Connect with us

La nostra prima pagina

Questione di feeling

Pubblicato

:

Questa sera l’Italia affronterà la Macedonia, penultima tappa del percorso che porta a Russia 2018. Non è un momento facile per la nostra Nazionale, dopo l’umiliazione subita in terra spagnola, i tanti infortuni, e un feeling tra il CT e l’ambiente circostante che fatica a scattare.

Due partite per cercare di attenuare queste problematiche, per avvicinarci nel modo migliore ai playoff, appuntamento decisivo per la partecipazione dell’Italia ai prossimi Mondiali.

LA CONFERENZA STAMPA DEL CT

Un feeling non ancora scattato, come si diceva prima, per numerose questioni. Innanzitutto la solita disaffezione nei confronti della Nazionale che si sviluppa durante le partite di qualificazione: l’Italia è l’Italia e quindi deve vincere tutte le partite, ed è abituata a farlo, per questo non è interessante. L’eccezione quest’anno, con la Spagna a contendere un primo posto nel girone, e quindi il picco di attenzione mediatica avvenuto proprio contro le furie rosse. I tifosi che tornano improvvisamente ad interessarsi della Nazionale solo per una partita decisiva, gli azzurri che perdono 3-0 e le feroci critiche da parte di chi era rimasto con il ricordo all’Italia operaia di Conte dell’ultimo Europeo.

A questo sentimento d’indifferenza da parte dei tifosi italiani si aggiunge un atteggiamento snobistico da parte del CT in conferenza stampa, sempre attento a ribattere su ogni domanda dei giornalisti in sala. Ventura scuote la testa, pensa che gli inviati delle testate abbiano capito poco di quello che lui ha in mente, respinge le critiche e va dritto per la sua strada, perché tanto, gli altri, non lo capiscono.

Così quando gli viene chiesto dell’idea di un possibile cambiamento del modulo, il CT risponde più o meno in questo modo:

Il modulo non conta, quello che è importante è l’interpretazione. Se interpreti male le dinamiche di un sistema di gioco è ovvio che porterai a termine una prestazione negativa.

Tra le righe, “non è colpa mia se Verratti non riesce a giocare a due, Insigne non sa fare il terzino, e Belotti e Immobile si pestano i piedi”.

Andando avanti con la conferenza stampa Ventura, in pieno stile commissario tecnico, aggiunge:

Il tempo per preparare le partite è poco, e i giocatori hanno bisogno di conoscere al meglio i movimenti del suo modo di giocare. Quando invece hai 30 allenamenti per preparare il Mondiale le cose cambiano.

Vedremo, sta di fatto che un ct, solitamente, è un selezionatore che cerca di adattarsi al tipo di giocatori che ha a disposizione in quel determinato periodo storico, e non, al contrario, un allenatore che impone il proprio credo. E’ successo poche volte nel corso della nostra storia calcistica che avessimo una generazione di giocatori così adatti al 4-3-3, e probabilmente anche Ventura se ne sta accorgendo. Questa sera l’Italia giocherà con questo modulo, ma forse più per necessità che per scelta.

Poi la domanda sulla punta, su quanto bene stia facendo Zaza, che forse meritava una chance. Anche qui risposta negativa, la scelta giusta è Inglese che “ha fatto tutti gli stage e quindi rappresenta l’usato sicuro”.

Infine, in un’intervista di ieri, il CT ha accusato la stampa e i mezzi di comunicazione di non fornire una visione corretta della realtà.

“Non so perché voi parliate di tristezza, quando qui non c’è assolutamente nessun problema”.

Lungi da chi scrive attaccare le scelte del commissario tecnico, ma forse qualcosa da rivedere nell’atteggiamento di Gian Piero Ventura c’è. Un approccio più distensivo e meno impostato sulla difensiva, forse, potrebbe aiutare ad allontanare l’alone di sfiducia e tristezza su una Nazionale in realtà tutt’altro che da buttare.

I NOSTRI AVVERSARI

Ventura ha parlato di qualificazione ai playoff già in tasca, quello che conta è vincere per il ranking. La Macedonia arriva all’appuntamento di questa sera senza alcun obiettivo di classifica. In caso di vittoria l’Italia sarebbe qualificata automaticamente ai play-off come testa di serie, quello che invece molto probabilmente non saremo al Mondiale in caso di qualificazione. Anche in questo caso Ventura, a ragione, ha respinto le critiche dicendo che il calo di posizioni nel ranking non dipende dalla sua gestione, bensì dall’ultimo sciagurato Mondiale in Brasile.

