Connect with us

Calcio Internazionale

Qatar 2022, cambia la data d’inaugurazione?

Pubblicato

:

Qatar 2022

Secondo The Athletic la FIFA starebbe valutando la possibilità di spostare la data d’inizio del Mondiale 2022 al 20 novembre, esattamente un giorno prima rispetto a quanto precedentemente stabilito. Le ragioni di questa riflessione sarebbero legate alla volontà di far giocare la Nazione ospitante per prima, come consuetudine da Germania 2006. Il match in questione vedrà affrontarsi Qatar ed Ecuador, inserite nel girone A con Olanda e Senegal.

LA DECISIONE

Per la decisione finale bisognerà attendere ancora, sebbene l’accordo sia stato raggiunto e difficilmente sarà seguito da ulteriori stravolgimenti. Incaricato di deliberare è l’Ufficio di presidenza del Consiglio FIFA, presieduto da Gianni Infantino e composto da UEFA, CONMEBOL, CONCAF, CAF, AFC e OFC. In dubbio, dunque, resta esclusivamente la data d’inaugurazione; sicura, invece, quella della finale, che andrà in scena il 18 dicembre al Lusail National Stadium.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Attenta Fiorentina, il West Ham torna su Milenkovic

Pubblicato

:

Milenkovic

Dopo aver perso Zouma a causa di un infortunio al ginocchio il West Ham sta cercando un nuovo difensore per sostituirlo. Stando a quanto riporta il portale West Ham Zone, gli Hammers hanno pianificato un acquisto in difesa per rinforzare la retroguardia della squadra del mister David Moyes. Il club londinese e il mister scozzese hanno inviduato come figura ideale il profilo di Nikola Milenkovic, difensore serbo della Fiorentina. A convincere la società non sono state solo le sue qualità fisiche e tecniche, ma anche le sue capacità di andare in gol.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Record anche per Lloris: il più presente nei Blues al pari di Thuram

Pubblicato

:

Lloris

Con la presenza nella fondamentale sfida di oggi con la Polonia, valida per l’accesso ai quarti di finale di Qatar 2022, il capitano della Francia Hugo Lloris eguaglia le presenze in nazionale dello storico difensore Lilian Thuram, ben 142.

Nel caso in cui la Francia battesse la Polonia e giocasse i quarti di finale del Mondiale, il portiere del Totthenam diventerebbe il giocatore con più presenze nella storia dei Blues.

Inoltre, Lloris gioca la gara numero 17 ai mondiali, raggiungendo in questo caso lo stesso Thuram e Fabien Barthez.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Wenger attacca la Germania: “Ha pensato alla politica più che al calcio”

Pubblicato

:

Faranno discutere le dichiarazioni di Arsene Wenger, storico ex tecnico dei Gunners. Ha provocato neanche troppo velatamente la Germania, accusando la squadra di aver pensato un po’ troppo alle questioni politiche rispetto a quelle prettamente di campo. Secondo lui, questo aspetto ha influenzato la loro prematura eliminazione dal Mondiale.

Famoso infatti il gesto dei tedeschi della mano sulla bocca durante le foto di rito prima del fischio nella sfida poi persa per 2 a 1 contro il Giappone. Avevano accusato la Fifa della negligenza sul lato dei diritti civili in Qatar e della censura dei simboli pro Lgbt durante le partite.

Il segno altamente politico e simbolico della Nazionale tedesca ha fatto discutere sull’omertà della FIFA riguardo alcune dinamiche controverse del mondiale, ma ha anche fomentato critiche sulla loro condotta, soprattutto da parte di Wenger e del belga Eden Hazard.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

L’accusa di Bento in conferenza: “La FIFA favorisce i più forti”

Pubblicato

:

Domani alle ore 20:00 si gioca Brasile-Corea del Sud, match valevole per l’accesso ai quarti di finale di questo folle mondiale in Qatar.

Il CT della compagine asiatica, Bento, ha acceso una discussione riguardo i calendari della competizione, che a suo dire favorirebbero le squadre più forti e attrezzate:

Non abbiamo il tempo di allenarci a dovere, perché è impossibile trasmettere qualcosa ai giocatori se dopo appena 72 ore devi tornare in campo. Non ricordo che nel 2018 accadesse la stessa cosa. Credo non sia umano, e neppure giusto. Noi non siamo il Brasile, che può permettersi di mandare in campo, nella terza partita del girone, un’altra formazione per far riposare chi aveva giocato fino a quel momento“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969