Connect with us

Flash News

Le probabili formazioni di Roma-Atalanta: c’è Zaniolo, rebus in attacco per Gasperini

Pubblicato

:

Roma

Roma e Atalanta scenderanno in campo nella giornata di domenica alle 18 nella partita che anticipa la sosta delle Nazionali. La Roma, reduce dalla vittoria convincente contro il HJK, affronterà un’Atalanta che viene dal primo pareggio in campionato contro la Cremonese, in una partita nel complesso al di sotto delle aspettative.

TORNA ZANIOLO

Mourinho torna a contare su tutti i suoi giocatori di maggiore qualità, con il ritorno di Zaniolo. La Roma dovrebbe schierarsi con il solito 3-4-2-1 con in porta Rui Patricio e la difesa composta dal trio Mancini, Ibanez e Smalling. Il dubbio resta sulla fascia destra, dove Celik sembra in vantaggio su Karsdorp, mentre a centrocampo arretra Pellegrini per affiancare Matic. Sulla fascia sinistra agirò Spinazzola e in attacco torna Zaniolo con Dybala alle spalle di Tammy Abraham. Ancora assenti Kumbulla ed El Shaarawy mentre dovrebbe recuperare per la panchina Zalewski.

REBUS IN ATTACCO PER LA DEA

Gasperini, ancora senza Zapata e Djimsiti, conferma il solito Musso tra i pali, protetto dal trio Toloi, Demiral e Okoli in difesa. Sulle fasce Hateboer e Soppy, mentre a centrocampo sicuramente giocheranno De Roon e Koopmeiners. Dietro all’unica punta dovrebbero agire Malinovskyi ed Ederson, con il dubbio Pasalic al posto dell’ucraino. In attacco Hojlund sembra favorito su Muriel, con il colombiano che ha offerto una prestazione deludente contro la Cremonese nell’ultima partita.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Champions League

ULTIM’ORA – Nuovo infortunio in casa Inter: il comunicato ufficiale!

Pubblicato

:

Inter

Al 56′ del match di Champions League che si è disputato ieri tra Inter e Barcellona che ha visto la squadra Nerazzurra trionfare con il risultato di 1-0, Correa è dovuto uscire dal campo  a causa di un problema al ginocchio.

Nella mattinata odierna l’attaccante argentino ha svolto degli esami che hanno evidenziato un problema al tendine del ginocchio che mette così a fortissimo dubbio la sua presenza nel match che si disputerà sabato alle ore 15:00 contro il Sassuolo.

Si attendono ulteriori aggiornamenti sulla vicenda.

Continua a leggere

Champions League

Juventus-Maccabi Haifa, ecco i convocati di Massimiliano Allegri

Pubblicato

:

Nella giornata odierna scenderanno in campo i bianconeri all’interno del match che si disputerà all’Allianz Stadium Juventus-Maccabi Haifa; partita decisiva ai fini delle sorti del girone H. Entrambe le squadre arrivano all’appuntamento di Torino con 0 punti raccolti all’interno delle prime 2 giornate; perciò la Juventus giocherà con l’obbligo di portare a casa i tre punti.

Ecco i  giocatori convocati dal mister Massimiliano Allegri in vista del delicatissimo incontro di questa sera.

Portieri: Szczesny, Pinsoglio, Perin.

Difensori: De Sciglio, Bremer, Danilo, Alex Sandro, Gatti, Bonucci, Rugani.

Centrocampisti: Locatelli, Mckennie, Cuadrado, Kostic, Miretti, Rabiot, Paredes, Fagioli.

Attaccanti: Vlahovic, Milik, Kean, Di Maria, Soulé.

 

 

Continua a leggere

Champions League

Chelsea Milan, Kovačić carica l’ambiente: “Vogliamo i 3 punti”

Pubblicato

:

Pukki

Nella giornata odierna,  a partire dalle ore 21:00, andrà in scena direttamente dallo Stamford Bridge il match con più blasone che possiamo trovare all’interno del mercoledì di Champions League: Chelsea-Milan, partita decisiva ai fini delle sorti del gruppo E.

L’ex interista Kovačić, questa sera, partirà titolare a centrocampo al fianco di Jorginho. Proprio in queste ore il centrocampista croato ha rilasciato queste dichiarazioni in merito al big match di questa sera sul canale ufficiale del club: “Non sarà facile anche perché non abbiamo fatto bene fino a questo momento in Champions: per questo è una partita importante per noi domani e vogliamo i tre punti. Dobbiamo cercare a tutti i costi la prima vittoria altrimenti poi il passaggio del turno rischia di essere compromesso. Il Milan è un grande avversaria con alle spalle una grande storia”.