Queste due partite serviranno anche a testare la condizione mentale e l’approccio di alcuni giovani alle prime esperienze in Nazionale, Barella e Cristante su tutti.

Un avvicinamento ai play-off in un clima non particolarmente sereno, con la Nazionale vessata dagli infortuni, incerta nell’identità di gioco, e guidata da un commissario tecnico impenetrabile e chiuso in sé stesso come un riccio.

Questione di feeling, ma si sa, nel calcio basta un attimo per far scattare la scintilla, soprattutto quando si parla della Nazionale.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I Nostri Approfondimenti

Dove vedere Benevento-Palermo in tv e streaming

Pubblicato

:

Dove vedere Benevento-Palermo

Dove vedere Benevento-Palermo – Il Benevento di Fabio Cannavaro domani affronterà il Palermo alle 18 allo Stadio Ciro Vigorito, match che chiuderà la quindicesima giornata del campionato di Serie B.

Il club campano arriva da un momento positivo, alla luce del pareggio sul campo ostico della Reggina, e della precedente vittoria nel match precedente in casa della SPAL di De Rossi. 

Tuttavia, nel pareggio contro la squadra di Filippo Inzaghi non sono mancate le polemiche sul gol del 2-2 di Acampora. Un calciatore del Benevento sdraiato a terra infatti ostacolava la vista del portiere della squadra di Reggio Calabria in occasione di una delle reti.

Cannavaro, intervistato da IlNapoliOnLine, ha fornito la sua visione dei fatti nel post-partita: “Gli arbitri possono sbagliare. Tuttavia nell’azione del gol contestato, il mio giocatore non fa volume davanti al portiere amaranto e non partecipa all’azione. Poi con i se e con i ma non si va da nessuna parte. Io penso che se uno è più forte in campo quasi sempre vince. Le polemiche non le alimento”.

Momento no invece per il Palermo di Eugenio Corini, reduce dalla seconda sconfitta consecutiva. I rosanero hanno avuto l’occasione di pareggiare l’ultima sfida ma Brunori, capitano della squadra, ha fallito un calcio di rigore. Persino nella sfida precedente l’attaccante aveva fallito un tiro dal dischetto, concesso al 90′ del match contro il Cosenza, terminato 3-2 per i calabresi. Tale successo ha permesso al Cosenza di raggiungere in classifica il Palermo stesso.

I rosanero e il Benevento si trovano entrambe a quindici punti, i giallorossi non perdono da quattro partite ma hanno vinto solo una volta nelle ultime dieci partite, cinque pareggi e quattro sconfitte. Le Aquile invece dopo l’ultima vittoria contro il Parma non sono più riusciti a portare punti a casa. Si prospetta un match molto combattuto in cui tutti i giocatori daranno l’anima per fuggire dalla zona retrocessione.

PROBABILI FORMAZIONI

BENEVENTO (4-4-2): Paleari; Letizia, Leverbe, Capellini, Masciangelo; Viviani, Schiattarella, Acampora, Improta; Farias, La Gumina.

PALERMO (4-3-3): Pigliacelli; Mateju, Nedelcearu, Marconi, Sala; Segre, Stulac, Broh; Valente, Brunori, Di Mariano.

 

DOVE VEDERE BENEVENTO-PALERMO

Il match verrà trasmesso su Sky Sport CALCIO (disponibile anche in streaming su Sky Go e Now Tv) canale 251, su DAZN e su Helbiz LIVE, presente anche nei Channel di Prime Video. Diretta anche su OneFootball in modalità pay-per-view.

Continua a leggere

Flash News

Deschamps: “Rabiot sta facendo bene in nazionale e con la Juventus”

Pubblicato

:

Rabiot

Alla vigilia di Francia-Polonia, match valido per la qualificazione ai quarti di finale di Qatar 2022, il CT francese, Didier Deschamps, ha parlato in conferenza stampa, soffermandosi sul pericolo rappresentato da Robert Lewandowski e la crescita di un centrocampista in cui lui ha sempre creduto, ovvero lo juventino Adrien Rabiot. Di seguito le sue parole.

L’OBIETTIVO

“Ora inizia un’altra competizione, sono partite difficili ma c’è meno da gestire. Vogliamo essere ai quarti, questo è l’obiettivo“.

