Connect with us
Quagliarella parla del suo futuro: "Smetto quando voglio"

Flash News

Quagliarella parla del suo futuro: “Smetto quando voglio”

Pubblicato

:

Quagliarella

Nell’intervista rilasciata a SportWeek, Fabio Quagliarella ha spiegato come abbia passato un periodo molto difficile a seguito di un grave infortunio rimediato, ma che la fine della sua carriera non deve essere questa:

“Ritirarmi dopo l’ultimo infortunio? Ci ho pensato per più di un attimo. Ci sono altissime probabilità che io smetta di giocare a giugno, ma non avrei mai voluto che finisse così a causa di un infortunio. Mi dicevo: cavolo, devo chiudere in questo modo? Era questo che mi faceva star male, più del dolore al ginocchio. Per fortuna la gravità della lesione è stata ridimensionata, anche se qualche giornalista mi aveva già dato per spacciato. Con me è sempre così, la buttano sempre sul tragico. Poi, nel momento in cui mi stanno per seppellire, risorgo. C’era la delusione di non poter dare una mano alla squadra in un momento così difficile. Per il resto, oltre alla morte, io ho un’unica altra certezza: finirà quando lo dico io e nessuno deciderà al posto mio”. 

L’ESEMPIO DI RONALDO

“Certo non pensavo di arrivare tanto avanti con l’età, ci sono arrivato grazie al fatto di non averci mai pensato. Non ho mai fatto programmi a lunga scadenza, ho vissuto il calcio anno dopo anno. A un certo punto mi andavano benissimo i rinnovi annuali, ogni stagione era una scommessa con me stesso e alla fine facevo il resoconto. Io faccio tutto quello che fa la squadra, in settimana non salto una seduta. Se qualcuno mi dice di riposare, la prendo quasi come un’offesa. Non voglio che i miei compagni pensino che io mi stia gestendo. Poi lo so che ho bisogno di recuperare un po’ di più e non posso giocare 38 partite su 38, ma neanche una ogni due mesi va bene… Posso dare tanto a questa Samp, sotto tutti i punti di vista. Certo, per dare qualcosa in campo ho bisogno di giocare e di sentire la fiducia. Giocando poco ha fatto fatica pure Cristiano Ronaldo nel Manchester United”. 

IL RETROSCENA CON IBRA

“Due anni fa Ibrahimovic in campo mi ha chiesto se continuassi a giocare, ci siamo risposti entrambi di sì. Io gli ho detto che tanto, se prendono uno forte, ce lo mettono al fianco e non al nostro posto. Con questo andazzo, mi sa che smetto prima io”. 

Quando arriverà il ritiro:

“Smettere non mi fa paura. Spero di restare nel mondo del calcio, mi affascina l’idea di poter lavorare con i giovani”. 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Empoli, Ekong fa spazio a Piccoli: resta Marko Pjaca

Pubblicato

:

L’Empoli vuole rinforzare il reparto offensivo in queste ultime ore di calciomercato.

Il club toscano, dopo aver ufficializzato Caputo dalla Sampdoria, ha messo gli occhi su Roberto Piccoli, attaccante dell’Atalanta in prestito all’Hellas Verona. L’incontro che potrebbe sbloccare definitivamente la trattativa è previsto nella mattinata di domani.

Nel frattempo, sul fronte esuberi, è in dirittura d’arrivo la cessione in prestito del giovane Emmanuel Ekong al Perugia. Con la partenza dell’attaccante ventenne, Marko Pjaca dovrebbe continuare a vestire la maglia dell’Empoli anche in questa seconda parte di stagione.

