Dove trovarci

Il Racing è campione d’Argentina!

Il Racing Club torna, dopo cinque anni, ad essere campione d’Argentina: la squadra di Lisandro Lopez, Diego Milito (da dirigente) ed Eduardo Coudet si laurea campionessa in Superliga con una giornata d’anticipo e festeggerà coi tifosi, al Cilindro, la conquista del titolo. Il raggiungimento di un traguardo così importante è arrivato con un finale al cardiopalma, perché in contemporanea con il match della Academia, in un affollatissimo José Dellagiovanna di Tigre, dove i padroni di casa si giocavano la salvezza, il Defensa y Justicia dei miracoli (della quale vi avevamo parlato qui) si giocava le ultime chances di titolo contro l’Union, in lotta per la Copa Sudamericana.

CALCI PIAZZATI

Due calci di punizione potevano prolungare una competizione sorprendente: nel nord di Buenos Aires, a Victoria, la punizione di Lucas Rodriguez del minuto 94 aveva effetto doppio, ovvero Tigre ancora vivo per salvarsi nel Promedio e Racing a rischio titolo.

Con qualche minuto d’anticipo, ma anche più recupero, al 98′ Matias Rojas riaccendeva Florencio Varela ed il Defensa con una punizione perfetta (1-1). Alla fine però, i due pareggi permettono al Racing di rimanere al comando con 4 punti di vantaggio sul Defensa, che paga il calcio di concentrazione e qualità delle ultime giornate, divorato forse dalla pressione incessante che cresceva in tutto il paese. La squadra di Coudet invece, incensata anche da Mourinho per il suo stile europeo e per la ricchezza di talenti pronti al grande salto (Renzo Saravia e Mathias Zaracho su tutti).

FESTA DEL CALCIO AL CILINDRO  

Resultado de imagen de cilindro avellaneda

Come ha affermato post-partita il Chacho Coudet, l’estroso allenatore dell’Academia, il Defensa ha meritato di lottare sino alla fine grazie ad una stagione sorprendente, fondata sulla qualità del lavoro e dell’intesa tra ragazzi pressoché sconosciuti. L’ultima giornata vedrà proprio la squadra di Beccacece far parte dei festeggiamenti al Cilindro, in un incredibile Racing-Defensa dove sarà il bel calcio, ed il colore argentino, a chiudere un’annata difficile per questo paese dopo gli avvenimenti economici e comportamentali dopo una finale di Libertadores storica come Boca-River.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News