Connect with us
Premier League, tutte le novità

Calcio Internazionale

Premier League, tutte le novità

Pubblicato

:

Dopo l’incessante tempesta mediatica che il calciomercato porta di consueto con sè torna a parlare ciò che nel calcio realmente conta: il terreno di gioco.

Lo spettacolo della Premier League è pronto a infiammare il cuore di quei tifosi che a ragion veduta annoverano quello inglese come il campionato per eccellenza. Competitività, intensità agonistica, spettacolo e qualità nel gioco e nell’etica dentro e fuori dal campo. La lega d’Oltremanica è davvero unica nel suo genere e si prepara a riconfermarsi come tale.

Fonte: profilo instagram @mancity

Diverse, poi, le novità in termini di regolamento che verranno introdotte in questa stagione, destinate a cambiare le varie dinamiche di gioco. In occasione della prima giornata di campionato Numero Diez vi porta alla scoperta della Premier League 2019-2020 con la guida alle innovazioni regolamentari.

HERE COMES THE VAR!

Numerose sono le novità cui potremo assistere fin dall’incontro di stasera fra Liverpool e Norwich City. Il primo aspetto, quello più evidente, è senza dubbio l’introduzione del VAR.

Sì, dopo anni di attesa il Video Assistan Referee approda anche in Inghilterra. Un fattore tanto controverso e motivo di discussione quanto imprescindibile nell’economia dei 90 minuti. In seguito alla sperimentazione in FA Cup e nella Carabao Cup della passata stagione l’ausilio della tecnologia arriva anche nella massima serie inglese. Gli ottimi risultati raggiunti nelle coppe hanno definitivamente convinto i piani alti della necessità di stare al passo coi tempi in termini di tandem fra tecnologia e sport.

Fonte: profilo twitter @premierleague

L’Inghilterra diventa così l’ultimo dei 5 maggiori campionati europei ad adottare il VAR. Un segnale importante in termini di rapporto fra tecnologia e calcio, per migliorare l’efficienza dell’operato arbitrale, garantire maggiore trasparenza e al tempo stesso diminuire gli errori che umanamente si possono commettere nel corso di un incontro. La lega aveva già annunciato la novità lo scorso novembre ma gli effetti saranno evincibili fin dal match di stasera fra RedsThe Canaries.

Tuttavia le novità non si fermano qui. La Premier League si farà infatti portatrice di un’ulteriore innovazione: i replay saranno infatti visibili direttamente sui maxischermi degli stadi, con tutti i tifosi che potranno osservare alcune delle decisioni prese da arbitro e assistenti. Il tutto a fronte, tuttavia, di un video definitivo che ribalti una decisione arbitrale. Le uniche eccezioni al riguardo sono due: l’Old Trafford di Manchester e Anfield a Liverpool, due impianti al momento privi di maxi schermi.

Fonti: profili instagram @manchesterunited e @liverpoolfc

La soluzione cui la lega avrebbe pensato per tutti sarebbe un’app a portata di smartphone per poter rivedere i replay in tempo reale ed essere sempre più dentro alla partita.

LE NOVITA’ DELL’IFAB

Il secondo aspetto riguarda invece le novità in termini di regolamento. Le innovazioni introdotte lo scorso marzo nella 133a riunione dell’IFAB (International Football Association Board) entreranno di fatto in vigore nel campionato inglese da questa sera. Vediamo insieme le principali.

In primis il rinvio del portiere dentro l’area di rigore: l’estremo difensore potrà rimettere il pallone in gioco all’interno della propria area, con gli avversari che dovranno attendere il controllo da parte del difensore avversario da fuori rettangolo. Un’altra novità riguarda poi l’uscita per sostituzione verso la zona di campo più vicina, in modo da evitare perdite di tempo. Si passa dunque per la distanza degli avversari di almeno un metro dalla barriera nei calci di punizione, in modo da non intralciare la visuale dell’estremo difensore.

Fonte: profilo instagram @alissonbecker

In occasione del calcio di rigore, poi, i portieri potranno tenere un piede oltre la linea di porta per facilitare la parata. In caso di violazione potrà intervenire il VAR per far ripetere la punizione dagli 11 metri. Sul fronte cartellini si hanno 2 novità principali: la prima riguarda la possibilità di ammonire anche gli allenatori in caso di condotta scorretta, mentre la seconda formalizza quel che di fatto già avviene: la regola del vantaggio ad ammonire l’autore del fallo soltanto a fine azione, in modo da non interrompere il gioco.

Il discorso si estende anche ai tocchi di mano. Con le nuove regole vengono sanzionati i tocchi volontari e quelli in posizione innaturale. Quando poi un giocatore va in scivolata viene sanzionato il tocco col braccio solamente quando questo è lontano dal corpo. Sempre in merito a questo discorso verranno poi annullati i gol di mano involontari.

Non ci sarà più la palla a due. L’arbitro scodellerà la palla a favore di chi deve giocarla, col rivale che dovrà stare necessariamente a 4 metri. Infine con le nuove norme cambia anche il ruolo stesso dell’arbitro sul terreno di gioco: se un suo tocco provocherà un assist, un gol o un break a favore dell’altra squadra, il gioco dovrà fermarsi con la palla a favore di chi stava giocando.

SCONTRI DIRETTI DECISIVI

L’ultima novità riguarda una regola presente in diversi campionati, come in Serie A, ma fino ad oggi sconosciuta in Oltremanica. Il fattore scontri diretti.

L’innovazione va a rivoluzionare il calcolo delle posizioni in classifica. Fino ad oggi, in caso di pari punti, era il fattore differenza reti a farla da padrone, andando a premiare il rapporto gol fatti e subiti di una squadra rispetto che un’altra. Adesso non sarà più questo nè il numero di gol realizzati a decidere la classifica, bensì gli scontri diretti fra squadre, che diventano dunque più che mai decisivi nell’economia del campionato.

