Connect with us

Generico

Sulle ali della giovinezza e dell’entusiasmo

Pubblicato

:

Un’estate difficile con tante cessioni importanti, ma anche con la voglia di ripartire e fare bene: in casa Fiorentina sta nascendo un nuovo ciclo.

La parola d’ordine del neonato corso viola è entusiasmo: il nuovo allenatore Stefano Pioli la ripete spesso per dare l’idea dell’obiettivo della società, quello di divertire il pubblico dell’Artemio Franchi.

E, nonostante qualche momento complicato a inizio luglio, l’entusiasmo è possibile scorgerlo anche nella strategia di calciomercato.

UN INIZIO DI MERCATO THRILLER

L’inizio di mercato della Fiorentina somigliava tanto ad un thriller: tutti vanno via, i tifosi, delusi e arrabbiati, nel vedere la loro squadra indebolirsi sempre più, attaccano la società.

Uno dei tanti striscioni dei tifosi della Fiorentina contro Della Valle

I fratelli Della Valle, esasperati, rispondono con decisione:

La Proprietà della ACF Fiorentina comunica di essere assolutamente disponibile, vista l’insoddisfazione di parte della tifoseria, a farsi da parte e mettere la Società a disposizione di chi voglia acquistarla per poterla poi gestire come ritiene più giusto fare”.

Boom! E come se non bastasse, nel frattempo, il “Sindaco” di Firenze Borja Valero abbandona la barca e si trasferisce all’Inter; Bernardeschi, l’idolo dei fiorentini, firma per la rivale storica, la Juventus; Kalinic dice di voler il Milan (l’affare si sta sbloccando in queste ore) e lascia il ritiro di Moena (ufficialmente per motivi personali).

Poi, da Corvino, si presentano nuovamente i dirigenti nerazzurri; questa volta per pagare la clausola di Vecino. E, così, i viola cedono soltanto, dando il via ad una gogna mediatica che si rivela spietata e crudele.

RIPARTIRE DAI GIOVANI

Tutti hanno, però, voglia di ripartire e la dirigenza mette in atto una strategia volta a riportare entusiasmo in un ambiente inizialmente fumoso: puntare sui giovani.

Bruno Gaspar (classe ’93), Veretout (’93), Milenkovic (’97), Zekhnini (’98), Eysseric (’92), Benassi (’94), Gil Dias (’96), Simeone (’95), Biraghi (’92), che si aggiungono ai già presenti Chiesa, Saponara, Hagi: l’idea è stata quella di ringiovanire la rosa per ripartire sulle ali dell’entusiasmo e della voglia di divertirsi, mettendosi in mostra.

Con Eysseric la Viola acquista in fantasia. Qui assist di tacco delizioso con il quale confonde mezza difesa avversaria…

Una scelta che ha anche a che fare con i problemi societari: dato che il budget è minimo, si mira a talenti a basso costo che devono consacrarsi per essere poi messi sul mercato a prezzi più alti, nel caso in cui le aspettative vengano rispettate.

Una linea simile a quella del Sassuolo che, però, cerca soprattutto italiani, più facile da eseguire con Pantaleo Corvino, grande scopritore di interessanti calciatori esteri e non.

Pioli, ora, ha davvero un buonissimo organico a disposizione da far diventare, innanzitutto, una squadra lavorando su ognuno per unire le qualità di tutti. E, dato che dovrà spingere tutti questi ragazzi a dare sempre il meglio di sè, la società ha pensato bene di dargli due giocatori per ogni ruolo, in modo che si crei una sana concorrenza.

COME GIOCHERÀ LA VIOLA?

Detto dei nuovi acquisti, ora è importante capire come l’ex allenatore dell’Inter, proprio la squadra che affronterà alla prima di campionato, farà giocare la Fiorentina.

Il modulo base potrebbe rivelarsi il 4-2-3-1, con i muscoli e la personalità di Vitor Hugo e l’esperienza di Astori al centro della difesa; ai lati Bruno Gaspar e Maxi Olivera, con Biraghi pronto a subentrare.

Vitor Hugo ha personalità: qui abbandona la propria posizione e va in tackle sull’avversario. Un rischio calcolato!

In mediana si potrà beneficiare della qualità e della regia di Badelj, che ha deciso di rimanere, anche se il mister dei toscani gradisce molto l’interditore Veretout, che avrà accanto molto probabilmente Benassi, assai abile negli inserimenti.

Sulla trequarti tanta qualità tecnica e corsa: Chiesa, Saponara e Eysseric saranno i potenziali titolari, ma attenzione a Gil Dias e al talentino rumeno Hagi che, nella fase pre-campionato, ha fatto vedere buone cose.

Hagi in amichevole: si propone e insacca con un tiro di potenza. Sentiremo parecchio parlare di questo classe ’98…

Poi, davanti, la punta di diamante: Giovanni Simeone, che metterà a disposizione dei compagni “Garra“, sacrificio e senso del gol.

Qualcosina ancora serve (ci sono ancora 14 giorni di calciomercato per questo), ma si intravedono già le qualità di questa nuova Fiorentina: corsa, dinamicità, fisicità e quella spensieratezza che in alcuni casi potrebbe rivelarsi decisiva.

La Viola, dunque, punta sui giovani per ripartire: si inaugura un nuovo corso per riportare l’entusiasmo a Firenze.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

L’Italia scopre Buchanan: tre italiane si fanno sotto

Pubblicato

:

Una delle nazionali che maggiormente si è guadagnata la simpatia e gli apprezzamenti di tifosi e addetti ai lavori nel corso di Qatar 2022 è stata senza dubbio quella del Canada; nonostante gli zero punti conquistati dai nordamericani nel girone possano far pensare il contrario, Davies e soci hanno infatti messo in mostra un calcio audace e propositivo, peccando probabilmente di ingenuità contro squadre ben più esperte ed attrezzate come Croazia Belgio, che al Mondiale precedente avevano addirittura raggiunto il podio finale.

Tuttavia, come di consueto, la rassegna iridata è stata un’ottima occasione per diversi talenti in rampa di lancio di mettersi in mostra; tra di essi spicca il nome di Tajon Buchanan, ala classe ’99 attualmente in forza al Club Brugge, che in Qatar ha impressionato per la sua facilità nel saltare l’uomo e per la sensibilità del suo piede destro. Tali doti non sono sfuggite solo alla dirigenza del Napoli, al cui interessamento si era già accennato nei giorni scorsi, ma neanche a quelle di Milan e Juventus, che secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Belgio avrebbero deciso di iniziare a monitorare il 23enne canadese.

Continua a leggere

Flash News

Il Barcellona è pronto a farsi avanti per Martinelli dell’Arsenal

Pubblicato

:

Il Barcellona sta preparando il colpo di gennaio per assicurare a Xavi un nuovo innesto in zona offensiva.

Il nome è quello di Gabriel Martinelli, attualmente in forza all’Arsenal. Il giovane talento brasiliano sta partecipando al mondiale in Qatar con la nazionale verdeoro e si sta mostrando una valida alternativa la davanti nonostante gli svariati fuoriclasse che ha il Brasile in attacco.

Per il classe 2001 questo è l’anno dell’esplosione definitiva, al momento in Premier League ha già collezionato 5 gol e 2 assist in 14 partite, ovvero la sua squadra parte 1-0 una partita su due.

Potrebbe quindi essere il profilo giusto per il Barcellona attualmente primo in classifica e con un’Europa League da vincere a tutti i costi.

 

 

Continua a leggere

Flash News

Inzaghi esalta il Frosinone: “Per batterlo servirà la miglior Reggina”

Pubblicato

:

Brescia Lopez

Scontro ad alta quota in Serie B, dove si affrontano Reggina e Frosinone. Nella conferenza della vigilia Filippo Inzaghi, tecnico dei calabresi, ha presentato così la sfida contro la capolista:

“A inizio ho sempre detto che Genoa, Cagliari e Parma hanno squadre superiori rispetto alle altre, ma non scopriamo il Frosinone. Noi siamo un po’ il Frosinone dello scorso anno. Hanno azzerato, hanno lottato e così si ritrovano ai vertici”.

Entrando nei particolari del match:

” A loro piace comandare la partita, esattamente come noi, credo che sarà una bella partita. Non mi preoccupo degli avversari, penso alla grande occasione che abbiamo davanti al nostro pubblico. Per vincere servirà la miglior Reggina“.

Ha poi parlato anche del possibile 11 titolare:

” Ci attendono due gare ravvicinate, 4-5 giocatori tra domani e il fine settimana li cambierò, ma ho ancora questa notte per pensarci. Menez? Ha lavorato bene e si merita quello che ha. Ho un gruppo fantastico, mi si spezza il cuore a lasciare qualcuno fuori“. Infine un’ultima battuta anche sulla classifica: “Si sta chiudendo il girone di andata e, nonostante qualche battuta d’arresto non mi sono mai scoraggiato. Servono solo stimoli ulteriori per mantenere la classifica che, se abbiamo, è perché ce la siamo meritata”.

Continua a leggere

Generico

Salernitana, Iervolino a sorpresa: “Saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato”

Pubblicato

:

Salernitana

Ospite della trasmissione Si gonfia la rete su Radio CRC, è intervenuto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Il patron dei campani, tra le varie domande, riportate da SalernoSport24, ha espresso il proprio parere sul cammino della squadra e sul campionato di Serie A.

Sulla Salernitana

“Non vorrei essere troppo mieloso, ma penso che il nostro campionato sia straordinario, ricordo che quando ero piccolo vi era un grande dislivello mentre oggi anche le squadre meno facoltose si scontrano a viso aperto con le prime della classe. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di ottenere punti anche con le big”.

Sul campionato

“Penso che non si debba perdere la concentrazione e l’impegno, e al riguardo la sosta sicuramente non avrà tale effetto. Le squadre che hanno fatto bene continueranno a fare bene. Noi saremmo contenti come Salernitana, di avviare il progetto della città della Sport a Salerno. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria cittadella dello sport salernitano. Non ci cambierebbe l’entusiasmo, arrivare decimi o dodicesimi, ci importa fare bel gioco e saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969