Connect with us
Rassegna Social del Diez - Il ritorno di Pablo Marì, che gol di Muriel

La nostra prima pagina

Rassegna Social del Diez – Il ritorno di Pablo Marì, che gol di Muriel

Pubblicato

:

rassegna social

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Le partite del giorno – Martedì 7 febbraio 2023

Pubblicato

:

Il calcio, si sa, non si ferma mai: ogni giorno, da ogni angolo del pianeta, giocatori di tutto il mondo sono pronti, con le proprie giocate sul rettangolo verde, a regalare emozioni ai tifosi. Numero Diez vi presenta quindi le principali gare che ci attendono nella giornata di oggi.

ITALIA – SERIE A

Ore 20.45: Salernitana-Juventus (DAZN)

Continua a leggere

Flash News

Palladino in conferenza stampa: “L’abbiamo ripresa con il cuore”

Pubblicato

:

Palladino

Dopo le dichiarazioni del post partita a Sky e DAZN, Palladino ha parlato anche in conferenza stampa. Il tecnico del Monza si è mostrato tutto sommato soddisfatto del pareggio agguantato all’ultimo secondo contro la Sampdoria, di seguito le parole raccolte dalla pancia dell’U-Power Stadium.

LA PARTITA – “Vanno fatti i complimenti alla Sampdoria, ci hanno messo in difficoltà e fatto giocare male. Non mi aspettavo sarebbe stata così complicata, ci tengo a fare i complimenti a Stankovic. Non mi è piaciuto il fatto che abbiamo forzato troppo la giocata, non siamo stati bravi ad avere pazienza e a creare superiorità. Andremo a lavorare su tutti questi aspetti, però ci sono anche i meriti degli avversari e va detto. Siamo rimasti in partita fino alla fine e l’abbiamo ripresa con il cuore“.

GLI ATTACCANTI – Ho dei bravissimi attaccanti, ho visto un grande Petagna in settimana e per questo ho scelto lui. Dany Mota ha giocato bene contro la Juve e Caprari è in gran forma, non potevo tenerli fuori. È un tridente atipico però secondo me hanno fatto una grande partita, erano tutti duelli individuali e non era facile“.

PETAGNA – “Petagna ha giocato bene con la Fiorentina, l’Inter, la Cremonese e il Sassuolo. Gli mancava il gol ed oggi l’ha fatto, questa settimana era carico e motivato: gli ho dato un’opportunità e l’ha sfruttata“.

CARATTERE – “Questa squadra quando va sotto non molla, è sempre in partita, ha carattere ed è un gran valore aggiunto. È un aspetto mentale fortissimo che rispecchia anche il mio carattere, oggi è stato un grande punto questo”.

IZZO – “Stava facendo una grande partita ma è stato ammonito, non volevo restare in 10 e avevo paura che su un mezzo duello perso potesse farsi espellere. Non è stato demerito ma precauziome, Marlon ha comunque fatto molto bene“.

Continua a leggere

Flash News

Palladino dopo Monza-Samp: “Il nostro Scudetto è la salvezza”

Pubblicato

:

Monza Palladino

Il Monza riprende in extremis la Sampdoria e sale a 26 punti in classifica, agganciano l’Empoli di Zanetti. Esito amaro per la Sampdoria: la vittoria sembrava in pugno, ma al 98′ il rigore trasformato da Matteo Pessina ha cambiato le sorti del match. La classifica, per la squadra di Stankovic, migliora leggermente: i blucerchiati salgono a 10 punti, a -8 dallo Spezia. Il Monza di Palladino, invece, accorcia su Bologna e Udinese portandosi a -4 dal Torino. Il tecnico campano, dopo il triplice fischio, è intervenuto ai microfoni di DAZN per commentare il match. Di seguito le sue dichiarazioni.

LE SENSAZIONI PRE-MATCH “Mi preoccupava questa partita, venivamo da una grande partita contro la Juve. Ero abbastanza tranquillo perché in settimana ho visto voglia di lavorare, non ho visto presunzione ed ero tranquillo sotto l’aspetto mentale. Mi preoccupava la Samp, faccio loro i compliemnti, oggi hanno dato dimostrazione che sono una squadra viva che lotta fino al’ultimo, sono stati bravi a farci giocare male, venivano forte in avanti e non trovavamo linee di passaggio pulite”. 

L’ANALISI TECNICO-TATTICA – “Dovevamo giocare meglio tecnicamente e avere pazienza. Troppe volte abbiamo forzato la giocata, ma questo è un punto d’oro e vale quasi tre punti. Dobbiamo essere soddisfatti. Questa è una squadra che mette tutto in campo tutto fino all’ultimo. Abbiamo sofferto soprattutto sui quinti, sia Leris che Augello hanno fatto una grandissima partita contro Carlos Augusto e Ciurria. Hanno avuto coraggio a venire forte in avanti, hanno fatto una grande partita e non me lo aspettavo. Ci hanno messo in difficoltà e ci hanno sporcato in mezzo. Superiorità non l’abbiamo mai trovata, dobbiamo lavorare su questo, alla fine ho cambiato anche sistema di gioco”. 

OBIETTIVI E AMBIZIONI – “La società è ambiziosa, sappiamo cosa ha in mente di fare e cosa vorrebbe fare. Io dichiarerò fino alla fine che il nostro Scudetto è la salvezza e non dobbiamo distoglierci da questa cosa. Avevamo una classifica deficitaria, ma abbiamo creato un gruppo incredibile: dobbiamo mantenere la calma e i piedi per tera. La proprietà ci dà stimoli per migliorare, è un ambiente che ti stimola tanto ed è bello, però dobbiamo essere consapevoli che il nostro scudetto quest’anno è la salvezza”. 

 

Continua a leggere

La nostra prima pagina

Monza-Sampdoria 2-2, le pagelle: Pessina nel finale nega la vittoria a Stankovic

Pubblicato

:

Monza

Il Monza non molla e si porta a casa un pareggio nei minuti finali della partita, finisce 1-2 all’U-Power Stadium contro la Sampdoria. A segnare per la squadra di Palladino sono Petagna e Pessina, su rigore, mentre per i blucerchiati mette a segno una doppietta Manolo Gabbiadini.

Primo tempo equilibrato, il Monza fa la partita mentre la Sampdoria aspetta e riparte. Petagna risponde a Gabbiadini e le squadre vanno negli spogliatoi con il punteggio di 1-1.

Il secondo tempo somiglia molto al primo, la Samp torna in vantaggio e si chiude in difesa per tenere il risultato. Il Monza fatica a superare il muro di Stankovic ma nel finale arriva l’episodio: fallo di Murru su Petagna in area e rigore realizzato dal capitano Pessina.

PAGELLE MONZA

Di Gregorio 6,5: i gol subiti mettono in ombra le sue solite grandi parate, il secondo gol lo subisce dopo aver fatto un miracolo. Sfortunato.

Izzo 5,5: meno intraprendente del solito, prende un cartellino giallo e viene sostituito ad inizio secondo tempo. (Dal 57° Marlon 6: propositivo in fase offensiva e poco impegnato in difesa)

Pablo Marì 6: prestazione pulita sia in fase difensiva che di impostazione.

Caldirola 5: non mostra l’ordine e la sicurezza a cui ci aveva abituato, si perde Gabbiadini in occasione del primo gol.

Ciurria 5,5: poco brillante, prova a rendersi pericoloso ma non impensierisce i blucerchiati. (Dal 72° Birindelli 6: prestazione sufficiente, ha poco tempo per poter dire la sua).

Pessina 6,5: prestazione opaca ma con freddezza segna il calcio di rigore nel finale che vale un ottimo punto peer il suo Monza, leader.

Machìn 5,5: fatica a farsi vedere e a dettare i tempi a centrocampo, sbaglia alcuni passaggi ma la sua prova complessivamente non è un disastro. (Dal 72° Rovella 6: gestisce diversi palloni e migliora il palleggio del Monza).

Carlos Augusto 6,5: realizza l’assist per il gol di Petagna e si rende più volte offensivo dalle parti di Audero.

Caprari 6: quando ha la palla tra i piedi è sempre velenoso, sfiora il gol ad inizio primo tempo con un tiro a fil di palo. Nella seconda frazione è decisamente meno brillante

Dany Mota 6: viene chiuso bene dai difensori di Stankovic, mostra sempre un’ottima tecnica ma questa volta non è abbastanza.

Petagna 7: ritorna a segnare e gioca benissimo a servizio della squadra. Nel secondo tempo prova ancora a rendersi pericoloso ma non riesce a pareggiare i conti.

Palladino 6,5: il Monza gioca bene e ha il controllo della partita ma la Sampdoria è spietata e concretizza le poche occasioni a disposizione. Il rigore nel finale gli consente di portare a casa il risultato.

PAGELLE SAMPDORIA

Audero 6,5: quando viene chiamato in causa risponde sempre presente, può fare poco sul gol di Petagna.

Colley 6: ordinato e solido, nel primo tempo si concede anche alcune sovrapposizioni.

Nuytinck 5: non riesce a tenere Petagna e crea parecchi problemi al suo reparto, viene sostituito a fine primo tempo. (Dal 46° Murru 5: entra bene, ma al 97° interviene fallosamente su Petagna in area e causa il rigore del pareggio biancorosso).

Amione 6: partita giocata senza infamia e senza lode, copre bene il suo ruolo senza sbavature.

Leris 6: Carlos Augusto non è un cliente facile ma lui non sfigura, prestazione sufficiente macchiata da un giallo.

Cuisance 6,5: esordio di grande personalità, incarna perfettamente un diamante grezzo: mostra qualità ma ci sono alcuni dettagli da limare. (Dal 46° Rincon 6: garantisce la sua classica quantità al centrocampo ed aiuta la squadra a mantenere il risultato)

Winks 6: ottimo lavoro in fase difensiva, buona prestazione in una partita per niente semplice.

Augello 6: prestazione ordinata, va vicinissimo al gol nel secondo tempo con un tiro al volo che sfiora il secondo palo.

Djuricic 6,5: da qualità e detta i tempi in fase offensiva, si fa notare con diversi dribbling. (Dal 68° Paoletti 6: entra con grinta e personalità).

Gabbiadini 7,5: segna il gol del vantaggio girandosi benissimo su Caldirola, raddoppia nel secondo tempo e mette due volte la firma sulla partita: decisivo.

Lammers 6,5: suo l’assist per il gol del vantaggio, contribuisce bene alla fase offensiva della sua squadra. (Dal 75° Quagliarella SV)

Stankovic 6,5: decide di giocare d’attesa, chiudendosi per poi ripartire. La sua idea funziona bene se non fosse per il rigore subito al 97°.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969