Connect with us
Rasmussen, dalla Danimarca all'Ajax sulle orme di Eriksen

Generico

Rasmussen, dalla Danimarca all’Ajax sulle orme di Eriksen

Pubblicato

:

Rasmussen

La connessione tra Danimarca e Olanda, nel corso della storia, è da sempre stata molto significativa. Anche nel mondo del calcio questo rapporto è stato molto proficuo, con svariati talenti partiti dal territorio scandinavo per poi arrivare in Olanda ad imporsi.

Esempio illustre di questa speciale connessione è Christian Eriksen. Il trequartista dall’Inter è cresciuto calcisticamente in Danimarca, nel Middelfart e nell’Odense, per poi trasferirsi all’Ajax a soli 16 anni. Al club di Amsterdam il calciatore ha trovato l’ambiente ideale per perfezionare le sue promettenti doti tecniche, e la possibilità di mettere in mostra la sua qualità fin da giovanissimo in prima squadra.

Proprio Christian Eriksen è l’idolo di Christian Theodor Kjelder Rasmussen, un giovane calciatore danese che nel 2019 si è trasferito in Olanda, proprio all’Ajax.

SULLE ORME DEL SUO IDOLO…

Rasmussen è nato il 19 gennaio 2003. Alto 1,84 m, è un attaccante particolare, sicuramente fuori dal comune.  Fisico da prima punta, visione di gioco da trequartista e passo da esterno offensivo: le caratteristiche di Rasmussen lo rendono un giocatore alquanto unico, potenzialmente devastante.

Cresciuto tra i campetti di Lyngby e Birkerod, ad 11 anni inizia a giocare nelle giovanili del Nordsjaelland. Col passare degli anni il suo talento non passa inosservato, riesce a distinguersi dai compagni mostrando di meritare palcoscenici più importanti. Nella stagione 2018-19 vince il campionato norvegese Under 17 segnando 12 reti; mister Johannes Hoff è semplicemente pazzo di lui.

Nel corso di quella stagione vari club bussarono alla porta del Nordsjaelland, ma il più lesto ad accaparrarselo fu l’Ajax, che sborsò circa 3 milioni di euro nelle casse del club di Farum. Jan Laursen, il manager dell’Academy del Nordsjaelland, commentò così la cessione del ragazzo:

“È la nostra chiara strategia, sviluppare giocatori sufficientemente abili per la prima squadra, investiamo molte risorse e tempo in questo. È questo il caso di Christian, per il quale abbiamo raggiunto un accordo concreto con l’Ajax, che è uno dei club più adatti in Europa per sviluppare ulteriormente i giocatori, permettendogli di crescere ancora. È stato un chiaro desiderio da parte di Christian e della sua famiglia, dopo approfondite discussioni, di provare questa opportunità unica, e allo stesso tempo abbiamo ottenuto una grande e unica offerta dall’Ajax”.

Rasmussen rispose con parole dolci, mostrando tutta la sua gratitudine:

Al Nordsjaelland ho vissuto dei momenti fantastici, mi sono state offerte molte nuove opportunità. Ho avuto grandi allenatori, bravi giocatori e poi vorrei ringraziare Johannes Hoff e Alexander Riget, per tutto quello che hanno fatto aiutandomi, questo significa molto”.

NEL MONDO AJAX

A soli 16 anni Rasmussen entra nel mondo Ajax, con il quale è legato da un contratto fino al 2022. La sua prima stagione la affronta con l’Under 18, giocando 22 partite e mettendo a referto 8 gol e 5 assist. Solitamente è impiegato nel ruolo di attaccante centrale, mostrando al contempo anche una certa mobilità grazie alla quale alcune volte ha giocato da trequartista. Sigla anche due gol nella prestigiosa Youth League, il primo dei quali contro il Lille all’esordio europeo.

La sua grande stagione gli permette di passare nell’Under 21 del club, che milita in Keuken Kampioen Divisie, la seconda divisione olandese. Il 30 agosto 2020 arriva il suo esordio tra i professionisti, a 17 anni e 7 mesi. L’impatto sicuramente non è semplice, ma il danese colleziona comunque 16 presenze, segnando anche un gol, che gli permettono di guadagnare sempre più esperienza. Questo suo percorso è stato anche interrotto da un infortunio alla coscia, che l’ha costretto a rimanere lontano dai campi di gioco nell’ultima parte della stagione. La fiducia che il club ripone in lui è notevole, infatti quest’estate gli ha prolungato il contratto fino al giugno 2024.

Nella stagione in corso Rasmussen si sta evolvendo. Mister Michell Van Der Gaag lo schiera esterno destro in un attacco a tre, pertanto ha meno occasioni per segnare. Tuttavia i suoi movimenti e la sua intelligenza tattica lo rendono il faro offensivo nella proposta di gioco della squadra, per questo motivo è uno dei titolari fissi, un elemento imprescindibile.

