Connect with us
Preziosi conferma Andreazzoli, ecco perché è la scelta giusta

Generico

Preziosi conferma Andreazzoli, ecco perché è la scelta giusta

Pubblicato

:

Dopo i recenti movimenti che hanno visto coinvolte le panchine di Milan (con l’esonero di Giampaolo e l’ingaggio di Pioli) e Samp (che ha risolto il contratto consensualmente con Eusebio Di Francesco, di cui non è ancora stato ufficializzato il sostituto), nel tardo pomeriggio di ieri è arrivato un altro colpo di scena: il patron del Genoa Enrico Preziosi, dopo aver seriamente pensato di cambiare guida tecnica visto lo scarso numero di punti ottenuto in campionato sinora dal Grifone, ha deciso di dare ancora fiducia ad Aurelio Andreazzoli, anche a seguito di un incontro non positivo con Francesco Guidolin. Gli allenamenti sotto la guida dell’ex mister dell’Empoli riprenderanno oggi, dopo che ieri era stata annullata la seduta proprio a causa dei dubbi di Preziosi.

PERCHÉ È L’OPZIONE CORRETTA

Esattamente un anno fa, il 9 ottobre 2018, Preziosi decise di esonerare, nonostante 12 punti (con una partita in meno) e il posizionamento a metà classifica, Davide Ballardini, senza usare mezzi termini:

“Ballardini è scarso! Soltanto alla Sambenedettese è riuscito ad allenare per tutta la stagione, poi è sempre stato esonerato o non è riuscito a mantenere il suo percorso. In 14 campionati ha collezionato 13 esoneri. È una persona per bene ma non sa mettere i giocatori in campo”.

Al posto del tecnico ravennate venne richiamato Ivan Juric, che nonostante un ottima partenza col pareggio per 1-1 all’Allianz Stadium contro la Juve non durò nemmeno due mesi sulla panchina del Genoa: nelle successive sei gare di campionato trova soltanto due pareggi e quattro sconfitte e dopo l’umiliante sconfitta ai calci rigore decretante l’eliminazione al quarto turno di Coppa Italia al “Ferraris” contro la Virtus Entella (militante in Serie C), viene esonerato. Krzysztof Piatek, che con Ballardini segnava praticamente sempre, si bloccò con la gestione dell’allenatore croato, segnando soltanto una rete su rigore nel derby contro la Sampdoria. Preziosi decise dunque di chiamare Prandelli, ed il Genoa, come tutti ben sappiamo, riuscì a salvarsi soltanto all’ultima giornata con la complicità della sconfitta dell’Empoli a San Siro ed il suo “biscotto” con la Fiorentina.

L’esonero di Andreazzoli rischierebbe di riportare ai rossoblù un clima d’instabilità come accaduto lo scorso anno, e non è detto che il successore possa fare meglio, proprio come ha vissuto la scorsa stagione l’ex Roma sulla sua pelle. L’Empoli infatti decise di esonerarlo e chiamare Iachini salvo poi riportarlo sulla panchina e sfiorare all’ultima giornata la salvezza: il toscano, per quanto dimostrato l’anno passato, se avesse ricevuto fiducia da parte del club empolese avrebbe potuto tranquillamente regalare alla società la permanenza nella massima serie.

Il Genoa, per di più, è l’ambiente ideale per un tecnico come Andreazzoli, che necessita di tempo prima di poter esprimere il suo miglior calcio: il Grifone non punta all’Europa, la salvezza vista la qualità della rosa è praticamente garantita e quindi sarebbe stato un errore esonerare dopo appena sette giornate il nuovo tecnico. Che poi, analizzando i primi match del Genoa non si vede soltanto del negativo, anzi: pareggio a Roma, vittoria contro la Fiorentina, sconfitta al 95′ contro l’Atalanta (grazie ad un eurogol di Zapata), pareggio interno col Bologna e sconfitte contro Cagliari, Lazio e Milan (quest’ultima dopo un rigore fallito nel recupero da Schöne ed una prestazione più che buona).

Fonte immagine: profilo Instagram del Genoa.

SU COSA DEVE LAVORARE ANDREAZZOLI

L’ex allenatore dell’Empoli ha a disposizione questa e la prossima settimana per preparare al meglio la trasferta di Parma, dove dovrà assolutamente fare punti. Fondamentale sarà il lavoro sulla fase difensiva, visto che il Genoa ha trascorso solo una partita senza subire reti (lo 0-0 casalingo contro il Bologna, dove peraltro Sansone ha fallito un calcio di rigore), ed al momento non potrà contare su Criscito, infortunatosi sabato sera contro il Milan. La fiducia al giovane attaccante e promessa del calcio italiano Pinamonti andrà ribadita: Kouamé, che già l’anno scorso affiancava Piatek, dovrà creare spazi coi suoi movimenti anche a favore dell’azzurrino. Oltre al noto 3-5-2, Andreazzoli conosce anche i meccanismi del 4-3-1-2, quindi perché non sperimentarlo magari anche a partita in corso? Il trequartista ideale in rosa è Saponara, che da mezz’ala rende sicuramente meno rispetto che dietro alle due punte. Ghiglione e Pajac sono senza dubbio due ottimi esterni di centrocampo abituati al 3-5-2 dallo scorso anno (il primo a Frosinone mentre il secondo ad Empoli), ma dovrebbero curare maggiormente la fase difensiva, per cui il 4-3-1-2 potrebbe fargli tesoro. Un altro punto di forza che deve consolidare Andreazzoli sono i movimenti senza palla, principalmente dei mezze ali, che si smarcano per ricevere il pallone e far partire l’azione della squadra. A tal proposito, la presenza di un trequartista in grado di conciliare il lavoro dei centrocampisti con quello degli attaccanti non sarebbe scomodo, anzi…