Continua a leggere

ESCLUSIVE

ESCLUSIVA – Pappadà: “Il Napoli spaventa l’Europa, ma ad Anfield tutto è possibile”

Pubblicato

:

Napoli

ESCLUSIVA PAPPADÀ – Raffaele Pappadà, voce di varie emittenti tv nazionali, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Numero Diez per commentare l’andamento della Serie A e della Champions League. Pappadà è telecronista di entrambe le competizioni, per i canali tv Sport Mediaset e per la Lega Serie A, oltre che della Serie B per Helbiz Live. Inoltre, Pappadà vanta nel suo curriculum anni di esperienza sulle reti televisive di DAZN. Di seguito l’intervista completa:

La vittoria in Champions League di ieri sera contro il Barcellona ha scacciato molti fantasmi in casa Inter, oltre ai rumors di esonero che aleggiavano intorno a Simone Inzaghi. È un nuovo punto di partenza per i nerazzurri?

“La vittoria contro il Barcellona potrebbe essere una scintilla per l’Inter. È la dimostrazione che non è tutto da buttare: anche con la Roma, nonostante qualche errore, non c’era stato scollamento tra la squadra e l’allenatore. Gli errori commessi in campo si pagano caro, soprattutto contro squadre tecniche come la Roma. Contro i giallorossi il giudizio di molti è stato influenzato dal risultato finale. Ma ieri abbiamo avuto l’immagine di un’Inter diversa, pronta a lottare in campo”. 

Il Napoli sembra aver archiviato la pratica per la qualificazione agli ottavi, addirittura come primo classificato. Juventus e Milan possono mettere in difficoltà Chelsea e Psg?

“Il Napoli sta disputando una Champions League straordinaria, il percorso fatto finora è incredibile. Ad Anfield tutto è possibile, ma questo Napoli ha dimostrato di essere veramente forte. I numeri sono straordinari (13 gol in 3 partite di Champions) e spaventano l’Europa, il Napoli è senza dubbio favorito per il primo posto nel girone. È difficile che la Juve riesca a mettere in difficoltà il Psg, anzi: sarà decisivo il match del “da Luz” per la qualificazione agli ottavi. Per quanto riguarda il Milan, il destino europeo dei rossoneri è affidato alla doppia sfida contro il Chelsea, anche se non è da sottovalutare l’incrocio casalingo con il Salisburgo”. 

La Fiorentina non è partita benissimo, né in campionato né in Conference League. I viola hanno le carte in regola per arrivare in fondo alla competizione, come l’anno scorso la Roma (che ricordiamlo, faticò inizialmente contro il Bodo Glimt)?

“In estate il progetto della Fiorentina sembrava interessante, ma l’inizio di stagione viola ha evidenziato grandi difficoltà. Al momento non vedo un parallelismo con la Roma, la Fiorentina deve ancora migliorare. Un’eventuale vittoria della Conference da parte della squadra di Italiano è impensabile in questo momento”. 

L’Atalanta non ha impegni europei, in campionato sta volando e guida la classifica insieme al Napoli. È da tenere d’occhio?

“L’Atalanta è una sorpresa, tutti pensavamo che questa potesse essere una stagione transitoria. Invece ha iniziato benissimo, sembra già iniziato un nuovo ciclo. Sarà determinante non dover gestire le coppe per Gasperini, che ha garantito all’Atalanta una nuova ripartenza basata su principi diversi. La squadra non subisce molti gol e ha giocatori di qualità: senza dubbio lotta per i primi 4 posti, quindi ha il diritto di puntare anche allo Scudetto”. 

Una piacevole sorpresa di questo campionato è l’Udinese. Sottil è riuscito a creare un gruppo unito e compatto, è il momento di alzare l’asticella a Udine?

“L’Udinese sta mostrando grande mentalità, sembra maturare fiducia verso qualcosa di più grande. È giusto esaltare il lavoro di Sottil, l’Udinese si sta dimostrando forte e nessuno lo avrebbe detto dopo le partenze di De Paul e Molina. Questa poi è una stagione strana, spaccata dal Mondiale: per l’Udinese sarà importante arrivare alla sosta in un buon piazzamento di classifica. Con le armi che ha, l’Udinese può dare fastidio: chiunque può perdere punti con la squadra di Sottil”. 

L’impatto di Erling Haaland al Manchester City è stato devastante. L’intesa con De Bruyne è ottima, ha segnato tre triplette nelle ultime tre partite di Premier disputate all’Etihad. Vista la squadra che ha a dispozione, è l’ultimo anno per Guardiola per provare a vincere la Champions?

“Il City è una squadra fantastica, sensazionale. Per la prima volta la considero la grande candidata alla vittoria finale. Ha acquisito completezza grazie ad Haaland, non riesco a trovare aggettivi per descriverlo. Per me vederlo giocare quando aveva 17-18 anni è stata una folgorazione immediata, è destinato a diventare il dominatore del calcio europeo per i prossimi dieci anni. Per quanto riguarda Guardiola, anche le sue dichiarazioni sulla Champions sono cambiate: lo sa anche lui che quest’anno il City può veramente vincere”. 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969