Attualmente è nel giro dell’Under 19 della nazionale danese, con cui ha esordito nel settembre 2020 con mister Jens Olsen. Al momento ha collezionato 5 presenze, segnando anche un gol contro il Kazakistan.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Rasmussen, nonostante sia già un attaccante completo, capace di ricoprire diversi ruoli, è in piena maturazione. Quando viene impiegato sulla fascia riesce a scombussolare i difensori avversari con imprevedibili movimenti, in quanto abilissimo nello smarcamento e nella ricerca dell’ampiezza. Preferisce agire sulla destra, per poi rientrare sul suo mancino e servire assist precisi e calibrati ai compagni. Inoltre non ha il classico egoismo dell’attaccante, neanche in area di rigore, e all’occorrenza preferisce servire un compagno meglio posizionato senza esitazione.

Una sua prerogativa è attaccare con decisione i varchi nella difesa avversaria, sia negli inserimenti senza palla, sia con poderose progressioni palla al piede.

In seguito a queste, con dei precisi key pass, serve con lucidità i compagni che riescono a sfruttare lo stato caotico della difesa avversaria da lui provocato.

È, dunque, un attaccante mobile che ragiona da trequartista. A fine partita le sue heat maps risultano estremamente colorate. Ama dialogare con i compagni nello stretto e dribblare gli avversari con rapidi tocchi in diverse zone di campo, garantendo imprevedibilità, rapidità e pulizia alla manovra.

Tuttavia la sua finalizzazione non è da sottovalutare, infatti ha dimostrato di avere un tiro potente e preciso anche nelle conclusioni da fuori area.

Le sue capacità balistiche sono da raffinare, un eventuale miglioramento lo potrebbero rendere un calciatore ancora più esplosivo. Un altro aspetto da migliorare è l’uso del fisico in quanto, nonostante la stazza, è ancora troppo ‘leggero’ nei duelli corpo a corpo e nei contrasti.

Ancora una volta l’Academy dell’Ajax si ritrova con un talento dal potenziale spaventoso, con un margine di miglioramento che lo potrebbe rendere un calciatore di vertice, con caratteristiche uniche. Rasmussen deve continuare a migliorare, il tempo è sicuramente dalla sua parte. Nel frattempo Erik ten Hag lo osserva con attenzione, pertanto non è da escludere un suo esordio in prima squadra nei prossimi mesi.

Fonte immagine di copertina: diritto Google creative commons

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Lotta Napoli-Juventus per il Mondiale per Club: ADL presenterà ricorso alla FIFA per estromettere i bianconeri

Pubblicato

:

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, Serie A, Coppa Italia, Champions League

Siamo già in tema Napoli-Juventus. Questo weekend, precisamente domenica sera alle ore 20:45, la sfida di Serie A. Fuori dal campo, però. la partita è concentrata sulla partecipazione delle due squadre al prossimo Mondiale per Club. I bianconeri formalmente possono solo sperare che i partenopei vengano sconfitti al ritorno di Champions dal Barcellona. Il Napoli, invece, se vincesse almeno altre due partite in Europa, accederebbe alla nuova competizione che prenderà il via nel 2025.

Secondo quanto riportato da Radio Kiss Kiss, però, il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis sarebbe al lavoro per presentare un ricorso alla FIFA per l’estromissione della stessa Juventus dal prossimo Mondiale per Club. Ciò garantirebbe al Napoli una grandissima possibilità per l’accesso alla competizione, visto che come pretendente rimarrebbe la Lazio, ma che è ben più indietro nel ranking.

Continua a leggere

Flash News

I convocati dell’Olanda per le partite di marzo: prima volta per Zirkzee, ci sono anche due interisti

Pubblicato

:

Bigica

L’Olanda si prepara a scendere in campo contro la Scozia (in casa) e contro la Germania (in trasferta). Si tratta di due amichevoli, utili a CT e giocatori per rodare i meccanismi verso Euro2024. In vista di questi due impegni, Ronald Koeman, tecnico della Nazionale olandese, ha diramato l’elenco dei convocati. Tra questi, figurano ben sei giocatori presenti in Serie A, tra cui la prima – meritatissima – volta di Joshua Zirkzee. L’attaccante in forza al Bologna, tra l’altro, incrocerà dall’altra parte del campo uno che di solito gli fornisce gli assist come Lewis Ferguson.

Oltre all’ex Bayern, ci sono Denzel Dumfries, Stefan De Vrij, Teun Koopmeiners e Tijjani Reijnders. Presenti anche tre conoscenze del nostro campionato come Matthijs De Ligt, Jerdy Schouten e Gini Wijnaldum. Scopriamo, dunque, la lista completa dei giocatori che vestiranno la maglia Orange nei due impegni che attendono l’Olanda.

LA LISTA DEI CONVOCATI DELL’OLANDA

Questo, dunque, l’elenco completo dei convocati di Ronald Koeman:

  • PORTIERI: Bizot, Flekken, Olij, Verbruggen;
  • DIFENSORI: Ake, Blind, Van Dijk, Dumfries, Frimpong, Geertruida, Hartman, De Ligt, Timber, De Vrij, Van De Ven;
  • CENTROCAMPISTI: Frenkie De Jong, Koopmeiners, Reijnders, De Roon, Schouten, Verman, Wijnaldum, Wieffer;
  • ATTACCANTI: Brobbey, Depay, Gakpo, Malen, Xavi Simons, Zirkzee, Weghorst.

Continua a leggere

Flash News

Ranieri presenta la sfida di Empoli in conferenza: “Determinerà il nostro futuro”

Pubblicato

:

Ranieri conferenza Milan-Cagliari

Claudio Ranieri è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro l’Empoli, decisivo in ottica salvezza. I rossoblù arrivano alla partita chiaramente galvanizzati dopo il pareggio acciuffato all’ultimo istante contro il Napoli e ora vogliono i tre punti. Scopriamo le parole di Ranieri in conferenza.

LA CONFERENZA STAMPA DI RANIERI

Queste, dunque, le dichiarazioni di Ranieri:

INFORTUNI PAVOLETTI E PETAGNA – “Perdiamo in fisicità. Mi avrebbe fatto piacere poter scegliere“.

IMPORTANZA GARA DI EMPOLI – “Determinerà il nostro futuro. Ci vorrà tanta umiltà. Loro si sono tirati fuori dai guai. Bisogna fare i complimenti a Nicola per il lavoro“.

MANCANZE DIFENSIVE EMPOLI – “Non sono d’accordo. Chiudono bene gli spazi e si aiutano l’uno con l’altro“.

GERARCHIE – “Scelgo gli elementi in base alla gara. Chi mi garantisce determinazione e concentrazione va in campo“.

GOL DI LUVUMBO – “Lottando fino alla fine si ottengono i risultati. Abbiamo giocato una gara di grande sacrificio e sarebbe stato brutto perdere. Il Napoli ha confermato contro il Sassuolo di essere una squadra che sa fare molto male all’avversario“.

DEIOLAHa qualità ed anche difetti. Nei social so che viene crocifisso e non so il perchè. Quando lo mando in campo so che può fare tanto, e lui mi fa capire che vuole mettere il cuore e che vuole rimanere in Serie A. Poi che mi sbagli la palla a me non interessa. Se qualcuno vuole Messi o Dybala ha sbagliato squadra“.

LAPADULA – Non si dà mai per vinto, ce la mette sempre tutta. Ha bisogno di ritrovare il goal, ma in allenamento da sempre il massimo. Farà un grande finale di stagione“.

MODULO – No, io vario in base all’avversario. Non ho un modulo fisso“.

NANDEZ Mi dà un grandissimo equilibrio ed è un leader in campo, è insostituibile”.

JANKTOSi sta riportando ai livelli di un tempo. Mi auguro che in questo finale di campionato ci possa dare una mano perchè conto molto su di lui“.

Continua a leggere

Generico

Il Genoa recupera un titolarissimo per l’Inter: può già essere titolare a San Siro

Pubblicato

:

Johan Vasquez, calciatore del Genoa e della nazionale messicana - Serie A

Arrivano ottime notizie in casa Genoa, che ritrova Johan Vasquez dopo l’infortunio. Il difensore centrale si è messo alle spalle il guaio all’adduttore ed è pronto a riprendere il suo posto nel terzetto difensivo di Gilardino. Le altre due maglie dal 1′, secondo il Secolo XIX, sono destinate, a meno di sorprese, a Mattia Bani e Kony De Winter. L’unico dubbio reale per Gilardino è tra Messias e Malinovskyi, in lizza per un posto a centrocampo.

I rossoblù sono attesi da un impegno sicuramente non agevole contro l’Inter schiacciasassi dell’ultimo periodo, ma Gilardino ci ha già abituato a colpi importanti quest’anno. Inoltre, i nerazzurri sono imbattuti nelle ultime nove sfide contro il Genoa in Serie A (7V, 2N) e hanno incassato un solo gol nel periodo. L’ultimo successo del Grifone contro i nerazzurri in campionato risale al 17 febbraio 2018 (2-0 al Ferraris). Difficile immaginare che sia il momento buono per tornare a vincere, ma di sicuro il Genoa ci metterà il cuore e l’anima. Stavolta, con un Johan Vasquez in più al centro della difesa.

Appuntamento, dunque, a San Siro, lunedì alle ore 20:45, ora di inizio del match, altro crocevia importante per gli obiettivi di entrambe le formazioni.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969