Connect with us
Portogallo-Uruguay 2-0, le pagelle del match: Bruno Fernandes MVP

Calcio Internazionale

Portogallo-Uruguay 2-0, le pagelle del match: Bruno Fernandes MVP

Pubblicato

:

Ronaldo

Il Portogallo domina il gioco con un possesso palla di altissima qualità e batte l’Uruguay 2-0. I cambi di gioco e passaggi veloci dei fantasisti lusitani mettono in gran difficoltà l’Uruguay che però non rischia mai fortemente di prendere gol. Il pressing della Celeste è efficace nel limitare per quanto possibile lo strapotere tecnico. La prima grande vera occasione è per l’Uruguay però con Bentancur che parte da metà campo e con un gioco di prestigioso salta tre giocatori ma si fa ipnotizzare da Diogo Costa una volta entrato in area. Risponde il Portogallo con Ronaldo che stoppa un cross in area ma è bravo Rochet a chiudergli la porta.

Nel secondo tempo il Portogallo aumenta ulteriormente i ritmi. Prima Joao Felix sfiora il palo con un diagonale e poi al 54′ c’è il gol del vantaggio: tiro-cross di Bruno Fernandes, Ronaldo manca il colpo di testa ma la palla si insacca ugualmente alle spalle del portiere del Nacional. Da questo momento l’Uruguay con i cambi rinasce e va vicino al pareggio. Maxi Gomez centra il palo con una girata dal limite mentre Suarez da due passi mette fuori. Ancora l’Uruguay insiste ma De Arrascaeta calcia molle su Diogo Costa una volta entrato in area. In pieno recupero il Portogallo conquista e segna un rigore sempre con Bruno Fernandes che sigla il 2-0 finale. Sempre il fantasista del Man United va vicino alla tripletta ma lo ferma un attento Rochet prima, e il palo poi.

LE PAGELLE DEL PORTOGALLO

D. Costa 6,5: sembrava una serata tranquilla per il portiere del Porto e invece ha dovuto calare una gran parata a tu per tu con Bentancur.

Cancelo 6,5: rimane molto accorto spingendo poche volte ma in maniera intelligente. Ci si aspettava di più ma tutto sommato la sua è una prova senza defezioni. Nel finale, inoltre, anticipa Suarez e salva un gol.

Pepe 6: guida la retroguardia con esperienza anche se con qualche brivido. Partecipa attivamente al palleggio veloce della sua squadra.

R. Dias 6: proprio come Pepe non corre rischi se non nell’azione personale di Bentancur. Per il resto si dimostra nuovamente il primo costruttore di gioco.

N. Mendes 6: si fa sentire parecchio sulla fascia sinistra con velocità e buone iniziative anche rientrando in mezzo al campo. Lascia il campo sul finire del primo tempo per infortunio. (dal 42′ Guerreiro 6: rimane più arretrato rispetto all’esterno del PSG ma il suo contributo è tangibile nel corso del match).

B. Silva 6,5: è il mago del centrocampo anche se oggi si accende a fasi alterne. Lavora bene con Cancelo come nel City e in generale svaria per tutto il campo padroneggiando bene il pallone.

W. Carvalho 6,5: grande prestazione a tutto campo del mediano del Betis. Recupera moltissimi palloni in difesa e si porta in attacco costantemente per creare superiorità numerica. (dal 82′ J. Palhinha s.v.).

R. Neves 5,5: dovrebbe prendere in mano la mediana ma soffre l’aggressività degli uruguaiani che non gli fanno toccare una gran quantità di palloni. (dal 69′ Leao 5,5: non incide come ci si aspetta. La sua velocità viene ingabbiata dal superiorità numerica e dal pressing uruguaiano).

B. Fernandes 7,5: parte male sbagliando molto ma poi alza i ritmi con giocate di gran classe come il tiro-cross che si infila all’angolino che vale la vittoria. Nel finale conquista e trasforma anche un calcio di rigore.

Ronaldo 6,5: molto concentrato cerca anche con giocate di classe di determinare ma dopo una partenza a mille si tranquillizza come tutta la squadra di Santos. Un inserimento da campione propizia il gol del Portogallo. (dal 82′ G. Ramos s.v.).

J. Felix 5: qualche giocata non di poca rilevanza ma anche oggi la sua prova è trasparente e viene annullato completamente da Gimenez. (dal 82′ M. Nunes s.v.).

 

LE PAGELLE DELL’URUGUAY

Rochet 6: attento su Ronaldo in uscita con i piedi gioca semplice, senza troppi pensieri, e non corre rischi. Incolpevole sui gol subiti.

Gimenez 6: compie un paio di chiusure di alto livello, ed è molto aggressivo sul compagno di squadra Joao Felix. Anche con modi beceri ma difende alla grande contro i fenomeni portoghesi. Fa un fallo da rigore molto dubbio.

Godin 6,5: grande prova del Flaco che dopo i mesi difficili di Cagliari sembra vivere una nuova giovinezza. Duella con Ronaldo alla pari senza lasciargli troppi spazi. (dal 62′ Pellistri 5,5: il suo è un ingresso evanescente. Prova delle giocate ma non riesce sempre ad esprimere le sue capacità tecniche).

Coates 6: come i compagni di reparto è molto solido tiene ben arroccato il muro messo su intelligentemente da Alonso per limitare. Sfrutta la giornata no di Bruno Fernandes e aiutato da Olivera non corre rischi particolari.

Olivera 6: è l’esterno che spinge di più e pressa molto Cancelo limitandolo alla fase difensiva. Spende molto per raddoppiare costantemente i centrocampisti avversari. (dal 86′ Vina s.v.).

