Dove trovarci
Italia

Calcio Internazionale

Qualificazioni Mondiali 2022: chi stacca il pass per il Qatar?

Qualificazioni Mondiali 2022: chi stacca il pass per il Qatar?

Archiviati i campionati nazionali e i tornei continentali, le nazionali riprendono il loro cammino verso il Mondiale in Qatar, in programma a novembre-dicembre 2022. Le qualificazioni sono oramai alle ultime battute e lo slot di novembre è l’ultimo disponibile per provare a strappare l’accesso al torneo iridato. Alcune nazionali sono già qualificate, altre sono vicine al traguardo, ma molte sono ancora in bilico. La regolamentazione UEFA prevede che la prima classificata passi direttamente, mentre le seconde dovranno sfidarsi nei play-off per gli ultimi tre posti rimanenti.

GIRONE A

Nel girone A è corsa a due per il primo posto: Serbia e Portogallo si giocano il tutto per tutto per andare al Mondiale. Al momento le Aquile Bianche sono in testa con 17 punti, uno in più degli uomini di Fernando Santos. La sfida decisiva ci sarà il 14 novembre a Lisbona, quando le due nazionali si incontreranno per decidere le sorti del raggruppamento.

GIRONE B

Anche nel girone B è ancora tutto in bilico. Spagna e Svezia si contendono il primato, ma i gialloblu sono primi con 15 punti, mentre la Roja ne ha attualmente 13. Il destino del girone si deciderà anche qui il 14 novembre nella sfida tra gli iberici e gli scandinavi allo stadio la Cartuja di Siviglia.

GIRONE C

Il girone C è il raggruppamento dell’Italia. Gli azzurri sono primi a pari merito con la Svizzera, ma gli uomini di Mancini sono in testa grazie alla migliore differenza reti. Il 12 novembre ci sarà la partita da dentro o fuori all‘Olimpico. L’Italia vincendo metterebbe un piede e mezzo in Qatar, mentre una sconfitta decreterebbe la quasi qualificazione degli elvetici al Mondiale.

GIRONE D

Il girone D è già più delineato rispetto a precedenti tre. La Francia, saldamente prima in classifica con 12 punti e una partita da giocare, può chiudere i giochi battendo il Kazakistan in casa il 13 novembre allo Stade de France. Se i galletti dovessero vincere, infatti, ne l’Ucraina ne la Finlandia potrebbero più raggiungere il primo posto.

GIRONE E

Nel girone E il Belgio ha chiuso a doppia mandata il primato in classifica. I Diavoli rossi, infatti, hanno 16 punti, mentre la seconda classificata, la Rep.Ceca, ne ha 11, ma con una partita in più. Agli uomini di Martinez, comunque, per avere la certezza aritmetica della qualificazione, basterà battere la modesta Estonia il 13 novembre in casa.

GIRONE F

Il girone F è già ampiamente deciso. La Danimarca ha vinto tutte le partite disponibili ed è già qualificata al torneo iridato. La Scozia, invece, attualmente seconda classificata è ad un passo dal raggiungere i play-off, infatti, battendo la Moldavia, i britannici otterrebbero il secondo posto dietro i danesi.

GIRONE G

Il girone G è ancora privo di certezze. Al momento l’Olanda è prima con 19 punti, seguita dalla Norvegia a 17 e dalla Turchia a 15.  I biancorossi difficilmente riusciranno a qualificarsi direttamente al Mondiale, ma potrebbero sperare in un passo falso della Norvegia, che il 16 novembre incontrerà a Rotterdam l’Olanda, nella partita di cartello del girone.

GIRONE H

Nel girone H c’è un duopolio per il primo posto. La Russia è prima con 19 punti, mentre la Croazia ne ha due in meno, ovvero 17. Anche in questo girone la sfida decisiva ci sarà nell’ultima giornata, il 10 novembre a Spalato. Gli orsi potrebbero partire avvantaggiati, visti i due punti di vantaggio che i biancorossi hanno sui croati.

GRUPPO I

Nel gruppo I la situazione sembra abbastanza delineata. L‘Inghilterra è prima con 20 punti e battendo l’Albania, i britannici potrebbe qualificarsi come primi. Per il secondo posto la Polonia è favoritissima per arrivare ai play-off, infatti il calendario agevola e non poco gli uomini di Paulo Sousa.

GRUPPO J

Il gruppo J ha già emesso le sue sentenze. La Germania è già qualificata come prima, visti i 21 punti in 8 match. Per il secondo posto è lotta a tre tra Romania, Macedonia del Nord e Armenia, tutte e tre appaiate tra i 12 e i 13 punti.

 

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale