Un’indagine della FIFA sul reclutamento di giocatori stranieri di età inferiore ai 18 anni aveva bloccato gli acquisti per due finestre di trasferimento del Chelsea nella scorsa estate. Il loro ricorso tuttavia ha indotto la Court of Arbitration for Sport a sospendere – parrebbe – almeno una delle finestre, e adesso i Blues si preparano per il mercato di gennaio.

Nel mirino infatti il club inglese ha già due nomi. Il primo è Timo Werner, dell’RB Leipzig, giovane attaccante di 23 anni già corteggiato dal Real Madrid, che per adesso però è rimasto in Bundesliga. Werner ha forse inizialmente fatto parlare di sé per essere il “giocatore a cui dà fastidio il rumore“, dato che quando giocava con il Lipsia ha dovuto abbondare il campo più volte per i troppi decibel della tifoseria. Per adesso tuttavia, meglio ricordarlo per le otto reti in dodici partite di inizio stagione. Altro giocatore nella lista dei desideri del Chelsea è invece l’attaccante Callum Wilson, calciatore del Bournemouth, che in undici partite ha segnato cinque gol e un assist.

Ancora non è definitiva la decisione della Corte, ma la squadra intanto si sta attrezzando per rafforzare la sua rosa, più debole forse dopo la cessione di Hazard al Real Madrid. C’è da dire però che la sanzione della FIFA non ha intaccato pesantemente le prestazioni della squadra: il Chelsea guida infatti il suo girone di Champions ed è quarta il Premier, a pari punti con il Leicester.