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram del Genoa.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Generico

Canestrelli appena riscattato dal Pisa verrà girato in prestito

Pubblicato

:

Pisa

Il Pisa ha da poco riscattato il difensore Simone Canestrelli dall’Empoli, la squadra nerazzurra sembrerebbe però intenzionata a girarlo in prestito, come riportato da tuttomercatoweb. Il classe 2000 ha all’attivo 12 presenze e 2 gol in campionato, un bottino non male per un difensore centrale. Il giocatore però difficilmente riesce a trovare un posto da titolare nello scacchiere di D’Angelo.

Per questo la società avrebbe pensato di mandarlo in prestito per farlo giocare con piu continuità ed averlo pronto per la prossima stagione. Le squadre interessate sono il Como e il Brescia, entrambe impegnate a raggiungere la salvezza senza dover passare dai play out.

 

 

 

Continua a leggere

Flash News

Le motivazioni della Corte d’Appello Federale sulla penalizzazione alla Juventus

Pubblicato

:

Tifosi bianconeri

Sono uscite in questo istante le tanto attese Motivazioni della Corte d’Appello Federale sulla penalizzazione alla Juventus. L’organo competente ha spiegato, quindi, la scelta di assegnare una penalizzazione così severa alla società bianconera in termini di classifica in Serie A, e tutte le inibizioni agli ex membri societari, tra cui il presidente Agnelli.

Tra le righe del lunghissimo documento, si parla di “un illecito grave, ripetuto e prolungato“. E poi “i nuovi atti provano l’intenzionalità della Juventus. Intercettazioni inequivoche ed evidenze relative a interventi di nascondimento di documentazione o addirittura manipolatori delle fatture“.

La Corte d’Appello ha anche stilato la lista di tutti i trasferimenti le cui cifre sono considerate fittizie.

Sempre più probabile l’assoluzione di tutte le altre società con cui la Juventus ha accordato i trasferimenti dei calciatori. “Nei fatti nuovi che hanno portato alla riapertura del processo sportivo per le plusvalenze non sussistono evidenze dimostrative specifiche per le altre società. Nei fatti nuovi sopravvenuti non sussistono evidenze dimostrative specifiche che consentano di sostenere l’accusa e tanto meno appare possibile sostenere che vi sia stata una sistematica alterazione di più bilanci”.

Ora la palla passa alla Juventus stessa, che potrà fare ricorso per sperare in una riduzione della penalizzazione, per tornare a sperare quantomeno nell’obiettivo Europa, senza dover passare da Coppa Italia Europa League.

Continua a leggere

Bundesliga

Cancelo lascia il City e va al Bayern Monaco: affare ai dettagli!

Pubblicato

:

Real

Incredibili ultimi giorni di mercato. Il Manchester City è pronto a liberare Joao Cancelo in prestito. Il portoghese diventerà quindi un nuovo giocatore del Bayern Monaco, come anticipato da David Ornstein. Affare di mercato extra lusso tra due super potenze del calcio mondiale.

L’ex Inter e Juve già da diverso tempo era stato impiegato con meno regolarità, e il Bayern Monaco si è da sempre dichiarata desiderosa di ingaggiare il fenomenale terzino e tuttocampista.

In tutto ciò, il club tedesco deve fare i conti con l’infortunio di Mazraoui e la sempre più probabile partenza di Pavard verso il Barcellona. L’occasione Cancelo è quindi stata accolta immediatamente.

L’affare è quindi ai dettagli: Cancelo diventerà in prestito un nuovo giocatore dei bavaresi. Se tutto dovesse proseguire verso questa direzione, il calciatore dovrebbe sostenere le visite mediche di rito nelle prossime 24 ore.

Continua a leggere

Flash News

Dany Mota sul passato alla Juve: “Ronaldo gran persona, mi aiutò molto”

Pubblicato

:

È un Dany Mota emozionato quello presentatosi ai microfoni di DAZN nel post-partita di Juventus-Monza, sfida che ha visto i brianzoli trionfare sui ragazzi di Allegri grazie ai gol di Ciurria e del portoghese. Dany Mota ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

SULLA PARTITA – “È stata una partita perfetta sotto tutti i punti di vista, lavoriamo sempre per i 3 punti e abbiamo meritato la vittoria.”

IL GOL ALLO STADIUM E IL PASSATO ALLA JUVE – “È un giorno speciale, sono contento di essere tornato in questa casa. Sono felice per la vittoria.”

IL RAPPORTO CON RONALDO – “Cristiano mi ha aiutato molto in quei 6 mesi in bianconero, è una gran persona ed è stato molto utile nella mia crescita.”

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969