però scontrarsi con la sorte. Un Federico Chiesa in formato super porta i torinesi in vantaggio per 2-1. Ma nei supplementari si consuma la catastrofe. La punizione di Sergio Oliveira al ‘115 fa crollare le speranze degli uomini di Pirlo. A nulla serve la rete nel finale di Rabiot, che fissa il risultato per 3-2 in favore della Juve. A passare il turno è il Porto in virtù della regola dei gol in trasferta.

ROMA E NAPOLI SUBISCONO LA MALEDIZIONE DEL PORTO

Andando a ritroso nel tempo è celebre anche la sfida, sempre in occasione degli ottavi di finale di Champions League, fra Roma e Porto nella stagione 2018/19. L’andata dell’Olimpico, in verità, fa presagire una Roma in grande spolvero che si porta sul 2-0 grazie ai primi gol di Nicolò Zaniolo nella manifestazione. Il gol di Adrián, accorcia le distanze, non lascia minimante presagire ciò che succederà al ritorno, con i giallorossi che saranno costretti a scontrarsi contro i “fantasmi di Oporto”. Al do Dragão la squadra di Di Francesco naufraga. Dopo l’1-1 del primo tempo, Marega approffitta di una dormita della retroguardia romanista e porta la sfida ai supplementari. Dove un’ingenuità di Florenzi concede il rigore trasformato da Alex Telles al ‘117 per il 3-1 che elimina i capitolini dalla competizione in cui, meno di 12 mesi prima, avevano raggiunto una storica semifinale.

Non era andata meglio al Napoli, che aveva affrontato il Porto cinque anni prima . La cornice, stavolta, è quella dell’Europa League, dove il Napoli finì dopo essere stata incredibilmente eliminata ai gironi di Champions pur avendo ottenuto ben 12 punti. Negli ottavi di finale gli uomini di Benitez pescano i Dragões, che vincono di misura l’andata in casa grazie alla rete di Jackson Martinez. I partenopei comunque ci credon0 e dominano il ritorno al San Paolo, in cui vanno subito in vantaggio grazie a Goran Pandev. Il dominio degli azzurri, però, non porta al colpo del KO e sono dunque i lusitani ad approfittarne. A 20 minuti dalla fine Ghilas e Quaresma ribaltano la sfida. Inutile il gol allo scadere di Duvan Zapata, il Napoli è fuori dall’Europa per mano del Porto, che si conferma una bestia nera delle squadre italiane.

LE SCONFITTE DELLA LAZIO E LA TRIPLETTA DI ADRIANO

Probabilmente la più cocente delusione di un’italiana in Europa per mano del Porto è stata quella subita dalla Lazio nella stagione 2002/2003. Siamo alle semifinali di Coppa UEFA (la vecchia Europa League) e i biancocelesti affrontano il Porto di José Mourinho. La partita inizia come meglio non si potrebbe per i capitolini, subito in vantaggio al do Dragão con Claudio Lopez. Da lì in avanti, però, un dominio degli uomini di quello che, di lì a poco, diverrà lo Special One. Maniche, Helder Postiga e una doppietta di Derlei sanciscono un sonoro 4-1 per i Dragões. Lo 0-0 del ritorno all’Olimpico dà il pass per la finale al Porto che conquisterà la coppa contro il Celtic. Una squadra che. solo un anno più tardi, alzerà anche la coppa dalle grandi orecchie contro il Monaco.

Ancora fresco nella memoria dei tifosi è però il play off della scorsa stagione di Europa League. Il Porto, giunto nella competizione a discapito del Milan, affronta gli uomini di Sarri vincendo l’andata in casa per 2-1. Le reti di Taremi e Uribe non lasciano scampo ai biancocelesti nel ritorno. I gol di Immobile e di Cataldi servono solo per evitare la sconfitta, ma non per passare il turno.

