Connect with us

Calciomercato

Revolución Rojiblanca

Pubblicato

:

Morto un Papa se ne fa un altro” recita un celebre proverbio nazional-popolare che predica come non sia necessario disperarsi se qualcuno ci dovesse lasciare, in quanto riusciremmo a trovare un sostituto in grado di compensare, almeno in parte, la nostra perdita. Virando improvvisamente sul mondo del pallone e blasfemicamente parlando, si potrebbe istituire un azzardato paragone tra la sostituzione del Papa e quella di un calciatore venduto: i devoti tifosi di calcio, che fanno della loro squadra del cuore una vera e propria religione, sanno che i giocatori, che vestono i colori del loro club, vanno e vengono mentre la loro fedeltà sarà destinata a rimanere per sempre.

Nella chiesa dei Colchoneros, il sacerdote calcistico Diego Pablo Simeone ha imparato a convivere da anni con questo costante viavai: puntualmente ogni anno, infatti, alcuni dei suoi discepoli decidono di migrare verso nuove mete, lasciando così dei buchi da colmare. Come ogni credo che si rispetti, quello futbolistico del Cholo poggia su una base ben precisa, ovvero l’importanza della fase difensiva. Proprio in questo importante reparto, tuttavia, alcuni tra i suoi più seguaci devoti hanno deciso di lasciarlo: la recente cessione di Lucas Hernandèz al Bayern Monaco, infatti, andrà ad aggiungersi alle già dichiarate partenze di Filipe Luis e Diego Godìn. Tre addii importanti a cui dovranno conseguire tre benvenuti di altrettanta qualità e, in questo senso, il DS Andrea Berta è già al lavoro per scovarli.

I nomi sul taccuino del manager italiano sono quattro, tutti giovanissimi e accomunati da valutazioni importanti che indicano la loro grande qualità. Si parte da Matthijs De Ligt, oggetto del desiderio di mezza europa e talentuosissimo difensore centrale dell’Ajax: il classe 99’ è seguito da tutti i più grandi top club europei grazie alle sue eccelse qualità ed alla sua immensa maturità calcistica. I Colchoneros, con i soldi incassati da Lucas Hernandez, dispongono di grande liquidità che potrebbe essere investita sull’olandese, beffando così le concorrenti.

De Ligt esulta dopo un gol con la maglia dell’Ajax.

Si resta nella casa dei lancieri per il secondo nome sull’agenda dell’Atletico: è infatti recente l’interesse della squadra di Simeone per Nicolas Tagliafico, laterale argentino classe 92’ di grande spinta. Accostato anche ai cugini del Real Madrid come possibile sostituto di Marcelo, con il ritorno di Zidane, il brasiliano è ritornato in campo, facendo diminuire le voci di un possibile interesse delle merengues per l’argentino. Il nativo di Rafael Calzada, tuttavia, si è definito come un grande amante del calcio spagnolo e estimatore di Diego Simeone: le parole al miele verso l’Atletico e la valutazione di 25 milioni potrebbero, in questo senso, far gola alla dirigenza rojiblanca che in Tagliafico potrebbe trovare il perfetto sostituto di Filipe Luis.

Nicolas Tagliafico in azione con al maglia dei lancieri.

Restando sulla corsia laterale sinistra, sul taccuino del direttore sportivo Brenta c’è anche una vecchia conoscenza del nostro calcio: parliamo di Alex Telles, esterno brasiliano con un passato all’Inter ed ora in forza al Porto. Dopo una stagione in chiaroscuro sotto la madonnina, il classe 92’ è ritornato prima al Galatasaray per poi volare in direzione Oporto dove, con prestazioni di alto livello, è calcisticamente rinato attirando le attenzioni di grandi club. La bottega di Pinto da Costa si sa, è molto cara, pertanto la valutazione fatta del calciatore (40 milioni di euro) ha raffreddato l’interesse di alcune squadre. L’Atletico Madrid, tuttavia, può godere oltre che di grande disponibilità economica anche di un altro osso duro nella contrattazione, quel Gil Marin, figlio del presidente dei Colchoneros, che farà di tutto per ridurre la valutazione del brasiliano.

Alex Telles esulta dopo un gol con la maglia del Porto.

Restando in Portogallo ma spostandoci a Lisbona, nelle fila del Benfica c’è un altro giovane di belle speranze che è entrato di diritto nella rosa dei papabili sostituti di Godin: si tratta di Ruben Dias, 21enne centrale portoghese che quest’anno ha all’attivo già 25 presenze condite da 2 reti e un assist. La grande fisicità abbinata alla grande qualità del classe 97’, è valutata ben 40 milioni dalle aquile della capitale che, tuttavia, sono coscienti di poterlo vedere volare via in direzione Madrid, sponda Atletico.

Ruben Dias in azione con la maglia del Benfica. (Photo by Carlos Rodrigues/Getty Images)

Quattro giovani terribili pronti a prendere il posto di tre colonne portanti dei recenti successi dei Colchoneros, per continuare questa strisce di vittorie. Perché il calcio è così: salutato un campione, se ne accoglie un altro per tentare di continuare la scalata verso il successo.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Pavlovic conquista diversi club europei, anche Juve e Roma sul difensore serbo

Pubblicato

:

Pavlovic

Il Mondiale è la più grande vetrina internazionale che permette ai calciatori di mettersi in mostra. Uno dei calciatori che ha stupito e attirato gli occhi di Juventus, Roma e vari club di Premier League è il difensore serbo Strahinja Pavlovic. Il difensore classe 2001 ha stupito per solidità e sicurezza difensiva, ma anche per le ottime doti da saltatore in fase offensiva.

