Dove trovarci
Rasmussen

Generico

Rasmussen, dalla Danimarca all’Ajax sulle orme di Eriksen

Rasmussen, dalla Danimarca all’Ajax sulle orme di Eriksen

La connessione tra Danimarca e Olanda, nel corso della storia, è da sempre stata molto significativa. Anche nel mondo del calcio questo rapporto è stato molto proficuo, con svariati talenti partiti dal territorio scandinavo per poi arrivare in Olanda ad imporsi.

Esempio illustre di questa speciale connessione è Christian Eriksen. Il trequartista dall’Inter è cresciuto calcisticamente in Danimarca, nel Middelfart e nell’Odense, per poi trasferirsi all’Ajax a soli 16 anni. Al club di Amsterdam il calciatore ha trovato l’ambiente ideale per perfezionare le sue promettenti doti tecniche, e la possibilità di mettere in mostra la sua qualità fin da giovanissimo in prima squadra.

Proprio Christian Eriksen è l’idolo di Christian Theodor Kjelder Rasmussen, un giovane calciatore danese che nel 2019 si è trasferito in Olanda, proprio all’Ajax.

SULLE ORME DEL SUO IDOLO…

Rasmussen è nato il 19 gennaio 2003. Alto 1,84 m, è un attaccante particolare, sicuramente fuori dal comune.  Fisico da prima punta, visione di gioco da trequartista e passo da esterno offensivo: le caratteristiche di Rasmussen lo rendono un giocatore alquanto unico, potenzialmente devastante.

Cresciuto tra i campetti di Lyngby e Birkerod, ad 11 anni inizia a giocare nelle giovanili del Nordsjaelland. Col passare degli anni il suo talento non passa inosservato, riesce a distinguersi dai compagni mostrando di meritare palcoscenici più importanti. Nella stagione 2018-19 vince il campionato norvegese Under 17 segnando 12 reti; mister Johannes Hoff è semplicemente pazzo di lui.

Nel corso di quella stagione vari club bussarono alla porta del Nordsjaelland, ma il più lesto ad accaparrarselo fu l’Ajax, che sborsò circa 3 milioni di euro nelle casse del club di Farum. Jan Laursen, il manager dell’Academy del Nordsjaelland, commentò così la cessione del ragazzo:

“È la nostra chiara strategia, sviluppare giocatori sufficientemente abili per la prima squadra, investiamo molte risorse e tempo in questo. È questo il caso di Christian, per il quale abbiamo raggiunto un accordo concreto con l’Ajax, che è uno dei club più adatti in Europa per sviluppare ulteriormente i giocatori, permettendogli di crescere ancora. È stato un chiaro desiderio da parte di Christian e della sua famiglia, dopo approfondite discussioni, di provare questa opportunità unica, e allo stesso tempo abbiamo ottenuto una grande e unica offerta dall’Ajax”.

Rasmussen rispose con parole dolci, mostrando tutta la sua gratitudine:

Al Nordsjaelland ho vissuto dei momenti fantastici, mi sono state offerte molte nuove opportunità. Ho avuto grandi allenatori, bravi giocatori e poi vorrei ringraziare Johannes Hoff e Alexander Riget, per tutto quello che hanno fatto aiutandomi, questo significa molto”.

NEL MONDO AJAX

A soli 16 anni Rasmussen entra nel mondo Ajax, con il quale è legato da un contratto fino al 2022. La sua prima stagione la affronta con l’Under 18, giocando 22 partite e mettendo a referto 8 gol e 5 assist. Solitamente è impiegato nel ruolo di attaccante centrale, mostrando al contempo anche una certa mobilità grazie alla quale alcune volte ha giocato da trequartista. Sigla anche due gol nella prestigiosa Youth League, il primo dei quali contro il Lille all’esordio europeo.

La sua grande stagione gli permette di passare nell’Under 21 del club, che milita in Keuken Kampioen Divisie, la seconda divisione olandese. Il 30 agosto 2020 arriva il suo esordio tra i professionisti, a 17 anni e 7 mesi. L’impatto sicuramente non è semplice, ma il danese colleziona comunque 16 presenze, segnando anche un gol, che gli permettono di guadagnare sempre più esperienza. Questo suo percorso è stato anche interrotto da un infortunio alla coscia, che l’ha costretto a rimanere lontano dai campi di gioco nell’ultima parte della stagione. La fiducia che il club ripone in lui è notevole, infatti quest’estate gli ha prolungato il contratto fino al giugno 2024.

Nella stagione in corso Rasmussen si sta evolvendo. Mister Michell Van Der Gaag lo schiera esterno destro in un attacco a tre, pertanto ha meno occasioni per segnare. Tuttavia i suoi movimenti e la sua intelligenza tattica lo rendono il faro offensivo nella proposta di gioco della squadra, per questo motivo è uno dei titolari fissi, un elemento imprescindibile.

Attualmente è nel giro dell’Under 19 della nazionale danese, con cui ha esordito nel settembre 2020 con mister Jens Olsen. Al momento ha collezionato 5 presenze, segnando anche un gol contro il Kazakistan.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Rasmussen, nonostante sia già un attaccante completo, capace di ricoprire diversi ruoli, è in piena maturazione. Quando viene impiegato sulla fascia riesce a scombussolare i difensori avversari con imprevedibili movimenti, in quanto abilissimo nello smarcamento e nella ricerca dell’ampiezza. Preferisce agire sulla destra, per poi rientrare sul suo mancino e servire assist precisi e calibrati ai compagni. Inoltre non ha il classico egoismo dell’attaccante, neanche in area di rigore, e all’occorrenza preferisce servire un compagno meglio posizionato senza esitazione.

Una sua prerogativa è attaccare con decisione i varchi nella difesa avversaria, sia negli inserimenti senza palla, sia con poderose progressioni palla al piede.

In seguito a queste, con dei precisi key pass, serve con lucidità i compagni che riescono a sfruttare lo stato caotico della difesa avversaria da lui provocato.

È, dunque, un attaccante mobile che ragiona da trequartista. A fine partita le sue heat maps risultano estremamente colorate. Ama dialogare con i compagni nello stretto e dribblare gli avversari con rapidi tocchi in diverse zone di campo, garantendo imprevedibilità, rapidità e pulizia alla manovra.

Tuttavia la sua finalizzazione non è da sottovalutare, infatti ha dimostrato di avere un tiro potente e preciso anche nelle conclusioni da fuori area.

Le sue capacità balistiche sono da raffinare, un eventuale miglioramento lo potrebbero rendere un calciatore ancora più esplosivo. Un altro aspetto da migliorare è l’uso del fisico in quanto, nonostante la stazza, è ancora troppo ‘leggero’ nei duelli corpo a corpo e nei contrasti.

Ancora una volta l’Academy dell’Ajax si ritrova con un talento dal potenziale spaventoso, con un margine di miglioramento che lo potrebbe rendere un calciatore di vertice, con caratteristiche uniche. Rasmussen deve continuare a migliorare, il tempo è sicuramente dalla sua parte. Nel frattempo Erik ten Hag lo osserva con attenzione, pertanto non è da escludere un suo esordio in prima squadra nei prossimi mesi.

Fonte immagine di copertina: diritto Google creative commons

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Generico