Connect with us

La nostra prima pagina

Provate a fermarli

Pubblicato

:

Provateci se potete, o se volete perché forse vi piacerà il sadismo. Per quanto possa sembrare macabro dirla così, tutto questo ha un fondo di verità piuttosto evidente. Il tridente del PSG può far ciò che vuole, è la New Wave che ti travolge in un attimo, lasciandoti confuso e allo stesso tempo affascinato da cotanta velocità. Perché l’aspetto fondamentale del trio d’assalto del PSG è proprio la rapidità e lo si può vedere in ogni gol .

NEYGOL

La partita è spettacolare, il Celtic non si fa spaventare fra le mura amiche e prova più volte ad assaltare la difesa parigina. Il PSG, a sua volta, trova gli spazi giusti e va più volte vicino al gol; come al 16′ con Cavani che si vede annullare la rete per fuorigioco. Bastano solo 3 minuti e proprio il più atteso riesce a sbloccare la partita. Rabiot serve una verticalizzazione al bacio per Neymar che stringe dalla sinistra scappando dalle grinfie di Ralston. L’asso brasiliano si trova a tu per tu con Gordon ma non sbaglia sparando il pallone sotto la traversa. Mister 222 milioni è già a quota 5 gol con la maglietta del PSG, dando almeno così un senso alla sua cifra monstre. Un applauso va fatto anche a Rabiot per quel cioccolatino dato al numero diez parigino.

DOPPIO ESORDIO D’ORO

Risponde presente anche mister 180 milioni posticipati. Dopo aver segnato all’esordio in Ligue 1, Mbappè firma il tabellino dei marcatori anche in Champions League. La rete arriva al 34′: tutto parte sempre da Neymar che prende palla dalla trequarti per poi scaricarla a Verratti sulla destra. È un semplice uno-due che funziona alla perfezione perché Neymar brucia la difesa statica del Celtic, fa la sponda di testa verso il centro ma Cavani lisca goffamente il pallone. Per fortuna c’è Mbappè alle sue spalle che da vero opportunista insacca il pallone. Malissimo la difesa scozzese che si è concessa il lusso di lasciare da solo uno come Mbappè. Il francese esulta per il gol che ha chiuso anzitempo la pratica a Glasgow.

L’esultanza di Mbappè alla sua seconda rete con il PSG

REGALONI

Non è natale, ma all’Hampden sembrava così. Perché come se non bastasse, i difensori scozzesi hanno deciso di regalare goffamente 2 gol ai transalpini. Il primo arriva al 39′, quando su cross di Kurzawa dalla sinistra, Cavani brucia Simunovic che non ha altra possibilità di stendere l’uruguagio. Proprio l’ex Napoli non si fa sfuggire l’occasione dagli undici metri: il numero 9 apre il destro spiazzando Gordon con un rigore piuttosto imparabile. Dopo un secondo tempo di trotto poi, all’83’ arriva il secondo pacchetto regalo: Draxler salta Sinclair sulla destra, serve un cross teso in area che va a sbattere sul piede di Lustig. Alle spalle del difensore bianconere però non ci sarebbe stato nessuno pronto a ribattere in gol il suggerimento dell’ex Wolfsburg.

TUFFO DA DIEZ

All’85’ Cavani si trasforma nella nostra Tania Cagnotto mettendo a segno un tuffo ai limiti della perfezione. Accade tutto in velocità come un lampo: Kurzawa crossa al centro, Simunovic si vede sbucare alle spalle un razzo cannibale come Cavani. L’uruguagio vola per incornare il pallone, ha un tempismo perfetto, indirizza il pallone all’incrocio opposto dove Gordon può restare solo a guardare. Ancora una volta sbaglia il numero 5 dei Celtic che poteva far scattare la trappola del fuorigioco e non farsi sorprendere dalla ferocia del matador Cavani.

ATTACCO DA THRILLER

In Ligue 1 hanno giocato e vinto 5 partite, segnando ben 19(!) gol. Se si vanno ad unire anche i 2 gol nella Supercoppa francese contro il Monaco i 6 di ieri sera in Champions League, si arriva a 27 reti in 7 partite. La media sarebbe di ben 3,86 gol ogni partita. Il matador Cavani ha contribuito con 1/3 delle reti  (9!). Unendo anche le 5 di Neymar e le 2 di Mbappè, la new wave rappresenta il 59% dei gol parigini. Ovviamente nonostante la forza straripante del tridente, il giusto merito va anche al centrocampo perché Rabiot e Verratti non li hanno tutti, e a al di là delle solite critiche, avere uno come Verratti in campo incrementa esponenzialmente le probabilità di segnare.

https://www.youtube.com/watch?v=q4p0aTwXYqc

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Zielinski sugli ottavi: “Atteggiamento da cambiare, contro Mbappé serve più coraggio”

Pubblicato

:

Napoli

La Polonia di Piotr Zielinski si è qualificata agli ottavi di finale del Mondiale, nel girone che li vedeva al fianco dell’Argentina di Messi. Proprio della partita contro l’albiceleste Zielinski ha criticato l’atteggiamento, che contro la Francia agli ottavi dovrà essere diverso. Troppo passivi i polacchi contro l’Argentina secondo il centrocampista del Napoli, che chiede di avere più personalità ai suoi compagni per una partita di protagonismo. Ecco le parole di Zielinski alla Gazzetta dello Sport:

Contro l’Argentina forse abbiamo patito il fatto di sfidare una delle favorite del Mondiale in una gara determinante per la qualificazione. Giocare contro Messi complica le cose perché lui è un genio, fa sembrare tutto semplice. Di sicuro non potremo affrontare la Francia con quest’atteggiamento: serviranno più carattere, più coraggio, più voglia di far male all’avversario che è fortissimo. Dietro a Mbappé sulla sinistra c’è Theo Hernandez: dobbiamo preparare molto bene la gara, magari cambiando il modulo rispetto alla partita con l’Argentina. La Francia è campione del mondo: può succedere di tutto, a patto che ognuno di noi abbia un rendimento migliore“.

Zielinski manda poi un messaggio di vicinanza al popolo di Ischia, per chiudere con una chiosa sul Napoli: “Nel club succede l’opposto di quanto spesso accade in nazionale, vale a dire che la palla la teniamo noi e creiamo tante opzioni di tiro. Voglio mandare anche io come Koulibaly un messaggio a Ischia: auguro a tutte le persone coinvolte di trovare la forza per reagire a quanto accaduto, quell’isola è un luogo meraviglioso. Lo Scudetto? Alla ripresa avremo partite difficili, ma possiamo scrivere la storia”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Lukaku ora pensa all’Inter: nessuna vacanza per il belga

Pubblicato

:

Lukaku

Dopo la pessima prestazione offerta ieri da parte di Lukaku, che ha portato all’uscita del Belgio contro la Croazia con molte occasioni sprecate da Romelu, il belga deve tornare nel mondo Inter. Per lui non ci sarà nessuna vacanza. è infatti atteso a Milano per la preparazione alla seconda parte di stagione.

IL RIENTRO DI LUKAKU

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, Lukaku tornerà immediatamente a Milano per allenarsi, non è il momento di fermarsi per il belga. Lukaku è reduce da un brutto infortunio e deve evitare pause che potrebbero rallentare il suo rientro in condizioni ottimali. Ieri Big Rom ha dimostrato la sua scarsa condizione, viste le cinque occasioni sprecate, tra le quali svetta l’ultima a porta sguarnita, dove si nota la scarsa reattività di un calciatore reduce da infortunio.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Belgio, incidenti in strada causati dai festeggiamenti marocchini

Pubblicato

:

Marocco

Come è ormai noto, il Marocco ha battuto il Canada nell’ultimo turno del Gruppo F e si è qualificato come primo agli ottavi di finale di Qatar 2022. All’Al Thumama Stadium di Doha è terminata 2-1 per i nordafricani, grazie alle reti di Ziyech ed En-Nesyri. Con questo risultato la squadra di Regragui chiude a 7 punti in classifica, lasciandosi alle spalle Croazia e Belgio.

È risaputo che in Belgio ci sia una grande percentuale di marocchini, causa emigrazione. E ieri, dopo la la vittoria contro il Canada non hanno potuto fare a meno di scendere a festeggiare per le strade, in particolare quelle di Bruxelles. Come riporta Michele Criscitiello di Sportitalia, nel centro cittadino della capitale belga, sono stati segnalati alcuni piccoli incidenti causati da diverse centinaia di tifosi marocchini che si sono radunati dopo la vittoria contro il Canada.

Continua a leggere

Calciomercato

Il Liverpool guarda in casa della Fiorentina: interessamento per Amrabat

Pubblicato

:

Amrabat

Il Liverpool di Jurgen Klopp avrebbe messo tra i suoi obiettivi un centrocampista in vista della sessione di mercato di gennaio, e uno dei nomi presi in considerazione sarebbe quello di Sofyan Amrabat.

Secondo il The Sun infatti, le prestazioni sontuose che Amrabat sta mettendo in mostra al Mondiale hanno attirato su di sé le attenzioni dei Reds, che sarebbero disposti a mettere sul piatto un contratto economicamente superiore rispetto a quello attualmente percepito dal marocchino alla Fiorentina.

Resta da capire quanto il Liverpool sarà disposto a mettere sul piatto, e soprattutto se vorrà affondare il colpo già a gennaio o aspettare la prossima estate, quando il contratto di Amrabat sarà arrivato ad un anno dalla scadenza. La Fiorentina in quel caso dovrà valutare se cedere il giocatore o attivare l’opzione per il rinnovo di un altro anno.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969