Connect with us
El Derbi va al Real: 2-0 contro l'Atletico

Calcio e dintorni

El Derbi va al Real: 2-0 contro l’Atletico

Pubblicato

:

Real Atletico

Il Real Madrid supera i rivali dell’Atletico Madrid per 2-0. Los Blancos vincono una partita importante, volando a +8 sul Siviglia secondo e a +13 proprio sull’Atletico campione di Spagna.

 

Karim the Dream fa 13

La partita inizia in modo equilibrato ma l’episodio che spacca la gara accade al 16′ minuto.
Modric recupera una palla importante nella propria metà campo e innesca il contropiede del Real Madrid. Il passaggio chiave che conclude l’azione fulminea è di Vinicius, che con uno scavetto al bacio serve a Karim Benzema la palla che il francese manda in fondo alla rete con un tocco al volo per fare 1-0.
Per Karim “The Dream” è il tredicesimo gol stagionale in Liga.
L’Atletico prova e rendersi pericoloso al 22′ con Koke ma il tiro del capitano Colchonero finisce lontano dalla porta del Real Madrid.
La partita è equilibrata ma il Real è in controllo e si affida soprattutto alle ripartenze sulle fasce.
Al 33′ Cunha viene toccato duro da Luka Modric al margine dell’area del Real Madrid e Griezmann si incarica della punizione.
Il francese pennella una traiettoria imprendibile per qualunque portiere ma non per Thibaut Courtois che sale in cattedra con una parata difficile e importante. Sarà solo il primo di una serie di salvataggi cruciali che renderanno il gigante belga il vero MVP di questa partita.
I padroni di casa si rendono ancora pericolosi al al 37′ sull’asse verde-oro Casemiro-Vinicius, con l’esterno brasiliano che tira da posizione molto angolata costringendo Jan Oblak all’intervento.

 

Super Courtois e Asensio blindano il risultato

Al rientro in campo il Real spreca subito una grande occasione con Marco Asensio che nell’area dell’Atleti non riesce a concretizzare.

Dalla parte opposta del campo Courtois è chiamato pochi minuti dopo all’intervento sul neo entrato João Félix.

Il secondo gol dei padroni di casa è una fotocopia del primo. L’Atletico Madrid pressa alto e il Real ne approfitta ripartendo in contropiede.
Gli ospiti al 57′ si trovano sbilanciati in avanti e si fanno imbucare da Jovic che fa da boa per lanciare Vinicius ad attaccare lo spazio. Per la seconda volta il brasiliano non sbaglia servendo l’assist per il raddoppio di Asensio.
Al 77′ proprio Vinicius manca l’occasione per mettere il proprio sigillo sul Derby. Il brasiliano in scivolata non riesce a raggiungere il pallone crossato in area da Ferland Mendy.
L’ennesima parata importante di Courtois al 79′, questa volta per bloccare il tiro di Lemar, blinda definitivamente il risultato di 2-0.

L’Atletico non avrà troppo tempo per pensare alla cocente sconfitta. Sabato prossimo deve viaggiare in Andalusia per il big match contro un Siviglia che deve mantenere il passo della capolista.
Il Real vince in scioltezza una partita difficile sulla carta contro un avversario ostico. La squadra di Ancelotti batte i Campioni in carica ed è lanciata a pieno ritmo nella corsa alla Liga. Los Blancos al momento non hanno rivali.

 

Immagine in evidenza da: Licenze Google Creative Commons

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio e dintorni

Contatto tra Zhang e Sala per San Siro: l’Inter attende garanzie

Pubblicato

:

Inter

Nella giornata di oggi c’è stata una telefonata tra Steven Zhang, presidente dell’Inter, e Giuseppe Sala, sindaco di Milano, per trattare il tema San Siro. In questo contatto, Zhang ha confermato l’idea proposta dal sindaco di Milano e l’AD Alessandro Antonello che optano per la ristrutturazione dello stadio, ma vuole chiarezza. Infatti l’Inter, stando a quanto riporta ANSA, attende dal sindaco meneghino delle garanzie rispetto al piano, proposto da WeBuild, di ristrutturazione della Scala del calcio. In particolare chiede chiarezza riguardo al costo e alle condizioni necessarie, come per esempio l’entità del restauro, se soft o seria, oppure la possibilità di giocare al Meazza anche durante il rifacimento. Inoltre, i nerazzurri vogliono sapere di chi sarà la proprietà dello stadio dopo il restauro, dal momento che non si sa ancora se sarà dell’Inter o del Milan.