“La Polonia? Ha dovuto difendere molto nelle prime tre partite e lo fa molto bene. Lo adorano. Ma non dovremmo limitarci a parlare di questo perché hanno anche uno zoccolo duro di giocatori con una buona esperienza internazionale. Ci sono Szczesny, Glik, Lewandowski… Anche i giovani. Bisogna rispettare questa squadra perché merita di stare qui. Szczesny è stato decisivo, ma Griezmann ha preparato una sorpresa per lui“. 

IL MONDIALE DELLE SORPRESE

“Tutte le partite sono difficili, perchè tutte le squadre sono ben preparate e piene di buoni giocatori. Ci saranno altre sorprese? Sono come San Tommaso, credo solo a quello che vedo. Oggi anche una grande nazione, se non è pronta, può vivere situazioni spiacevoli”.

Rabiot è così, in campo come fuori. A un certo punto c’era stata una rottura ma ora ha tolto delle cose dalla sua vita che potevano dargli fastidio. Sta facendo bene in nazionale così come con la Juventus. Si definisce un giocatore di equilibrio, è un centrocampista completo che può fare bene tanto in attacco come in difesa. Sa dove si trova in campo e si muove nel migliore dei modi”.

IL DUELLO MBAPPE-LEWANDOWSKI

“Saranno in campo ma per il resto… vi lascio confrontare se volete confrontare. Sono tra i migliori al mondo, con qualità diverse tra loro. Lewandowski va limitato in ogni modo, usa bene il corpo e ogni singola palla può diventare pericolosa. Ma non ci concentreremo solo su di lui”.

Continua a leggere

Flash News

Pablo Marì brucia le tappe: le ultime sul suo rientro

Pubblicato

:

Marlon

È passato poco più di un mese da quel tragico 27 ottobre in cui Pablo Marì, difensore ora in forza al Monza, è stato accoltellato in un centro commerciale della Brianza. Fortunatamente arrivano buone notizie dal suo recupero e i tifosi monzesi possono sorridere. La struttura fisica sta permettendo al difensore spagnolo, in prestito dall’Arsenal, un recupero più rapido del previsto.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, pochi centimetri e una muscolatura meno robusta sarebbero stati fatali. Parlare di un rientro in campo in quei giorni sembrava assurdo. Per questo si ipotizzava febbraio avanzato. Invece ora si può avere una visione più nitida perché il recupero di Pablo viaggia spedito. Idealmente, se tutto proseguirà a questi ritmi, il Monza potrebbe riaverlo in campo nella settimana che va dal 14 al 22 gennaio, quella che comprende la trasferta contro la Cremonese e la partita allo U-Power Stadium contro il Sassuolo.

La situazione è positiva, ma le sue condizioni andranno valutate giorno per giorno. Per sostituire temporaneamente il difensore spagnolo si è fatto il nome di Bram Nuytinck, difensore dell’Udinese ma, se tutto procederà per il migliore dei modi, il Monza non sarà costretto ad andare ad investire nel mercato di gennaio per un difensore centrale.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

I tifosi della Germania vogliono Jurgen Klopp al posto di Flick

Pubblicato

:

Liverpool

Dopo l’uscita della Germania ai gironi dal Mondiale in Qatar, c’è stata un’aria di rivoluzione totale che potrebbe colpire numerosi giocatori, ma soprattutto l’allenatore, Hans-Dieter Flick. Nonostante non ci siano stati comunicati ufficiali da parte della Federcalcio tedesca, sono state numerose, invece, le indiscrezioni riguardanti un possibile approdo di Jurgen Klopp sulla panchina della Germania.

Marc Kosicke, agente dell’allenatore dei Reds, ha parlato a Sky Germany riguardo questa situazione. Di seguito le sue parole.

“Jurgen come CT della Germania? Questo è un argomento solo mediatico. Lui ha un contratto con il Liverpool fino al 2026 e intende rispettarlo”.

Solo poche settimane fa, Kosicke, aveva ribadito le intenzioni del suo assistito nei confronti del Liverpool. Di seguito le sue parole.

“Jurgen gode del sostegno dei vertici dirigenziali ed è in contatto regolare con loro. Ama il club, la sua squadra e i tifosi ed è determinato a continuare e completare con successo la sua esperienza a Liverpool“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969