Continua a leggere

Calciomercato

L’Inter lavora per Demiral: i possibili scenari

Pubblicato

:

Demiral

Ore molto calde in casa Inter, dove i nerazzurri, stanno cercando di colmare il possibile addio di Skriniar. Il difensore slovacco è in direzione Parigi, se il Psg offre una cifra intorno ai 15 milioni, l’ex Sampdoria può andare via sin da subito. Per sostituirlo, la dirigenza nerazzurra ha già pronta il nuovo difensore, stiamo parlando di Merih Demiral. Secondo Sky, il turco è il primo nome sull’agenda di Marotta per andare a ricoprire il ruolo di perno difensivo nel blocco a 3 di Inzaghi. Si tratta sulla base di un prestito con diritto di riscatto fissato a 20 milioni di euro, oppure un prestito con diritto che potrebbe diventare obbligo in caso di qualificazione della squadra di Inzaghi alla prossima Champions League. 

Continua a leggere

Calciomercato

Novità su Zaniolo: offerta rifiutata dal Leeds

Pubblicato

:

Zaniolo

Ore molto calde in casa Roma, dove ancora una volta, Nicolò Zaniolo è al centro del mercato giallorosso. Dopo che la Roma ha comunicato di aver escluso il centrocampista dal progetto tecnico, un’altra offerta è arrivata per il giocatore. Tentativo infatti da parte del Leeds per arrivare al talentino italiano. Nel tentativo di sfruttare la rottura totale con i giallorossi il club inglese ha proposto un prestito. Ennesima proposta rifiutata da parte dei capitolini che cederanno l’ex Inter solamente a titolo definitivo, per una cifra vicino ai 30 milioni di euro, stessa proposta dal Bournemouth e poi rifiutata dal numero 22.

 

Continua a leggere

Flash News

Roma, Solbakken celebra Mourinho: “È un allenatore simpatico”

Pubblicato

:

roma

La Roma è tornata ad allenarsi dopo la sconfitta contro il Napoli nella serata di ieri. Nella giornata di oggi, il nuovo acquisto dei giallorossi: Ola Solbakken, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Nettavisen.noDi seguito, ecco le parole del norvegese:

SULL’ESORDIO- “Non mi aspettavo di giocare. Il fatto che mi abbia inserito è positivo. Vorrei giocare il più possibile, ma io lavoro duro e devo essere paziente”.

SU MOURINHO- “Considerando che non mi sono allenato con il club per sei settimane prima di arrivare qui, fa attenzione. Non crede che possa giocare più di 20-25 minuti. Impiegheranno un po’ di tempo a farmi crescere. Mourinho sente che posso già contribuire comunque. È molto caloroso, simpatico e gentile. Si prende cura di te e di tutto ciò che ti circonda. Tatticamente, è quello che sembra essere. La cosa più importante per lui sono i tre punti, le altre vengono dopo. È la squadra che è al centro della sua attenzione. Mi schiera in campo se lo merito, se non pensa che io sia abbastanza bravo, gioca un altro”.

SUI TIFOSI- “È molto diverso da quello a cui sono abituato, ma mi piace ed è divertente. Anche se molto è nuovo e sconosciuto per me, ciò che accade sul campo di allenamento è almeno abbastanza simile per la maggior parte dei calciatori. Ciò che accade durante le partite e nella vita di tutti i giorni. Al di fuori della struttura di allenamento non può essere paragonato a nulla che abbia vissuto in passato. È assolutamente una cosa estrema, è qualcosa di più di ciò che avrei potuto pensare. L’interesse è enorme e non arriva solo da bambini e ragazzi. Ci sono molti uomini adulti tra i 30 e i 40 anni che sono molto appassionati. Di recente eravamo a una cena con i tifosi. C’erano circa 500 persone e non c’era posto per altre. C’erano donne adulte di età superiore ai 60 anni che cantavano a squarciagola e si toglievano tutto. Non posso andare al negozio in pace. Potrei essere stato un volto familiare a Bodø, ma qui è molto più speciale. Continuo a pensare che sia strano e non capisco bene perché sono così interessante”.

SULL’ACCOGLIENZA DELL’OLIMPICO- “Aspetti con ansia le partite casalinghe e capisci di più quanto sia grande la differenza tra casa e trasferta. Ci sono tifosi così bravi qui a Roma e non è solo il nucleo dei tifosi, ma assolutamente tutti. È un grande vantaggio per noi”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969