PAVLOVIC INCANTA I CLUB EUROPEI, JUVENTUS E ROMA SU DI LUI

Il difensore serbo in forza al Salisburgo è uno dei gioielli che si sta mettendo in mostra in questo Mondiale. Come riportato da Calciomercato.com, già prima dell’inizio della competizione c’erano diversi club sul calciatore, ma dopo le prime due uscite con la Serbia, l’appeal verso di lui è aumentato vertiginosamente. Pavlovic è cresciuto seguendo Vidic, storico centrale della Serbia e del Manchester United, e sembra avere la stoffa giusta per emularlo. Diverse società sicuramente lavoreranno a stretto contatto con il suo agente ed il Salisburgo per provare a strapparlo alla concorrenza.

Dalla Serie A arriva già un rimpianto, poiché nel 2019 era praticamente fatto il passaggio di Pavlovic alla Lazio, ma non superò le visite mediche. Vedendo le prestazioni del colosso serbo, i biancocelesti hanno iniziato a mangiarsi le mani per questo talento lasciatosi sfuggire tre stagioni fa.

Continua a leggere

Calciomercato

Sassuolo al lavoro per la cessione di Matheus Henrique: fissato il prezzo per l’addio

Pubblicato

:

Carnevali

Il Sassuolo è sempre una delle società più attive sul mercato, specialmente quando si tratta di giovani talenti. Ma in questo caso i neroverdi sono al lavoro per la cessione di un centrocampista che in questo inizio di stagione ha trovato poco spazio. Il calciatore in questione è Matheus Henrique, che ha diversi club su di lui e sta valutando il proprio futuro.

IL SASSUOLO FISSA IL PREZZO PER CEDERE MATHEUS HENRIQUE

Il centrocampista brasiliano è approdato al Sassuolo nell’estate 2021, per ricoprire il ruolo lasciato scoperto da Locatelli, partito in direzione Juventus. Ma Henrique non ha mai convinto i neroverdi, che ora stanno valutando il suo addio. Sul calciatore c’è l’interesse di due club brasiliani e uno della Serie A, come riporta TuttoMercatoWeb.

Il Sassuolo ha acquistato Matheus Henrique per circa dieci milioni, e vorrebbe cederlo con la formula del prestito con l’obbligo di riscatto fissato a otto milioni. Una delle società interessate è il Palmeiras, che però acquisirebbe il brasiliano solo in prestito oneroso, ma senza alcun obbligo di riscatto. Il club emiliano continuerà a lavorare nelle prossime settimane per trovare una sistemazione definitiva per il centrocampista brasiliano.

Continua a leggere

Calciomercato

Lecce, parla il ds Trinchera: “Hjulmand è incedibile”

Pubblicato

:

Hjulmand

Il direttore sportivo del Lecce, Stefano Trinchera, è intervenuto nel corso della trasmissione Piazza Giallorossa su TeleRama, facendo il punto sul mercato invernale dei salentini e svelando dei retroscena su alcuni acquisti.

Le sue parole su Pantaleo Corvino: “Il direttore è il responsabile dell’area tecnica, mentre io sono uomo più di campo. Alla base c’è comunque un rapporto bellissimo, ci dividiamo i compiti, ma restiamo sempre in contatto con grande sintonia. Il lavoro così è più facile, ovviamente ogni tanto c’è diversità di vedute, è normale. Siamo entrambi salentini e questo aumenta notevolmente il senso di responsabilità verso questi colori. Spesso devo contenere il suo furore agonistico che è nel suo DNA, amplificato dal fatto di lavorare nella nostra terra. Lui per me è sempre stato una fonte di ispirazione”.

Prosegue Trinchera parlando del mercato di gennaio: “Abbiamo le idee chiare per una sessione invernale in cui le operazioni tra entrate e uscite dovranno equilibrarsi. Solitamente il mercato di riparazione è complesso e privo di soluzioni particolarmente interessanti. Noi puntiamo sul gruppo che ci segue e che ci sta dando soddisfazioni. Saremo vigili e proveremo a cogliere le opportunità che si presenteranno e faremo il possibile per migliorare l’organico. In un mercato dove le risorse economiche sono inferiori per tutti nessuno farà follie. Così come non faremo follie nel cedere elementi del calibro di Hjulmand. Lui è incedibile, poi a fine campionato si vedrà. Ci sono tanti nostri ragazzi attenzionati in Italia e anche all’estero”. 

Conclude Trinchera su Baschirotto: “Lo conosco dai tempi della Viterbese, allenata da Calabro e Taurino che ho avuto a Francavilla. Lui ha scalato le categorie arrivando in Serie B ad Ascoli da terzino destro, ma ha sempre avuto questa duttilità. Questa estate con Corvino è venuto fuori il suo nome nell’ottica di trovare un’alternativa a Gendrey”. 

Continua a leggere

Calciomercato

Spezia, ipotesi Borini per l’attacco

Pubblicato

:

Fabio Borini

Lo Spezia è alla ricerca in un attaccante da affiancare al bomber Mbala Nzola, e sta sondando il terreno per Fabio Borini. L’attaccante ex Milan milita attualmente al Fathi Karagumruk, squadra allenata da Andrea Pirlo e militante nella Superlig turca.

Come riportato da TMW, Il contratto di Borini è in scadenza a giugno 2023, quindi i turchi potrebbero lasciarlo partire già a gennaio per non perderlo a parametro zero. Per lui le cifre richieste si aggirerebbero intorno ai 3 o 4 milioni di euro. Inoltre, per lui ci sarebbe anche la concorrenza di Sampdoria ed Hellas Verona.

Con il possibile passaggio allo Spezia, per Borini si prospetta dunque un ritorno in Italia dopo la sua finora esaltante esperienza al Karagumruk. Per la squadra turca ha giocato infatti ben 57 partite, condite da 23 gol e 10 assist.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969