Fonti: profili instagram @liverpoolfc e @mancity

Fattori e innovazioni mai tenute in considerazione dai piani alti della Premier League che adesso entrano prepotentemente in gioco. Del resto questo è oramai lo sport: una macchina in continua evoluzione verso miglioramenti in termini di efficienza per poter garantire uno spettacolo sempre più emozionante nel suo insieme.

(Fonte immagine di copertina: profilo instagram @mancity)

 

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio Internazionale

Di Maria si lamenta ancora con gli arbitri: rischio squalifica

Pubblicato

:

Angel Di Maria, attaccante del Benfica si appresta a rinnovare il contratto con i portoghesi

DI MARIA – Le polemiche arbitrali sono all’ordine del giorno in Serie A, ma non solo. L’Associazione degli Arbitri portoghesi (APAF) ha avviato un procedimento disciplinare contro Angel Di Maria. Le azioni dell’argentino sono state al centro dell’attenzione dopo le sue critiche alla squadra arbitrale guidata da Fabio Verissimo. Tutto questo è avvenuto in seguito alla sconfitta 2-1 del Benfica contro lo Sporting nella semifinale di andata della Coppa del Portogallo. Le dichiarazioni di Di Maria hanno suscitato polemiche e ora l’APAF si prepara ad affrontare la questione in modo disciplinare.

POLEMICA – “Quello che è successo ieri sera è stato visibile a tutti. Continueremo a lavorare per raggiungere i nostri obiettivi. Soli contro tutti”.

Di Maria ha espresso il suo dissenso per una rete annullata al 76′ per presunto fuorigioco di Tengstedt, chiedendo spiegazioni all’arbitro al termine del match. È la seconda volta in meno di un mese che l’Associazione degli Arbitri portoghesi indaga sul Fideo, aumentando le sue possibilità di una possibile squalifica. Di Maria è tornato al Benfica dopo quattordici anni e ha già segnato quattordici gol. Inoltre, ha fornito nove assist cruciali che hanno contribuito al successo del club di Lisbona in varie competizioni, sia a livello nazionale che europeo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il retroscena di Singo: “Mi volevano Inter, Milan e Atalanta”

Pubblicato

:

Monaco-PSG, Kylian Mbappé, Wilfried Singo, Ligue 1, Champions League

IL RETROSCENA DI SINGO – Dopo ben 4 stagioni nel calcio italiano, trascorse indossando la maglia del Torino, la scorsa estate ha rappresentato un grosso cambiamento per Wilfried Singo, trasferitosi in Ligue 1 al Monaco. Per l’ex laterale granata, quella in corso si sta rivelando un’annata piena di soddisfazioni, sia con il proprio club, con cui insegue la qualificazione alla prossima Champions League, che con la propria nazionale. Giocando nella Costa d’Avorio, infatti, Singo si è laureato campione d’Africa poco meno di un mese fa, al termine di un torneo pieno di sorprese. In un’intervista a Marca, il terzino ivoriano ha rivelato alcuni aneddoti di mercato risalenti alla scorsa estate.

IL RETROSCENA DI SINGO

SCELTA DIFFICILE – “C’erano diversi club italiani interessati a me, tra cui Inter, Milan ed Atalanta, ma alla fine ho preferito andare al Monaco. Ho maturato questa decisione consultandomi con il mio agente Maxime Nana e col mio amico Nicolas Nkoulou. Anche lui ha giocato qui a inizio carriera, e me ne ha parlato come un posto dove poter crescere e migliorare. Sono felice di essere in un club che da fiducia ai giovani e con infrastrutture di alto livello”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Mbappé esce e va in tribuna: contro il Monaco fuori dopo 45′

Pubblicato

:

Mbappé PSG, il francese ha deciso di lasciare i parigini a zero

MBAPPÉ ESCE E VA IN TRIBUNA – Dopo un tiro e molla lungo 3 anni e passa, la platea del Santiago Bernabeu si prepara ad accogliere il giocatore più forte al mondo, Kylian Mbappé, di fatto separato in casa col pubblico del Parco dei Principi. E non solo con loro, poiché anche Luis Enrique, che da tempo sta lanciando segnali di vario tipo, sembra disposto a fare a meno di lui.

Ieri sera infatti, in occasione del match contro il Monaco, un avversario speciale, il tecnico spagnolo ha tolto dal campo Mbappé dopo appena 45 minuti, senza che egli avesse manifestato alcun problema fisico. Si tratta dunque di una scelta puramente tecnica quella dell’ex allenatore del Barcellona, che non è però riuscito a scardinare la difesa dei biancorossi, capaci di strappare uno 0-0 alla capolista della Ligue 1.

MBAPPÉ ESCE E VA IN TRIBUNA

A far discutere è stato però l’atteggiamento dell’attaccante parigino, inquadrato dalle telecamere nei corridoi dello Stadio Louis II mentre parlava al telefono nel bel mezzo del secondo tempo, da lui trascorso poi sugli spalti in compagnia di sua madre Fayza Lamari. Non è mancato inoltre il commento di Luis Enrique riguardo la propria scelta nel corso del postpartita.

ABITUARSI – “Ho trascorso abbastanza tempo nel mondo del calcio per capire che tutto è importante in questo tipo di club. Prima o poi dovremo giocare senza Mbappé, e ci tocca abituarci. Io devo prendere le mie decisioni pensando a ciò che è meglio per la squadra”.

 

Continua a leggere

Bundesliga

Okafor miglior subentrante, la rabbia di Pellegrini – Rassegna social

Pubblicato

:

rassegna social

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969