La stagione corrente è stata senza dubbio particolarissima, sia nel suo modo di avviarsi che nella sua evoluzione. Il dominio della Juventus si è interrotto dopo ben 9 anni di successi, ed il testimone se lo sono presi Antonio Conte e la sua solida Inter.

Tanti altri sono i verdetti lanciati dalla Serie A, come ad esempio la conferma di una meravigliosa Atalanta, attualmente in seconda posizione. Sassuolo e Verona si sono resi protagonisti di ottime annate, in cui l’abilità dei loro allenatori ha brillato con grandissima decisione. Discorso opposto per altre realtà, alcune fra luci e ombre (Roma, Napoli), altre in preda di situazioni assolutamente negative (Cagliari, Fiorentina).

La Serie A, da Football-Magazine.it

 

REBUS ALLENATORI

La situazione più spinosa la troviamo in casa Roma, dove Fonseca è ormai arrivato ai ferri corti con la società. La semifinale di Europa Lague, raggiunta e malamente persa contro lo United, sembrerebbe non bastare per guadagnarsi la conferma. La società giallorossa si sta muovendo da diverso tempo alla ricerca di un nuovo manager, e fra i nomi più associati alla lupa ci sono sicuramente Maurizio Sarri e Massimiliano Allegri.

Il precursore del bel calcio in Italia, inattivo dalla sua stagione alla Juventus, sarebbe ricercato anche dalla Fiorentina, ed è stato sondato diverse volte anche dal Milan. L’allenatore napoletano ha già rifiutato un ipotetico ritorno nella sua terra, e sembrerebbe essere pronto per una nuova, ambiziosa esperienza. Altro indizio che lascia propendere verso la Roma viene da forzaroma.info, che rivela un gradimento da parte di Sarri verso la rosa giallorossa, con annessa richiesta dell’acquisto di Cuadrado, uno dei suoi pupilli alla Juventus.

Diversa la situazione Allegri, visto che lo stratega toscano è ricercato anche a livello europeo. Esclusa la pista Bayern, che ha appena investito su Nagelsmann, le ipotesi rimangono Real Madrid (visti i rapporti non più idilliaci fra Zidane e Pérez), Manchester United ed un romantico ritorno alla Juventus, in caso Pirlo non porti la squadra in Champions.

 

E LE ALTRE..?

Una squadra che cambierà sicuramente allenatore la prossima stagione è la Fiorentina. La squadra di Iachini ha deluso più che mai le aspettative, ed un cambio di guida tecnica rappresenterebbe il primo passo per alzare l’asticella. Uno dei nomi più associati alla panchina viola è quello di Gennaro Gattuso, in procinto di lasciare Napoli a fine stagione.

Tra i nomi più caldi c’è anche quello di Roberto De Zerbi, allenatore fra i più apprezzati del nostro calcio, e seguito con interesse da diverse importanti società, fra cui Milan, Fiorentina e Roma. Secondo Gianluca DI Marzio il giovane allenatore del Sassuolo avrebbe declinato l’offerta della viola, in quanto Commisso gli negherebbe un restyling totale della squadra. Nelle ultime ore si fa quindi spazio il nome di Ivan Jurić, sempre più in auge dopo la splendida annata a Verona.

Tornando nella capitale, sembrerebbe fatta per il rinnovo di Inzaghi in biancoceleste, sebbene le trattative siano attualmente congelate. In caso di rallentamenti la Juventus, da sempre estimatrice del piacentino, potrebbe farsi avanti. Per quanto riguarda il Milan non ci sono fonti dalla quale attingere, ma la sensazione è che Pioli non sia più intoccabile, specialmente in caso di mancata qualificazione in Champions League.

La sorprendente rivelazione Italiano, allenatore dello Spezia, si sta posizionando sempre più sotto i riflettori. De Laurentis sta infatti sondando il terreno intorno al talentuoso manager, per far fronte all’imminente addio di Ringhio. Il coraggio tattico da lui espresso, in diverse occasioni nel corso di questa stagione, spingono il patron azzurro a considerarlo una vera e propria scelta, e non solo un interesse di passaggio.