Connect with us

Calciomercato

Procuratore sportivo: genesi e evoluzione del mestiere più discusso

Pubblicato

:

Procuratore

Da attore marginale a vero e proprio protagonista e star. Questa é stata l’evoluzione del ruolo dell’agente, oggi considerato deus ex machina, capace di cambiare le sorti della carriera di un calciatore, nel bene o nel male, e di sconvolgere i piani di una società con il proprio operato. Spesso considerata, in maniera estremamente superficiale, come nociva e dannosa per l’universo calcistico, accusata di aver corrotto i costumi dello sport più bello del mondo, la figura del procuratore sportivo va analizzata cercando di andare oltre gli stereotipi che rendono quasi impossibile un discorso quanto più oggettivo e intellettualmente onesto.

L’EVOLUZIONE DEL RUOLO

Da un punto di vista storico, la prima forma di agente sportivo si caratterizza per essere legata ad aspetti principalmente legali. Molti avvocati si sono specializzati in materia sportiva per accompagnare i propri assistiti nelle problematiche di tipo legale nel corso delle carriere sportive. Importante era la figura di un consulente giuridico capace di analizzare i contratti, spiegarli al calciatore e aiutarlo a risolvere eventuali problematiche.

A seguito del processo di spettacolarizzazione del calcio, foriero di un sempre crescente valore iconico del giocatore, la consulenza legale si è estesa progressivamente a campi anche extra calcistici, come la sponsorizzazione e la gestione dell’immagine del professionista.

Infine, quello che era un semplice avvocato, si é poi evoluto a vero e proprio negoziatore e procacciatore di soluzioni per il proprio cliente, giungendo ad una idea di procuratore molto simile a quella che conosciamo noi oggi, ovvero un professionista in grado non solo di condurre negoziazioni, ma anche di trovare soluzioni per la carriera del proprio assistito.

L’AGENTE MODERNO

Oggi assistiamo ad una figura ancora più evoluta e completa. Il procuratore sportivo non proviene necessariamente dal mondo giuridico, ma ha nel calcio la sua unica fonte di guadagno ed é un professionista in grado di seguire a trecentosessanta gradi la carriera del calciatore.

L’evoluzione di questo ruolo si deve principalmente a un banale incrocio tra domanda e offerta. Da un lato il mondo del calcio viene spesso considerato una miniera d’oro, fonte di ricchezza quasi perpetua, accantonando e abbandonando ogni ipocrisia. Per questa ragione, non si può negare come tanti appassionati abbiano cercato di intraprendere la carriera di agente per garantirsi introiti apparentemente facili. Infatti, sebbene in molte circostanze non sia così, il mondo dello sport, e soprattutto quello del calcio, risulta agli occhi di molti come “democratico”, capace di rendere ricchi anche coloro che non abbiano vissuto carriere brillanti da un punto di vista accademico.

Non sono sporadici, anche, i casi di parenti o amici di giocatori che abbiano ottenuto l’abilitazione da agenti per seguirne la carriera, finendo poi ad esercitare la professione di procuratore andando ad accompagnare il percorso professionale anche di altri calciatori. Tuttavia, come detto in precedenza, anche al calciatore del terzo millennio giova la presenza di un agente forte di strutturate relazioni all’interno dei club, che gli consentano di migliorare la propria carriera da un punto di vista sportivo ed economico, o di negoziare un contratto con sponsor e affini.

Non é, dunque, del tutto corretto puntare il dito contro l’agente e il suo modus operandi, ma sarebbe più costruttivo aprire una discussione articolata sulla globalità dell’universo calcistico e le leggi che lo governano.

I REQUISITI

Alla domanda su come si diventa procuratori, bisogna fornire due diverse risposte. Una dal punto di vista tecnico-legale, la seconda da un punto di vista squisitamente pratico. Infatti, non tutti possono esercitare il mestiere di agente, ma occorre superare una abilitazione federale dopo il passaggio di esami di carattere fondamentalmente giuridico, che portano all’iscrizione sull’albo, a seguito della verifica di sussistenza di requisiti legali che lo consentano.

LE DOTI NECESSARIE

Da un lato squisitamente pratico, invece, non si può insegnare a svolgere la professione di agente, non esiste un manuale, non esistono professori, ma sono le qualità esogene e endogene quali la dedizione, la abnegazione, la professionalità, ma anche la capacità di creare e mantenere rapporti forti e duraturi a plasmare un buon agente.

In un mondo ormai totalmente globalizzato e accessibile come quello del pallone, é importante capire su quale target geografico e tecnico ci si voglia concentrare. Centrali sono, inoltre, le doti dialettico-persuasive, sia nel convincere il ragazzo a sposare il progetto di accompagnamento nell’arco della propria carriera, sia nella proposizione e negoziazione con i club.

Oggi si va sempre maggiormente verso la marginalità dei singoli procuratori, basati in una sola nazione, relegati spesso alle serie minori, e al predominio dei grandi gruppi, forti di strutturate relazioni in tutto il mappamondo calcistico e di quello dello sponsoring.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Salernitana-Bakayoko, affare complicato: la situazione

Pubblicato

:

Bakayoko

Molte squadre stanno approfittando della sosta Mondiali per sondare il terreno in vista della sessione invernale di calciomercato; la Salernitana starebbe pensando a Bakayoko, in partenza dal Milan.

Quello del centrocampista francese sarebbe il primo nome in cima alla lista degli esuberi e il club rossonero starebbe cercando di piazzarlo. A tal proposito, ci sarebbe stata una prima chiacchierata informativa con il ds dei granata Morgan De Sanctis. Le intenzioni della Salernitana sono chiare: la trattativa può andare in porto soltanto con un’eventuale cessione di Coulibaly o con l’ingaggio del centrocampista a carico del Milan. 

Bakayoko, quest’anno, non è mai sceso in campo. Il club campano rifletterà sulla proposta ma al momento sembrano non sussistere le condizioni necessarie affinchè la trattativa si concretizzi.

 

Continua a leggere

Calciomercato

Radu verso la Ligue 1: non rimarrà alla Cremonese

Pubblicato

:

Radu

Il futuro di Radu sembra essere lontano dalla Cremonese. Il portiere in prestito dall’Inter infatti ha perso il posto da titolare tra i pali della squadra neopromosa, dopo che Carnesecchi è tornato dall’infortunio. L’ultima partita del portiere rumeno rimane la trasferta a Napoli dello scorso 9 ottobre.

Secondo quanto riportato da FcInterNews, Radu non giocherà alla Cremonese nella seconda parte di questa stagione. Il suo futuro dovrebbe essere all’estero, probabilmente in Ligue 1. Difficile una permanenza in Serie A: su di lui si è mossa solo la Sampdoria, ma la prospettiva sarebbe da vice Audero. Radu invece cerca una squadra in cui giocare da titolare.

Continua a leggere

Calciomercato

Torino, si chiede uno sconto per il riscatto di Miranchuk

Pubblicato

:

Atalanta, Miranchuk può restare in Serie A

Una delle note positive del Torino di Ivan Juric è stato, in questa prima fase di campionato, l’ex centrocampista dell’Atalanta Aleksej Miranchuk. Il russo ha segnato fino ad ora due gol in Serie A e confezionato un assist.

Secondo quanto riportato da Torinogranata.it la società starebbe già pensando al riscatto del centrocampista, fissato a 12 milioni di euro. I piemontesi, però, vorrebbero una leggera riduzione della cifra per il riscatto, un piccolo sconto rispetto a quanto stabilito.

La palla ora passa ai nerazzurri. Faranno un passo indietro oppure nessuna concessione ai granata?

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Messi-Inter Miami, l’entourage della Pulga: “Fake news”

Pubblicato

:

Messi

La notizia lanciata dal Times ha fatto discutere. Lionel Messi avrebbe un accordo per approdare all’Inter Miami di David Beckham, dopo il termine di questa stagione, cioè quando scadrà il suo contratto con il PSG. La news inoltre riportava che anche Sergio Busquets avrebbe condiviso la squadra con il suo ex compagno al Barcellona.

Questa voce è stata immediatamante smentita dall’entourage di Messi, che ha rilasciato le seguenti parole al quotidiano francese L’Equipe: “Fake news. Nessuna trattativa con l’Inter Miami, non c’è nulla di nuovo da dire sul futuro di Leo. È completamente concentrato sul Mondiale”. 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969