Dove trovarci
Le Ultime

Premier League, il “Project Restart” divide in due il calcio inglese

La Premier League non è mai stata tanto divisa sulla ripresa del campionato. Parole eloquenti quelle del Daily Mail, che sottolinea come il capitolo ripartenza sia una questione più che mai delicata al momento. In virtù, tra l’altrom del fatto che il Regno Unito rimane il paese europeo più colpito dalla pandemia, il secondo nel mondo dietro solo agli Stati Uniti.

La priorità rimane la conclusione del campionato, una posizione condivisa complessivamente da tutte le parti. Una delle questioni scottanti, oltre che alle tempistiche, rimane quella legata al “Project Restart“. Si tratta di un piano d’azione vigente in Inghilterra per incentivare un rapido ed efficace ritorno alla normalità calcistica e sportiva, in modo da concludere quanto prima la stagione. Una serie di norme, dunque, a incentivare la ripresa degli allenamenti, per poi riprendere a porte chiuse gli incontri rimanenti. Stando al tabloid inglese, alcuni giocatori di Premier League sarebbero stati incentivati dai club affinché si convincano ad accettarlo.

Fonte: profilo twitter @premierleague

La situazione vigente in Gran Bretagna sta destando molte perplessità fra i calciatori. Nonostante il premier inglese Boris Johnson abbia rassicurato sul fatto che il picco del virus sia stato superato la paura rimane. In ottica “Project Restart”, in ogni caso, si sta cercando di proporre dei benefit sui contratti su coloro che riusciranno a far sì che gli interessi del club vengano salvaguardati. Nonostante ciò la paura rimane in virtù di una situazione ancora nebulosa.

(Fonte: profilo facebook ufficiale Premier League)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale