Dove trovarci

Rassegna stampa – CR7 show, l’appello di Commisso e le speranze dell’Inter

La rassegna stampa di questa mattina, tra l’attesa per il ritorno del campionato di Serie A e lo show da record di CR7 contro la Lituania.

La protagonista di quest’inizio di stagione è sicuramente l’Inter. I nerazzurri vivono un momento felicissimo, grazie soprattutto alle sue tre stelle: l’ambizioso Steven Zhang, appena entrato nel governo dell’Eca, il leader dalla panchina Antonio Conte e quello dal campo Romelu Lukaku. Sabato a San Siro arriverà l’Udinese, l’obiettivo è quello di continuare il filotto, confidando magari nella Fiorentina per iniziare a staccare in classifica la Juventus.

A tal proposito Montella carica i suoi in vista della sfida di sabato pomeriggio, con la Viola a caccia dei primi punti stagionali. A guardare con interesse la situazione c’è anche il Torino, l’altra capolista che continuerà ad affidare il proprio futuro a Walter Mazzarri.

In vista di Fiorentina-Juventus torna in auge la questione degli ultrà e dei cori sull’heysel. Il presidente della Viola Rocco Commisso stavolta gioca d’anticipo, chiedendo ai tifosi di evitare questa vergogna. A Firenze è vivo il dibattito su Chiesa, intristito alla vigilia di un match particolare, contro quella che avrebbe voluto fosse la sua prossima squadra. Un gol aiuterebbe Federico e tutta la piazza a risollevarsi.

A Napoli tiene banco invece la questione Milik, vero e proprio oggetto misterioso di questo inizio di mercato. Il polacco è ancora fermo ai box per problemi fisici, ma la sensazione è che ad oggi parta dietro nelle gerarchie. Dopo un precampionato sotto tono, i tentativi del Napoli di prendere Icardi, l’arrivo di Llorente, Milik sembra aver perso terreno. Le prossime giornate di campionato saranno cruciali per capire il futuro del bomber azzurro.

Un altro giocatore che finora ha deluso le aspettative è sicuramente Matthijs De Ligt. Contro il Napoli il giovane olandese ha giocato una partita ampiamente insufficiente, sbagliando molto e dando poche certezze. Con l’infortunio di Chiellini l’ex Ajax dovrà velocizzare il proprio ambientamento e mostrare quanto prima le sue vere potenzialità. La Juventus ha bisogno del vero De Ligt.

CR7 continua a frantumare record. Col poker messo a segno ieri nella vittoria del suo Portogallo per 1-5 sul campo della Lituania, Ronaldo è diventato il miglior marcatore di sempre nella storia delle qualificazioni europee, staccando l’irlandese Robbie Keane fermo a quota 23. Un’altra grande soddisfazione per CR7, che risolleva i suoi dopo un inizio di girone stentato e accende gli animi dei tifosi juventini.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Generico