Anche l’Inter, che affronterà il Porto, domani, è stata una delle vittime italiane dei lusitani. La sconfitta del 19 ottobre 2005 per 2-0, nella fase a gironi di Champions è però la meno influente fra quelle che abbiamo raccontato finora. In più, la sfida che forse è più ricordata fra Inter e Porto è quella dell’anno precedente. Quando, durante gli ottavi di finale, all’1-1 dell’andata, l’Inter rispose prontamente nel ritorno con un perentorio 3-1. Protagonista della sfida, grazie alla sua tripletta, l’Imperatore Adriano Leite Ribeiro, negli anni dell’apice del suo dominio. Non una cocente delusione, dunque, come ultima chicca di questo approfondimento. Bensì una nota lieta che, ci auguriamo, possa portare fortuna nello sfatare nuovamente il tabù del Porto come bestia nera delle squadre italiane.

Calcio Internazionale

Big d’Europa sulle tracce di De Zerbi: la posizione del Brighton

Pubblicato

:

Brighton De Zerbi

Roberto De Zerbi rappresenta senza troppi dubbi uno degli allenatori più promettenti di tutto il panorama europeo. Il tecnico italiano sta raggiungendo risultati e traguardi incredibili con il Brighton. La compagine inglese ha infatti raggiunto, nella scorsa stagione, per la prima volta nella propria storia la qualificazione in Europa League. Una competizione che la squadra sta affrontando alla grande, avendo chiuso il proprio girone al primo posto.

Lo stile di gioco di De Zerbi sta riscuotendo sempre più successo. Difatti, l’allenatore sarebbe finito da diverso tempo nel mirino di diverse big europee. La prossima estate delle panchine di primissimo livello vivranno vere e proprie rivoluzioni. Basti pensare a Liverpool e Barcellona che vedranno lasciare rispettivamente Klopp e Xavi. Ecco dunque che un profilo giovane e preparato come quello di De Zerbi potrebbe diventare un obiettivo concreto.

D’altro canto il Brighton non vuole assolutamente privarsi del proprio manager. Come riportato da talkSPORT, la compagine inglese avrebbe già parlato con De Zerbi riguardo un possibile rinnovo di contratto. Il tecnico non avrebbe dato ai Seagulls segnali di voler cambiare aria in quanto la volontà del club è perfettamente in linea con quella dell’allenatore ovvero sia crescere ancora nel panorama europeo senza privarsi dei giocatori migliori. Dunque le grandi squadre europee sono avvisate: portare via Roberto De Zerbi da Brighton sarà affare assai complesso. 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

“NAPOLI C’È” – La Rassegna del Diez

Pubblicato

:

rassegna

La rassegna stampa è senza alcun dubbio il miglior modo per iniziare la giornata. Ecco quindi le prime pagine dei principali quotidiani sportivi internazionali per la giornata di oggi.

LA GAZZETTA DELLO SPORT

rassegna

CORRIERE DELLO SPORT

rassegna

TUTTOSPORT

rassegna

L’EQUIPE

LE FIGARO SPORT

MIRROR SPORT

DAILY EXPRESS SPORT

MARCA

SUPERDEPORTE

AD SPORTWERELD

rassegna

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Kouamé contrae la malaria, infortunio per Politano – La Rassegna Social del Diez

Pubblicato

:

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

FLASH – Lewandowski gela il Maradona: 0-1 Barcellona al 60′

Pubblicato

:

Juan Jesus e Lewandowski, giocatori di Napoli e Barcellona, Serie A, La Liga, Coppa Italia, Champions League, EURO2024

Ecco il gol del vantaggio del Barcellona al Maradona. 0-1 più che meritato per gli uomini di Xavi e a segnare è il solito Robert Lewandowski. Difesa del Napoli non perfetta nelle letture difensive, con Pedri che serve tra le linee al limite dell’area il bomber polacco, poi abilissimo a girarsi, ad aspettare l’intervento di Di Lorenzo e a tirare con estrema precisione all’angolino basso alla destra di Meret, incolpevole.

Ora necessari dei cambi per Calzona, per provare ad abbozzare una reazione e non rendere totalmente arrendevole la prestazione del suo Napoli questa sera.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969