Proprio per queste incertezze i nerazzurri stanno portando avanti il progetto di costruire un nuovo stadio a Rozzano, più precisamente nell’area Cabassi. Infatti, qualora questo progetto andasse a buon fine, certamente lo stadio sarebbe di proprietà dell’Inter e, durante la costruzione, potrebbe giocare a San Siro senza complicazioni o restrizioni in termini di pubblico. Tuttavia, molto probabilmente, l’opzione di costruire un nuovo stadio da zero sarebbe più dispendiosa in termini monetari e, per questo, l’Inter Zhang non avrebbero abbandonato l’idea di rimanere a San Siro.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Curva Nord dell’Inter coinvolta nell’ultimo album di Kanye West

Pubblicato

:

Inter Curva Nord

La Curva Nord, tifo organizzato dell’Inter, è presente nell’ultimo album rilasciato da Kanye West, noto rapper statunitense, insieme a Ty Dolla $ign. In particolare la “voce” della curva della Beneamata compare all’interno della dodicesima traccia, intitolata “Carnival” dell’album “Vultures 1″, uscito il 9 febbraio.

Come si può osservare nei crediti di “Carnival” su Genius, sito web dedicato alla musica di tutto il mondo, la Curva Nord è citata sotto la voce “choir vocals”. Infatti i tifosi dell’Inter hanno registrato dei veri e propri cori per questa canzone di Kanye West. Il particolare interessante è che per registrare questa “melodia”, la quale accompagna la voce dei cantanti per tutta la canzone, i due rapper hanno invitato degli esponenti della Curva Nord in studio con loro. Inoltre hanno registrato insieme ai tifosi nerazzurri anche un videoclip.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

adidas presenta l’UCL Pro Ball London, il pallone della fase ad eliminazione diretta della Champions League 2023/24

Pubblicato

:

La Champions League si appresta ad entrare nel vivo con l’inizio della fase ad eliminazione diretta. A tal proposito, adidas ha svelato il pallone da gioco ufficiale che verrà utilizzato durante questa importantissima fase della competizione. Si tratta dell’UCL Pro Ball London, che farà il proprio debutto a partire dalle gare di andata degli ottavi di finale e verrà poi utilizzato fino alla finalissima di Wembley del prossimo 1º giugno.

Il pallone celebra l’anfitrione della finale, la città di Londra, con una grafica vibrante che raffigura due leoni ruggenti che combattono tra le stelle. Il leone è il simbolo della ricca storia e cultura dell’Inghilterra e della sua capitale, ma rappresenta anche il coraggio e la forza dei calciatori oltre che la maestosità del trofeo più ambito del panorama calcistico europeo.

Oltre al nuovo design grafico, il pallone è dotato di una serie di tecnologie adidas a elevate prestazioni, studiate per fornire ai calciatori una precisione millimetrica. Infatti, l’innovativa texture della superficie PRISMA offre ai migliori talenti del calcio europeo una tenuta di palla ancora più precisa. Il rivestimento esterno, invece, garantisce un grip sicuro e il controllo completo, mentre la decorazione termosigillata è sinonimo di prestazioni d’eccellenza.

Proseguendo la partnership con Common Goal, adidas devolverà l’1% delle vendite nette globali di palloni da calcio a iniziative di cambiamento sociale duraturo in comunità svantaggiate, contribuendo con questo sport a creare un futuro migliore e più inclusivo.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Ibrahimovic a sorpresa a Sanremo, Amadeus lo pungola: “Sei in prima fila, ma non primo in classifica”

Pubblicato

:

ibrahimovic sanremo

IBRAHIMOVIC SANREMO – Durante la prima serata della 74esima edizione del Festival di Sanremo si attendeva un ospite a sorpresa, che poi si è rivelato essere Zlatan Ibrahimovic, già all’Ariston durante il Festival del 2021.

IBRAHIMOVIC A SANREMO: LO SCAMBIO DI BATTUTE CON AMADEUS

L’ormai ex attaccante svedese, che da metà dicembre ricopre un ruolo nella dirigenza del Milan come “Senior Advisor della proprietà RedBird“, è sbucato direttamente dalla platea e distribuendo “santini” con la sua foto al pubblico presente. Poi è salito sul palco e ha iniziato un divertente siparietto con il conduttore dell’evento, Amadeus: “Che ci fai qui? Quanti anni hai?“, la domanda di Ibra. “61“, la risposta del conduttore del Festival. “Io 42 e ho smesso, perché ho ascoltato il mio corpo… Sono venuto qui per proteggerti, ti ricordi i casini che hai combinato l’anno scorso?“, le replica dello stesso Ibrahimovic.

Il dialogo tra i due continua, con Ibrahimovic che chiede se può andare a occupare il palco d’onore: “Ci si è seduto solo Mattarella“, sottolinea Amadeus. “E quanti gol ha fatto?“, la battuta pronta di Ibra. Poi, a conclusione, la frecciata di Amadeus (noto tifoso dell’Inter, ndr): “Ti ho riservato un posto in prima fila anche se non sei primo in classifica…“, a cui sono seguite le risate del pubblico presente all’interno del teatro.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969