Valverde 5,5: è lontano parente del giocatore che tanto continua a stupire nel Real Madrid. Non è all’altezza della prova dei compagni e predica nel deserto senza essere incisivo.

Bentancur 6,5: inizia distrattamente facendosi ammonire ma, poi, fa una giocata strepitosa in mezzo a tre e per poco non segna la rete del vantaggio. Da quel momento domina incontrastato il centrocampo per larghi tratti.

Vecino 6: gara esclusivamente di interdizione per il giocatore della Lazio che prova a tenere il ritmo forsennato del giro palla portoghese. (dal 62′ De Arrascaeta 6,5: regala maggiore brillantezza alle manovre offensive dell’Uruguay e con velocità dialoga spesso con Valverde. Ha una buona occasione ma spreca davanti al portiere).

Varela 5,5: l’esterno del Flamengo ingaggia un bel duello con Nuno Mendes prima e Guerreiro. Rovina una buona prestazione salendo coi tempi sbagliati sul gol di Ronaldo.

Nunez 6: pochi palloni a disposizione ma con delle conduzioni palla dirompenti fa respirare la sua squadra guadagnando falli preziosi. (dal 73′ Gomez 6,5: entra e con un fulmine a ciel sereno centra un palo clamoroso. El Toro è furioso e trascina la sua squadra nell’assedio finale).

Cavani 5: si abbassa molto ad aiutare il centrocampo e spende molte energie arrivando scarico nella trequarti avversaria. Una prova ingiudicabile del Matador, che spreca anche una buona chance da solo a centro area. (dal 73′ Suarez 5,5: un’incredibile occasione dopo pochi minuti ma el Pistolero spara a salve spedendo a lato).

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

McKennie-Leeds: si valuta un cambio di formula

Pubblicato

:

mcKennie-Leeds

Sembrano esserci sviluppi sulla trattativa che vede Weston McKennie diretto in Premier League, precisamente al Leeds United. Se finora si parlava di un trasferimento a titolo definitivo, la formula potrebbe cambiare in un prestito con diritto di riscatto, secondo quanto riportato da Gianluca di Marzio. Nonostante questa modifica, le cifre resterebbero invariate, trattandosi di 30 milioni più 5 di bonus.

La trattativa sembra procedere spedita, con i club che hanno trovato un’intesa di massima dal punto di vista economico. Resta solo da capire se il diretto interessato accetterà la destinazione inglese, unendosi ad una conoscenza della Nazionale, Willy Gnonto.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Di Gregorio verso Juventus-Monza: “Sarà emozionante tornare all’Allianz Stadium”

Pubblicato

:

DI Gregorio

Michele di Gregorio, portiere del Monza, ha rilasciato un’intervista a Sportmediaset a pochi giorni prima di Juventus-Monza, in cui il portiere dei brianzoli sarà un ex della partita alla pari del compagno di squadra Nicolo Rovella.

Il portiere classe ’97 ha speso parole al miele nei confronti della sua ex squadra, dichiarando: Per me sarà la prima volta in campo all’Allianz Stadium, ricordo con l’Inter in finale di Coppa Italia Primavera nel 2016, in cui ero in panchina, un’atmosfera bellissima. Penso sia il sogno di tutti giocare con queste squadre e in questi stadi, sarà emozionante”. 

Non sono mancati riferimenti ad una possibile convocazione in Nazionale da mister Mancini, in merito alla quale il 25enne ha affermato: La Nazionale è un sogno, il livello dei portieri italiano è tornato molto alto. Le cose verranno da sé, se la squadra andrà bene e io lo farò singolarmente magari giungerà una chiamata. Se sarà così bene, altrimenti continuerò a pensare al Monza”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Valencia punta in alto: si tenta il colpo Saul Niguez

Pubblicato

:

Saul Niguez

Il Valencia di mister Gattuso non sta navigando in buone acque, considerando i miseri 3 punti di vantaggio dalla zona retrocessione. Per scalare la classifica de LaLiga, i pipistrelli stanno pensando di richiedere Saul Niguez in prestito per 18 mesi. Presenza quasi fissa nella panchina dell’Atletico Madrid, il giocatore ex Chelsea potrebbe accettare la destinazione per avere più spazio, considerando che Simeone gli ha concesso poco più di 800′ fin qui.

Il 28enne spagnolo sarebbe un innesto che aumenterebbe notevolmente il tasso tecnico del club valenciano, voglioso di rivalsa e di tornare grande come una volta. Secondo quanto riportato da Relevo, la trattativa è più che un semplice sogno, ma la palla passa ai colchoneros che decideranno se accettare o meno la formula proposta dal Valencia.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

UFFICIALE – La Copa America nel 2024 si disputerà negli USA

Pubblicato

:

Copa America

Oggi è un giorno storico per la CONCACAF, Federazione del Nord e Centro America, e per la COMNEBOL, Federazione del Sud America. Le due istituzioni hanno siglato un accordo in cui si annuncia che gli Stati Uniti saranno la sede della prossima Copa America, che andrà in scena tra il 14 giugno e il 13 luglio 2024.

La competizione sarà composta sempre da 16 squadre, come da tradizione, ma la ripartizione avverrà in questo modo: Dieci selezioni saranno affiliate COMNEBOL mentre le restanti sei saranno le migliori che usciranno dalla qualificazioni organizzate dalla CONCACAF.

Questa collaborazione è rivolta a progetti a lungo termine. All’interno del comunicato, infatti, le due confederazioni vogliono creare una nuova competizione per dare visibilità al continente prima dei Mondiali 2026, che si svolgeranno tra Stati Uniti, Canada e Messico.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969