Dove trovarci

Quarti di andata: vince il Real, ma il Liverpool è vivo

Questa sera allo stadio Di Stéfano Real Madrid e Liverpool si sono sfidate nella gara valida per i quarti di finale di andata di Champions League. Sia Klopp, sia Zidane, hanno dovuto far fronte alle rispettive emergenze in difesa: nei Reds ha pesato l’assenza di Van Dijk, mentre Zidane ha lanciato dal 1′ Militao per la positività al Covid-19 di Varane riscontrata nelle ultime ore. La partita è terminata 3-1 in favore dei Blancos, che hanno approfittato del momento negativo degli inglesi e dei limiti difensivi della squadra di Klopp.

PRIMO TEMPO

Fin da subito entrambe le squadre alzano il ritmo nel fraseggio e l’intensità di gioco. Il Real Madrid si va vivo grazie a qualche iniziativa di Benzema. Al 12′ primo episodio dubbio del match: Modric viene steso nei pressi dell’area di rigore, Brych lascia giocare e il VAR non interviene. Nei minuti successivi il ritmo della partita si abbassa; al 24′ un altro spunto di Benzema crea scompiglio nella retroguardia dei Reds, che si salvano all’ultimo in calcio d’angolo. La partita si accende e il pressing della squadra di Zidane si fa sempre più intenso; al 27′ la partita si sblocca grazie a Vinicius: Kroos innesca il brasiliano con un fantastico lancio in verticale, stop di petto tra due difensori e diagonale vincente alle spalle di Alisson. Il Liverpool sembra accusare il colpo, e nel giro di tre minuti Vinicius e Asensio vanno vicini al raddoppio con due conclusioni che terminano fuori. Le incertezze e le lacune difensive del Liverpool date dall’assenza di Van Dijk si fanno sentire, e Alexander-Arnold al 36′ con un folle retropassaggio innesca Asensio, che supera Alisson e appoggia il pallone nella porta sguarnita. La difesa dei Reds traballa e non poco: un altro errore grossolano di Robertson lancia Asensio davanti ad Alisson, ma l’attaccante spagnolo sbaglia il gol del 3-0.

SECONDO TEMPO

Fin dai primi minuti del secondo tempo, il Liverpool sembra aver cambiato faccia: il momento positivo degli inglesi culmina con il gol di Salah che riapre la partita al 51′: una grande giocata di Wijnaldum permette al Liverpool di uscire in contropiede dalla propria metà campo; l’olandese pesca Jota, che si fa rimpallare il tiro da Militao. La palla arriva sui piedi di Salah, che davanti a Courtois non sbaglia e sigla il gol del 2-1. La squadra di Klopp sembra in fiducia: con manovre articolate il Liverpool arriva spesso dalle parti di Courtois, tuttavia senza incidere. Dal 64′ in poi è un monologo del Real, che va vicino al gol del 3-1 con Vinicius e riesce a trovarlo un minuto dopo: cross rasoterra di Modric in area e girata di Vinicius indirizzata all’angolino, Alisson tocca ma non basta, ed è 3-1 Real. Nei minuti seguenti è il Real a gestire la partita, il Liverpool soffre la dinamicità del centrocampo avversario senza riuscire a creare azioni pericolose. Negli ultimi minuti di partita il Liverpool prova il forcing finale, ma il Real chiude bene i corridoi difensivi trovando anche spazio in contropiede. Dopo 4 minuti di recupero Brych fischia la fine della partita: vince il Real di Zidane 3-1, ma il discorso qualificazione non è ancora chiuso. Per il ritorno l’appuntamento è fissato al 14 aprile ad Anfield: è ancora tutto da decidere.

(Fonte immagine in evidenza: Transfermarkt.it)

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Archivio generico