Vola il Tottenham, sempre più giù il Manchester City. Nel posticipo che ha chiuso la 25^ giornata di Premier League gli Spurs hanno superato con una brillante la prestazione il City, ormai lontano 22 punti dalla vetta. Partita frizzante quella andata in scena al Tottenham Hotspur Stadium: dopo 12′ minuti il Tottenham chiede un cartellino rosso per un fallo di Sterling su Dele Alli, per il VAR si può continuare. Poco dopo altro episodio dubbio: Aguero viene abbattuto da Aurier, per l’arbitro non è rigore. Dopo due minuti interviene il VAR: dal dischetto si presenta Gundogan che, però, si fa ipnotizzare da Lloris, rientrato dopo mesi dal lungo infortunio.

Nella ripresa gli Spurs entrano finalmente in partita e trovano in rapida successione le due reti con le quali Mourinho batte Guardiola per la sesta volta in carriera. Prima l’espulsione di Zinchenko, poi i gol di Bergwijn – appena arrivato per sostituite Eriksen – e di Son mettono al tappeto i Citizens. Gran balzo in classifica per gli uomini di Mourinho che salgono al quinto posto a quattro lunghezze di distanza dal Chelsea, ritornando prepotentemente in corsa per un posto in Champions League.

(Fonte immagine in evidenza: profilo Twitter @spurs)